Salta i links e vai al contenuto

Invidia nei confronti di un amico

Sono un uomo di 37 anni, di professione insegnante. Conduco una vita ordinaria, priva di grandi scossoni. Purtroppo ho un grosso problema: ho una bassissima autostima. Mi ritengo una persona profondamente stupida, inetta, incapace di stare al mondo. Non eccello in alcuna attività (intellettuale, manuale, artistica o sportiva) e la parola che meglio mi descrive è “mediocrità”. Convivo con questo handicap da sempre, ma le cose sono peggiorate da quando ho stretto amicizia con un collega più giovane. Probabilmente è una delle persone più belle che abbia mai conosciuto: solare, socievole, sicuro di sé. Oltre a essere un bravo insegnante, è un grande sportivo, ha senso pratico, eccelle nella musica e nel canto. Si è rivelato anche un carissimo amico e sono anche andato in vacanza con lui. Il problema? Provo una grande invidia nei suoi confronti perché accanto a lui la mia mediocrità spicca particolarmente. Dovrei volergli bene perché si merita tutti i suoi successi, invece mi ritrovo a divorare bile quando lo vedo ottenere un successo piccolo o grande e a sperare che fallisca in qualcosa. Gli voglio un gran bene, eppure lo odio. Desidero che qualcosa gli vada male, eppure so che il suo talento è autentico. Questo atteggiamento ambivalente mi porta a ritenermi una persona orribile e livorosa. Io mi sento totalmente privo di doti e vedo che lui le ha tutte e mi chiedo: perché non ho un ventesimo delle sue capacità? Fosse almeno uno stronzo; invece è un ragazzo con un grande cuore. Dovrei volergli un bene incondizionato. Ma la meschinità e la piccolezza che mi contraddistinguono emergono soprattutto quando sono a contatto con la luce.

Lettera pubblicata il 27 Gennaio 2023. L'autore, , ha condiviso solo questo testo sul nostro sito.
Condividi: Invidia nei confronti di un amico

Altre lettere che potrebbero interessarti

Categorie: - Amicizia - Me stesso

La lettera ha ricevuto finora 4 commenti

  1. 1
    Angwhy -

    La meschinità e la piccolezza sono dentro ognuno di noi, in forme diverse ovviamente, ma ognuno ha il suo percorso,forse questo tuo amico è cresciuto in un ambiente sano e positivo,circondato da persone che anziché sminuirlo lo hanno incentivato e valorizzato.ad altri va diversamente ed è molto difficile cambiare dopo

  2. 2
    La verità -

    La verità è che vorresti portartelo a letto e fare il passivo con lui…

  3. 3
    gabriele -

    Il problema secondo me, spacconate a parte, è che tu non hai mai avuto riscontro ai successi che hai avuto, nessuno ti ha mai fatto sentire unico e speciale ed ora che finalmente hai trovato un buon amico, vorresti addebitargli questa cosa. Come se lui avesse colpa di essere così. Anche tu lo sei, solo che nel tuo caso era tutto scontato, liberati del giudizio e dei pregiudizi e vivi la tua vita.
    Pensa ai risultati che hai raggiunto con sole forze, sei un insegnante e non è facile, quindi le capacità le hai. Non hai mai pensato di vedere il bicchiere mezzo pieno, tu lo vedi mezzo vuoto, e non pensi che potresti avere il bicchiere vuoto, o non avere affatto il bicchiere. Pensa positivo e goditi il tuo amico

  4. 4
    Vittorio -

    Non crederai di essere l’unico a sentirsi mediocre e a provare invidia per un amico?
    Io rientro in pieno in tutto quello che hai scritto.
    C’è un film del 2005 che tratta il tema:
    Maestro dell’anno
    c’è su Amazon prime.

Lascia un commento

Max 2 commenti per lettera alla volta. Max 3 links per commento.

Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'informativa sulla privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso browser (da qualsiasi browser e dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili