Salta i links e vai al contenuto

Vorrei lasciare il passato alle spalle, ma ogni giorno riaffiora

Lettere scritte dall'autore  

Scrivo la mia storia qui anche se forse non può sembrare il top, ma ho bisogno di parlarne con qualcuno. Ho quasi 15 anni e sono triste, non perché il ragazzo mi ha mollata o perché in discoteca hanno messo una canzone che non mi piace, ma perché non mi sento bene con me stessa. Non sono altissima, e neanche magrissima, non posso neanche ritenermi miss italia, ma neanche una schifezza immonda. Vivo con due genitori assenti ma in qualche modo oppressivi e con una sorella di 8 anni e mezzo che passa più di mezza giornata davanti alla televisione. Qualche anno fa mi prendevano in giro per minime piccolezze, i ragazzi sanno essere odiosi, così ho deciso di cambiare, sono diventata quella che non sono davvero, ma quella che volevano vedere gli altri. Ho iniziato a fumare, a fare un po’ la ragazza facile finché non mi sono innamorata, ma senza essere ricambiata. Nell’ultimo anno ho subito un abuso, ma non ne ho voluto parlare con nessuno e soprattutto coi miei genitori per paura di un loro comportamento indifferente o negativo. Dopo questo episodio volevo morire, mi sentivo malissimo, inutile, solo un passatempo per le persone. Ora soffro di attacchi di panico da circa 9 mesi e alcuni giorni non riesco neanche ad alzarmi dal letto e mi giustifico dicendo di avere mal di testa e dolori simili. La gente pensa che sia una troia e i miei genitori mi ritengono una fallita e proprio lo scorso giorno mia madre mi ha detto che ha altro da fare che pensare a me. Io vorrei tanto scappare, andare lontano ma non posso. Mi piace scrivere e fare i capelli anche se sono stata obbligata a frequentare una scuola di psicologia sempre dai miei genitori. Ora ho un ragazzo ma non riesco a provare nulla più di una simpatia, come se tutti i miei sentimenti fossero stati spazzati via tutti. Vorrei poter inseguire i miei sogni e lasciare il passato alle spalle ma ogni giorno riaffiora e allora inizio a piangere, ma non potendone parlare con nessuno decido di dirlo qua. Grazie per l’attenzione.

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate

Continua a leggere lettere della categoria: Me Stesso

2 commenti

  1. 1
    Paolo25 -

    Oh dio è normale questa tua assenza o meglio questo tuo blocco nei sentimenti…tutte queste paure…queste ansie…ed è altrettanto coraggioso il motivo che ti ha portato a sfogarti qui (io ne so qualcosa credimi di quello che ti è successo ma ovviamente questo non è successo a me ma ad una persona alla quale tengo più della mia stessa vita). Ed è normale che questo tuo passato riaffiori ogni giorno (anche queste parole le conosco fin troppo bene). Ascoltami con attenzione non prendere subito male quello che ti dico ma prendilo come consiglio che viene dal cuore da parte di una persona che sa quello che ti dice. Questo mostro che ti senti dentro fermalo subito e fermalo adesso altrimenti col tempo crescerà sempre di più e diventerà sempre più forte impedendoti veramente di vivere…ascolta parla con i tuoi seriamente e vai immediatamente da una psicologa, fai in modo che però non siano gli altri a sceglierla ma sceglila tu…dev’essere una persona della quale ti possa veramente fidare…con il cuore in mano ti sto parlando non perdere tempo pensaci seriamente a quanto ti ho detto e fidati so cosa significa anche se non ho vissuto questo in prima persona ma lo so credimi…fammi sapere se vuoi…buona fortuna

  2. 2
    lol -

    grazie mille del consiglio,proverò a seguirlo.grazie ancora.

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili