Salta i links e vai al contenuto

Indecisa tra vecchio o nuovo amore

Salve, non avrei mai creduto che un giorno sarei finita a raccontare la mia storia qui dove nessuno mi conosce, ma ho davvero bisogno di un consiglio e ho visto che siete persone davvero a modo, almeno dai commenti delle altre lettere. Sono una ragazza di 23 anni, fidanzata da 3 con un bravissimo ragazzo. Lui vive per me e fino a un paio di mesi fa io vivevo solo per lui… Gia` da un po` parlavamo di una possibile convivenza, facevamo progetti e sognavamo il nostro futuro insieme… Ma da circa 4 mesi ho conosciuto un altro ragazzo… Lavora al bar vicino all’ufficio in cui lavoro e per 3 mesi tra noi ci sono state sono occhiatine e battutine, ma qualcosa cresceva dentro me, volevo non pensare a lui ma non ci riuscivo.. Andavo al bar solo quando lui era presente.. Mi emozionavo ad ogni suo sguardo.. E da circa una settimana, all’insaputa di tutti ci frequentiamo.. Sto provando emozioni indescrivibili sia in positivo che in negativo.. Non riesco più a capire ciò che voglio. Mi sto affezionando a questa persona, ma al tempo stesso non so come comportarmi con l’altra persona, la persona che per tre anni mi e` stato accanto e che ancora crede in noi portando avanti i nostri progetti.. Mi sento una vigliacca, non ho il coraggio di lasciarlo o forse in realtà non voglio perché l’ho amato con tutta me stessa e ancora lo amo… L'”amante” e` un angelo.. non mi fa pressioni e mi ha detto che e` disposto a mettersi in disparte se e` quello che voglio, l’unica cosa che vuole da me e` chiarezza e che se in futuro deciderò di lascare il mio fidanzato non e` per colpa sua, ma perché io non stavo più bene con lui e capisco realmente che non era la persona giusta per me. Non so se ho spiegato bene il succo del discorso che mi ha fatto, ma mi ha colpito molto e ora sono qui… Indecisa… non sapendo più che fare o cosa pensare o come comportarmi con entrambi. Spero in un vostro consiglio anche perché non posso confidare a nessuno questo piccolo grande segreto..

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

28 commenti

Pagine: 1 2 3

  1. 1
    angel -

    io ti consiglierei di lasciare perdere “l’amante” 1 perchè farai soffrire una persona inocente:il tuo ragazzo una persona che tu ai amato e ami ancora.2il tuo ragazzo lo conosci ta tre anni “l’amante”solo da 4 mesi.però devi pensare anche alla tua felicità. cerca di dirlo al più presto al tuo ragazzo perchè più il tempo passa più lui quando lo scoprira ci restera male pensera che tu lo abbia solo preso in giro.in bocca al lubo.

  2. 2
    Nadia -

    Non sono daccordo con angel, se tu frequenti un’altro da ben 4 mesi direi che con il tuo fidanzato e’ finita. Certo non e’ facile e lui per te sara’ sempre una persona importatissima, ma al cuor non si comanda, se decidi di stare con lui ci saranno altri amanti e altri ancora…ripeto, fosse stata una sbandata da qualche giorno ti direi di pensarci, ma una storia di mesi con un altro non e’ solo una sbandata.

  3. 3
    T.D._ -

    Quando mi sono iscritta all’università (circa un annetto fa) non avrei mai pensato di capire meglio come gira il mondo. Frequentando lezioni dalla mattina alla sera ho creato delle “pseudo-amicizie” femminili, ragazze completamente diverse da me e piano piano, tra una pausa e l’altra, tra bar-pranzo e via dicendo ho iniziato a capire qual era (per la maggior parte non per tutte ovvio) il tipico atteggiamento: fidanzate o dichiarate tali, tutte sempre in tiro, che però guarda caso guardavano i ragazzi, commentavano sederi e camminate quando passavano, “! um, mi ha guardata quello”, “!uh l’altro è pazzo di me” erano le esclamazioni tipiche anche quando questi nemmeno si giravano. Poi, puntualmente, il “figo” (o meglio quello considerato così da qualcuna che poi fa moda) diventava il pallino fisso, la caccia al numero, la sfida alla conquista. E tutti i giorni al bar di questo a mangiare, a fare sorisetti, smorfie, dare una confidenza eccessiva per essere solo uno sconosciuto, che per quanto bello (????) era sempre uno sconosciuto.
    E io pensavo ai fessacchiotti (poveri!) che facevano salti mortali per fare felici queste, che invece se la spassavano con il cameriere (e pensa quello che goduria!). Ho deciso di andare a mangiare a casa, io mi rifiutavo di fare combriccola con gente che non sapeva cosa fosse il RISPETTO verso una persona che ti dà il cuore. Mi sentivo fuori luogo.
    Ora, questo discorso non è per dire che per forza tu sia una di queste, quello che vorrei è consigliarti vivamente di aprire gli occhi: sei sicura che davvero questo cameriere non sia solo bello (???), non sia solo la novità del momento? In ogni caso, quello che DEVI fare è parlare con il tuo fidanzato, raccontargli tutto, anche a costo di farlo soffrire, la VERITA’ E’ UN DIRITTO, quando lo capirete che non servono a nulla regali, attenzioni e bacetti vari se poi mentite?
    Anche a me è capitato di avere dei dubbi sulla storia con il mio ragazzo, è normale quando si vive una storia seria (la mia tra l’altro lunga più del doppio della tua), ma sicuramente MAI E POI MAI ho pensato di mentire od omettere qualcosa. Ribadisco, è un dovere che hai come persona, ancor prima di fidanzata tra l’altro trattata benissimo a quanto pare (motivo ancor più valido).
    Non ti voglio giudicare e mi spiace sembrare dura, non posso dire di condividere il tuo nuovo trasporto, posso comprenderlo (va messo in conto per imprevidibilità della vita), quello che non tollero è la mancanza di onestà e trasparenza.

  4. 4
    ale -

    t d sono d’accordo in pieno con te, c’è gente che fa fuori il partner senza nemmeno dirgli perché, che storie di M.!

  5. 5
    Sergio -

    Il problema di voi donne è che confondete i sentimenti con l’avere la f…
    in fregola….

    Tu farai la fine della mia ex (godo al sol pensiero) che mi ha
    lasciata per una altro il quale dopo non averla avuta, perchè lei
    voleva la storia seria (ridicolo vero?) l’ha mandata a quel paese.

    Ricordate TUTTE che se siete impegnate e un uomo si avvicina
    consapevolmente è solo perchè vuole fare sesso.

    Un Uomo.

  6. 6
    Riccardo Paicher -

    Adoro i commenti di T.D. !!! Alcuni li ho addirittura salvati sul desktop e li rileggo quando ho dei dubbi. Ma come hai fatto, nonostante la tua giovane età, ad accumulare tutta questa esperienza?! Ad ogni modo spero di non aver mai dei dubbi così grandi da essere costretto a scrivere su questo sito, ma se li avessi, vorrei che fossi tu a rispondere. Ciao 🙂

  7. 7
    Undecided -

    Vorrei rispondere a tutti in una sola volta…
    Non sono e sottolineo NON SONO la classica ragazza che sbava dietro ai fighetti di turno facendo cornuto il mio ragazzo… Per me la relazione di coppia e` sacrosanta e state tranquilli che non staro` qui con le mani in mano a non dire niente al mio ragazzo. Se e` successo quel che e` successo e` perche` fondamentalmente per quanto mi potessi illudere che la mia relazione fosse perfetta in realta` non lo era per via di tante incomprensioni caratteriali che ci portano sempre a litigare. La domanda che ora mi assilla e`: voglio davvero che il mio futuro sia cosi? Credetemi ho un caso cosi sotto gli occhi ogni giorno, i miei genitori: cosi diversi da non comprendersi mai relamente e cosi vigliacchi da non avere il coraggio di ricostruirsi una vita. Ho preso la decisione di dire tutto al mio ragazzo, ma non perche` spero in una relazione con l’altro, ma soprattutto perche` non mi voglio accontentare, ma voglio VIVERE la mia vita al 100%! Comunque vi ringrazio per le critiche costruttive, ma per chi ha commentato solo perche` amareggiato dalla sua vita se la poteva risparmiare perche` ricordatevi che ogni storia e` un caso a se` stante. Grazie.

  8. 8
    andy -

    Ma vedi di vergognarti femmina!! Ti devi solo vergognare! Te lo darei io il caso a se stante. Voi dovete pagare i danni morali, la dovete finire di fare danni in questa società, ve ne dovete andare buonine in cucina, perchè altro non sapete fare! Abbiamo lasciato il nostro mondo occidentale in mano a ste femmine.. Uomini svegliaaaa!!

    E pensare che chi è single e le usa non ha bisogno di sentire nulla di queste assurdità di femmine; ormai è sentenziato! Non è solo in disuso e da fessi sposarsi. Ma anche fidanzarsi, ormai, non ha più senso.

    Questi sono i ruoli degli uomini:
    1) scopatore/scopamico (si prende tutto e non da niente se non fingere un pò di ascoltar le femmine l’ora precedente e seguente al sesso);
    2) fidanzato non innamorato della strafiga con cui convive, ma la tradisce: è fondamentale essere dolci, buoni e apparire veraci, sensibili e fedeli.
    Farci sesso in tutti i modi, usando ”dolcezza politica”, ma soprattutto non parlare mai di matrimonio e far sesso con le altre senza remore e rimorsi.
    Questo perchè anche se la femmina si dimostra riverente e innamorata il rapporto rimarrà solo un suo bluff opportunistico che, prima o poi, conoscerà qualcun altro nei bar.
    La mancanza di pietà nei confronti della femmina è quindi pura, mera lungimiranza, altro che cattiveria ed aggiungerei autodifesa preventiva.
    In pochi ci riescono e sono quelli che conoscono e sanno cosa si meritano le femmine ed il giorno in cui la femmina verrà tutta pomposa a dire ”mi spiace non ti amo piu”’, un leggero sorriso beffardo si colorera’ sul viso del furbacchione che questa volta non e’ stato usato, ma anzi ha fatto della femmina il bello e il cattivo tempo, pur dovendo comunque scendere a compromessi materiali, monetari e spirituali tipici delle coppie, ma comunque non totalizzanti definitivi o pericolosi, come rispettivamente la fedeltà e il matrimonio.
    3) fidanzato zerbino ed illuso dall’amore (vittima che per fare sesso si piega a tali sceneggiate e chiude i recinti, per poi, dopo essersi mangiato le mani per essersi perso un sacco di occasioni, essere abbandonato di punto in bianco, senza alcuna spiegazione plausibile, per uno più figo di lui);
    4) amico (il fesso che si fa scroccare di tutto e non ottiene niente);
    5) marito (vittima che potenzialmente perderà casa, figli e stipendio e nemmeno se ne rende conto, mentre subisce qualsiasi angheria e ricatto psico-morale).

    Più si va in basso, più ci si azzerbina, adattandosi alle loro balle.

    Muslim venite presto!

  9. 9
    T. D._ (The Dreamer) -

    Undecided,
    io credo che tu in realtà sappia già quello che vuoi, o almeno a me pare così: lasciare il tuo ragazzo. Non avevi accennato alle incomprensioni, e il fatto che tu ti ritrova a paragonare la tua storia a quella dei tuoi genitori è di per sè eloquente. Tu stessa dici che ogni storia è un caso a se stante, pur volendo sottolineare che non vuoi fare la fine dei tuoi.

    Dunque, una cosa alla volta: trovo una reazione naturale quella di voler evitare gli errori dei genitori, tra l’altro secondo alcune teorie sarebbe il fine ultimo della vita (secondo me è la felicità non il miglioramento progressivo generazionale). Però il tuo arrivare a catalogarli “vigliacchi” a parer mio non è un tuo diritto. Pur essendo la figlia che vede quotidinamente un rapporto non equilibrato (e per questo la voglia di costruirsi una vita felice e serena), SECONDO ME (e ribadisco che è SOLO una mia opininoe) non sei nessuno per decretare la fine della loro unione, nè tanto meno per giudicarli con questa pesantezza. “Ognuno fa l’amore a modo suo” si legge ne “La coscienza di Zeno”: estendo il concetto di Svevo a tutta la dimensione della sfera intima a 2: ogni coppia è esente da giudizi esterni quando si tratta delle trame problematiche interne e intrinseche, nonchè costitutive, della coppia stessa. Se i tuoi pensassero che la vigliacca sia tu, che per il primo “speciale” (???) lasci un ragazzo con cui hai diviso 3 anni della tua vita, ti andrebbe bene? Accetteresti questo punto di vista? Non credo, ti sentiresti non capita, in qualche modo tradita da chi più ti è vicino e sola.

    Ribadisco il concetto anche se già lo sai e lo farai: parlane dicendo TUTTO ma proprio TUTTO con il tuo ragazzo tenendo ben presente che in questa circostanza lui è libero di scegliere se andarsene oppure comportarsi come l'”angelo”, lasciando tempi e decisioni sul da farsi a tuo carico. In ogni caso la sua non è affatto una posizione facile e visto che ce lo hai messo tu, cerca davvero di essere comprensiva e aspettarti qualsiasi tipo di reazione non proprio dolcissima, umana e tollerabile giustificata dal dolore (visto che ti ama).

    Ora mi sembra doveroso spendere 2 paroline per chi è stato così carino/a da citarmi: Ale e, soprattutto, Riccardo. Per me è un sincero onore, dettato da gratitudine e simpatia, ricevere queste parole. Ti ringrazio molto, anche se comunque non sono altro che una semplice ragazza forse un pò portata per l’analisi dei sentimenti, la riflessione e la scrittura. Ciao.

  10. 10
    andy -

    Esaminiamo ora la figura dell’uomo vero: il tipo del bar che conosce le femmine e sa come deve agire e cioè:

    1) l’amante o il sessoamico di tante femmine figura effettivamente riservata ai fighi (uomini scolpitevi il fisico in palestra e avrete le femmine nelle vostre mani!!).
    È il ruolo definitivo, unico, vero dell’uomo di questi anni tristi.
    L’unico rompimento è quello di far blaterare le femmine delle loro balle ipocrite e contraddittorie al fine di farci sesso in tutte le posizioni.. Per poi uscire dal letto massimo un’ora dopo, o se in macchina.. Trovare scuse banali per riaccompagnarle a casa e andare a farsi una birra con gli amici svuotati e fieri di se stessi.
    Conseguenze psicologiche negative a parte l’iniziale blateramento femmineo… Nulle.
    Nessun impegno e responsabilità nei confronti di nessuno, nessun ristorante da pagare, cena da offrire, compromessi da raggiungere, balle, stress e sfoghi post/sesso della tipa da sorbirsi, nessuna cena con suoceri e parenti a base di foto del matrimonio delle sorelle (elargitevi in proposito per convincervi di fare il passo che vi rovinerà la vita) e farci sesso al grido di servite solo a una cosa e poi ciao.. E due giorni dopo si riparte con un’altra femmina.
    In pratica l’ideale di un trentenne è quello di avere 3/4 sessoamiche carine da perforare un giorno si e l’altro no… Come si fa con la palestra.

    Capite bene che di fronte a questa figura, anche il ruolo di fidanzato, non solo non ha più senso ne logico ne pratico (anche perchè sentirsi appoggiati moralmente da una estranea che poi vede il primo figo che passa e si bagna non credo possa più servire a un uomo.. A uno zerbino o a un ingenuo forse, ma ad un uomo no), ma non serve a voi, dato che anni fa ci si fidanzava per avere l’esclusivita’ della donna e invece oggi ste femmine l’avranno già fatto con decine di uomini.
    Peraltro ed è assurdo, le femmine stimano davvero e concretamente più la figura dell’amante/sessoamico che del fidanzato. In termini sostanziali, vi assicuro che riceverete più nobile e veritiero amore da una sessoamica che da una fidanzata.

    Difatti gli altri ruoli sono esculisivamente d’utilità (la loro) e servono solo alle femmine che vi plagiano e vi adattano ai loro tempi biologici, usando come arma figa, culo e tette per arrivare ai loro scopi determinati dall’età avanzata: abito bianco, casa da pagare in due per poi eventualmente fottersela dopo e desidero di maternità ovvero di accudimento del bamboloccio.

    Questo è quanto.

Pagine: 1 2 3

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili