Salta i links e vai al contenuto

Mi manca, ma non so cosa fare…

  

Io ho 23 anni, lui 28. Di Napoli.
Ci siamo conosciuti circa due mesi fa su di una chat… io mi sono iscritta lì sopra perché ero annoiata, non avevo nulla da fare e volevo dimenticare una persona che mi aveva fatto del male. Insomma, volevo distrarmi. Dopo qualche settimana che ero iscritta, mi contatta lui e cominciamo a parlare del più e del meno… poi dopo qualche giorno, mi chiede il numero. Inizialmente ero restìa a lasciarglielo perché odio dare il mio numero in giro così… poi però sotto sua insistenza decido di darglielo non prima però di fargli promettere una cosa: qualora la nostra “conoscenza” fosse andata avanti ed io non gli fossi piaciuta, non avrebbe dovuto sparire ma dirmi chiaramente “non voglio sentirti più, perché…”. Gli ho fatto promettere questa cosa perché mi è già capitato troppe volte di conoscere persone di cui mi sono affezionata ma che poi sono scomparse senza dire nulla e senza un perché e avevo paura che la situazione si ripetesse. Lui promette. Cominciamo a sentirci tutti i giorni, lui mi scriveva continuamente e mi chiedeva foto (sapete come funzionano ‘ste cose…). Mi diceva che era “strabella” e che non dovevo sentire più nessun altro. Inoltre il nostro rapporto era diventato strano… io lo definivo pesante: non ci eravamo mai visti ma lui mi chiedeva di avvisarlo di ogni mio spostamento, voleva sapere se, come, quando e con chi uscissi. La stessa cosa faceva lui. Mi ha raccontato di situazioni particolari e abbastanza personali della sua famiglia, si sfogava con me. Percepivo il suo interesse nei miei confronti ma io non credevo di ricambiare… lo consideravo veramente troppo pesante. Infatti mi diceva cose che, non so, solo chi è innamorato o ha una cotta stratosferica dice… e visto che ci conoscevamo da si e no un mesetto e non ci eravamo mai visti, per me era esagerato! Poi ha manifestato la sua voglia di vedermi che io ho rifiutato. Verso metà Maggio lui è partito per il Nord dove è stato 15 giorni per un colloquio di lavoro e prima di partire mi ha chiesto di nuovo di vederci ma io gli dissi che ci saremmo incontrati quando sarebbe ritornato. Lui accetta a malincuore e mi dice di farmi sentire più vicina nel mentre che era lì… “Anche se ci conosciamo da poco sei diventata importante”, “Non deludermi con le tue ansie”, “Se qui va bene, un po’ di sacrificio all’inizio e poi saremo felici insieme… anche perché so che qui c’è la tua amica e se sei contenta tu lo sono anch’io!” (la mia migliore amica abita lì dove è andata lui…) “Ti voglio bene”. Queste sono alcune delle cose che mi diceva e a cui io ho risposto sempre in maniera non proprio dolce… diciamo così… perché non gli credevo. Io do peso alle parole e quelle per me sono importanti e non le dico ad uno che nemmeno ho mai visto… così ho pensato che eravamo troppo diversi, che vedevamo le cose in maniera differente… e più volte gliel’ho detto cercando di porre fine al nostro sentirci… lui però, il giorno dopo, ritornava a scrivermi il buongiorno come se nulla fosse successo, dicendo che la diversità spesso serve a confrontarsi. Ritornava sempre a cercarmi. Ogni volta che tentavo di chiudere, lui ritornava a scrivermi. Un pomeriggio però litigammo su di una questione in cui le nostre posizioni erano nuovamente opposte ed io gli dissi “Va beh, siamo troppo diversi. Dai salutiamoci senza litigare” e lui “Stai dicendo basta?” ed io risposi con un secco “sì”. Lui non rispose più nemmeno dopo qualche ora e, non so perché, cominciai a sentirmi strana. Mi ritrovai persino a cambiare lo stato su whatsapp con un “Uffa” e una faccina triste. Lui mi riscrisse il mattino seguente e ne fui felice. Ma era diventato strano: se prima mi chiedeva di chiamarmi ogni giorno (piu volte al giorno) adesso non lo faceva più. Mi chiamava poche volte e stavamo si e no mezz’ora al telefono (rispetto alle 2-3 ore di prima)… rispondeva ai miei mess dopo molto tempo e non subito… insomma, non era più come prima ed ero cosciente del fatto che la colpa fosse anche un po’ mia. Tutto questo mentre era ancora via da Napoli. Era sabato sera quando ritornò qui, la domenica era ad una cerimonia e non ci sentimmo. Lo contattai io il lunedì pomeriggio dicendogli che fine avesse fatto e mi rispose che era stato incasinato e che ancora doveva recuperare il sonno del viaggio di fatti si addormentò mentre stavamo parlando. Mi chiamò il martedì e mi disse che voleva vedermi e che glielo avevo promesso. Ci vediamo il giorno dopo.
Ragazzi, cavoli, era… bellissimo. Erano due mesi che ci sentivamo e mi inviava le sue foto, ma non gli rendevano affatto giustizia. E in quel tempo che ci eravamo sentiti gli avevo raccontato che a posillipo non ci ero mai stata. Così una volta in macchina con lui gli faccio “Dove andiamo?” e lui mi dice “A posillipo”, sorridendo. Mi ha spiazzata. Una volta arrivati, mentre guardavamo il panorama fantastico, inizia ad abbracciarmi e lasciarmi dei piccoli baci tra i capelli e sulla guancia… capisco il suo scopo e cerco di tenere il viso di lato… lui si “stanca” e ridendo mi imprigiona tra il suo corpo e il muro (scena da film xD) e mi chiede “Me lo dai un bacio?” e io gli concedo un bacino a stampo (sono pessima…) e lui mi fa “Un’altro” ed io “perché?” e lui mi risponde “perché l’ho desiderato tanto e da tanto…” alla fine arriva sto bacio e dopo mi abbraccia stretta quasi come se non volesse farmi scappare e mi dice che sono veramente bella. Quando ritorno a casa mi manda un mess dicendomi “…GRAZIE per la giornata!” a cui io rispondo “Grazie a te!”. Ci rivediamo dopo due giorni ma prima di uscire litighiamo perché non potevo (la mia situazione è un po’ difficile, nel senso che non ho bisogno del permesso per uscire, ma di una scusa… perché non avendo amici – nè un’auto – con cui uscire, i miei mi fanno mille domande se esco soprattutto di sera…) ma alla fine riesco ad inventare una balla con i miei e ci vediamo. Lui però lo vedo un po’ strano… come se fosse scocciato e penso che sia dovuto al fatto di prima… Andiamo al MC, mangiamo, parliamo e quando ritorniamo in macchina scherza e mi coccola. Mi bacia, mi abbraccia. Stiamo ancora un po’ insieme e poi mi riaccompagna e mi dice di avvisarlo appena sono a casa (non mi facevo riaccompagnare sotto casa). Ci sentiamo il giorno dopo e la sera mi dice che è dispiaciuto perché non può uscire con me ma deve andare con la madre dalla nonna che sta male e non sa se riesce a tornare presto (alle 22 per me era già tardi per il discorso di sopra). Io non ci rimango male più di tanto anche perché non eravamo d’accordo che ci saremmo visti anche quella sera e così mi dice che ci saremmo sentiti dopo. Nel frattempo decido di entrare di nuovo su quella chat (nessuno dei due aveva ancora eliminato l’account) per fare uno scherzo ad un mio amico. Ovviamente non uso il mio account ma un altro e ritrovo anche il profilo di lui. Decido di scrivergli con quest’altro nome/account con la convinzione che non avrebbe mai e poi mai risposto. Anche perchè il suo ultimo accesso era datato settimane addietro. Invece, risponde. Inizia a parlare con sta tipa (che ero io) e io gli chiedo di incontrarci e lui risponde “solo se mi dai il num”. Io ovviamente non so che num dargli e invento scuse e lui continua ad insistere nel volerlo. Gli dico che è bello e lui ris “anche tu!”. Gli faccio poi capire che vorrei solo vederlo per un notte e basta e lui accetta ma solo se gli lascio il numero e senta la voce. A sto punto elimino l’account più arrabbiata che mai e la prima cosa che faccio lo cancello da fb. Lui intanto che chattava con questa mi inviava i mess sul tel avvisandomi dei suoi spostamenti “sono a casa, ma adesso vado da paolo”, “io e paolo andiamo a farci una pizza”, “sono a casa buonanotte” a cui io non ho risposto. Il giorno seguente mi scrive il buongiorno e poi si accorge che l’ho cancellato e mi chiede il perché. Io gli dico “Nulla, lascia stare” e lui non mi risponde più. Passa metà giornata e non resisto dal dirgli il perché l’ho fatto e gli scrivo dicendogli che ero venuta a sapere che sentiva anche altre ragazze su quella chat e se era propenso a conoscere altre, allora io mi facevo da parte. Così lo saluto. Lui mi risponde che era entrato lì solo per aggiungere foto (cosa le metti a fare altre foto poi?) e per vedere se io entrassi e guarda caso mi aveva beccata (giustificazione sciocca…) e mi saluta a sua volta. Non ci siamo più sentiti per una settimana fino a che sabato scorso non decido di scrivergli dicendogli che in quella settimana avevo ripensato varie volte all’accaduto e mi dispiaceva il fatto che non ci sentissimo più perché comunque in quei due mesi di conoscenza alla fine mi ero un po’ legata a lui… e quindi, se avesse voluto, per me potevamo ritornare a sentirci (anche se ogni tanto), sempre ammesso che non desse fastidio a qualcuna. Riassunto del messaggio: chiariamoci e restiamo almeno amici. Non mi ha risposto. Adesso sono passati 5 giorni ed io non so cosa pensare se non che mi abbia preso in giro per due mesi. Ma non voglio pensare a questa ipotesi solo perché a quasi 30 anni si dovrebbe essere un po’ maturi e affrontare le cose in maniera diversa… cioè le prese in giro così (ricche di frasi e/o intenzioni importanti) le posso concedere ai 18enni… Io non sono un tipo che si illude facilmente, anzi appaio spesso fredda e distaccata, motivo di tanti nostri litigi passati… ed è per questo che mi sento stupida adesso. Possibile che io non mi sia accorta che mi stava letteralmente sfottendo? Cioè i motivi per cui non mi risponde dovrebbero essere più o meno 2: 1)E’ arrabbiato (ma dovrei esserlo io); 2)Non gliene può fregar di meno e quindi mi sfotteva ma sapendo che non mi sarei concessa così facilmente (due mesi solo per incontrarlo…) ha preferito mollare.

Come ho già precisato, la mia idea è che mi stesse sfottendo alla grande ma se qualcuno ha altre “opzioni” sono ben lieta di ascoltarle… non che voglia sentirmi dire chissà che, ma sono stanca di sentire sempre “sei stata una cretina, ti sfotteva, lascialo perdere”. Tutto qua 🙂 ciao! 🙂

L'autore ha scritto 2 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

4 commenti a

Mi manca, ma non so cosa fare…

  1. 1
    giorgia -

    ma dai.. hai 23 anni, non buttarti via nelle chat… quelli che le frequentano, cioè gli uomini, guarda che cercano una cosa sola.. una che gliela dà… hai rischiato molto a incontrarlo, specie di nascosto senza che lo sapeva nessuno che ti vuole bene e avrebbe potuto aiutarti in caso di pericolo.. e hai sbagliato molto di più a salire in macchina con lui e andare da soli in un posto da soli lontano da casa tua! sei stata troppo ingenua, potevi rischiare grosso! ci sono quelli che sanno fingere di essere pecorelle.. questa volta sei stata fortunata nel senso che questo non era pericoloso ma non credere così a quelli che conosci in chat, sei troppo ingenua, ti poteva andare molto peggio, ti poteva violentare quello, ti poteva ammazzare.. dai per piacere, fai una cosa giusta e intelligente per te stessa, smetti di frequentare le chat, di conoscere così sconosciuti… sei giovane puoi uscire di casa e conoscere quanti amici vuoi.. e non te ne rendi conto.. ma nelle chat è molto pericoloso, ascoltami, questo tipo meglio che lo hai perso, hai già scoperto sue bugie.. hai scampato un pericolo cosa stai ancora lì a rimpiangerlo? possibile che non ti rendi conto.. mioddio che fine faranno le nostre giovani generazioni se sono così sconsiderate..

  2. 2
    Mina -

    Io cercherei di capire se i suoi problemi familiari lo hanno portato ad essere così ossessivo/possessivo. E starei attenta che questa gelosia non passi una certa soglia. Se non sono indiscreta; che genere di problemi ha a casa? Vive ancora con i suoi mi sembra di capire. Hai fratelli?
    Un consiglio che trovo sempre giusto è questo: sii prudente perché per conoscere una persona ci vogliono anni e gli uomini seri sono pochi. I metodi delle nonne non sono sbagliati visto che in internet trovo ancora molte storie di ragazze sedotte e abbandonate. Come donna so che il nostro cuore è fragile e ti ripeto di essere prudente. Ho letto il tuo sfogo precedente e credo che dovresti prima cercare un amico, frequentare più ragazzi in amicizia e non buttarti subito in storie da chat. Insomma: meno internet, più “faccia a faccia”.

  3. 3
    Lara87 -

    Reg, questo ragazzo a me sembra tanto il tipo che va da chi vede più disponibile. Poi questa gelosia un Po ossessiva quando non vi eravate ancora visti e vi sentivate da un mese..non so mi sembra un tipo un Po instabile e insicuro, cioè mi sembra un Po un controsenso il fatto che fosse geloso e volesse sapere tutti i tuoi spostamenti( cioè ti fa pensare…uaoh ci tiene a me!) e poi non perde occasione per chattare con qualcun altra che gli sembra più disponibile…non so se ti abbia preso in giro..sono i tipi un Po confusi, quelli che fanno qualcosa e non sanno nemmeno il perché..

  4. 4
    Reg -

    Ciao Giorgia, grazie per aver risposto 🙂 Ma non credo di essere ingenua. Mi spiego: anche io, come te, appena leggo di persone conosciutesi in chat storco il naso. Ma non l’ho incontrato così, da un giorno all’altro. Non ci siamo visti senza che nessuno lo sapesse: una mia amica sapeva quando, dove e come ci spostavamo. Le mandavo messaggi persino quando ero con lui. Lei aveva il numero di lui e lui quello di lei… anzi, chiamavo la mia amica col il telefono di lui. Non frequento le chat, è stato il primo (e anche unico da ora in poi) ragazzo conosciuto lì… Ma prima di vederci ci siamo scambiati i contatti facebook, lui ha molti amici in comune con i miei… la sua migliore amica conosce la mia migliore amica… insomma, non sono andata proprio alla cieca. L’ho conosciuto in chat ma avrei potuto benissimo incontrarlo al bar sotto casa, visto che siamo dello stesso paese, sarebbe stata la stessa cosa… Ovviamente la mia lettera è già stata chilometrica, particolari del genere li ho evitati per centrare il punto.

    Mina, per problemi familiari non intendo chissà cosa. La sua è una famiglia bellissima, numerosa e compatta. L’unico ad aver dato “Problemi” è stato il marito di una sorella. Problemi che non sto qui a raccontare ma nulla a che vedere con droga o robe del genere. Vive con i suoi perché ha lasciato il lavoro (per altre cause che nemmeno voglio dire) e ai tempi d’oggi trovo sia stata una scelta assolutamente coraggiosa… Io i ragazzi in amicizia li vorrei pure frequentare, ma alla fine ci provano tutti e il bello è che a me non piace nessuno -.-‘ Quindi poi spariscono. E spariscono pure quando mi piacciono, a quanto pare…

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili