Salta i links e vai al contenuto

La ricerca della verità in amore vale (quasi) qualsiasi gesto?

Lettere scritte dall'autore  

Non ho idea se l’argomento sia già stato trattato nel tempo.
In ogni caso vorrei porre la seguente questione: in amore, la ricerca della verità (per noi stessi) o della chiarezza in una situazione “fosca” con LA persona che amate, vale (quasi) qualsiasi gesto, pur di raggiungere lo scopo, oppure no?

Io penso che, rispettando alcuni paletti dettati dai valori e dalla morale di ognuno, altri possono essere superati, anche dolorosamente, pur di capire fino in fondo chi si ha di fronte. Io l’ho fatto, e non me ne pento per nulla, malgrado non ne vada fiero. A giustificarmi, dopo, ci ha pensato la piccola cloaca che ho scoperchiato, nascosta sotto atteggianti falsi di chi non ha avuto il coraggio di assumersi le proprie responsabilità di fronte a me e ad anni insieme.

Capisco chi non ha nemmeno il coraggio di prendersi questo rischio di andare fino in fondo, per paura di scoprire uno schifo che non vuole lontanamente conoscere.

L'autore ha scritto 37 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore - Riflessioni

21 commenti

Pagine: 1 2 3

  1. 1
    Argenide79 -

    Si pur di raggiungere la pace con se stessi vale qualsiasi gesto….con tutto ciò che comporta il “dopo”….lo sgomento,la delusione,la solitudine, la rabbia ed il rancore…il peso di tutto ciò vale per il rispetto che portiamo verso noi stessi….resta un graffio nell’anima che brucia…resta un vuoto che sembra incolmabile ma resta anche la fedeltà verso i nostri principi!!

  2. 2
    ondanomala -

    “lo scopo giustifica il mezzo”! purchè non sia contemplaro l’omicidio…sì! meglio sapere, personalmente soffro quando ho incertezze, ma quando ho certezze riesco a rasserenarmi. Ma la cloaca di cui parli?

  3. 3
    Glass -

    Vabbè, è inutile che io ti stia a dire che è immorale e non corretto spiare per sapere la probabile losca verità della persona che ami…
    Il problema è che non so se ti conviene per ciò che potrebbe avvenire dopo.
    Ammesso che tu riesca a scoprire qualcosa di compromettente che lei ti teneva nascosto. Che fai? Sveli che l’hai spiata e che sai tutto? Lei potrebbe denunciarti, come potrebbe passare dal torto alla ragione perchè TU hai commesso qualcosa di grave e di punibile (violazione della privacy), non lei che potrebbe uscirsene con un “hai equivocato dei semplici sms o delle semplici e caste mail”. Se non sveli nulla soffrirai come un cane perchè vedrai che lei si comporterà sempre bene con te, anzi fin troppo bene, sempre meglio diciamo…e ad ogni tuo tentativo di chiedere vaghe spiegazioni, lei ti dirà: “ma sta’ tranquillo, perchè pensi sempre male di me?”…doppia sofferenza!
    Se invece scopri che non c’è nulla da scoprire, continuerai a controllarla ad libitum, tanto prima o poi qualcosa uscira’ fuori.
    Se hai dei dubbi è perchè senti che qualcosa non sta andando, parlane con lei. Se ti dirà che non c’è da preoccuparsi e ti sta nascondendo qualcosa, lo può fare perchè ci tiene ancora a te e non vuole buttare tutto all’aria, oppure perchè vuole decidere lei quando farlo.
    Ergo non è lecito e manco consigliabile spiare, non cambierai nulla, puoi solo peggiorare la situazione, poi fa’ te.

    In bocca al lupo,

    roby

  4. 4
    Glass -

    …ehm vabbè ho fatto confusione con un altro post su un altro forum di chi chiedeva consigli in merito, mentre adesso noto che tu l’hai già fatto.
    Scoperto l’arcano cosa è successo?
    Lei avrà fatto una figuraccia ma tu cosa ci hai guadagnato?
    Sei riuscito a salvare qualcosa oppure t’è rimasto solo il gusto di averla scoperta?
    Non sono domande provocatorie, voglio davvero sapere cose è successo dopo 🙂

    bye,

    roby

  5. 5
    guerriero -

    certe cose si capiscono anche senza approfondire + di tanto. Si capiscono soprattutto quando ti lasciano, dopo averti tradito, preso per il c….. ecc

  6. 6
    Spectre -

    Per ora, Argenide79 ha espresso tutto quel che penso, i particolari sono cose mie quindi me li tengo. Non c’è nulla di cui vantarsi, ma per certe persone come me, bisogno toccare il fondo per capire davvero chi si ha di fronte. E lo schifo continua, perché io non ho soltanto due orecchie… ne ho molte altre. Ovvio che bisogna sapere anche chi si ha di fronte, per decidere se agire o meno. Il punto però è: la necessità di limpidezza e di verità che cerco per me stesso, ha un prezzo? Io sono pronto a pagarlo, perchè stiamo parando di relazioni di un certo peso, non di 1 mesetto insieme. Tutto serve, è come l’unire i puntini nella settimana enigmistica. E’ una palestra per noi stessi, nel bene e nel male.

  7. 7
    silvana_1980 -

    personalmente preferisco arrivare a una brutta verità che credere a una bella bugia: anche perchè prima o poi gli altarini si scoprono, i conti prima o poi si devono fare…meglio dunque farli prima

  8. 8
    illusionist -

    come sempre approvo.

  9. 9
    anonimo80 -

    ne vale la pena perche dopo tutto ti e chiaro e quello che prima per tutti erano tue paranoie e fissazioni ,io ho scoperto che lei dopo 6 anni mi lascia di botto e dice che mi vuole solo bene poi gli ho chiesto perche e mi ha elencato una miriade di piccoli problemi del cazzo adesso che lo vista cal il suo collega di lavoro mi ha fatto morire,sono depresso prendo psicofarmaci,ma la verita la so e so anche che prima o poi ne usciro quindi conclusioni non so se ti faccia bene o male !!!!!!!!!

  10. 10
    Naruke -

    Diciamo che “l’amore giustifica i mezzi”, purche non sia contemplato l’omicidio! (come ondanomala). Il fine non può giustificare il mezzo: se vogliamo aiutare una persona povera non possiamo andare a rubare, ma possiamo impegnarci onestamente affinchè le sue condizioni migliorino; se vogliamo rendere felice una persona non possimo ledere quella di altre persone. Ad ogni modo, in cuore è molto distante dalla razionalità, e conosce ragioni che sono fin troppo distanti dalla ragione. Non possiamo legittimare gli sbagli che commettiamo per amore, ma possiamo non pentircene, e farcene una ragione. Chiedete a un padre che ha perso un figlio per colpa di certi pervertiti se si pentirebbe a vendicarsi. Quindi Spectre credo che tu non abbia agito in modo così strano, e la verità vale sempre più di una bugia – al di là di quello a cui può portare – se non porta a sofferenze DAVVERO inutili. E’ vero, scoprire la verità fa male, a volte la scopri per caso e vorresti poterti convincere di aver capito male, da tanto ti brucia quel dolore che sembra infinito. La fine di un vero amore spesso lascia un vuoto e un amarezza, un rimpianto indicibili, che col tempo (tanto o poco che sia) passano se riusciamo a passare il tempo (gioco di parole ^_^ ). Chiudo qui Spectre. Approvo.

Pagine: 1 2 3

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili