Salta i links e vai al contenuto

Mi sento una fallita

Ho 33 anni, vivo ancora con i miei genitori, non ho un lavoro, non ho un ragazzo e non ho alcuna prospettiva per il futuro .. Davanti a me solo il buio.. Oggi mi sento proprio così!! una fallita!! ….. e mentre la mia vita va avanti senza novità da anni ormai (tra illusioni e disillusioni) vedo gli altri che riescono a realizzarsi, a formarsi una famiglia .. a crescere! Oggi mi domando come mai? Alla fin fine sono una brava ragazza, carina, intelligente! E questo non lo dico per mancanza di modestia.. Perchè ci sono persone che cambiano lavoro in continuazione, altre che cambiano partner da un giorno all’altro e nella mia vita non accade nulla?

L'autore ha scritto 3 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Me Stesso

106 commenti a

Mi sento una fallita

Pagine: 1 2 3 11

  1. 1
    Ant062 -

    Tutto accade quando meno ce l’ho aspettiamo.
    E non è detto che per avere un vita ricca devono esserci chissà quali cambiamenti.

    A volte basta una sola scintilla per accendere un fuoco ricco di emozioni e prospettive per il futuro.

  2. 2
    alessandro -

    quelli che cambiano sempre lavoro e quelli che cambiano sempre partner sono felici?non so,cerca la tua felicità senza guardare la vita degli altri,si più ottimista e cerca di avere più fiducia in te stessa.il resto verrà da se.ciao

  3. 3
    flexo -

    Ciao,
    a parte il lavoro (che comunque non mi appassiona) mi trovo in una situazione molto simile alla tua. Sono d’accordo con quanto scritto sia da Ant062 che da alessandro…però…c’è un però. Credo che alla base di tutto ci sia l’atteggiamento che si ha verso la vita. E’ fondamentale non lasciarsi travolgere, è indispensabile non fare paragoni con gli altri, spesso dipende solo ed esclusivamente da noi. Facile a dirsi ovviamente ma poi la realtà è tutta un’altra cosa. Io sto facendo una fatica enorme per uscire da questa situazione, so quanto è difficile e quanto ci si possa sentire scoraggiati. Purtroppo non ho molti consigli da darti, se fossi così bravo avrei già risolto i miei problemi, però ti posso dire che non sei l’unica a vivere una situazione del genere. La sensazione del tempo che passa, unita all’impotenza che a volte si avverte, rende tutto immensamente più difficile. Spesso mi sento come una specie di Peter Pan affetto dalla sindrome di capitan uncino…non è facile ma bisogna sempre combattere.

    un saluto

  4. 4
    Spectre -

    dipende dalla proiezione di te che dai all’eterno. è proprio vero che se cambi dentro, cambiano anche gli altri con te. tutti quelli che continuano a dirmi che sono un’altra persona, me lo confermano ogni giorno.

  5. 5
    Isis -

    Quoto Flexo, la situazione odierna riguardo il lavoro non è delle migliori lo so, e so bene che è facile dire…be arrangiati qualcosa si trova sempre…non è così alla fine dei conti, però..però non arrenderti mai e non soccombere agli altri…gli altri…ma che importa degli altri!
    Chi cambia lavoro ogni tre per due o è precario ( e poveretto ha tutta la mia comprensione che la sua vita non è facile), oppure è un eterno insoddisfatto…chi cambia partner in continuazione…forse non si ama abbastanza per cui non sa amare come si deve o cerca nell amore altrui amore per se….o magari è solo sfortunato… credi siano più felici queste persone?
    Io non credo…credo invece che prima di tutto devi avere stima di te e non piangerti addosso, devi tirare fuori la grinta che hai, perchè ne hai, basta solo tirarla fuori… sembra un gioco di parole ma le cose bisogna davvero volerle per averle…
    Fatti coraggio, noi siamo qui, ma osa, rischia e buttati nella vita!

  6. 6
    Camilla75 -

    Ciao….proprio ieri stavo per scrivere una lettera simile alla tua….tra pochi giorni farò 33 anni, e mi sento come te.
    Non mi realizza il mio lavoro, me lo immaginavo molto diverso, guadagno poco, nn sono autosuff. e questo mi rende triste, non ho un uomo accanto a me, e nonostante storie passate non ho mai festeggiato un compleanno o un Natale con un uomo vicino….vorrei tanto avere una famiglia, dei figli….ma sembra così lontano da me che a volte la sera mi chiedo xchè sono al mondo, qual’è il destino che Dio mi ha riservato….
    Però è indispensabile combattere e continuare ad essere forte!
    In boca al Lupo!! nn molliamo!!!

  7. 7
    gambit99 -

    Ehm, vogliamo prendere un caffe insieme?
    🙂 🙂 🙂
    Visto che hai tempo, vieni a trovarmi!
    E’ gia’ un inizio.

    gambit99

    software_stream@hotmail.com

  8. 8
    asterix -

    Se ti può consolare sono nella tua stessa situazione… 29 anni, un lavoro insulso, vita sociale ridotta praticamente a zero, incapacità totale di trovarmi una fidanzata, di crearmi una vita sentimentale come fanno tutti… Tanti sforzi e la sesazione di sbattere inutilmente la testa contro al muro. Eppure anche a me in teoria non mancherebbe nulla… Carino, dicono intelligente… Cosa sarà allora? Non riesco a capirlo e le forze mancano ogni giorno di più…

  9. 9
    flexo -

    Insomma 33 sembra essere un’età abbastanza critica visto che è anche la mia età. Forse passati i 30 iniziamo a tirare le prime vere somme della nostra vita e magari ci rendiamo conto di non aver raggiunto niente di quello che desideravamo. La cosa più importante è continuare a desiderare, finché abbiamo un sogno, qualcosa da realizzare siamo vivi; il male più grande, ciò che bisogna evitare come la peste è l’assenza di motivazioni. Non ci si può arrendere alla nostra età, sarebbe veramente un peccato, ci sono ancora troppe cose belle da fare. Probabilmente il consiglio più prezioso te l’ha dato Isis: buttati! E’ vero, a volte è proprio necessario lanciarsi nelle cose della vita, altrimenti si rimane fermi, al palo, mentre sembra che tutti si muovano. Io non mi sono mai buttato ed è proprio lì il problema, lo sbaglio più grande. Non credere però che là fuori siano tutti felici e contenti, tutt’altro.
    Camilla non sai quanto ti capisca, io non ho certo avuto tutte queste storie, ma il pensiero di non aver mai avuto una persona speciale con cui passare i momenti belli e magari anche quelli brutti della mia vita mi atterrisce; però, anche qui, mai arrendersi, la vita è piena di sorprese, solo che non ce le recapita a casa sotto forma di pacco postale.

  10. 10
    stefania -

    Ma in quanti siamo a essere insoddisfatti della propria vita!?
    Il problema è che questi consigli li abbiamo gia dentro di noi, forse li abbiamo già suggeriti. Ma quello che non siamo capaci di fare è mettrli in atto.
    Cos’e? Mancanza di coraggio? Che abbiamo?

Pagine: 1 2 3 11

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili