Salta i links e vai al contenuto

Innamorarsi di una persona autistica

Lettere scritte dall'autore  

Ho conosciuto Riccardo, questo ragazzo speciale, ventiduenne così diverso dai suoi coetanei, affetto da un forte autismo. Lui non riesce a comunicare verbalmente, dice a malapena qualche parola e non sa comporre più di qualche brevissima frase. Fortunatamente riesce a comunicare scrivendo sull’ipad, anche se la cosa gli costa molta fatica e richiede molta concentrazione da parte sua. Quello che scrive ti straccia il cuore. E’ così profondo, intelligente, possiede una sensibilità straordinaria, riesce a vedere la realtà per come è realmente, al di là di tutti gli schemi mentali e sociali che abbiamo noi terrestri, noi “normali”.. lui vede la vita in tutte le sue manifestazioni e sfumature e sente noi esseri umani per come realmente siamo, percepisce la nostra personalità senza bisogno di dire nulla, e in una frase di poche parole scritta sull’ipad riesce a denudare ognuno di noi, scavare nell’anima e dire chi siamo veramente. è spiazzante. inoltre dipinge benissimo, e suona il pianoforte in maniera eccezionale. nonostante tutte le sue stereotipie, nonostante i suoi comportamenti che possono sembrare bizzarri, ossessivi, incomprensibili, stando con lui ci si rende conto che in realtà quello lucido, quello sano, è lui, e noi siamo totalmente ciechi di fronte alla realtà, vediamo solo ciò che sta in superficie e non sappiamo andare a fondo. mi ritengo molto fortunata in quanto abito vicina a lui e ultimamente sto andando a trovarlo abbastanza spesso. il “problema” è che da quando ho iniziato a conoscerlo non riesco più a togliermelo dalla testa. lo penso in ogni momento e non riesco a capire che cosa mi stia succedendo, fatto sta che ogni volta prima di vederlo il cuore mi batte a mille, e quando sono con lui sto benissimo, seppure non diciamo una parola o quasi. ho paura di essermi innamorata di lui, ma non è questo il punto. non so se una persona fortemente autistica e assolutamente dipendente possa effettivamente innamorarsi nel senso che intendiamo noi.. tipo.. pensare a quella persona, sentirne la mancanza, desiderarla ecc… così volevo sapere se qualcuno ne sa qualcosa, anche se so che è un argomento molto ignoto e buio, fitto di pregiudizi, miti, e ingiustamente molto discriminato purtroppo.
Ilaria

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore - Salute

8 commenti

  1. 1
    kiky9326 -

    Premetto che io non ho un’esperienza di questo tip. Mi sembra una persona molto profonda e intelligente, credo che una persona così sappia cosa vuol dire amare.

  2. 2
    Ceice -

    Lui ti amerà con i mezzi che ha a disposizione, e forse già lo sta facendo se tu percepisci tutte quelle sensazioni, che altra gente non proverà in una vita di relazione…normale

  3. 3
    katy -

    BELLO!
    E (scusami la stupidità tutta femminea del commento)
    anche tanto romantico!!!!
    TANTI TANTI AUGURI di felicità

    Katy

  4. 4
    MR.X -

    Ilaria, il tuo non e’ amore ma la classica sindrome da crocerossina, ti consiglio di parlare di questa faccenda con qualcuno (magari uno psicologo) ti assicuro che non e’ normale “innamorarsi” di una persona autistica. Loro vivono in un mondo a parte, completamente diverso dal nostro, devi renderti conto che lui non può darti quello che vuoi, per lui, tu sei un aliena. Niente di più.

  5. 5
    kiky9326 -

    @MR X ah adesso va di moda che quando una si innamora di uno che (per la nostra società) viene considerato più “debole”, lei è una crocerossina e non può esserne davvero innamorata. Bel ragionamento.

  6. 6
    MR X -

    Io non ho detto che è più debole, ma evidentemente tu parli senza sapere nulla degli autistici, io invece ne so qualcosa, e ti assicuro che loro abitano in un altro pianeta, il loro modo di vedere le cose e quindi anche le relazioni con gli altri, non ha niente a che vedere con quello delle altre persone, quindi il loro modo di amare non ha niente a che vedere con quello che cerca Ilaria, understand?
    Per quanto riguarda la sindrome da crocerossina, non è di moda, da che mi ricordo io c’è sempre stata, certe persone disagiate come: Tossicodipendenti, handicappati, autistici e via discorrendo possono risvegliare in alcuni soggetti l’istinto materno (o paterno ma è più raro!), che quindi si sentono in dovere di aiutare a qualsiasi costo queste persone bisognose, spesso non riuscendoci ed invischiandosi nei loro problemi, per questo, Io consiglio ad Ilaria di parlare subito con qualcuno che possa capire la situazione. Lezione finita bimba.

  7. 7
    salvatore tardi -

    Vorrei conoscere più indirizzi di posta elettronica possibili per inviare un allegato.
    Salvatore Tardi, Via Milano 10 – 80011 Acerra (NA). Tel. 3476877478.

  8. 8
    Lavinia Losser -

    Un autistico è sensibile ma non è capace di ricambiare l’amore. Mon si affeziona, non si lega, non ricambia nessun sentimento romantico. Stare con un autistico è una vera tortura perchè per lui gli altri non esistono, oppure vengono sempre dopo qyalcosa. Anche se un autistico è geniale e sa fare molte cose in modo perfetto, dal punto di vista emotivo è un disastro. Non sente l’amore e non può nè sentirlo nè darlo. Ciò che tu sentirai dentro di te sarà un totale fallimento nella relazione e quindi per piacere se sei ancora in tempo scappa lontano da lui. Lui distruggerà ciò che senti e nemmeno si renderà conto di farti del male. Per piacere allontanati da lui perchè altrimenti sarà un viaggio che farai sempre e solo da sola. Lui non c’è, è sempre dentro la sua mente e tu non esisti, egli usa le persone per comodità e non per affetto. Scappa finchè sei in tempo e fatti aiutare magari da qualcuno perchè non devi illuderti che lui potrà cambiare. Un autistico è così e non puoi farci niente se non farti del male.

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili