Salta i links e vai al contenuto

Mi ha lasciato all’improvviso, provo sentimenti strani

Lettere scritte dall'autore  

Ciao a tutti. Ho 20 anni e dopo 4 anni e mezzo insieme, la mia ragazza della mia età mi ha lasciato 2 settimane fa: da 2-3 mesi la sentivo molto fredda, ma pensavo che fosse il passaggio dal liceo all’università ad essere traumatico, è sempre stata una persona per certi aspetti forte, ma per altri molto debole, e in un momento di cambiamento così grande aveva bisogno di certezze e di una sicurezza, ovvero io. Pensavo quindi che fosse un momento passeggero, appena ho iniziato ad allarmarmi seriamente ho cercato di fare di tutto per recuperare il nostro rapporto, ma alla fine quel bruttissimo momento è arrivato. Non ci sono mai stati litigi, lei non ha mai espresso il proprio disagio, e alla fine ha detto che pur essendo la persona più importante della sua vita e pur volendomi un bene dell’anima non provava più gli stessi sentimenti dell’inizio… io sono rimasto sconvolto, sia perchè ero innamorato perso, sia perchè la nostra storia era bellissima e abbiamo passato momenti unici, crescendo insieme, sia perchè l’ho sempre vista innamoratissima e presissima, a usare parole come “per sempre” etc… eravamo “fidanzati in casa”, ottimi rapporti coi rispettivi genitori, avevamo delle nostre abitudini, consuetudini, i nostri momenti tutti per noi. Nei primi giorni le ho mandato qualche messaggio, spiegando quello che provavo per lei e dicendo che ero dispiaciuto perchè magari con più dialogo la nostra storia avrebbe potuto essere molto migliore, lei invece mi ha risposto in modo abbastanza freddo dicendo comunque che mi voleva un gran bene e che sarò per sempre nel suo cuore. Dopo qualche giorno le ho riportato a casa, quando non c’era nessuno, dei libri che mi aveva prestato e lei per prima mi ha scritto dicendo che era dispiaciuta che non glieli avessi portati di persona, e che passato un po’ di tempo vorrebbe che potessimo tornare a parlarci senza dolori e senza problemi… ho affrontato e sto affrontanto questo trauma rifugiandomi in internet, leggendo blog e forum per trovare consigli, e ho visto che forse la cosa migliore era affrontare tutto in maniera abbastanza fredda, per cui non l’ho più cercata, chiamata o vista. Ho voluto fare l’uomo e sono voluto uscre da questa storia con le palle, sperando che lei si rendesse conto di aver lasciato un uomo innamorato, ma non uno zerbino, un uomo che per fortuna al momento sta avendo successo nella vita e sta affrontando degli studi e un lavoro che gli piacciono e che sono la sua passione.
Ora però provo un mix di sentimenti stranissimi: mi manca da morire ma so che devo guardare avanti. Vorrei che tornasse ma so che probabilmente non tornerà mai indietro sulle proprie decisioni. Inoltre c’è un suo compagno di università che si è innamorato di lei e si è dichiarato (ancora quando stavamo insieme), lei disse che non gli interessava, però poi mi ha mollato, e io a mente fredda vedo in questo ragazzo il tipo di ragazzo che fisicamente e carratterialmente potrebbe benissimo piacere alla mia ormai ex: è un tipo molto diverso da me in tutto, ma in un certo senso mi somiglia molto… mi sento gelosissimo. Non sono mai stato geloso in quasi 5 anni perchè mi fidavo ciecamente di lei e sapevo che mi amava, volevo darle fiducia e la sua libertà, invece se adesso la penso nelle braccia di un altro mi sento morire, mi sento furioso, mi sento ferito nel mio orgoglio maschile. La cosa che ora vorrei più di tutte e che lei mi ammirasse, che lei stesse malissimo per avermi lasciato andare, voglio che per tutta la vita pensi a me come la persona con cui è cresciuta, che le è stato accanto nei suoi momenti più brutti, senza la quale probabilmente sarebbe andata in depressione e non avrebbe ottenuto tutti i risultati che sta ottenendo ora! Col senno di poi potevo anche capire che da parte sua il sentimento stava finendo (io avevo il prosciutto sugli occhi), però non potrò mai e poi mai accettare che lei mi dimentichi come se nulla fosse, voglio essere per sempre parte della sua vita, una parte positiva e felice!
Lei è una ragazza molto nostaligica in generale. Vorrei tanto riuscire a disinnamorarmi anche io, vorrei riuscire a staccarmi da tutte le abitudini che ci eravamo create senza la quale la mia vita al momento appare vuota, cupa e triste, però non voglio dimenticarla e non voglio che lei dimentichi me. Vorrei tanto che in futuro potemo parlarci di nuovo, con ammirazione reciproca. So che il “restare amici” non funziona, però lei oltre alla mia ragazza è stata la mia migliore amica e complice, e lo stesso sono stato io per lei, non voglio che 5 anni della mia vita, i 5 anni più felici e belli della mia vita si perdano in un nulla di fatto, sarebbe un colpo ancora peggiore che sentirsi dire dalla persona che ami di più sulla terra che non prova più le stesse cose di una volta, quando fino al giorno prima diceva di amarti…
Ditemi per favore cosa ne pensate, cosa fareste al posto mio, cose pensate che potrebbe fare lei in futuro. Nella mia vita “esteriore” voglio apparire forte, come quello che va avanti, so che è l’unico modo per uscirne e per trovare un’altra persona che mi ami, ma in realtà mi sento tremendamente solo, e ho bisogno di parlare con qualcuno…

L'autore ha scritto 3 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

34 commenti

Pagine: 1 2 3 4

  1. 1
    Elena -

    Non posso non rispondere a questa lettere…
    Cercherò di essere chiara.
    Io mi ero fidanzata a 16 anni con un ragazzo molto dolce che mi amava alla follia e io l’ho amato e rispettato tantissimo. L’ho lasciato io,dopo 4 anni,a 20 anni,quando ancora non sapevo se andare a all’università,andare a lavorare,convivere,ecc. Perché? Perché mi ero accorta che ci comportavamo come fratello e sorella,la nostra vita sessuale quasi non esisteva…Gli volevo bene un sacco,ha dovuto “sopportare” e tollerare molti miei cambiamenti,ogni pianto per le verifiche,esami a fine anno,ecc. In più,lui era diventato geloso quando ho iniziato ad uscire con le mie amiche,perché durante le superiori,era abituato al fatto che ogni mio tempo libero lo dedicavo a lui e una volta finita la scuola,avevo più libertà,più tempo per andare in giro e a lui non stava bene. Una cosa superabile pensarai tu..ma sommandola con la vita sessuale quasi inesistente, i miei dubbi sul fatto di amarlo…era un grosso problema.Quella era abitudine,non più amore, e poi c’erano altre cose di lui che ho tollerato sperando che cambi l’atteggiamento con gli anni, poi un giorno ho preso il coraggio e mi sono detta “io non voglio passare la mia vita con lui” e l’ho lasciato. Credimi,l’amore che provavo per lui era puro e non mi capiterà mai più nella vita. Quando lo amavo, lo amavo veramente con tutto il cuore e gliel’ho sempre dimostrato. Non l’avevo lasciato perché c’era qualcun’altro,non mi ero innamorata di nessuno.Semplicemente ho capito di volergli bene,ma non era più amore. E lui non poteva che accettare questa cosa. Ci è voluto un anno quasi per riprendere a sentirci,siamo riusciti pure a diventare “amici”,ci vedevamo una volta al mese per la pizza..poi lui si è fidanzato,e ha deciso di non vedermi più perché lei era gelosa. Sono cose che purtroppo succedono e non puoi fare niente, non puoi convincere una persona di amarti se lei dentro sente che non c’è più niene di un semplice, puro affetto. Ah, io al mio ex dopo un anno ho chiesto perdono piangendo nel caso fossi stata troppo “fredda” con lui il giorno che l’ho lasciato. Mi ha risposto che non ha niente da perdonarmi. Non lo sento da 2 anni circa, non so se è sposato,se ha figli… Sono passati più di 5 anni da quando ci siamo lasciati. Io non ho mai smesso di volergli bene e vorrei tanto sapere se è felice. So ancora il suo num. a memoria,ma non mi faccio viva per rispetto. Non so che dirti, scusa per il papiro. Volevo solo farti capire di non prendertela con lei, non pensare che ha lasciato te per un altro. In ogni caso le storie finiscono. Anche a me è successo che il mio ex un giorno si è svegliato e ha capito di non amarmi,ma mica me l’ha detto,l’ho scoperto io…Sì,ero cornuta ed è ancora peggio. Io invece non ho mai tradito nessuno. Le storie nate nell’età adolescenziale sono quasi tutte destinate a finire. Cerca di riprenderti, un giorno la ricorderai come un amore puro,un dolce ricordo.Un abbraccio.

  2. 2
    friedli -

    grazie elena di aver commentato….. indipendentemente dal fatto che ci sia un altro o no, faccio fatica a pensare che un giorno lo ricorderò come un amore dolce e puro. cioè, lo so che sarà così, ma perchè ci dobbiamo fare del male da soli, perchè non viverlo questo amore dolce e puro invece di ricordarlo solamente??
    adesso sono assalito dal terrore che non riuscirò più ad innamorarmi così tanto. per me era bellissima, ci capivamo al volo, avevamo un’intesa fuori dal comune, poi figurati, vivo sotto lo stesso dei miei genitori che si sono conosciuti a 16 anni e ancora si amano veramente…
    avrei tanto voluto litigare, urlare, vorrei che ci fossimo messi le mani addosso, vorrei che ci fossimo odiati, invece c’era amore, un grande amore, però in silenzio ho dovuto accettare che lei non è più mia.

  3. 3
    Andrea -

    Ciao friedli, innanzitutto vorrei dirti che mi dispiace per quello che ti è successo, ma anche che mi sembri già sulla via giusta per uscirne e questo mi fa piacere. La lettera che ti ha scritto Elena mi sembra un ottimo e sincero punto di vista femminile, per cui ne farei tesoro.
    Per quanto mi riguarda, posso dirti che la risposta alle tue domande e ai tuoi dubbi te la darà solo il tempo, con il tempo e con il dovuto distacco riuscirai a vedere ogni cosa più chiaramente.
    Quello che ti è successo è praticamente un classico della vita di coppia. La tua ex ragazza ha iniziato lentamente a disinnamorarsi e nei mesi in cui la vedevi fredda e magari ti diceva “ma no niente..sto bene.. tutto a posto..sono stanca” stava maturando segretamente il distacco da te e quando ti ha lasciato in cuor suo aveva deciso da tempo. Questo è il tipico agire femminile, le quali inoltre (come è capitato a te), spesso lasciano quando insieme al dubbio, si realizza per loro anche un grande cambiamento (nuovo lavoro, inizio università, fine dell’università ed entrata nel mondo del lavoro, ecc..).
    Il ragazzo che ci provava con lei, probabilmente qualcosa c’entra, qualche dubbio gliel’ha fatto venire e molto probabilmente proveranno anche ad uscire insieme per capire cosa provano.
    Non so spiegarti perchè facciano così, ma spesso è il loro marchio di fabbrica, per cui quando inizi a capire un certo numero di donne, puoi avere un quadro chiaro al 90%.
    E’ molto difficile che voglia tornare con te ora o che lo vorrà in futuro, probabilmente se tu dovessi sparire, tra un pò di tempo lei inizierà a cercarti per il semplice fatto che comunque ti vuole bene e da un lato le mancherai anche.
    Quello che posso consigliarti io, come stai già facendo del resto, è di concentrarti sulla tua vita e sulle tue passioni. Divertirti, pensare a riempirti la giornata e a non porti troppe domande su di lei.
    E’ andata così, ne conoscerai ancora parecchie ragazze. Un domani potrete parlare di tutto più serenamente.
    Di sicuro ti rimpiangerà, questo si. Perchè tu, ragazzo di 20 anni, e dopo 4 anni di storia alle spalle, avevi ancora la sicurezza e il desiderio di stare con lei. Non è facile trovare questo in noi ragazzi. Per cui ora probabilmente inizierà a uscire con un pò di ragazzi presa dall’euforia della singletudine, poi però quando vorrà cercare quello serio saranno dolori.

  4. 4
    Elena -

    Andrea dice bene, lei probabilmente cercherà di tornare da te perché le mancherai (in fondo ti vuole bene),confonderà l’amore con l’abitudine,in quel caso, non riprenderla perché ti farai del male in un modo assurdo nel momento in cui anche lei si renderà conto che è tornata per l’abitudine e sarà ancora più difficile ricominciare. Ma può darsi che non cercherà di riavvicinarsi a te e che resterà nella sua posizione. So che è difficile,sono stata quella che non amava più,sono stata quella non più amata. Cerca di volerti bene, non pensare ai momenti belli,smettila di torturarti pensando ai progetti che mai vedrai realizzati.Quando uno ti dice “non ti amo più”, non c’è più niente da fare,bisogna accettare la cosa e cercare al più presto di reagire e non disperarsi.Sei giovane,hai ancora tante esperienze da fare.So che ti sembra tutto impossibile adesso,ma col tempo starai meglio. Non lasciare niente in sospeso,dille per l’ultima volta quello che hai da dire e poi non cercarla più.
    Andrea ha detto una cosa che non mi va giù perché ha generalizzato un po’… Non solo noi donne abbiamo questo “difetto” di dire “tutto a posto” e dentro di sé pensare se e come chiudere una relazione. In realtà, non ci vedo niente di male nel prendersi un po’ di tempo per chiarirsi le idee,ovviamente continuando a rispettare la persona con la quale si sta insieme. L’amore finisce,non sempre si hanno le idee chiare e quando non hai chiari segni che ti fanno capire che non c’è più niente da fare,resti per un po’ di tempo a farti mille domande. Io non ho avuto la “fortuna” di avere un fidanzato rispettoso nei miei confronti. Quando gli chiedevo “va tutto bene?”, lui non mi diceva “non ti amo più,amo un’altra”… ho passato un anno nelle bugie.Ho fatto soffrire,ma non è neanche colpa mia se ho smesso di amare,i sentimenti non si possono controllare,i gesti sì però. E’ molto più facile da accettare un “non ti amo più” che “amo un’altra da tanto tempo”,come è capitato a me. E non preoccuparti,ti innamorerai eccome! Sarà un amore forte e passionale… ne sono certa. Dopo questo periodo di sofferenza e smarrimento, ti aspetta un periodo “piatto”, e poi un giorno noterai una Lei che ti farà battere il cuore e ti sorprenderai! Un abbraccio. 😉

  5. 5
    friedli -

    grazie ragazzi dei preziosi consigli e delle parole di conforto.
    caro andrea, hai espresso perfettamente quello che è successo e i suoi comportamenti degli ultimi mesi.
    cercherò di essere forte. vorrei tanto dimenticare tutto, ma ho una paura tremenda di farlo perchè se io riuscirò a dimenticare tutto vuol dire che lei ci riuscirà ancora più facilmente….
    oggi l’ho eliminata da facebook perchè è uno strumento che devo usare quotidianamente e non sopportavo più di vedere le sue foto… spero di aver fatto bene, e spero che ciò non la porti a pensare “bene, anche questa è fatta, capitolo chiuso”.

  6. 6
    cerchio -

    Friedii ti ho letto con molta tenerezza e ammirazione. Sei così giovane ma mostri di essere già un uomo e da donna mi vien da pensare ” povera lei che si è persa!”. Fai bene a non cercarla e ora pensa solo a ritrovare il tuo equilibrio per cui anche per Facebook secondo me hai fatto benissimo se è quello che sentivi.
    per Elena: per te i sentimenti finiscono cosi? Come ci si innamora ci si disamora? Si prepara il distacco emotivo pur restando dentro la relazione piuttosto che esplicitando al partner quello che si sta vivendo e avendo la volontà di restare per superare insieme? Quindi l’ amore c’è fino a quando tutto va bene? Se poi pensiamo di passare una vita con una persona non dobbiamo tenere conto che potrebbero esserci non solo momenti in cui non proveremo proprio nulla ma addirittura non momenti in cui non la sopporteremo? Riuscire a riamare la stessa persona dopo ogni crisi ti assicuro essere un’esperienza fantastica che ripaga di ogni fatica.
    Per Andrea: ma perché i maschietti di questa forum attribuiscono determinati atteggiamenti solo alle donne e non alla singolarità dell’ individuo. Siamo qui come voi a raccontare le nostre ferite ma non dividiamo in categorie in base al sesso!

  7. 7
    elena -

    Per cerchio- no, forse mi ero spiegata male.Sono la prima a dire “quando senti che c’è qualcosa che non va,parlamene”. Non sto dicendo “bisogna nascondere e premeditare tutto”..Dico soltanto che è normale riservarsi qualche giorno per pensare da soli in silenzio.Può essere solo una crisi personale e non una cosa crisi che riguarda la coppia,allora perché mettere in allerta il partner inutilmente? Ovviamente,quando ti fai la domanda”La/lo amo o no?”,allora sì che bisogna parlarne per cercare di vedere se si può rimediare o no. Io con il mio primo ex l’ho fatto e quando l’avevo lasciato senza troppe “storie” è perché precedentemente eravamo in crisi e lui era al corrente di tutto.Di certo non stavo zitta per mesi per poi dirgli semplicemente “ti lascio”,in quel momento non era caduto dal pero.La stessa cosa però non ha fatto il mio ultimo ex che non si è fatto problemi a nascondermi per un anno che ama un’altra e lui sì che aveva le idee chiare però era troppo difficile per lui lasciarmi perché “mi voleva bene”,era più facile gestire i sensi di colpa e vedermi cadere in depressione!!!Questo sì che è “voler bene a una persona”

  8. 8
    lalla -

    Piacerebbe anche a me sapere come si fa a non amare più.
    Per me amore significa superare tutto e anche se ci fossero problemi insormontabili, fare di tutto per andare avanti mano nella mano.
    Per la mia esperienza, più di 10 anni insieme, credo sia normale avere qualche momento o periodo no, non può essere tutto sempre bello come il primo giorno.
    Ma perchè mi domando, invece di dialogare, mettere l’altro al corrente dei propri pensieri, fuggire?
    Se veramente tengo ad una persona, se la amo faccio di tutto per recuperare quello che c’era prima e come dice cerchio sarebbe ancor più bello riprendere il cammino insieme per far si che tutte le promesse, i progetti che (nel mio caso si stavano realizzando) prendano forma.
    Forse sono l’unica sciocca che credeva all’amore per sempre.

  9. 9
    friedli -

    non voglio affermare che credo all’amore per sempre, sopratutto nato in così giovane età come nel mio caso. però proprio nel mio caso era lei a dire “per sempre”, ero convinto che non mi avrebbe mai lasciato andare perchè era in un qualche modo dipendente da me (io volevo che continuasse ad amarmi così tanto ma volevo anche che si liberasse da questa sorta di dipendenza nei miei confronti). quando si è resa effettivamente e finalmente indipendente, cambiando città, si è accorta che non aveva più bisogno di me ma aveva bisogno di essere dipendente da qualcuno che potesse vedere tutti i giorni invece che 2 volte a settimana. così ha iniziato a sentire dei dubbi nei miei confronti, e mi ha lanciato dei segnali di questo disagio talmente tenui che non si poteva non pensare che a un semplicissimo periodo un po’ più difficile (poi neanche tanto difficile dato che fino all’ultimo ha dichiarato di amarmi). da quando ha invece preso coscientemente la decisione di lasciarmi ci ha messo 5 giorni a trovare il coraggio per farlo. in 5 giorni ha deciso che io nella sua vita non servivo più a nulla, certo non curandosi di quelli che possono essere i sentimenti dell’altra persona!
    allora mi viene spontanea pensare una cosa: lei è solo una persona debole, tormentata. una persona sana ed equilibrata non si comporta in questo modo, mi dispiace ammetterlo, eppure il mio amore era vero, più vero di ogni altra cosa che mi circonda

  10. 10
    elena -

    Lalla-non so la tua età,suppongo tua sia giovane. Credimi,succede,semplicemente succede e un giorno potrebbe capitare pure a te. Non è una cosa da condannare.La differenza sta nel reagire e comunicare i cambiamenti all’altro,ma non sempre succede. Molti non capiscono che è importante dare all’altro la possibilità di rifarsi una vita al più presto,invece,preferiscono dire “tutto a posto,sono solo un po’ stanco,depresso,ecc” per mesi (o addirittura anni),per poi scoprire perché facevi fatica a passare dalla porta di casa.Il rispetto ci deve essere sempre,ma al giorno d’oggi,in pochi sano cosa siano rispetto e fedeltà. Quando una persona ti dice “sono confuso/a”,ci si può parlare,chiarire,riprovare,ma quando ti dice “io non ti amo più da tempo”,dimmi, cosa c’è altro da dire o recuperare?soprattutto se scopri che c’è un’altra persona in mezzo… Tu puoi desiderare quanto vuoi il suo amore,scalare l’Everest,nuotare mille miglia per dimostrare il tuo amore,ma se dall’altra parte c’è solo una persona che a malapena ti sopporta perché desidera un’altra accanto? Perché umiliarsi così? Non ne vale la pena. Io ero quella che perdonava sempre,chiudeva tutti e due gli occhi,mi accontentavo delle briciole..ma credimi,non ne vale la pena. E’ una tortura per chi non ti ama e per te che sai di non essere amata. Come si fa a smettere di amare? Si fa…si fa. Chiedilo al 50enne che lascia la moglie dopo 30 anni matrimonio per stare con una 25enne! Bisogna rendersi conto che il nostro fidanzato/a non ci appartiene e che un giorno potrebbe andarsene per qualsiasi motivo. Nessuno ci deve completare,dobbiamo sentirci completi da soli,l’altro ci deve arricchire la vita,non completarla sennò sono guai,per noi!Cerchiamo di stare bene con noi stessi prima di tutto,cerchiamo di voler bene a noi stessi prima che agli altri!
    Potrei parlarne all’infinito,ma chiudo qua.

Pagine: 1 2 3 4

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili