Salta i links e vai al contenuto

Lasciarsi morire

Lettere scritte dall'autore  alby87

Buongiorno a tutti, sono un ragazzo di 26 anni, a gennaio mi è cambiata totalmente la vita. Sono stato lasciato dalla mia ragazza dopo 7 anni di convivenza, sono stato sbattuto fuori di casa, ho perso il lavoro ed ora non ho più niente.
Soffro di attacchi di panico ed in questi ultimi mesi sono finito al pronto soccorso due volte.
La depressione sta avendo il sopravvento, vedo nero, sempre più nero….
Ho cercato di risollevarmi, a trovare un nuovo lavoro, qualsiasi lavoro, ma nulla. Ho smesso di andare dallo psicologo, ora gioco a farmi le dosi tra ansiolitici ed antidepressivi…. Nella mia mente sempre più insistentemente compaiono pensieri suicidi, piango ininterrottamente…. ho perso l’appetito, ho perso 20 chili… Ho deciso di lasciarmi andare, di non combattere più. Sto aspettando l’evento scatenante, perché si sà le cose brutte arrivano una dietro l’altra… un saluto

L'autore ha scritto 2 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Condividi su Facebook: Lasciarsi morire

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Me Stesso

14 commenti

Pagine: 1 2

  1. 1
    bimba -

    forse quando starai al momento in cui toccherai il fondo l’istinto di sopravvivenza prenderà il sopravvento e deciderai di reagire…
    dovresti riprendere ad andare dallo psicologo, ma questo te lo diranno tutti..
    altra cosa è il classico volontariato, perché vedere altre persone che stanno peggio di te a volte fa rinsavire…
    auguri!

  2. 2
    addicted -

    NON MOLLARE!! Ricominciare è molto duro, soprattutto dopo la situazione accaduta, ma sappi che la vita ti aspetta…c’è un mondo fuori, mille ragazze, tanti lavori…di qualsiasi tipo! Sii positivo, ce la farai e supererai questa fase. Forse potresti sfogarti con amici, o ricominciare ad andare dallo psicologo!

  3. 3
    Elly19 -

    Anche una persona a me molto cara è stata lasciata in passato dopo una relazione di sette anni e ha vissuto un po ciò che hai vissuto tu.Ma ti dico una cosa.Per fortuna da queste situazioni si ci esce.Sfogati con gli amici,con la tua famiglia con qualche psicologo che saprà aiutarti,perchè hai smesso di andarci?vacci invece e piano piano saprai riprenderti.Non arrenderti mai nella vita soprattutto quando attraversi una situazione brutta,ad un certo punto ti renderai conto che una voce dentro di te,ti dirà di risollevarti e andare avanti.VAFFAN….a lei che ti ha lasciato,si lasciano anche coppie dopo anni di matrimonio,ma il mondo non si ferma ad aspettare che il tuo cuore ritorni ad avere serenità.Devi essere anche tu stesso a volerla.Al mattino quando ti svegli e vedrai dalla finestra la luce del sole che entra,pensa anche a quella luce che è dentro di te ma CHE TU NON VUOI FAR USCIRE PERCHE’ ADESSO,E SOTTOLINEO ADESSO,VEDI TUTTO BUIO MA DAL BUIO SI RISALE.Quindi mi raccomando….fatti aiutare e supera tutto questo.

  4. 4
    vinile78 -

    Il suicidio è una soluzione definitiva per un problema temporaneo.

    Spesso commettiamo l’errore di NON prendere la nostra vita per ciò che è. Chi più, chi meno, siamo tutti tentati di figurarci il futuro e di pretendere poi che tutto vada come previsto (lavoro, vita di coppia, amicizie, ecc…). In questo modo, quando qualcosa esce dai binari, subiamo un doppio colpo perchè in aggiunta al problema dobbiamo affrontare anche la delusione rispetto alle nostre aspettative.

    Non voglio minimamente sminuire la tua situazione, ma mi permetto di non quantificarne la gravità perchè essa è legata alla capacità di reazione di ognuno di noi.

    La vita è un viaggio, amico mio. E come in tutti i viaggi non devi guardare troppo indietro e neanche troppo avanti, altrimenti rischi di andare a sbattere… o di perderti il paesaggio circostante.

    In questo momento il destino, o Chi per esso, ti ha posto degli ostacoli e tu hai l’occasione di diventare un eroe. L’eroe di te stesso! Ti consiglio di lottare… e più avvertirai la difficoltà, più dovrai metterci energia invece di mettercene sempre meno.

    Più sarà difficle venirne fuori e maggiore sarà la soddisfazione quando ci sarai riuscito.

  5. 5
    adele -

    Buongiorno a tutti, sono un ragazzo di 26 anni, a gennaio mi è cambiata totalmente la vita. Sono stato lasciato dalla mia ragazza dopo 7 anni di convivenza, sono stato sbattuto fuori di casa, ho perso il lavoro ed ora non ho più niente.
    —————————–
    la tua vita comincia ora, questo e’ un punto di partenza hai perso tutto?
    qui inizia la tua vita, ti devi reinventare, ricomincia da zero. sei giobane ancora, scacccia via i momenti di disperazione, prendi ed esci, non ti abbattere, se vuoi io ci sono, sono qui ad ascoltarti.
    saluti, adele.

  6. 6
    Isa -

    Ciao alby anch io ho 26 anni e ho la tua stessa storia identica a differenza tua sono stata anche ricoverata e non è servito a nulla ho deciso anch io di lasciarmi andare l unica cosa che mi spaventa e’ che cm l ultima volta in casa per due mesi senza né vedere né sentire nessuno stavo impazzendo e quindi anch io soffro di attacchi di panico ansia e molto altro

  7. 7
    corazza -

  8. 8
    Ferrari stefano -

    Io soño stato lasciato da mia moglie con cui ho 3 figli e condividevo anche il lavoro la mia vita e davvero ad un punto morto nulla a più senso mi trovo a 44 anni solo non ho più un amico senza famiglia niente mi interessa più la depressione mi ha annichilito non penso altro che al suicidio oltretutto lei ha anche già un altro E mi dice che io non ero degno di lei mi sento una merda cosa fare di una vita così senza più nessuna gioia che senso ha continuare solo per vedermi sprofondare sempre di più agli occhi dei miei figli .poveri bambini.se un giorno di questi trovo il coraggio saluto questo mondo ho già preparato la bombola del gpl così me ne vado nel sonno

  9. 9
    rossana -

    Stefano,
    immagino di sapere abbastanza bene quanto la situazione possa essere devastante. per di più appesantita dalla cattiveria verbale della madre dei tuoi figli.

    il solo confronto con lei NON è per NIENTE sufficiente a definirti e a definire le tue ulteriori possibilità. è una batosta tremenda, ne convengo, ma pensa ai tuoi bambini e sforzati di ritrovare te stesso, soprattutto per loro.

    se può esserti d’utilità, rivolgiti a un professionista per una terapia di sostegno, ma non darla vinta alla donna che ti ha lasciato. dimostra a te stesso e in particolare a lei cosa ancora puoi essere e dare, nonostante questo scacco.

    se vuoi, ce la puoi fare. un abbraccio.

  10. 10
    Yog -

    Lascia perdere il GPL per carità, rischi di suicidare l’intero condominio e se per caso resti vivo poi sì che trovi rogne grosse. Ovvio che nel tuo caso ci vogliono rimedi: ci sono quelli classici casalinghi, tipo la narda che puoi anche autoprodurre nel limite di legge (5 l) con la pentola lagostina, e quelli alloterapici che potrà meglio consigliarti il tuo medico di base: funzionano tutti, abbi fiducia, ma lascia stare il gas che è una brutta bestia, soprattutto il GPL perché pesa più dell’aria, ti finisce giù nel seminterrato e finisce che fai un macello e non mi pare il caso perché poi il conto lo mandano agli eredi. Tranquillo, va dal medico che tanto siamo nel 2000 e con due compresse torni a saltare felice come un capriolo; se poi hai bisogno fa un fischio e ci beviamo qualcosa assieme da Dino in via Saterna.

Pagine: 1 2

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso dispositivo (da qualsiasi dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili