Salta i links e vai al contenuto

Lettera aperta al Presidente della Repubblica (2)

Lettere scritte dall'autore  

Lettera aperta alla Presidenza della Repubblica ed alla VS. rubrica.
Ill.mo Sig. Presidente On. G. Napolitano.
Buongiorno, mi chiamo Ivan e sono innamorato di mia moglie Daniela, inoltre, sono innamorato dell’Italia. Ho appreso con orgoglio la notizia che l’unione Europea vinceva il Nobel per la pace. Ho goduto della gioia di essere cittadino ed avere contribuito alla pace degli ultimi decenni. Poi è accaduta una cosa strana, la stessa sensazione si è tramutata in incredulità e sgomento quando ho appreso della decisione del governo Monti di tassare e quindi tagliare le indennità di accompagnamento dei disabili Italiani. Mia moglie è non vedente dalla nascita, ed ha dovuto combattere per avere qualunque cosa Le spettasse comunque di diritto. Ora le chiedono anche di non uscire di casa (senza accompagnatore come si fa? ) , di non andare a lavorare in ospedale (idem come sopra, sarà costretta a farlo in nero) , di non studiare (chi paga i corsi di aggiornamento? ) , e di scegliere, per forza, se risparmiare sui farmaci che deve assumere o su qualunque altra cosa.
Amo il mio paese ed amo i miei conterranei, ma non mi stupisco più quando alcuni di questi decidono di andarsene altrove.
La prego Sig. Presidente, mi stupisca Lei.
Con immutata stima, Ivan Medaglia.

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Cittadini - Politica

2 commenti

  1. 1
    SAM -

    Credo che le persone non rispondano qua perchè l’argomento è davvero ma davvero impegnativo.

    Qui non si parla di ragazzine che non sanno se il proprio ragazzo le ami o meno, o se a lei o a lui piacciono gli uomini o gli animali…nè di qualche cog…ne che si è sposato una ragazza straniera di 30 anni di meno e si domanda come mai il loro amore sia finito proprio quando andava tutto bene…
    Qui si parla di problemi veri, si parla di quella che è la VERA vera realtà…e nessuno, me compreso, sa come poterti rispondere…perchè…tutti chi più e chi meno abbiamo problemi che possono ricondursi allo stato.

    Non posso aiutarti, ma posso raccontarti il mio o meglio…uno dei problemi che ho.

    Sono artigiano, lavoro in edilizia, associandomi con altri artigiani di tanto in tanto per fare lavori come ponteggi, scopertura tetti, guaine, isolamenti e ricopertura tetti.

    Un piccolo esempio di cosa è successo ieri:
    Eravamo in un cantiere, con tutta la documentazione per montare il ponteggio.
    Premetto non ci si può ancorare alla casa perchè i muri sono pericolanti, dunque nel disegno il geometra ha previsto dei tubi di sostegno che dal ponteggio scarichino il peso verso terra, posizionandoli in diagonale.
    Per farla breve, un ponteggio di questo tipo necessita di un calcolo di un ingegnere e fino a che questo non viene fatto, io sono a casa a guardare la televisione.
    Se io eseguissi il montaggio del ponteggio nella giornata di oggi e mi beccassero gli ispettori avrei 1500 euro di multa assicurati, anche se l’impalcatura è in aperta campagna e anche se cadesse non farebbe male a nessuno nè farebbe danni…e poi diavolo…perchè dovrebbe cadere quando è solo alta 4 m e comunque io la monterei nel modo che mi è stato indicato?
    Ma non ho due cavolo di fotocopie nelle mani e dunque a casa fino a che queste non sono in cantiere!

    Qualche giorno fa invece sono stato multato perchè ero imbragato con cordino e imbragatura omologata, ma non ero legato ad un anello della stessa marca del ponteggio che stavo montando…bensì ad un anello di acciaio fissato al muro tramite avvitamento e con aggiunta di resina indurita per trattenerlo.
    Cioè teneva un paio di vitelli, non soltanto una persona volendo…eppure non essendoci un documento che attestasse questo…ecco l’ispettore pronto a fare multe…

    Ovviamente non me lo ha detto subito che mi avrebbe fatto la multa, ma il giorno seguente e solo dopo che io gli ho telefonato, avendolo saputo da altri ragazzi che lavoravano nello stesso cantiere.
    Quando io gli ho detto: “Ma scusi, io sono venuto a Urbino da Rimini per fare 4 ore e prendermi 100 euro tassate (quindi 30euro nette) e lei mi fa una multa da 150 euro?”
    La sua risposta è stata “Eh se! Te vieni a Urbino per 100 euro”
    Un bel VAFFANCULO non gliel’ha levato nessuno, e ovviamente se fosse stato davanti a me 4 schiaffoni sarebbero stati suoi.

    Cosa volevo dirti con questo? Inutile parlare, qua è tempo di rivoluzione…io non vedo più luce, pago e non prendo soldi…

  2. 2
    Mau -

    Buongiorno Ivan.

    Se non ho letto male le ultime notizie, credo che i tagli a cui fai riferimento sono stati giustamente annullati.
    Detto questo permettimi di fare una considerazione di natura diversa.

    Voglio mettere in risalto l’amore, anzi l’AMORE, che nutri per tua moglie e che si irradia da ogni parola della tua lettera.
    E mi ricorda alcune lettere scritte qui da altri utenti i cui compagni, mogli, mariti, sono disabili o dalla nascita o divenuti successivamente a causa di eventi traumatici.
    E tutti hanno scritto di quanto hanno amato e ancora amano con tutto il loro sentimento, mai venuto meno pur affrontando quotidianamente avversità di ogni tipo, strutturali e, purtroppo, umani.
    A te, ed a tutte queste altre persone che hanno espresso con forza ed emozione il loro amore, va la mia stima, rispetto ed ammirazione.

    Auguri di ogni bene.

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili