Salta i links e vai al contenuto

Mi manca la persona che ero un tempo

Ci sono volte in cui mi soffermo a pensare a tutto ciò che ho fatto e vissuto finora. E con timore mi accorgo di essere arrivata all’eta di quasi 22 anni e non sapere più chi sono. Spesso mi ritrovo a voler ritornare ad essere la ragazza di 5-6 anni fa. Quella che aveva ottimi voti a scuola, che non aveva mai avuto un debito formativo, che non aveva mai perso un anno. Quella che parlava poco, ma quando lo faceva diceva sempre la cosa giusta, al momento giusto. Quella ragazza che fra il suo gruppo di amiche era considerata la più carina. Quella che era considerata dolce, simpatica e testarda e determinata. Quella che sorrideva sempre. Quella ragazza che in latino non la batteva nessuno. Quella che sognava di ballare, guardando estasiata le coreografie dei suoi telefilm preferiti. Quella che era spensierata, anche se allora non lo sapevo e mi facevo quelli che per me adesso sono inutili problemi. E la ragazza che ero un tempo mi manca. E’ strano dirlo, ma non mi riconosco più. Sono iscritta all’università, ma sono due anni fuori corso. Non riesco a studiare più. E so di star facendo “soffrire i miei genitori”. E non solo per questo. Li vedo star male a causa mia perché non so più divertirmi. Non esco più. Non ho più amici. Il fatto è che non mi interessa più di nulla. I problemi amorosi con i fidanzatini, gli abiti da scegliere e i tacchi alti da abbinare, le discoteche più in e quant’altro sono “problemi” così sciocchi per me. Adesso le uniche cose di cui mi preoccupo sono la mia salute, ma non scendo a particolari. Dico solo che vorrei avere un altro corpo. E quindi non so più che fare. Mi sto lasciando andare e per di più ho una visione così pessimista della vita che non riesco a credere nemmeno alle mie orecchie quando dico “ormai non ho più niente davanti a me”. Mi faccio forte di questo: e cioè che ne sono consapevole. Sono consapevole di essere ancora giovane e che mi aspetta tutta una vita davanti. Ma allo stesso tempo mi sento come se per me non ci fosse più nulla. Forse perché non ho un sogno. O un obiettivo. E prima che lo possiate chiedere vi rispondo: no, non studio per ciò che mi piace. Semplicemente perché non ho una professione ideale. Ho scelto la facoltà che mi potesse dare (rispetto alle altre) qualche opportunità in più. E meglio non toccare il tasto amore. Ho avuto una batosta così grande che a distanza di due anni ancora sono diffidente verso l’altro sesso. Gli amici poi, tutti falsi. Che darei per ritornare la ragazzina di un tempo… forse non ero sicura e piena di me (come adesso d’altronde), ma almeno avevo un’identità. Adesso, chi sono? Una studentessa disoccupata, fuoricorso, con problemi di salute e con l’anima spezzata da persone poco serie? Una nullità, insomma.

L'autore ha scritto 2 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Me Stesso

1 commento

  1. 1
    Paolo25 -

    “Quando crediamo di aver perso qualcosa per un qualsiasi motivo (io lo so anch’io non mi riconosco più a causa di una storia d’amore recentemente finita…sono veramente cambiato dentro e non mi piace tanto come son diventato) fidati che quella cosa si trova ancora nello stesso posto in cui è stata lasciata…è stata solo spostata…ma c’è.”

    Non hai perso te stessa, quello che sei veramente vive dentro di te e ti accompagna da quando sei nata durante le tue trasformazioni lungo il tuo percorso di vita.

    Io studio lingue a Torino (laureato a Lecce) e sto quasi per finire ma la fine di un amore recente mi ha totalmente destabilizzato sino a farmi dire <58 x una grande delusione) e mi sto sforzando a mangiare…di studiare non ho più voglia (prima i libri me li mangiavo perchè amavo ciò che studiavo). Ti lascio la mia mail se ne vuoi parlare meglio…ricorda che ti sei spostata ma non ti sei persa:
    latino1987@hotmail.it….la volontà di volersi incominciare di nuovo a cercare è già un passo importante adesso piano piano incomincia a camminare…
    Besitos…

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili