Salta i links e vai al contenuto

L’amore è uguale per tutti(?)

Buonasera a tutti. Vi scrivo per cercare, in qualche modo, di chiarirmi un po’ le idee, ed avere una visione più ampia su pensieri che già sono presenti nella mia mente. Mi ritengo una persona abbastanza autonoma, qualsiasi cosa accada, cerco sempre di trovare una risposta a tutto percorrendo la via più logica, più ovvia. In un periodo storico come questo, il relazionarsi con gli altri, diventa sempre più difficile, vivendo appunto nella superficialità più totale (almeno, per come la vedo io). Ho sempre trovato stimolante l’idea di mettere su un bel rapporto con qualche ragazza che a me piace e che trovo carina. Ne ho conosciute tante, ma purtroppo, arrivo sempre allo stesso punto. “Ti vedo come un amico”, “Non dirmi nulla, amo ancora il mio ex, penso ancora a lui”, “Pensavo che tu fossi così disponibile di tuo e non perché io ti piaccia”, “Sei un ragazzo in gamba e molto maturo per l’età che hai, ma non riesco ad immaginarti come un mio uscente”. Per lo scalpo mi passano sempre pensieri del tipo, “Cos’è che sbaglio?”, “Cosa c’è che non va?”, “Perché non ha funzionato?”. Dopo qualche giorno, riprendono il rapporto con il loro ex, e quasi come per sfregio, si lasciano! Sarà che se si chiama “EX”, un motivo ci sarà? Il classico bigattino che vuole la donna tutta per sé, chiusa in casa, non uscire, non dire, non fare. Ed io, povero fesso, mi illudo ancora di trovare l’amore della mia vita e robe simili! Cosa ci trovano di così tanto attraente le ragazze in uomini (si fa per dire), che ragionano in questo modo? Proprio non capisco. La stragrande maggioranza di questi sono i classici che mettono su una relazione con i piedi e campata per aria per il semplice fatto di avere una ragazza con cui placare i propri bollori, oppure per fare il carino con gli amici per avere la ragazza carina dietro, e quindi, non amando davvero. Non prego soltanto per far si che io diventi un buon cristiano, ma anche di riuscire a trovare quella persona alla quale io posso offrirgli tutto il mio amore, rispetto e quant’altro. Ma vedo solo ragazze attratte da ragazzi vuoti, che fanno foto mattino e sera sui social e pubblicano ogni singolo pelo di ciò che fanno durante la giornata. Con 5000 amici su Facebook, e si e no ne conosco un 50, realmente. Non riesco a capacitarmi di questa cosa, forse sono io che sono nato in un’epoca sbagliata? Dalle mie parti si dice “Dio, da il pane a chi non ha i denti”, quanto di vero c’è in questo detto. Non mi resta altro che ringraziarvi tantissimo per aver letto tutto ciò che ho scritto, anche perché adesso la mia mente è invasa da mille pensieri, essendo un periodo un po “così”. Vi ringrazio ancora e auguro una buona serata a tutti voi!

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere con argomenti simili:
Continua a leggere lettere della categoria: Amore - Riflessioni
Una lettera scelta dal caso proprio per te...

10 commenti a

L’amore è uguale per tutti(?)

  1. 1
    Rossella -

    Io penso che tanti di noi che per motivi legati alla crisi economica non sono riusciti ad inserirsi in maniera agevole il problema più sentito sia quello della vocazione. Capire se è veramente quella la strada giusta per noi. Eh, purtroppo nessuno ti può dare questo genere di conferme. Sono cose che s’intuiscono, ma fosse per me abolirei anche tutto il percorso del discernimento vocazionale perché mi sembra sbagliato dare delle sicurezze che per paradosso rischiano di spegnere la fede. Secondo me conta la nostra volontà unita a quella del Signore che sempre porta la nostra storia dove vuole lui e quindi sulla strada della salvezza. Bisogna essere morbidi, ma anche decisi. In questo momento sto pensando a qualcuno che non c’è più e che probabilmente ha “tradito” la sua vocazione, ma è stato anche capace di farsi piccolo, di sbagliare, perché di errori ne ha fatti tanti anche se quando si ha una buona considerazione di qualcuno in genere si tende a essere di manica larga. Capita sempre così. Nonostante tutto ha portato a compimento quel cammino di verità, speranza e pace che è il vero cammino di Cristo. Ma il suo modello non è da considerare come un modello di perfezione perché laddove arrivassimo a convincerci di questo diventeremmo vassalli del mondo. E’ importante essere di manica larga… questi giudizi che in fin dei conti sono fantasie ci consentono di trovare la felicità dove non c’è. La vita è molto strana.

  2. 2
    Rossella -

    […]Ad ogni modo penso che l’amore non possa essere uguale per tutti. Mentre rincasavo con la mia famiglia ho visto uno strano fenomeno solare, sembrava quasi che il sole stesse pulsando, ma solo io e mia madre abbiamo avuto questa sensazione. Gli altri ne sono rimasti accecati. Dunque non posso dire con assoluta certezza che si è verificato il fenomeno. Allo stesso modo non posso pretendere che tutti gli uomini della terra abbiano la fede necessaria a vivere in un sistema in cui il cittadino riesce a vivere l’autonomia come il presupposto per risparmiarsi l’umiliazione del nulla. Sarebbe bello, ma non è possibile. Infatti nelle famiglie si cerca l’uguaglianza dove c’è un potere che magari divide, ma che dà la sicurezza di essere un signore. Le disuguaglianze si normalizzano attraverso gli enti istituzionali e territoriali, ma non si possono cancellare.

  3. 3
    Yog -

    Ma nel tuo caso il detto è fallace: non hai denti per il pane. Ma non disperare, c’è il prosciutto che ti aspetta. Bevi anche tanta narda, il proverbio dice che alla fonte della narda trovi pure la ber*****. E se non la trovi, vabbè, sarai contento uguale e non romperai più su siti come questo.

  4. 4
    suzanne -

    A me sembra un circolo vizioso: tu sei attratto da ragazze “vuote” che seguono ragazzi “vuoti”, conseguentemente se ne deduce che anche tu sia “vuoto” o perlomeno abbia problemi di diottrie. Cambia target, se veramente cerchi qualcosa di diverso ( oppure è solo bello dirlo?).

  5. 5
    deviz75 -

    @yog

    Dimmi che cos’è sta narda?

  6. 6
    Solnze -

    Una riflessione per ricollegarmi a Suzanne. Ho un amico che si lamenta che le donne italiane sono vuote. Ora, però, lui oggettivamente ha due grossi difetti: è estremamente brutto ed è estremamente pieno di sé, al punto che tutte le amiche che gli ho presentato, non essendone già attratte fisicamente, hanno iniziato pure a detestarlo per il suo carattere odioso. Il suo terzo difetto è che 9 volte su 10 punta ragazze che invece sono molto belle e “fighette” (per intenderci, quelle che descrivi tu, che po’stanca 3000 foto, che vogliono apparire alla moda, fighe, ecc.)
    Ovviamente qua il problema è multiplo: da una parte lui deve lavorare su sé stesso, ma dovrebbe, a mio avviso, anche puntare persone più consone a quello che cerca. Se frequenti discoteche e locali serali ovvio che non trovi la ragazza seria (forse sì, ma di rado). Se poi punta ripetutamente alla fighetta, allora il problema è proprio questo: si tratta della volpe che non arriva all’uva.
    Ora ,non conosco te personalmente, ma ti vorrei chiedere: che luoghi REALI frequenti? Che tipo di persona cerchi?

  7. 7
    Michele07 -

    Sinceramente, dopo aver letto i commenti, preferisco chiudere qui l’argomento. Troppa superficialità e poca serietà. Buona giornata a tutti e tante belle cose.-

  8. 8
    Yog -

    Vabbè. N’antro che non sa che è la narda.

  9. 9
    Mighty -

    E cosa ti aspettavi da un forum Miche’.

    Tutto dipende dalla tua visione delle cose, non dagli altri. Auguri ricambiati.

  10. 10
    Mighty -

    L’abbandono è più democratico.

Lascia un commento

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili
Ricorda che sei personalmente responsabile di quanto scrivi su questo forum: prima di inviare il commento verifica che non infranga norme di legge e che non arrechi danno, non offenda la reputazione e non violi la privacy di alcuno.