Salta i links e vai al contenuto

Ho fatto soffrire lei, la sua famiglia e la mia famiglia

Ciao a tutti, questo è il mio primo post il cui scopo è principalmente uno sfogo.
Sono un ragazzo di 32 anni, sono stato fidanzato per circa due anni una ragazza con la quale avrei dovuto sposarmi quest’anno ma a cause di problemi esterni a noi avevamo dovuto rinviare la data all’anno successivo.
All’inizio di quest’estate credo di aver avuto un cedimento di nervi dovuti principalmente ai problemi ed all’incertezza sul lavoro che mi hanno fatto stare male ed hanno influenzato negativamente le mia successive decisioni.
Ero innamorato di lei, ma nonostante questo sentivo un’infelicità costante ed un senso di insoddisfazione, è difficile da spiegare… alcune cose potevano sicuramente funzionare meglio, ma fino a poco tempo prima ci stavo benissimo. Notavo tantissimo i suoi difetti che poi non lo erano neanche e reagivo male a tutto.
Inoltre non avevo voglia di fare nulla, fosse stato per me me ne sarei stato sempre a casa.
Anziché cercare di risolvere la situazione insieme a lei che mi è sempre stata vicina, ho rovinato tutto e l’ho lasciata senza poter neanche dare una spiegazione sensata ne a lei ne a me stesso.
Immediatamente dopo mi sono lanciato in una relazione con una collega in una situazione molto simile alla mia.
Ho iniziato questo rapporto buttandoci tutto me stesso, forse cercando di cancellare il passato, ma ero ancora pieno di sentimenti e di rimorsi per quello che avevo fatto. Oltre a questo anche lei aveva appena interrotto il suo precedente rapporto con mille casini a seguito.
La mia ex è venuta a sapere della mia nuova relazione e si è messa immediatamente con un amico ed i rapporti sono cessati male.
Nonostante i mille problemi simultanei, la relazione con la mia collega andava bene ed uno dopo l’altro abbiamo risolto tutti i problemi che erano rimasti appesi e finalmente potevamo iniziare una relazione normale.
Forse è stata proprio questa normalità o il fatto che ci siamo conosciuti per quello che siamo veramente, comunque questa settimana lei mi ha detto che mi ama ma che non si sente felice che è svogliata. Io le ho detto che non mi sento sicuro e che non vedo la voglia di risolvere i problemi. Oggi a pranzo ci siamo lasciati…
Analizzando la mia vita mi sento veramente giù, ho distrutto quello che avevo costruito con la mia ex, ho fatto soffrire lei, la sua famiglia e la mia famiglia.
Mi permetto di dare un consiglio scontato anche se non sono un buon esempio: se avete dei dubbi non agite di impulso basandovi su brevi momenti di sconforto soprattutto se le cause sono esterne alle vostre relazioni. Cercate di concentrarvi su quello che avete costruito e sui momenti felici passati insieme, credo che con un po’ di sforzo è possibile riottenere.
Dopo aver scritto mi sento un poco meglio, ma comunque molto male, avete consigli?

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

21 commenti a

Ho fatto soffrire lei, la sua famiglia e la mia famiglia

Pagine: 1 2 3

  1. 1
    terrona78 -

    Mi verrebbe da dire chi la lascia la strda vecchia per la nuova sa cosa lascia e non sa’ cosa trova….
    Ma non eri innamorato della tua ex ..e non credo neanche della tua collega..o forse della tua collega ti innamorerai adesso che ti ha mollato..
    Che estremo casino che fanno le persone in momenti di difficolta’..
    Mi sento di dirti che aver lasciato una persona nel silenzio e senza una spiegazione e’ una cosa talmente vile che non si puo’ commentare..
    E posso dirti con certezza che chi viene lasciato senza una spiegazione non perdonera’ mai l’accaduto perche’ e’ imperdonabile..stare insieme con qualcuno , condividere tutto e poi puff..lei o lui scompare senza dire nulla
    Per come sono contro il tradimento quasi quasi lo preferisco a questo!
    Nella mente della persona abbandonata scattano tanti perche’ , per come e chissa’…veri e propri giri celebrali che non terminano piu’..con annesse colpevolizzazioni e mancanza di capacita’ di comprendere che chi ti lascia cosi non merita un solo pensiero piu’!
    Ma purtroppo la vigliaccheria esiste e tu puoi aver avuto tutte le motivazioni del caso , le migliori ma perdona la frase resti un uomo piccolo , piccolo , piccolo !!!!
    Vedi pero’ se l’altra non ti avesse mollato non avresti scritto qui su lettere per la tua ex non lo avresti mai fatto…spero che lei un giorno possa leggere anzi da come hai scritto lei si e’ rifatta una vita con un altro , ok e’ una persona intelligente ha fatto benissimo e tu hai perso un treno importante!
    Che dire mi dispiace..per te ma chi non agisce costruendo e agisce distruggendo non so’ cosa possa mai avere dalla vita in genere!!
    Fai sempre del male a te !!!

    Ciaooo

  2. 2
    1francy76 -

    ho appena scritto una lettera
    vorrei un tuo parere, xche’ ci sono similarita’

    x me fin’ora tutto nell’amore era ”bianco” o ”nero” non ho mai capito cosa vuol dire ”confusione” com’e’ possibile troncare una storia con una persona che ami, per iniziare un’altra
    penso che hai bisogno di tempo, x riflettere, capire cosa vuoi veramente, superare i problemi al lavoro.
    non frequentare una nuova ragazza per ora perche’ gli farai solo male e tu sentirai vuoto

  3. 3
    Ely80 -

    Ahi ahi ahi, brutta storia…ti sei pentito di quello che hai fatto? Hai capito che la tua ex era veramente la donna della tua vita?
    Allora non è tutto perduto…vi siete allontanati e fatti del male a vicenda ma se il sentimento è reale..vedrai che è ancora lì pronto per essere ravvivato…
    Per fortuna esistono persone come te che riconoscono di aver sbagliato…è vero che è facile buttare tutto all’aria in un momento di forte pressione, non sempre si è lucidi, purtroppo! Del resto anche la tua ex non ci ha pensato due secondi prima di buttarsi tra le braccia di un altro…il classico chiodo scaccia chiodo!
    Adesso che hai la consapevolezza dell’errore compiuto, cosa pensi di fare?
    Fammi sperare in un lieto fine…

  4. 4
    ajas -

    In realtà leggendo questa lettera mi si è riaccesa la speranza. Che le persone che si comportano male, che sopratutto scelgono la via breve, quella delle illusioni, quella delle false spiegazioni e che fanno soffrire irreparabilemente altre persone, prima o poi si possano rendere conto di quello ceh ahnno fatto. Questa era una speranza ceh prima di leggere la tua lettera non avevo. Ti sei comportato in maniera “non pensante”. Buttato in un’altra storia pensando di innamorarti per uscire dallo stato depressivo in cui eri finito. Ma la tua lettera sembra intrisa di consapevolezza. La peggiore punizione.Sai ceh non puoi tornare indietro, che il male che hai fatto non verrà mai riparato totalmente. Ma se scegli di essere consapevole, sarai una persona migliore, farai scelte anzi che “trovarti” nelle situazioni.
    auguri!

  5. 5
    sawyer77 -

    Grazie per le risposte, ora non credo di essere abbastanza lucido per poter esprimere un giudizio reale.
    Come fatti veri posso dire che ho sempre pensato alla mia ex, principalmente sensi di colpa nei suoi confronti e ovvi dubbi sul fatto di aver fatto un’enorme stupidagine che sono cresciuti giorno dopo giorno.
    Sul chi lascia la strada ecc. ecc. non sono d’accordo, nel mio caso è stato scoprire quello che ho perso subito dopo, probabilmente a causa del mio egoismo non sono stato capace di apprezzare quello che avevo.
    Nei tempi immediati dopo che l’avevo lasciata lei mi avrebbe dato un’altra possibilità, ma mi vergognavo anche solo a parlarle e non ho fatto nulla imbarcandomi in una storia senza senso sperando stupidamente che potesse funzionare.
    In tutta sincerità non so proprio cosa fare o meglio non c’è nulla che possa fare se non imparare a stare da solo.
    Fortunatamente ho una famiglia stupenda, degli amici veri che nonostante quello che ho combinato mi sono rimasti vicini ed i miei meravigliosi micetti 🙂

  6. 6
    andy -

    si ajas..
    ma sono gli uomini che fanno sti casini, perchè hanno poca scelta..
    e tornano sempre.

    le donne chi le vede più.

    nel mio caso io sarei la vittima di “una sawier77”.

    anzi non è che la mia ex si è messa con lui?

    ma come fate a lasciare le fidanzate dopo anni?
    ma che sono ste scuse che vi date?

    davvero, non voglio fare il paladino della giustizia.
    io per esempio credo che potrei entrare in un vera crisi solo se la mia ragazza prendesse veramente tanti kg e cambiasse quindi nella sostanza effettiva il suo aspetto fisico.
    ma di sicuro le farei capire il problema per risolverlo assieme.

    boh se sto con la mia donna già più di un anno…
    non so come potrei lasciarla senza avere delusioni profonde da parte sua.
    mi chiedo sempre come riusciate a farlo, perchè io spiegazioni non ne ho.
    se non che avete finto a TUTTI (anche a voi stessi) dall’inizio.

  7. 7
    Ema -

    Cavolo andy, io non ti capisco davvero… non capisco come tu non riesca a capire o se forse lo dici apposta e non VUOI capire… leggo spesso i commenti e quindi incontro anche i tuoi, ma in pochi ho dato i miei pareri, perchè a volte sono alla ricerca di risposte per me stessa e non so quanto i miei giudizi possano servire agli altri, però ora, seppur in questo commento che è anche piuttosto tranquillo, vorrei intervenire pr capirti… non ci credo che tu non capisca i motivi (e non intendo quelli palesi e gravi come tradimenti o cose simili) per cui le persone si lasciano… credo solo tu non voglia accettarli perchè ne sei rimasto bruciato.
    All’inizio di una storia è sempre tutto bello no? Sembra che con quello che si prova si possano superare tutte le difficoltà…poi la situazione si “stabilizza”, certe cose vengono meno, spesso le strade che si seguono crescendo iniziano a separarsi e a volte diventano completamente opposte, e qui non devi per forza cercare la CATTIVERIA che tu sei convinto ci mettano le persone quando lasciano.
    Spesso dentro se stessi si iniziano a sentire dei vuoti che l’altro non riesce più a colmare, vuoi perchè le persone cambiano, vuoi perchè l’altro è cambiato, vuoi perchè TU sei cambiato, ma non puoi non accettare che questo accada… certo per chi lo subisce fa un male estremo quando accade e parlo sia da persona lasciata che da quella che ha lasciato, ma in tutto questo non c’è sempre la CATTIVERIA che vai cercando tu…non sono sempre tutti cattivi lo capisci?
    Spesso la storia che si sta vivendo, per come è evoluta, per come è inziata, per le vicende che sono accadute durante, per come le persone crescono e vivono, non ti fa sentire più FELICE, ti lascia qualcosa di incompleto, di fa sentire il bisogno di ricevere e a volte anche dare quello che lì non riesci più a fare, e allora è per forza sempre così assolutamente giusto continuare a restare lì? continuare una storia per forza prchè magari dura da tanti anni? continuarla per

  8. 8
    Ema -

    forza perchè essere onesti con l’altro lo farebbe soffrire? arrivare magari a mancargli di rispetto pur di restare lì? o magari anche non mancargli di rispetto ed essere sempre corretti e restare lì pur NON ESSENDO FELICI?
    Dimmelo, è sempre così tutto giusto?

    Proprio tu che poi dici che potresti “entrare in un vera crisi solo se la mia ragazza prendesse veramente tanti kg e cambiasse quindi nella sostanza effettiva il suo aspetto fisico” … bella motivazione? E comuqnue anche questo, seppur non troppo “amorevole” per me perchè quando subentra l’amore l’attrazione estetica viene un po’ meno (e attenzione, non dico a mancare perchè per amare e stare bene bisogna anche piacersi a vicenda) ma forse vengono naturalmente prima altre caratteristiche… ma comunque anche questo può essere un buon motivo, se per qualcuno è così importante come per te… e allora perchè giudicare chi decide di chiudere una storia per un motivo ben diverso dall’aspetto estetico???
    Perchè non capire che le perosne cambiano anche senza particolari delusioni? perchè non capire che purtroppo non sempre si continua a camminare sulla stessa strada? Perchè non accettare quando chi lascia è semplicemente onesto da dire che così non è più felice, e magari non riesce nemmeno lui a capirne il vero motivo in quel momento, ma sente comunque dentro di se che non è sereno e appagato? Perche non voler accettare a tutti i costi questa sua semplice e sincera verità invece di dire CHE NON SI RICEVONO SPIEGAZIONI? Perchè?
    Tu dici “se sto con la mia donna da più di un anno non so come potei lasciarla”… sei così sicuro tu di essere perfettamente uguale adesso e tra un anno? Sei così sicuro che dentro di te non potrà mai cambiare niente per un qualunque motivo che ora magari non immagini neppure?
    E poi è sempre così corretto pensare che se a noi sembra di dare tutti noi stessi a ci ci sta accanto, per forza quel “tutto noi stessi” sia appagante per la’ltra persona? Forse diciamo che è appagante perchè lo

  9. 9
    terrona78 -

    Un frase tra le peggiori al mondo ..

    * ” gli uomini tornano perche’ non hanno scelta” triste innanzitutto per chi torna!
    * triste in secondo luogo per chi se lo riprende!

    Caro sawyer77 ,se la tua storia fosse funzionata la tua ex era bella che dimenticata , in fondo per non averla degnata di una parola vuol dire che per te non aveva alcun valore !
    Va bene cosi anzi benissimo ti sei levato vigliaccamnte dalle scatole e lei spero che ha o avra’ avuto la possibilita’ di andare oltre un uomo che non l’amava affatto e neanche la rispettava!
    Aggiungo.. ancora in confusione sei?
    Risolvi le tue desolazioni interiori e nel tuo lungo percorso di crescita, di introspezione cerca di non coinvolgere altre persone che non devono e non possono soffrire per dei malesseri che a loro non appartengono !
    Ognuno di noi deve mirare e’ ha il diritto di avere una vita amorosa serena e nutriente , ma non tutti.. solo chi mira a questo con impegno e con consapevolezza!

  10. 10
    Ema -

    sarebbe per NOI, per come siamo fatti NOI, ma l’altro è per forza così uguale e identico a noi? Ha per forza le stesse nostre esigenze? No andy, non siamo tutti uguali, per fortuna o purtroppo, e a volte bisognerebbe avere tutta quella freddezza e onestà nel vederlo e accettarlo… domandarsi perchè quella persona in quel momento non è più felice con noi… e non pensare per forza che sia per colpa sua, ma magari cercare di guardare anche le nosre “colpe” che a volte neppure riusciamo a vedere (e che magari non sono neppure colpe, ma solo il ostro modo di essere)… vedere che magari arrivati a quel punto, quello che gli stiamo dando per lui/lei potebbe essere magari diventato poco o magari anche troppo, o magari va bene la quantità ma dovrebbe essere qualcosa di diverso ed è sbagliato cambiare noi stessi e tantomeno gli altri per far incontrare di nuovo quelle due strade… o quelle strade si incontrano naturalmente da sole e senza sforzi o non è serenità e felicità una strada che curva per forza pur di restare vicino ad un’altra…
    Ti o detto tutto ciò come quella che ha sofferto per esser stata lasciata in passato dal mio compagno, quella che soffre adesso perchè non è felice di una certa situazione e quella che tanti mesi fa ha lasciato sempre lo stesso compagno (e ti assicuro e giuro con estrema fatica) una storia di 12 anni perchè non mi faceva più stare bene e non faceva star bene neppure lui ma per anni non volevamo vederlo e sono contenta che anche lui ora l’abbia ammesso, seppur vorrebbe tornare indietro xcambiare tutto, anche noi stessi, ma è giusto cambiare noi stessi? Dice che è sereno ma che secondo lui potevamo cambiare e tornare felici… ma è giusto secondo te? Si è felici quando ci si sforza di esser diversi?
    Io ho perdonato tante delusioni senza mai lasciarlo… l’ho lasciato quando mi sono resa conto che non era quella la felicità che volevo perchè non era più felicità…e ti assicuro che è stato doloroso per lui subire ma tantissimo anche per

Pagine: 1 2 3

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili