Salta i links e vai al contenuto

Mi sento sola, incompresa…

Lettere scritte dall'autore  

Ciao a tutti, sono una ragazza di 16 anni e ad essere sincera mi sento molto triste… Sfortunatamente non sono estroversa e quindi è un po’ difficile legare con altre persone per me.. sono considerata un’incantata ma comunque anche se cercassi di inserirmi in un discorso nessuno mi calcolerebbe .. è come se fossi un fantasma! Sono brava a scuola, aiuto sempre gli altri ma mi rendo conto che più si fa del bene, più si riceve del male.. vivo con i miei genitori e mia sorella; sfortunatamente la mia famiglia vive lontano dal mio paese e posso vederli solo 2-3 volte all’anno ma a dire la verità vorrei andare a vivere nella mia città natale e iniziare una nuova vita. Il mio sogno è quello di andare a studiare all’estero dopo il liceo ma so anche che i soldi che guadagno lavorando non riuscirebbero a coprire tutte le spese. Quindi mi accontenterò dell’Italia… Cerco in tutti i modi di far capire ai miei genitori il mio stato d’animo, la mia voglia di evadere da questo posto ma puntualmente loro sbuffano e fanno finta di non sentirmi. E’ come se in questo momento mi trovassi in una camera al buio e non riesco a trovare la porta per uscire fuori!! Perchè ci sono persone che possono avere tutto dalla vita e altre che invece si ritrovano timidi, con una famiglia che non ti comprende e senza la possibilità di realizzare i propri sogni pur facendo enormi sacrifici? 🙁

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Me Stesso

3 commenti

  1. 1
    vale -

    Forse basta solo chiudere gli occhi e tutto quel buio che c’e intorno a te puo diventare luce. Ma solo se lo vuoi veramente tu, puo diventare tale. Cosi e anche la vita reale: solo se lo vorrai veramente riuscirai a vedere cio per cui stai lottando. …ora riapri gli occhi, e vai avanti!

  2. 2
    Paolo25 -

    Parla coi tuoi e cerca di far capire loro quali effetti benefici potrebbe dare a te questa tua decisione e chiedi loro di aiutarti in questo e non far morire ciò che vuoi…se lo vuoi davvero non li deluderai

  3. 3
    alice -

    La risposta all’ultima domanda è semplice: la distribuzione dei beni e dei mali a questo mondo è fatta un po’ a casaccio. (avrei scritto un’altra espressione, ma questo è un sito serio ed evito)
    Però: hai 16 anni, ti piace aiutare gli altri, vuoi andare all’estero, non hai molte possibilità economiche. DIrei che ci sono vari modi per realizzare questo tuo progetto. Scrivi a tutte le organizzazioni umanitarie che trovi (Caritas, Unicef, Greenpeace, etc, ce ne sono migliaia) e valuta in quale arruolarti e dove. Nel frattempo finisci il liceo e prepara la valigia.
    Tutto si può. Basta volerlo. Auguri.

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili