Salta i links e vai al contenuto

Come si fa a dire… “Io ti lascio”

Salve sono una ragazza di trentanni, e volevo un consiglio da voi amici del forum. Sono fidanzata da dieci anni con un ragazzo che per quanto io mi fossi sforzata di fargli capire che lo amavo da morire, lui è sempre stato distante, e spesso anche crudele nel dire certe cose,gli ho chiesto mille volte di sposarmi e lui si è sempre tirato indietro, cercando di temporeggiare. Da qualche mese a questa parte però è diventato più dolce e gentile, sembra innamorato e fa dei progetti per noi. Adesso Il problema è che sono io non essere più sicura di lui, l’ho rincorso per cosi tanto tempo che il suo atteggiamento mi ha portato pian piano a disinnamorarmi di lui, per lo più adesso è entrata un altra persona nella mia vita, tutto l’opposto di lui, e mi ha travolto come un treno. Adesso sono confusa e indecisa, vorrei lasciarlo per capire veramente se mi manca, ma come si fa a dire ad una persona, “io ti lascio” non voglio che soffra anche se se lo meriterebbe un pò. Datemi un consiglio ;-(

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

15 commenti

Pagine: 1 2

  1. 1
    Stefano614 -

    Forse ti converrebbe prenderti un po di tempo per tè, stare da sola e fare il punto della situazione. Tieni presente che il “treno” che ti ha travolta potrebbe fermarsi alla prima stazione. Prenditi tempo per valutare bene la persona, dopo 10 anni a voler costruire qualcosa con il tuo attuale ragazzo è possibile che tu abbia voglia di cambiare a prescindere dalla persona che hai conosciuto recentemente..

    Buona fortuna

    Stefano

  2. 2
    Noway -

    Non è una questione di far soffrire o meno, quello che è certo è che comunque sarà così, sia che lo lasci, sia che continui a stare con lui ma senza amore, una persona lo percepisce, non sei più la stessa persona che eri prima con lui, sei più fredda, più distante, e prima o poi anche questo fa soffrire.
    L’unica cosa che puoi fare è affrontare la situazione e fare quello che pensi sia la scelta giusta, da quello che ho capito tu preferisci l’altro ragazzo, ti fa stare bene come non lo sei mai stata con il tuo attuale compagno, e si sa, quando comincia a mancare l’amore da parte di uno dei due, non si va lontano..
    Stai serena e goditi queste nuove emozioni che ti stai vivendo, forse è capitato nel momento giusto, in cui ancora non hai progetti e sei libera di rifarti una vita.
    Le cose vanno come devono andare non dobbiamo farcene una colpa.

  3. 3
    Ema -

    Ciao, ti capisco, ho vissuto la tua stessa situazione 2 anni fa, dopo quasi 12 anni di relazione, quasi 3 di convivenza ed una casa appena comprata insieme, e io di anni ne ho 31.
    E’ inutile che ti descriva tutto ciò che è avvenuto, anche perchè è troppo lungo, quindi accenno solo alcune cose:
    anche il mio fidanzato mi trattava poco bene, alcune volte mancandomi di rispetto, ma io, i primi anni per amore e gli ultimi per paura di cambiare la mia vita e allontanarmi dalla persona con cui ero cresciuta e avevo condiviso tante cose, l’ho sempre perdonato e ho sempre cercato di far funzionare le cose, pur rendendomi conto che non ero felice in quella storia.
    DA CODARDA, ho avuto il coraggio di chiuderla solo quando ho iniziato a provare interesse per un’altra persona, che tra l’altro non mi ha dato alcuna certezza, e col tempo mi ha provocato anche sofferenza, ma probabilmente solo con l’idea di poter avere qualcun altro accanto ho trovato la forza di fare quel passo e chiudere quel capitolo della mia vita; alla fine la nuova persona non mi è stata accanto ma io ho iniziato comunque a sentire di essermi LIBERATA da qual qualcosa a cui tanto mi ero aggrappata ma che in realtà avevo bisogno di allontanare da me.
    Ora che dirti…non sto con nessuno dei due…dopo un po’ di tempo ho incontrato una persona che finalmente mi fa sentire felice, realmente.
    Ciò che vorrei ancora suggerirti è questo:
    -decidi se chiudere o meno la storia col tuo fidanzato indipendentemente dalla nuova persona…usa il tuo sentirti “travolta come un treno” non per buttarti a capofitto in una nuova storia (anche perchè potresti restarne delusa), ma per capire che quella attuale evidentemente ha qualche cosa che non va e cerca di capire se è risolvibile o se è sintomo di qualcosa che è ormai rotto;
    -anche il mio ex fidanzato ha cambiato comportamento quando ha capito che mi stavo allontanando e si è presentato con un anello costoso chiedendomi di sposarlo, ma quello non era più il momento giusto, per nessuno dei due, anche se lui non voleva ancora rendersene conto;
    -capisco quando dici che ti dispiace provocare sofferenza nel lasciare il tuo fidanzato dopo 10 anni, ma se deciderai di farlo non commettere l’errore frequente di restargli vicino e continuare ad essere presente nella sua vita (amici lo si può restare ma col tempo, solo dopo aver perdonato) pensando che questo possa lenire la sua sofferenza…non è così, gli farai solo più male perchè finchè ci sarai lui spererà in un

  4. 4
    Ema -

    tuo ritorno; solo quando uscirai davvero dalla sua vita potrà iniziare a vivere la sofferenza e poi superarla;
    -immagino che anche tu sia impaurita al pensiero di dover chiudere quella storia e quindi tutto ciò che ne faceva parte, abitudini, legami, ecc, ma sappi che non può essere questa paura il motivo valido per continuare una storia che non rende più felici.

    Scusami per la lunghezza del mio msg…spero di esserti stata di aiuto…
    Ciao

  5. 5
    controvento81 -

    grazie ragazzi, per i consigli.Cercherò di seguire il mio cuore e lo
    metterò alle strette, perchè non posso più aspettare che lui si decida a
    sposarmi, se mi ama mi verrà a cercare, e per riavermi dovrà convincermi
    che mi ama.

  6. 6
    controvento81 -

    grazie Ema, mi sei stata di grande aiuto…………

  7. 7
    Kid -

    Forse inseguivi solo il suo senso di responsabiltà , il fatto che dopo tanti anni ti dovesse qualcosa di concreto.
    Altrimenti ,arrivato finalmente il momento , non avresti lasciato a niente e nessuno la possibilità di mettersi in mezzo.
    Io rifletterei su questo , intanto.
    E qui la chiave di tutto .
    Devi sapere quello che vuoi tu veramente e che tipo di vita vorresti vivere . Indipendentemente dall’uno o dall’altro .
    Potrebbe schiarirti le idee .

    Spesso l’amore è una questione di tempi . E’ normale che dopo 10 anni ci sia una aritmia . Potrebbe non significare nulla , come essere decisiva.

  8. 8
    Spectre -

    Come si fa a dire… “Io ti lascio”
    tirando fuori le palle.

    il resto, nel bene e nel male vien da sè.
    assumiti delle responsabilità per te e non pensare a lui.

  9. 9
    Ema -

    Scusami controvento81, ma penso che prima di tutto debba renderti conto se TU lo ami, anzichè aspettare gesti per vedere se lui ama te… dici che se ti ama ti verrà a carcare e per riaverti dovrà convincerti di amarti… ma il TUO di amore PER LUI?

    Cerca di capire prima te stessa e i tuoi sentimenti…
    hai scritto di essere TU ora a non essere più sicura, che il rincorrerlo per tanto tempo ti ha portato a disinnamorarti di lui e che l’altra persona che è entrata nella tua vita ti ha travolto come un treno…

    Credo siano cose troppo importanti a cui pensare… prima di immaginare un matrimonio…

  10. 10
    shadow -

    Tutte scuse e sole scuse.. con la testa l’hai già lasciato e la cosa peggiore è che questo coraggino ce l’hai perchè ti piace un altro.
    Funziona sempre così.. ti assicuro che di pause non ne hai bisogno, perchè appena sarai in grado di dirgli voglio una pausa, tu non farai altro che correre tra le braccia dell’altro e ti sentirai felice di non avere tutte le sere lo stress di parlare con tuo (ex) ragazzo.
    Quello che più mi dispiace è proprio questo, che le persone non sono capaci mai di aver coraggio quando è il momento giusto di averlo, in un periodo in cui stai male puoi dire a lui di cambiare ed insieme venirne fuori, quando invece il ripensamento avviene perchè ti piace un altro è già tutto finito.
    Ti stai solo preoccupando di come mandarlo a quel paese auto convincendoti di aver trovato il modo meno doloroso, che in realtà non esiste.

Pagine: 1 2

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili