Salta i links e vai al contenuto

Mettiamo in chiaro una volta per tutte…

  

…che quando si dice “il tempo ricuce tutte le ferite, col tempo passa tutto”, non è lo scorrere del tempo a curarci dal dolore ma l’ABITUDINE. E’ solo una distrazione infatti, siamo solamente impegnati nella nostra routine quotidiana senza più l’altro/a accanto. Il tempo non ha poteri taumaturgici come tutti credono; sono solo la assente fisicità, le assenti parole, l’assente contatto fisico e mentale dell’altro/a ad illuderci che stiamo meglio. In realtà siamo visibilmente dannati. Sono veramente patetici, poi, coloro che si illudono di esorcizzare il dolore con palliativi del pensiero e del corpo, ovvero quei ricercati (e spesso trovati) nuovi modi di credere/parlare/agire/amare/giocare a tempo determinato, che invece finiscono per prendere le sembianze di una sessione di palestra o danza del ventre, di una abbuffata al ristorante od un pomeriggio di shopping in centro.
Il dolore è l’anima. Chi crede di aver superato il dolore non si rende conto che su di esso si sono solo stratificate migliaia di chimere quotidiane, forse importanti per la crescita e forse no, ma quello non è stato affatto soppresso. E sapete quando torna a galla? Quando saremo troppo vecchi per occuparci, appunto, delle fesserie quotidiane.

L'autore ha scritto 19 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

11 commenti a

Mettiamo in chiaro una volta per tutte…

Pagine: 1 2

  1. 1
    yellow83 -

    Ciao Criss,
    come hai ragione..come ti capisco…
    Hai detto bene: il dolore è anima!
    Io il mio lui l’ho amato tanto..e ancora adesso…
    Cammino per strada..mi alzo..mi vesto..vado al lavoro..esco con le amiche..ma è il suo sguardo che cerco..e che purtroppo..
    E’ stato un amore bellissimo, complicato..ma non sbagliato..non idealizzato…
    Ora che finalmente eravamo giunti ad un punto d’incontro..ora che potevamo liberare il nostro amore…lui non vuole più..dice che tanto non sarà mai facile…non sarà mai un amore sereno…
    Vai e ama!!! Che fesserie…
    Che vuoi un lieto fine per forza??? Beh..io non riesco a cancellarti..e a vivere come se nulla fosse..e cavolo so che per te è lo stesso, ma l’orgoglio la fa da padrona vero?
    Cosa pretendi che faccia? Ho persino finto di star bene per non farti sentire in colpa…ho lasciato la porta aperta…è ora di chiuderla e lasciare andare la persona che amo…lasciare andare te…facile vero??
    Beh..dopo due mesi…l’unica risposta che mi so dare è che se c’è amore si resta…nonostante tutto…e tu hai scelto di andare..io sono qua e tu là che continui la tua vita pensando di stare bene..ti auguro che sia veramente così..te lo auguro di tutto cuore, perchè se un giorno dovessi voltarti e capire che una possibilità, per un amore come il nostro la si poteva dare..ce la meritavamo…probabilmente non sarò lì ad aspettarti…la mia anima è lacerata…

    scusate lo sfogo…è tanto che vorrei raccontare la mia storia per avere un parere..conforto..vi leggo tutti i giorni..ma non riuscivo mai a trovare le parole..

    ciao a tutti!

  2. 2
    terrona78 -

    E allora caro Criss , non v’e’ rimedio ??
    Un uomo o una donna dopo che sono stati feriti e abbandonati dovrebbero rinchiudersi dentro casa a stare davanti ad un pc a rimuginare su ogni piccola cosa per poi fare che cosa??
    Poveri patetici coloro che impiegano un tempo prezioso quale la loro vita andando in palestra o facendo altro tipo mangiare ad ristorante….Ma che fesserie dici???
    Quanti anni hai ?
    Dici delle assurdita’ , ti pare poco poter continuare a fare tutte quelle cose anche se per te sono sciocchezze quotidiane?
    Che il tempo sia o meno guaritore delle ferite questo e’ un altro discorso e per me vale la regola che chi non guarisce e perche’ non vuole guarire o stare meglio!
    Paralizzati dalla paura di soffrire ancora o semplicemente bloccati da un pensiero costanti lasciamo che la nostra vita scorra senza un senso e non la viviamo solo perche’ qualcuno ci ha mentito , ci ha abbandonato o peggio ancora deluso e traditi!
    Come se non bastasse gia’ aver avuto questo dolore , dobbiamo anche convincerci che non passera’ piu’ , e si siamo tutti degli illusi!
    Mi spieghi come puo’ soppravvivere un amore che e’ stato distrutto senza essere coltivato ?
    Mi spieghi come si fa a dire anche dopo tempo di essere ancora innamorati di chi ci ha inflitto delle pene??
    L’amore non e’ dolore e’ stare bene e con questo non dico che con un interrutore via si riparte ma cosa mai nella vita e’ stato mai cosi semplice e allora???
    Smettiamo di vivere ??
    Forse non sei in grado di vivere la tua vita perche’ e’ dura risalire e per tanti e’ molto piu’ facile rinchiudersi in un dolore e nei ricordi magari brutti ricordi che far qualcosa alzare le chiappe e far qualcosa per se stessi!
    Come se… essere SANI, VIVI E CON UNA VITA DAVANTI NON FOSSE GIA’ UN GRANDE DONO!!!

  3. 3
    silvy -

    @terrona 78 parole sacrosante e complimenti per la maturità.
    sono convinta che dopo una delusione d’amore l’unica scelta che abbiamo è proprio quella di andare avanti: palestra, danza del ventre, ristorante, shopping va bene tutto purché faccia stare bene. Io penso persino che dopo un tale trauma a volte è salutare anche forzarsi un pò… fare cose che normalmente uno non farebbe, ovviamente senza esagerare e rimanendo coerenti con se stessi.
    un saluto a tutti!

  4. 4
    ilenia -

    criss hai ragione il tempo non aiuta…è l’assenza dell’altro/a che fà si che il pensiero a poco a poco iminuisce…TI Dò PIENAMENTE RAGIONE!!!!!

  5. 5
    Max -

    E’ vero quoto pienamente con Francesca(sei un angelo)…
    e basta Criss sempre a piangersi addosso, me lo sto ripetendo anke io da un mese , ma poi mi sono veramente rotto, e ti dico ke anke la mia era una storia importante.
    Ma ad un certo punto non facciamo altro che darci noia a noi stessi, e basta pensare al passato, se qualcuno ci ha fatto del male a loro resta nella coscienza, se tu nn hai niente da rimproverarti invece BISOGNA REAGIRE!!! Ognuno ha i suoi tempi e il suo carattere, e ti capisco poike’ anche io sono un uomo molto sensibile, ma ad un certo punto mi sto kiedendo ke devo anke pensarla a quella cretina ke si è permessa di giocare con i miei sentimenti e la mia vita?
    Vai avanti, prometti a te stesso di pensare positivo, lasciali a lei i dubbi, i se o i ma, e i ripensamenti, pensa x te ora!!

    Francy ogni tuo post ci vorrebbe un applauso e un bacetto….
    Mi offro volontario x il bacetto!!!!!
    🙂
    Ke donna…..

  6. 6
    The Dreamer -

    Credo che tutte le affermazioni vadano contestualizzate.
    Da quel che ho capito con “Sono veramente patetici, poi, coloro che si illudono di esorcizzare il dolore con palliativi del pensiero e del corpo, ovvero quei ricercati (e spesso trovati) nuovi modi di credere/parlare/agire/amare/giocare a tempo determinato, che invece finiscono per prendere le sembianze di una sessione di palestra o danza del ventre, di una abbuffata al ristorante od un pomeriggio di shopping in centro” Criss non voleva dire che sono patetici coloro che vanno in palestra e al ristorante. A parte il fatto che mi sembra una metafora: la palestra potrebbe essere un riferimento alla ginnastica da letto e l’abbuffata a tempo di una storiella di qualche giorno con il primo/la prima che ti passa sotto tiro. Ma questa è forse stata un’interpretazione che non corrisponde a ciò che l’autore voleva intendere. Anche se avessi travistato il senso, comunque il discorso da quel che ho colto è un attimino più profondo: persone che si illudono di superare il dolore, mentre in realtà non fanno altro che anestetizzarlo. Come quando spruzzi il profumo sopra l’alone dell’odore..non è il fetore a sparire, è l’effluvio che impregna l’aria e coprire la sgradevolezza a favore del benessere. Ma è un’agiatezza falsa, che ineviabilmente si rivelerà dannosa per definizione, in quanto apocrifo. E’ un’illusione che dà soddisfazioni consumistiche, effimere e improntati sul riversamento del proprio disagio interiore su materialità o su soggetti destinati ad essere transitorie parentesi che SERVONO come consolazione, riempimenti fulminei di un vuoto interiore, candeggina per una muffa destinata a rimpadronirsi del suo habitat.

    “l’unica risposta che mi so dare è che se c’è amore si resta…nonostante tutto…” perfettamente d’accordo. E’ l’amore per definizione la presenza anche, anzi..SOPRATTUTTO nelle difficoltà.

    “per me vale la regola che chi non guarisce e perche’ non vuole guarire o stare meglio!”.Stai scherzando, vero?

  7. 7
    terrona78 -

    “per me vale la regola che chi non guarisce e perche’ non vuole guarire o stare meglio!”.Stai scherzando, vero?”””
    MAI STATA PIU’ SERIA NON SCHERZO AFFATTO!!!

    *E’ l’amore per definizione la presenza anche, anzi..SOPRATTUTTO nelle difficoltà.*
    Sacrosante parole ,l’amore e’ presenza presenza presenza non assenza.. e cosa altro ho da aggiungere …su questa frase…!!!
    In un primo momento anestetizzi il dolore a volte neanche ci riesci ..!
    Poi ci sono giorni in cui pensi che no ne uscirai mai!!
    E ti ritrovi a pensare di essere stato un illuso a credere che il non pensare , il riempirti le giornate di tante sciocchezze e mangiate in compagnia avrebbe potuto cancellare qualcosa che e’ scolpito giu’ nell’anima..e riparte lo sconforto forse piu’ forte di prima …perche’ ti eri illuso di stare meglio!!
    Poi ad un certo punto incontri qualcuno che ti strappa un sorriso , e pensi di poter ricominciare a sorridere di gusto magari cerchi di conoscerlo ..poi il primo contatto e poi un po’ di ginnastica da letto…e al calar della sera la sensazione che ti resta addosso e’ CAZ… NON NE SONO USCITA ANCORA ..MALEDIZIONE!!!!!!
    A volte non vuoi neanche ammettere a te stessa che e’ una continua risalita perche’ il solo fatto di ammetterlo ti rende dinuovo debole e vulnerabile …e allora cerchi di anestetizzarti!!
    Ma in tutto questo noi stiamo cercando di andare avanti perche’ questo significa e anche se chi ha amato continuera’ ad amare sa’ perfettamente che quell’amore che porta con se’ non e’ piu’ quell’aomore di un tempo!
    Se Criss voleva intendere altro o meno non importa attraverso i suoi pensieri noi esprimiamo i nostri ed io ripeto che anche solo fare una passeggiata, una mangiata avere la possibilita’ di poterlo fare non e’ cosa da poco non e’ assolutamente poco!

    * Grazie max
    * Un saluto anche a te silvy

  8. 8
    Spectre -

    Mettiamo in chiaro una volta per tutte… che non condivido una parola di quello che hai scritto.

    L’abitudine è un mezzo, nient’altro. I poteri taumaturgici li ha la forza di volontà, non il tempo. Il tempo è la maniera di chiamare un dato periodo di evoluzione e di attesa attiva. Se la vivi come tale, avrà effetti, se invece vuoi fare il dannato non servirà a nulla qualsiasi cosa.

    Io tanto vado avanti a vivere eh…

  9. 9
    The Dreamer -

    Cercare di superare, di andare avanti è lecito..ci mancherebbe altro! Ma personalmente non me la sento di condannare chi non ci RIESCE avendoci provato. Credo che sia questione di carattere e di circostanze.
    Voglio dire, vittimizzarsi e arrotolarsi sul dolore, impedendosi VOLUTAMENTE una reazione è una presa di posizione da smuovere. E’ impiantarsi da soli un coltello nella pancia. E non ci piove su questo..
    Ma non mi viene da generalizzare nè colpevolizzare chi non ci RIESCE o solo pensa di non riuscirci. Non è una colpa, è la fragilità spesso a gocare brutti scherzi.
    Il compatimento e l’autocompatimento sono forme che a lungo andare degradano il benessere..come no! Ma, davvero..stimo chi riesce ad uscirne sapendo che ci vuole una FORZA DI VOLONTA’ enorme..ma vedi, la resistenza non si addice a tutti. Per questo credo che chi subisce un abbandono o un grave dolore o semplicemente una schiocchezza che però a lui/lei sembrano ostacoli insuperabili, ha bisogno di sentirsi voluto/a bene, anche con delle arrabbiature e dei scossoni se necessario, ma non di essere in qualche modo accantonato e giudicato (che è diverso che criticato).

  10. 10
    lune -

    “Il dolore è l’anima. Chi crede di aver superato il dolore non si rende conto che su di esso si sono solo stratificate migliaia di chimere quotidiane, forse importanti per la crescita e forse no, ma quello non è stato affatto soppresso. E sapete quando torna a galla? Quando saremo troppo vecchi per occuparci, appunto, delle fesserie quotidiane.”

    Onestamente non capisco se il tuo è un discorso diciamo esistenzialista che ingloba la visione dell’essere umano e del dolore oppure è semplicemente il discorso di una persona che non ha superato un dolore( amoroso credo…dato l’andazzo del forum)
    Se esso si ascrive alla prima categoria,concordo pienamente con te.se invece attiene alla seconda…non ti quoto assolutamente!
    caro criss…la vita non è una fotografia…ma è un film…tutto scorre e tutto inevitabilmente cambia.Dobbiamo essere solo noi a capirlo…e le esperienze brutte e dolorose ci posso aiutare in questo.Anche io ho sofferto tanto e non ti nascondo che qualcosa nelle tue parole mi ricorda tantissimo la sofferenza che ho provato io e che probabilmente provo ancora oggi.Dico probabilmente perchè a volte la sofferenza è talmente tanta e può durare per così tanto tempo che ti stordisce…e non sai più cosa provare.Forse ci arriverai anche tu.il dopo…chissà…ma nonostante tutto sono fiduciosa.

Pagine: 1 2

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili