Salta i links e vai al contenuto

Mi sento sempre più stanco e solo…

Lettere scritte dall'autore  LoveA

Ho 26 anni e sento che sto per gettare la spugna, ultimamente credo di soffrire di depressione, ho spesso forti sbalzi di umore, mi irrita tutto e mi sveglio la mattina già stanco ancor prima di iniziare la giornata. La causa di tutto questo credo sia il lavoro, un lavoro che da tempo oramai sto pensando di cambiare, a contatto con il pubblico, che mi crea frustrazioni continue, non sopporto gli atteggiamenti di arroganza e scostumatezza dei clienti, che si approfittano di chi sta dietro uno sportello pensando che sia uno schiavo, quel loro pretendere, entrare nell’ufficio senza nemmeno salutare.. vorrei fare un lavoro più solitario perché mi sto rendendo conto che stare in mezzo alle gente non mi piace tanto, non è mai piaciuto, sono sempre stato un tipo schivo e solitario, ho sempre preferito esser circondato da poche persone e di solito il contatto stretto con tante persone, colleghi, clienti, tutti i giorni, il dover passare sempre su determinati atteggiamenti che mi irritano parecchio, mi da molto fastidio, vorrei mandare al diavolo tutto, vorrei fare un lavoro tipo tassista, autista di autobus cittadini, o comunque un lavoro dove occorra parlar poco e relazionarsi poco, o comunque usare poche parole.. quanto costa la licenza per un taxi? però poi ho paura di cambiare anche se non ne posso più, ci penso, vorrei andarmene lontano da tutti, potrei anche farlo, ho un bel gruzzoletto da parte, quasi 10000 mila euro, però poi ho paura del fallimento, di trovarmi con un pugno di mosche in mano come tanti che decidono di cambiar vita, pochi sono soddisfatti per come ci riescono.. e poi penso al fatto che sono assunto con contratto a tempo indeterminato, penso alla busta paga che non è male, 1300 euro al mese, a volte 1400-1500 con straordinari, penso al fatto che ho sottoscritto un contratto di mutuo, che finirò di pagare a 50 anni, per carità, la casa posso venderla, posso togliermelo il mutuo, in fin dei conti non devo rendere conto a nessuno, non sono sposato grazie a Dio, sono gay, non ho figli e nemmeno li voglio.. però poi subentra la paura e continuo a restare in quel posto, ho già avuto un esaurimento nervoso, mi è venuta l ulcera.. se poi a questo aggiungiamo anche che sono solo come un cane randagio, che non ho rapporti di amicizia, non ho mai avuto nessuno dal punto di vista sentimentale, solo tante cotte per uomini a cui piaceva solo ed esclusivamente la figa, l’ultima risale a un anno fa, mi sono innamorato di un ragazzo molto più piccolo di me, bello come il sole, biondo con gli occhi azzurri, non è andata neanche questa volta, lui non ha mai ricambiato i miei sorrisi, i miei saluti.. sento che faccio fatica ad andare avanti, sono così stanco, ora mai tendo sempre al vittimismo e alla depressione, non li guardo nemmeno più gli uomini, non provo più nemmeno desiderio sessuale, non li guardo perché tanto so che non potrò mai averli, saranno sempre delle donne, mai miei.. quei pochi tipi che circolano in chat o nei locali sono la loro stessa parodia, tutti palestrati, impettiti, si atteggiano da uomini ma poi vogliono solo prenderlo.. oggi è sabato e sono di nuovo a casa, mi sto rilassando sul divano pensando a come passare quest ennesimo fine settimana, non ho ancora pranzato, ho ancora i piatti da lavare di ieri, poi stirare, stendere, pulire a terra, fare la spesa…I miei sono distanti 1200 km..non ce la faccio , volevo andare in palestra, non ci vado da mesi, tutti gli anni mi iscrivo e butto solo soldi, da settembre ad oggi ci sarò andato forse 20 volte in tutto, e ci vado sempre contro voglia, sarà l’ambiente che non invoglia, il fatto che entri e a stento gli istruttori ti salutano, se sapessi che andando là scambierei due chiacchiere e magari anche il numero di qualche bel fustone, ci andrei più che volentieri, ma il più delle volte è solo un supplizio, sudare, affaticarsi, sudare ancora.. ogni volta che ci vado dopo mezz’ora ho sonno, sbadiglio, mi si chiudono gli occhi..il fatto è che non riesco a trovare un’attività che mi coinvolga, che mi faccia sentire Vivo… voi cosa mi consigliate? Non ne posso più di vivere così..

L'autore ha scritto 11 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Condividi su Facebook: Mi sento sempre più stanco e solo…

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Me Stesso

3 commenti

  1. 1
    Yog -

    Max solidarietà per la palestra, di solito son soldi buttati e femmine là non ne rimorchi (vabbè, a te non te ne frega). Spiace riferirti che al tuo livello di istruzione è difficile trovare un lavoro avulso da contatti con il pubblico. Prova a immaginare una carriera da liutaio, sempre che poi non devi venderli tu.
    Non mi viene in mente altro.

  2. 2
    glosstar -

    Quel che emerge dalla tua lettera e’ il profondo senso di solitudine che la pervade. Solitudine che somiglia alla fuga, ma fortemente cercata, desiderata, e con altrettanta energia, rifiutata.

    Solitudine che a tuo dire, si risolverebbe con l’arrivo di un compagno, di qualcuno che ti tolga dal tuo stato di prostrazione. Beh forse il problema sta nel delegare ad altri lo sforzo per uscire da una situazione che ti sta strangolando. In questa logica, cerchi compagnia dove, e in chi sai già che non te la dara’. Difficile e’ infatti trovare il pane dal ferramenta, come altrettanto difficile e’ trovare un compagno se lo cerchi tra gli etero.

    Nessuno ti tirerà fuori dalla tua depressione. Pertanto, il primo passo necessario e’ affrontare i tuoi demoni, assumendoti la proprietà delle tue scelte, siano esse nell’accettare chi sei, e la conseguente gabbia nella quale da sempre ti stai nascondendo.

    Se poi vuoi un compagno che ti reciprochi, inizia tra le persone che condividono le tue preferenze sessuali. Non e’ cosi difficile.

  3. 3
    Isa -

    Comprensibile che tu sia stanco. Prova a fare qualche attività sportiva leggera in solitaria, tipo canoa, passeggiata in montagna sui sentieri tracciati, fotografia di natura, bicicletta. Muoverti un po’ e senza scocciatori, forse ti ravviva un po’. Per il resto, prova a parlarne con uno psichiatra, parlare fa bene, essere compresi anche.
    Ciao.

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso dispositivo (da qualsiasi dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili