Salta i links e vai al contenuto

La mia triste storia d’amore

Salve a tutti. Sono qui, in ufficio e la voglia di lavorare è praticamente inesistente. Voglio scrivere, scrivere tanto per sfogarmi, per raccontare un’altra volta l’Amore in tutte le sue sfaccettature.
Ho 22 anni e nella mia vita mi sono innamorato 2 volte. Premetto che quando dico “innamorato” intendo Amore Vero. L’unico. Non esistono mezze misure, ne esiste uno e basta. Che poi è, appunto, quello Vero.
Nella prima storia ho avuto tante colpe e dopo 2 anni e mezzo giustamente lei si stufò. Passarono mesi terribili, ma pian piano ne uscii.
Arrivò la seconda. Il mio secondo grande amore. L’altra me la ero già tolta dalla testa e per questo ne ero felice.
Questa nuova storia durò circa 9 mesi e mezzo…in lei ritrovai tutte quelle emozioni che davo per perse. Furono 9 mesi e mezzo di alti e bassi, di incompatibilità forti a volte, ma l’amore era forte altrettanto e sopportava tutto questo, pure i 200 km di distanza che ci separavano.
Arrivo al punto. 3 settimane fa, durante una semplicissima discussione e assolutamente non grave (insomma, un battibecco che hanno tutti no?) si arrabbia da morire e le esce tutto il rancore che aveva dentro. Si perchè era da un paio di mesi che non me non ci stava bene. Pensava fossimo troppo diversi insomma.
Dicevo…. quella sera, le esce tutto il rancore/ rabbia/ delusione/ tristezza che aveva dentro fino ad arrivare a mettermi le mani addosso e dicendomene di tutte i colori. Esempio ? “sei un figlio di pu****a, devi morire, devi crepare sotto atroci sofferenze, non vali un c***o, TI ODIO”
Potete immaginare quanto facciano male queste parole. Non tanto le botte (leggere), ma le cattiverie che ferivano come coltellate.
Quella notte, verso le 4.30 del mattino decide (dopo 2 ore di questi insulti) di prendere e andarsene. Io ero completamente sbigottito, incredulo di fronte a quello che avevo subito ! Non avevo fatto niente di male !
Il giorno dopo me la ritrovo sotto casa mia con dei fiori. Lì, da buon coglione, mi SCIOLGO e scelgo di ascoltarla. In poche parole diceva di avere esagerato ma sosteneva che io avessi le mie colpe. Io lì non ci vidi più e la mandai dritta a casa. Mi avevano ucciso quelle parole.
Passa 1 settimana e ci sentiamo, ma le cose son sempre le stesse. Per farla breve: lei con me non ci sta piu bene (parole sue), sta male e mi dice che non prova più l’amore di una volta per me.
Ora, io sono disperato. Lei non mi vuole più, mi dice che sono speciale e che troverò quella giusta. Ma io sono disperato perchè amo lei e voglio lei.
Stasera la vado a trovare. Mi farò 200km in macchina.
Evidentemente mi devo fare ancora tanto male, perchè il mio corpo e la mia mente capiscano che questa non mi merita. Solo quando arriverò a toccare il fondo e pian piano risalirò potrò continuare a respirare. Perchè ogni secondo senza di lei è un coltello nello stomaco.
Ci sono già passato. Son già stato male una volta, da innamorato perso. E il bello è che non ho ancora capito come c***o si faccia a stare al mondo. Forse vivo l’amore in una maniera grandiosa…. troppo grandiosa e immensa. Non mi innamoro facilmente.
Come devo fare ? Sono disperato. Sono un ex caporale paracadutista dell’esercito, son stato addestrato a campare con poco e a sparare nel fango, a dormire poco la notte e a non aver paura a lanciarmi da 400 metri.
Ma adesso, mi sento più debole di un bambino. Non riesco ad immaginare un futuro senza di lei. Non riesco.
Chris

L'autore ha scritto 10 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

34 commenti a

La mia triste storia d’amore

Pagine: 1 2 3 4

  1. 1
    afra -

    Caro amico,
    io non ho il fegato che hai tu, non sono paracadutista, ma me la faccio in paesi difficili e mi sono messa spesso alla prova in ambienti e situazioni lontane da me.
    Tutti quelli che mi conoscono dicono che sono tenace, forte e con le p***…eppure anche io, come te, mi innamoro molto raramente, e quando mi succede non capisco più nulla: esiste solo quella persona, dò tutto, mi metto spesso in discussione.
    Da non crederci. Tutti mi dicono che non sembro nemmeno io…e se invece fossi proprio io? Se fossi proprio io questo microcosmo di contraddizioni? Esiste anche questo nel mondo.
    Cosa dirti…vai pure da lei oggi, credo che davvero tu abbia bisogno di sentirtelo dire ancora una volta…e lo sò perché anche per me é stato così…
    …ma dopo, caro amico..dopo…tu chiudi. Perché dopo riemerge, deve riemergere, vuoi o non vuoi, l’altra dimensione di te.

  2. 2
    deserto -

    ciao è difficile…eri sera ho ritrovato vecchi amici e amiche per caso..e tutti con storie e matrimoni finiti,per imcompatibilità di carattere..ma mi dico…ma vuoi che tutte le volte finiscano in questo modo, quando trovi una persona ke ti piace, già è difficile innamorarsi …figurati il carattere..secondo me si è arrivati ad un punto che non si tollera più nulla,io la penso così!!…forse la società in cui viviamo,che ci porta ad essere stressati già da giovani..io alla tua età ero più spensierata,anche se qualche sdentata me la sono presa..però vedo che la maggiorparte di storie finiscono perchè si è diversi..ma è logico che non ci si può essere uguali e ragionare allo stesso modo…non c’è secondo me la pazienza e tolleranza per capire che se si vuole costruire una vita assieme,sempre che la si desideri..c’è tutta una serie di compromessi…elasticità…disonibilità..e mettere da parte il proprio egoismo.non si è più soli,ma in due..ma molte persone secondo me, non sono proprio mature per un rapporto a 2, e probabilmente no lo saranno mai…questo è il problema,perchè rinunciare a tante cose…è difficile..si vorrebbe avere tutto…ma sei decidi di stare assieme a qualcuno la vita ti cambia,eccome…deve essere una gioia..complicità..ma tutti questi percorsi.. sono da fare insieme, ci vuole comunicazione in un rapporto,dialogo..invece alle prime difficoltà nei rapporti si scappa…io vedo i miei nonni,erano cosi diversi…ogni tanto bisticciavamo..avevano tanti problemi…il lavoro..i figli..eppure sono stati inseme tutta una vita!!
    questa mia lettera è riferita a tante storie che leggo..e gira e rigira sembrano quasi tutte analoghe..con gli stessi problemi…

  3. 3
    luc -

    e basta co’ ste delusioni amorose, sennò in ufficio non lavorerà più nessuno! torna nei parà e vai a combattere i talebani.

  4. 4
    Christopher -

    stasera sono andato da lei. mi sono fatto 470 km di andata e ritorno.

    niente. sono riuscito a farmi dire la verità.

    Io non ti amo più.

    Io…io…sò solo che non ne posso piu. Lei sta bene. lei dorme. lei mangia. lei mi dice che sono bellissimo fantastico e che troverò una bella persona.

    Solo un’ultima cosa: NO COMMENT.

    Che senso ha dare tutto se stessi a una persona e poi morire in questo modo. Ne ho i cogli**i pieni.

    Sono stufo e arcistufo.

    e ora pacchetto di winston blu e birra a manetta.
    non si può stare male così a 22 anni.
    non si puo.

    ciao

  5. 5
    guerriero -

    deserto ha ragione, ed io aggiungo, mandateli aff………e starete meglio

  6. 6
    afra -

    Vero Chris…non é giusto…
    ma credimi, e detestami pure se vuoi, quando ti dico che, ahimé…é solo l’inizio!!
    Arriveranno momenti belli, di gioia pura, momenti in cui penserai: cavolo…finalmente sono davvero felice…come potevo stare tanto male per quella?
    …Quanto dureranno questi momenti?…Dobbiamo abituarci all’idea che il dolore é una costante della vita, che si presenta quando non ci pensi neanche…
    Se iniziassimo a pensare che gli abbandoni, anche dopo anni, che le delusioni, che la sofferenza, sono una presenza costante della vita…che le cose belle possono sfuggirci da un momento all’altro…se davvero interiorizzassimo questa convinzione…forse riusciremmo a viverci il negativo un pò più in positivo, guardandolo come una componente assolutamente normale…di routine…aspettando che arrivi il prossimo momento di felicità.
    Forza, forza, forza…siamo con te!

  7. 7
    Raffaele -

    Ahahah! Povero Chris… come farai adesso solo soletto?
    Nessuna che ti vuole più, ricordati che la devi amare lo stesso.

  8. 8
    Christopher -

    Raffaele, tranquillo, mi rimane sempre la tua sorellina vergine 🙂

  9. 9
    Rospo -

    Chris, coraggio. Lo so che è dura, lo so che è difficile uscirne, anzi completamente forse mai, lo so che è più arduo che sparare ad un nemico perchè qui il nemico e l’amico, l’odio e l’amore si confondono, ma tu sei forte, sei un paracadutista, facevi il lancio di guerra da quattrocento metri, sono sicuro che ce la farai.
    Ricordati degli eroi della Divisione Folgore ad El Alamein nel 1942: “Mancò la fortuna, non il valore”.
    Ti sono vicino.
    Forza.

  10. 10
    Christopher -

    Grazie Rospo 🙂
    mi ha fatto davvero piacere leggere le tue parole.

    Ora, quello che mi rimane sai cos’è ? Tanti sensi di colpa. Errori miei. Avrei potuto essere migliore.
    Lo penso fortemente :-/

    Però anche lei mi ha fatto male.
    Perchè io riesco a perdonare i suoi errori e lei non i miei ?

    Scusa, mi son stufato anche io delle solite domande trite e ritrite. Mi sembro una vecchia zo....a X-D

    ciao

Pagine: 1 2 3 4

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili