Salta i links e vai al contenuto

Io vivo con voi, problemi?

Mi chiamo Alessandra e ho appena 15 anni. Compio 16 a ottobre. Come tutti gli adolescenti mi pongo molte domande esistenziali, ma non come tutti gli adolescenti non ho amici e non mi interessa essere “normale”. Non ho un fisico da modella ma sono sicura che se mi occupassi di più di me stessa sarei veramente da invidiare.
Ho pensato più volte al suicidio, mesi fa, ma ero soltanto depressa. Quel periodo è passato. Non che adesso avrei motivi per continuare a vivere, ma non riesco a trovare neanche un motivo per non farlo. Non mi interessa più cosa dicono gli altri, per me sono tutti egoisti. Come me. Ma non si può vivere così!
Io non so cosa farò da grande, mi interessa molto lavorare con i computer, ma visto che il mondo del lavoro è così competitivo e i salari sono da schifo, sono tutt’altro che stimolata a continuare gli studi.
Ma perché tutti mi rendono la vita così difficile? perché tanto male? è colpa mia che sono nata, e ho bisogno di mangiare, bere, sapere? ma che avete? non ho più pazienza, vorrei essere già grande per poter badare a me stessa, e non essere costretta a studiare bene e sopportare tutti i problemi del mondo del lavoro solo per ricambiare gli sforzi dei miei genitori, poverini, che non sanno che hanno lavorato tanto e la loro figlia vuole ribellarsi. Se non fosse per essere cortese verso di loro e perché ho questi dannati 15 anni e non 18, sarei andata in America, dove è possibile cambiare lavoro come più mi piace e non prepararmi come un’ape per una vita solo da ape.
La noia è la mia nemica più grande, e purtroppo non riesco a batterla. E voi? Direte che ho tempo per questo, che devo godermi la vita, che “questi dovrebbero essere gli anni più belli della vita”, ecc. Per me non è così. Sono davanti a un mostro, e per paura di lui non riesco a giocare come fanno gli altri.

L'autore ha scritto 6 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Me Stesso

5 commenti

  1. 1
    Chiara -

    “vorrei essere già grande per poter badare a me stessa, e non essere costretta a studiare bene e sopportare tutti i problemi del mondo del lavoro solo per ricambiare gli sforzi dei miei genitori”. “questi dovrebbero essere gli anni più belli della vita”, ecc. Per me non è così. Sono davanti a un mostro, e per paura di lui non riesco a giocare come fanno gli altri.”
    Quanto alla prima affermazione sarai costretta a tante cose a maggior ragione della tua crescente età, sempre di più. Crescer non è solo libertà, è responsabilità, e responsabilità è vincolo autoimposto.
    Nella seconda affermazione mi chiedo come ti appaia e che nome daresti al terrificante mostro che non ti fa giocare come gli altri.

  2. 2
    Nessuno -

    La tua lettera mi ha commosso, quando avevo la tua età pensavo le stesse cose e l’unica cosa da fare è quella di non impegnarti in una lotta con i mulini a vento, cerca un aiuto o un sostegno psicologico, è importantissimo. A 15 anni basta poco per recuperare la gioia di vivere e le energie che ne scaturiscono. Io stupidamente ho pensato che avrei potuto farcela da solo, ma non ce l’ho fatta e ora (31 anni) sono un povero sfigato fallito. Non fare il mio stesso errore, sei ancora in tempo per salvarti.

  3. 3
    leonhart -

    Bimba, odio sentire la gente come te lamentarsi………
    e non aprezzare quello che hai……….
    cmq se ti può far piacere raccontarmi la tua vita e viceversa io …..sono disponibile…..

  4. 4
    Malaluna -

    Ho appena pubblicato una lettera in cui esprimo tutto il mio odio per l’attuale sistema di società… mi sono ritrovato molto nelle tue parole… se vuoi parlarne questo e’ il mio contatto msn: controlostatodicosepresente@hotmail.it

  5. 5
    david -

    Io credo Malaluna che dipenda dagli esseri umani,credi forse che nel Medioevo ci fosse una società più giusta e pacifica?Oppure al tempo del ‘600 con carestie,epidemie,guerre di religione…oppure quando la gente diversa veniva bruciata sul rogo dopo le torture per confessare chissà cosa…Però devo darti ragione perchè credo che al punto in cui si è progrediti avremmo la possibilità di avere più giustizia,benessere sociale,spirito di solidarietà e di unità fra le persone.Invece indifferenza,cinismo, corruzione,violenza,ricchezze e potere per i disonesti,giustizia amministrata da fantasmi devoti ai più forti e potenti.Un mio amico,una persona mite,onesta amichevole l’hanno distrutta gli hanno levato il lavoro,perchè le colpe le danno sempre ai più deboli.Ha accudito i suoi anziani genitori,poi morti è praticamente,impazzito,isolato dalla linda società dei bunga bunga e di tutte le crudeltà virtuali e non, si è suicidato.E’rimasto molto tempo chiuso in casa,suo fratello appena saputo ha venduto la casa.Ciao Malaluna io ho cercato di migliorare le cose con tanti anni di lavoro sociale e volontariato e impegni sociali.Mi hanno licenziato perchè con il mobbing che subivo ero esaurito.Ciao Malaluna auguri se vuoi cambiare il mondo,non serve a niente,solamente alla tua coscienza e vabè non è poco.In questi blog troverai molte persone che sono andati in burn-out o esaurimento,medici,infermieri,assistenti sociali,operatori sociali ecc…Le brave persone sono punite a questo mondo.Guardati il film “Essi vivono” (they live) di Carpenter)…uno dei film più veri e realistici del cinema.

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili