Salta i links e vai al contenuto

Lui si è stufato

Salve a tutti, premetto che ho 16 anni. Lui è stata la mia prima storia “seria”, siamo stati insieme 5 mesi, ma lui mi ha lasciato per la mia troppa sclericità (avevo anche il ciclo quella settimana). Mi comportavo male con lui, lo ritenevo quasi scontato, ma nonostante tutto sono riuscita a riconquistarlo. Un mese dopo aver continuato la nostra storia non ufficialmente, lui è andato a Praga con la scuola. Tornato io l’ho riempito di domande, ero gelosa. Lui ha cercato di convincermi che non aveva fatto nulla, e io mi sono convinta di ciò. Questo accadde sabato pomeriggio. Sabato sera litigammo (entrambi un pò brilli) e domenica mi disse che era finita, che gli avevo rotto, di smetterla e tutto. Ho provato ad usare l’indifferenza, ma è durata ben poco. Infine l’ho convinto a riparlare, gli ho scritto una lettera, ma non è servito a nulla. Ha detto che devo accettare il fatto che è finita, che lui non torna indietro, che devo arrendermi, che lui vuole solo divertirsi e non pensare a nulla di serio, che è durata fin troppo. So che sono giovane e tutto, ma io ci sto male, non mangio da una settiama, piango continuamente, sembro uno zombie. Non riesco a stragli lontana e continuo a cercarlo. Ovviamente so che questo non può servire a nulla, se non ad allontanarlo. Cosa posso fare? Vi prego di aiutarmi, sto davvero male.

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

3 commenti

  1. 1
    p_1975 -

    Ciao!
    mi spiace, immagino quanto tu stia soffrendo. E’ vero sei giovane, questo non vuol dire molto, i sentimenti non hanno età, ma è anche vero che meriti un ragazzo che non ti voglia solo come passatempo..
    se lui è stato così diretto non credo ci sia molto spazio per cambiare le cose, tu invece (quando ti sentirai meglio) avrai tutte le possibilità di incontrare un apersona che ti faccia sentire completa e da amare!
    Coraggio, un abbraccio!

  2. 2
    Ellen -

    Chiediti se veramente vuoi al tuo fianco un ragazzo così… se queste cose te le ha dette, puo’ succedere che te le ridirebbe in futuro e allora continueresti a stare male. Immagino che sia un tuo coetaneo e se fosse così, allora fidati che quando si è giovani si ha voglia di esplorare il piu’ possibile, anche nei sentimenti ed è quello che vuole fare lui. Consideralo un capitolo chiuso, almeno per ora. So che fa male ma imponiti di non cercarlo per un po’. Poi truccati, metti un vestito carino ed esci con qualche amica. Basta fare lo zombie, mentre tu piangi, lui magari sta bene… e allora che senso ha? Reagisci!

  3. 3
    Alice -

    Ciao! Io spero che adesso ti senta meglio visto che ho risposto molto tardi alla tua domanda, solo che… ti volevo raccontare di quello che è successo a me quando avevo la tua età.. (adesso ho 21 anni).
    Allora, alle medie sono sempre stata una bambina, poi ragazzina carina, ero alta, snella.. ma nessuno si interessava a me. Il cambiamento lo ebbi in prima superiore. Iniziai a farmi dei trattamenti per la pelle, a dedicare più attenzioni ai vestiti… così diventai una bellissima ragazza, diciamo acqua e sapone.. ero alta 1, 73, magra, avevo le forme, ero carina di viso.. ma ero anche molto stupida.
    Sono diventata ragazza in compagnia delle mie amiche che avevano sempre un fidanzato nuovo ed io mi sentivo sola. Un giorno, un ragazzo mi chiese di uscire, io dissi subito di si, poi un altro ragazzo lo fece, ed io accettai di nuovo.. fino a diventare una di quelle ragazze che vanno con tutti, senza essere volgare. Il mio cervello diceva che era una bella cosa avere sempre un ragazzo nuovo… e invece no.
    Funzionava così la mia vita: uscivo di sera con le amiche, poi un amico mi presentava il cugino ed io mi facevo il cugino, in poco tempo nessuno mi guardò più. Solo un giorno mi resi conto di come mi vedevano gli altri. Caddi in depressione perché nessuno voleva stare con me, nel frattempo avevo compiuto 17 anni e i ragazzi cercavano una ragazza seria. Io in fondo lo ero, avevo la testa sulle spalle, non fumavo, non bevevo…
    Andavo spesso in spiaggia a rilassarmi, finché un giorno, mi convinsi che ero uno schifo di persona e cominciai a piangere. Saranno state le sette di sera, Aprile non c’era nessuno, ,nessuno a parte Maurizio.
    L’avevo già visto a scuola, e stranamente mi rivolse la parola, chiedendomi che cos’avevo. Io gli raccontai tutta la storia, e lui mi consolò. In poco tempo ci innamorammo, era la mia prima storia seria.
    Per una volta, avevo trovato l’amore, quello che avevo cercato per anni in un modo diverso, che mi aveva rovinata. Lo amavo così tanto, che con lui persi la verginità… dopo due mesi,si trasferì e due settimane più tardi, mi scaricò via sms..
    Caddi in depressione di nuovo, fino a quando mi resi conto di quello che mi stavo facendo, mi stavo rovinando con le mie stesse mani.
    Soffrivo per quel ragazzo che ancora mi piaceva, lo vedevo da ogni parte, in cielo, nelle stelle.. poi mi ricordai che ero giovane e ricominciai tutto d’accapo.
    La mia adolescenza non è stata delle migliori, ma alla fine ho scoperto che fa parte della vita, tutto, e che non bisogna mai scoraggiarsi. Adesso fatti coraggio, non soffrire così. Sembra impossibile ma non lo è. Prova a non seguirlo ne cercarlo più.
    Comunque io spero che ti senta meglio!!! Un bacioneee!!

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili