Salta i links e vai al contenuto

Mi lascia a causa dei suoi problemi familiari?

Salve, sono un ragazzo di 29anni. Da qualche giorno la mia ragazza ha deciso di terminare la nostra storia durata 2anni e mezzo, secondo me per problemi suoi familiari.
Io lavoro come cameriere (quindi non un lavoro stabile) e sto cercando di cambiare avendo il diploma da ragioniere ma da un anno (mi sono trasferito dal sud per amore un anno e mezzo a bologna e ora nella sua stessa città) ma non ho avuto ancora risultati.
Lei è una prof. di lettere non di ruolo di 32anni. Da più di un anno sua sorella ha problemi di anoressia (ovviamente potete immaginare gli stati d’animo che possono avere chi ha questa malattia), studia a BOLOGNA all’ università dal lunedì al giovedì sera, tornando nel suo paese che dista 50km il venerdì mattina, per poi ripartire la domenica pomeriggio. Comunque ciò non turbava la nostra storia, eravamo sereni facendo di tutto e pensando anche ai progetti per il futuro. A maggio di quest’anno le cose peggiorarono e gli stati d’animo in casa sua degenerarono (premetto che loro sono orfani di padre) tanto che la mamma convince la mia ragazza a trasformare lo studio odontoiatrico del padre defunto in appartamento abitabile per lei (ovviamente tutti e due abbiamo pensato a sistemarci lì ma a lei e alla mamma l’idea della convivenza non era gradita e questa era una cosa risaputa già dai primi mesi della storia). Questo, confidatomi da lei e detto dalla mamma, per fuggire da questa situazione per non ritrovare tutte e due le figlie malate. Intanto la nostra relazione continuava bene, vacanze estive da me bellissime. Al ritorno la situazione peggiorava, anche la mamma iniziava a non star bene, assumendo antidepressivi.
Qui il dramma, la mia ragazza si faceva sempre più preoccupata iniziando quando era con me ad inveire contro la mamma e la sorella e che non ne poteva di questa vita e che è infelice ogniqualvolta la mattina si sveglia. Intanto iniziavamo a vederci sempre meno del solito per via del mio lavoro e per via dei suoi problemi io lavorando solo di sera e lei solo di giorno. Ci vedevamo quasi tutti i giorni nel pomeriggio e nel giovedì mio giorno libero ma con l’aggravarsi della situazione ci vedevamo 3 o 4 pomeriggi alla settimana, quindi poche ore. Succedeva che ogniqualvolta eravamo insieme invece di passare dei bei momenti felici insieme e ripulire la testa dai problemi…ecco che squillava il cel. in maniera quasi volontaria e sistematica…ed era o la sorella o la mamma che le chiedevano favori di ogni tipo o per esempio quando tornasse a casa!
Premetto che da come mi riferiva la mia ragazza, ero ben visto dai suoi. Dopo due mesi io la vedevo che ce l’aveva con tutti e la sua situazione si rifletteva anche a scuola con i suoi colleghi infatti ci litigava in continuazione. Alla fine ha deciso in lacrime di troncare con me dicendomi che da un po’ di tempo pensava al fatto che non vedeva più un futuro con me…e dicendomi di non volermi mettere in mezzo ai suoi problemi. Chiedevo se centrasse il problema della sorella mi rispondeva di non saperlo. Fino a qualche giorno prima mi diceva parole dolci e affettuose e facevamo l’amore. Ho pensato…e le ho detto che forse era perché questo problema familiare le ha fatto calare un velo nei miei confronti e verso il mondo. lei mi ha risposto con un forse…
Ora dico.. sono io la causa? Forse è riconducibile al fatto che non avendo un lavoro stabile per ora, non ho agevolato e quindi aiutato lei a fuggire dal problema come forse desiderava? Nelle ultimissime telefonate era contraddittoria.
Purtroppo non ho vinto un concorso pubblico ed io ero molto giù di morale ma sentivo che lei lo era molto di più. Qui abbiamo avuto uno screzio e lei è uscita dicendo che a 32 anni non potrà aspettare in eterno, chiaro segno che vuole accorciare i tempi con me. Infatti dopo 2 minuti era lì ad incitarmi per il prossimo concorso. Dopo 4 ore telefono io, e cercando di calmare le acque lei è uscita con tutto il contrario…. dicendomi che anche se le chiedessi immediatamente di sposarla avrebbe detto di no, lo avrebbe detto a chiunque.
Ovviamente l’essere contraddittoria non riguarda solo noi ma anche parlando della sua famiglia e della sua vita in generale ha messo in risalto questo suo malessere psichico. Da quando è nato il problema lei per carattere ha cercato sempre di nascondere il 70% dei fatti, a suo dire per non renderli anche miei. Io dalla mia parte ho sempre cercato di consigliarla nella maniera giusta e per quel poco che sapevo anche di spronarla. Lo stesso suo carattere è stato sempre restio a sentire i consigli degli altri in generale.
Ora non so cosa fare… vorrei farla star su… ma facendomi solo del male e illudendomi che torneremo insieme, oppure aspettare il sereno e che sia lei a tornare. Mi ha giurato che non seguirà l’orgoglio se il suo cuore vorrà tornare da me.
Scusate se vi ho fatto leggere tanto. Grazie.

L'autore ha scritto 2 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore - Famiglia

4 commenti

  1. 1
    Roberta -

    Non c’entrano nulla i suoi problemi e nemmeno il tuo lavoro da cameriere perchè entrambi sono sempre,purtroppo,stati presenti e non facili da gestire ma l’amore è una forza,anzi,è quello che ti fà andare avanti,conosco persone single con problemi gravi che annaspano da sole e vorrebbero un compagno…mal comune,mezzo gaudio…penso invece che la tua ragazza abbia delle aspettative elevate in rapporto alla sua e alla vostra posizione e si è stufata di fare piccoli passi alla volta ma questa è la vita,il tutto e subito lo paghi sempre…lasciale pagare il suo prezzo,forse da sola potrebbe rendersi conto che camminare in solitudine non è una gran cosa….

  2. 2
    Survivor -

    Ognuno di noi ha una storia incredibile da raccontare…qualsiasi sia la causa dei problemi……

    Coraggio amico…impegnati alla ricerca di un lavoro più stabile…non smettere di farlo
    Torna vincitore da lei…e da li potrete partire, senza stress, senza ansia, senza problemi di arrivare a fine mese…

  3. 3
    angelo_angelo -

    Ciao ragazzi…dopo una settimana senza vederci e sentirci non ho resistito.L’ho chiamata per sapere come stesse. Dopodichè anche lei ha affermato che aveva intenzione di chiamarmi e da come parlava era molto dolce e diversa.La telef.va avanti e le comunico che a giorni avrei sostenuto un paio di colloqui molto importanti e che se fossero andati bene sarebbe tutto cambiato poichè avrei avuto un lavoro stabile e indeterm.Lei è rimasta molto contenta di tutto ciò e ci siamo salutati con molto affetto.L’indomani non ci siamo potuti vedere perchè lei è stata via con le amiche a visitare un negozio natalizio e ha ritenuto giusto spegnere i cell.Questo,a suo dire, per non essere chiamata da nessuno e non far sentire i suoi problemi alle amiche. Premetto che con loro ha solo un rapporto di profonda conoscenza tale da non rivelare mai i suoi problemi. Una volta terminata la mini gita riaccende il cel e mi chiama. La telefonata parte sulla falsa riga di quella del giorno precedente. Ma ad un certo punto quando le chiesi se fosse contenta di come stessero cambiando in meglio le cose sia per il mio che per il nostro futuro lei mi ha risposto dicendomi che era molto contenta e che cmq devo pensare prima a me stesso e alla mia felicità. In risposta le dissi che cmq è una cosa logica per me fare questo e non vorrei che questo suo atteggiamento fosse come un voler da parte sua sapere,che,una volta trovata la mia felicità,poteva farsi da parte completamente.Mi disse che non era assolutamente vero questo e che ora in testa ha una gran confusione.Chiusa la telefonata.Alle 16 di mart.avevo il colloquio.Lei alle 16.20 già provava a chiamarmi.Io stupito!Lei contentissiama dopo aver saputo che ci saranno molte probabilità che io venga assunto. Io le ho detto che non appena fosse stato raggiunto l’obiettivo io l’avrei presa e portata”via”.Lei era molto felice dolce e con un bacio,fine tel.Pensai Wow!E’fatta!Oggi però cel.tutti spenti e la giornata è passata senza sentirci!Perchè?Ciao

  4. 4
    Guendalina -

    Ciao,
    sono una ragazza di 16 vanni ed anchio ho storie da raccontare: sono una persona molto confusa
    ingenua che da la fiducia come se fosse pioggia e mi sono lasciata da un mese con il ragazzo che mi trattava da regina
    è vero noi donne siamo complicate è verisimo ed in parte credo siano gli ormoni o senno non lo so
    il mio più grosso problema è che mi faccio influenzare troppo e poi mi pento ed ala fine non so mai cosa fare … purtroppo le
    opinioni sono come i buchi del culo … tutti ne hanno una .. non so bene cosa voglio chiedere ma sono le 22.32 e sono decisa a scoprire cos’è che
    mi può rendere la persona che sono se ci sono delle cose che mi sono successe in passato o ora nel presente che mi stanno e mi hanno modificate e si è vero che si cambia
    ma per me c’è qualcosa che non torna più cerco di essere una persona migliore cercando di essere me stess e più non mi piace ciò che vedo …. e
    quindi per questa mia insicurezza e tutti questi difetti non so nemmeno se ho fatto bene a lasciare il ragazzo dopo una settimana che sono tornata dal mio stage di 3 mesi negli stati uniti
    in seguito alla morte di mia zia che abitava li …. voi cosa ne pensate ???

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili