Salta i links e vai al contenuto

Mi vergogno un po’

Allora. Ho 15 anni e faccio la 2 superiore. Mi vergogno un po’ perché nella scuola ho una zia che lavora in segreteria; a volte c’è un bidello che qualche volta mi fa fare figuracce tipo: quando finiscono le lezioni e usciamo da scuola sono nell’atrio (che poi è grande) c’è questo bidello che mi dice: ” Guarda che c’è tua zia! ” e lo dice con una voce che rimbomba; e quando lo dice abbasso la testa e faccio finta di guardarlo dicendo: “sisi”. Poi nella mia classe ci sono alcuni compagni che mi prendono in giro. Mi dicono: “Ti prenderei a schiaffi! “, “Ti sputo in faccia! “, “C******e! ” e io mi offendo. C’è un mio compagno che quando mi avvicino a lui mi dice: ” TE NE VUOI ANDARE!!!? ” oppure mi dice che non sono nessuno e mi dice “razza di scemo” oppure che sono un pagliaccio quando mi metto il cappello da rapper. Uffa io mi offendo tanto e mi vergogno quando il bidello mi dice ” guarda c’è tua zia! ” Come posso reagire???

L'autore ha scritto 17 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Me Stesso - Scuola

3 commenti a

Mi vergogno un po’

  1. 1
    Leo -

    Questo dimostra la sensibilità dei ragazzi di oggi. Vai avanti per la tua strada, senza cadere. E non diventare come loro. A 15 anni forse si è troppo giovani per capire determinate cose. Consiglio mio è quello di dissociarti dalla massa e andare avanti sempre a testa alta. Non diventare come loro. Buona fortuna

  2. 2
    Davide -

    Ciao, mi chiamo Davide ho 26 anni, secondo me per prima cosa dovresti aspettare un momento in cui i corridoi della scuola sono liberi e andare a parlare col bidello, dicendogli gentilmente, magari anche ringraziarlo del fatto che ti avverta ogni volta che cè tua zia, però purtroppo questa cosa ti crea dei problemi con i tuoi compagni di classe, che ti sfottono perchè sono scemi, a quel punto gli chiedi di non avvisarti più, magari di farti un cenno,esprimiti gentilmente e con garbo, vedrai che capirà.
    Per quanto riguarda i tuoi compagni di classe,puoi ignorarli, puoi rieagire, volendo portresti anche picchiarli pesantemente ma temo che non cambierebbe nulla, se sono coalizzati contro di te, so che è brutto star da soli, ma isolati e cerca chi piu ti somiglia all’ interno di tutta la scuola e prova ad avvicinartici… ciao

  3. 3
    natonel1983 -

    Ciao Luca1994.
    Non sai quanto mi rivedo nei tuoi racconti. Anche io ho avuto, a quell’ età, i peggiori compagni di classe che si possano trovare. E’ destino delle persone come te e come me soffrire e chiedersi il perchè di un trattamento così. Ma sei una persona profonda che non ha paura di esprimere le propie sofferenze e questo ti arricchirà nella vita di un intelligenza e sensibilità che gentaccia come i tuoi compagni di classe posso scordarsela.
    Oltre che cercarti nuovi amici al di fuori della tua classe cerca di dare il meglio nello studio anche se,immagino,la voglia in situazioni tali va perdendosi. Così facendo i professori saranno i tuoi alleati migliori e proverai soddisfazioni grandi nel tuo rendimento. Ciao

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili