Salta i links e vai al contenuto

Ho fatto soffrire lei, la sua famiglia e la mia famiglia

Lettere scritte dall'autore  Sawyer77
La lettera è pubblicata a Pagina 1

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

21 commenti a "Ho fatto soffrire lei, la sua famiglia e la mia famiglia"

Pagine: 1 2 3

  1. 11
    Ema -

    me dargli quel dolore… perchè si pensa sempre che chi lascia è per forza quello che sta meglio… perchè non si capisce che spesso “trovare il coraggio di farlo” è così assolutamente difficile perchè SEI TU che causi dolore, sei tu che forse in quel momento hai paura di farlo, hai paura di sbagliare, hai paura di pentirti, hai paura di uscire dalle abitudini, hai la responsabilità addosso di chi ti è stato vicino fino ad allora, hai paura di tutto, ma dentro di te hai anche paura di quel NON SENTIRTI FELICE E APPAGATO..e magari hai solo 30 anni come me, o magari meno, o magari di più , ma non cambia niente te l’assicuro… non fa male solo subire credimi anche se capisco benissimo che sia normale pensare così… capisco quando leggo i tuoi commenti e vorresti che tutti quelli che lasciano pagssero le pene dell’inferno perchè arrecano dolore ad altri, perchè l’hanno arrecato a te e hai sentito davvero male… ma si dovrebbe cercare di capire i motivi e accettare che purtroppo non sempre si riesce a camminare sulla stessa strada PER SEMPRE… e spero di trovare qualcuno che abbia la mia stessa direzione, senza doversi sforzare, solo perchè è naturlamente così e mi ama (e so che tu ora starai inveendo contro di me augurandomi di non trovarlo mai perchè comuqnue sono tra quelle che ha lasciato e fatto soffrire, ma ti assicuro e ti giuro che non ci ho messo NESSUNA CATTIVERIA NEL FARLO).

    Poi ci sono anche quelli/e stronzi/e, quelli/e che se ne fregano degli altri, quelli/e che non si fanno scrupoli, ma non generalizziamo per chiunque abbia sentito il bisogno di lasciare perchè evidentemente lì non era più felice, che sia passato 1 mese, 1 anno, 10 dieci anni o anche di più…

    Scusa per l’estrema lunghezza… volevo solo cercare di farti capire che non siamo tutti così cattivi… e soprattutto non è vero che eravamo finti e che fingevamo… soltanto la crescita e la vita spesso ti porta a crescere e cambiare, anche in amore, ma QUESTO NON E’ ESSERE FINTI

  2. 12
    Poul -

    Ema, hai perfettamente ragione, le persone possano cambiare, le esigenze possano cambiare, i vuoti da colmare, quello che vuoi. Ma qui ci sono persone lasciate da altre che il giorno prima dicevano ti amo e voglio stare sempre con te, é questo che fa male. Se io sento che non amo piú la mia ragazza cerco di stare un pó di tempo con lei per vedere se é un momento passeggero o no, creco di farle capire che non sto piú bene, e mai e poi mai mi permetteri di dire che la amo se non lo sento veramente. E´questo il punto.

  3. 13
    Sergio -

    Ema ANdy contesta i modi in cui finiscono le storie…

    Perchè ci devono essere le corna per capire che non si vuole più una persona?

    Andy parla di storie che in apparenza vanno benissimo e poi d’un tratto tutto si rompe.

    IO ho vissuto situazioni del genere, e posso capire il “VUOTO” (non ci credo però), ma dal dire ti amo con finta convinzione fino a mezz’ora prima per poi troncare è da persone cattive.

    Sai cosa mi fa ribrezzo che molte persone si giustificano.

    Una mia ex collega mi ha detto che a lei è capitato di troncare una storia importante nel giro di 3 giorni. ha capito che non l’amava dopo anni nel giro di 3 giorni… dopo mie insistenti domande mi ha detto che da una settimana aveva conosciuto un altro…
    QUesto è lo schifo. Il buttare tutto per qualcosa di effimero, il non aver mai dato valore a una storia di anni. Perchè buttare tutto nel cesso per una simpatia che dura da una settimana?

    E l’esempio del risultato è proprio questa lettera.

  4. 14
    Ema -

    Scusate ragazzi se ho frainteso, ma mi è parso di aver letto commenti di andy, anche in altre discussioni, sempre un po’ generalizzati, a prescidere dalle motivazioni, sempre un po’ sparando a zero su chi ha lasciato e mi sono ritrovata a rispondere su questa letterea che forse non era la più adatta… volevo rispondere alle parole che spesso lui scrive…
    A Paul mi sento di dire che non sempre quando cerchiamo di “urlare” a chi ci sta vicnino che le cose per noi non funzionano, lui ci ascolta…e non perchè non sente, ma perchè non vuole farlo o non vuole reagire, forse proprio per non sbattere il naso contro il problema… io ho urlato tante volte il mio malessere, ho cercato in ogni modo di far capire che non stavo bene e poi ma ho sempre “tirato avanti” durante le difficoltà… poi proprio in uno dei momenti di tranquillità ho ceduto e mi sono arresa… e mi sono sentita chidere “ma come, ti sei fatta andare bene le cose fino ad ora e adesso non ti vanno più???”
    E ti assicuro che l’ho amato davvero tanto, davvero tanto tanto, anche fino all’ultimo… forse era mio l’errore di crederlo, forse non lo ero più e mi aggrappavo a quella sensazione di esserlo, ma poi sono crollata e mi sono resa conto che così io non ero felice e quindi amare o non amare non mi sentivo di continuare così…

    A Sergio dico che le corna sono tra le delusioni che in partenza ho scartato, nel senso che sono uno dei motivi ovvi…
    Mi dispiace però, io non credo alle storie che IN APPARENZA vanno benissimo e poi d’un tratto tutto si rompe… vanno benissimo appunto in apparenza forse per chi le vede da fuori e non sa o per chi è dentro MA NON VUOLE GUARDARE… e non si rompe tutto d’un tratto… quando si vive una storia ci si accorge se le cose iniziano a cambiare…ci si accorge quando qualcosa non va, è inevitabile e semplicemente o si vuole guardare e affrontare a costo di litigate infinite e eventuali rotture, o si sta ad aspettare sperando che la cosa passi… ecco che non

  5. 15
    Ema -

    finisce TUTTO D’UN TRATTO…
    Per quanto riguarda la tua collega nn mi sento di giudicare, nn conosco e nn so, mi permetto solo di dire il mio parere.
    Forse nn è vero che nn l’amava da 3anni… forse lo amava davvero anche se magari quello che riceveva nn la completava al 100%, ma comuqnue si era adagiata su quel 70, 80% e pensava potesse continuare così sempre (certo…errore perchè a priori se nn ti senti completa al 100% fai male ad adagiarti ma si fa, lo sappiamo che si fa, e alla fine se sta bene a noi nn possiamo rimproverare nessun altro…io l’ho fatto per tanti anni, almeno 6, ma era lui e credevo bastasse così e mentivo prima di tutto a me stessa ma nn lo facevo CON CATTIVERIA).
    E nn credo neppure che nn abbia mai dato valore a quella storia.
    Se la conoscenza di un’altra persona l’ha fatta andare così in crisi vuol dire che all’interno della coppia i problemi c’erano eccome e probabilmente lei nn ti ha raccontato tutte le volte che può aver cercato di manifestarli al suo ex e magari lui nn ha voluto ascoltarli o magari si ma nn sono riusciti a risolverli… resta il fatto che i problemi c’erano e quell’altra persona è stata la goccia che ha fatto traboccare quel vaso di probabile insoddisfazine che aveva lei…(e parlo da persona che è stata anche tradita, quindi so come ci si sente)
    NON GIUSTIFICO…cerco solo di capirne il motivo.
    E comunque se lei avesse mantenuto il vecchio rapporto e avesse tradito il compagno avrebbe sbagliato…
    se invece l’ha prima lasciato, come pare sia, ha comuqnue sbagliato…
    Se invece avesse lasciato il compagno senza che ci fosse un altro cosa direste? Ditemelo sinceramente?
    “IL BUTTARE TUTTO PER QUALCOSA DI EFFIMERO”… quel “tutto” che per voi se è “tutto” per uno allora è “tutto” anche per l’altro… e poi qualcosa di “effimero”… effimero per chi lo giudica così ma magari nn effimero per lei perchè magari lei in quella storia COSI’ IMPORTANTE di 3 anni NON STAVA PIU’ BENE.
    Sempre e solo i miei modesti pareri..

  6. 16
    Sergio -

    Ema il problema è che, almeno personalmente, se ho dei problemi con una persona non mi adagio, li affronto.
    Se dico ad una persona che l’amo alla follia certamente non la lascerò nella mezz’ora successiva.

    Io ho subito questo nelle mie uniche due storie importanti.

    70-80%, guarda che l’amore non è un processo stocastico.
    Stare con una persona e dire di amarla, vuol dire che la sia ama e non “ti dico così per tenerti buono, fino a quando non trovo altro e capisco di non amarti”.
    Il problema è che si pretende sempre il 100% dall’altra persona.
    L’atra persona magari non lo vuole dare e non lo da, semplicemente perchè ha una propria individualità. AMare non vuol dire vivere in simbiosi, questa è una concezione infantile e deleteria dell’amore.

    Da quella che è la mia esperienza di vita e osservando quelle dei miei amici mi sono accorto che le storie che sono finite male sono quelle dove le donne sembravano amare alla follia. Le mie sembravano perfette dall’interno, e questo è il brutto. Io con l’esperienza ho imaparato a cogliere i segni e le stranezze, ma se una persona finge volutamente ci fai poco, e questa è profonda cattiveria.

    Io notavo anche i sorrisi strani, e indagavo e sondavo e chiedevo spiegazioni.

    Se un bambino ha mangiato la cioccolata e si è lavato i denti tu te ne accorgerai solo quando la cioccolata sarà finita nella credenza, ma se ti basi sulla parola del bambino e non vai mai guardare nella credenza sei anche costretta a credergli.

    p.s. la mia collega ha lasciato il suo ex dopo una storia di 4 anni perchè si era perdutamente innamorata (conosciuto da una settimana), chiaramente è stata trombata alla follia da questo che l’ha scaricata prontamente… lei dopo aver sofferto 1 giorno ha cominciato a provarci con un altro…
    Esistono anche le mignotte e i mignotti… è un dato di fatto

  7. 17
    Poul -

    Ema, il tuo ragionamento non regge molto. Dici che hai cercato di fare capire al tuo ragazzo che le cose andavano male, che non eri felice, e che lui NON HA VOLUTO GUATDARE la realta, e continuava a pensare che tutto andava bene. Sono d áccorrdo con te, questo significa dare per scontato l amore altrui, e mai si deve fare.
    Peró che mi dici del fatto che anche tu lo hai amato fino all’ultimo, e sicuramente anche tu hai detto al tuo ex mezz ora prima dii lasciarlo di amarlo? Non é forse vero che anche tu NON HAI VOLUTO GUARDARE la realtá, e ti sei ostinata a credere di amarlo, e per proteggere questa tua storia, continuavi a ripeterli di amarlo quando in realtá giá non lo amavi da un pezzo????
    Questo non si fa, questo fa male, lo cappisci?
    Se la mia ragazza mi dice che qualcosa va male fra di noi io mi preoccupo, ma se domani mi dice di amarmi, sorridendomi e abbracciandomi, io credo che va tutto bene, che se c’é qualcoosa che non va é facilmente superabile o é giá stato superato.
    E´logico poi che se il domani ancora mi dice che non mi ama, che vuole lasciarmi, che non sono riuscito a capire, io mi arrabbio.
    Insomma ci vuole un pói di coerenza. Ripeto, MAI potrei dire a una ragazza di amarla se credo che i problemi che esistano fra di noi hanno fatto destabilizzare il nostro rapporto e mi sento insicuro.
    Quando dici ti amo a una perssona, in quelle parole é racchiusa la voglia di stare con il tuo ragazzo/a per sempre, che perdoni tutti i suoi difetti, e che voui intraprendere un cammino di vita insieme.

  8. 18
    Ema -

    Sergio, concordo con ogni cosa che dici…nel fatto che non mi adagio ma voglio affrontare e nel fatto che l’amore non è simbiosi…concordo col fatto che quando si sta con qualcuno si pretende sempre il 100% ma forse amare davvero è soprattutto sentire il bisogno di darlo quel 100% (e ovviamente per sentire sempre il bisogno di dare bisogna anche ricevere) ma a volte purtroppo quel nostro 100% che diamo non è il 100% per chi lo riceve, anche se a noi sembra di dare veramente tutti e più di noi stessi… e bada, dico queste cose in un momento in cui quel mio 100% non è così infinitamente tanto per chi lo riceve, forse perchè a prescindere non sente il SUO 100% dentro il suo cuore… cioè io non valgo per lui quel 100%…quindi so che fa male…
    Forse posso dire di stare subendo il “ti amo alla follia” e ti assicuro altre parole ben più grandi, ma poi dopo poco sembra che qualcosa si sia spezzato di colpo e ti sembra che tutto scivoli via…
    Questo fa male, fa male perchè ti sembra di non avere spiegazioni, ma mi sto sforzando di trovarle perchè il restare senza spiegazioni mi logora ancora di più… e forse la spiegazioni più ovvia e banale è che se quel mio 100% che ho detto di desiderare di dargli non lo fa sentire forte, allora vuol dire che quel 100% per lui non è poi così importante… e questa è già una spiegazione…

    Mi sa che mi sono un po’ persa…
    …anche io appena noto anche un solo sorriso strano indago, scavo, chiedo spiegazioni fino alla nausea perchè voglio arrivare al nocciolo e affrontare le cose, e soprattutto sentirmele dire chiaramente…e purtroppo ogni volta che l’ho fatto (nella mia storia di 12 anni) ho sempre trovato cose di cui dover parlare e ammettere chiaramente…
    La tua collega dopo essere stata trombata alla follia e aver sofferto un giorno non è tornata con la coda tra le gambe dall’ex…ma ci ha provato con uno nuovo… probabilmente quella storia di 4anni non la rendeva davvero più felice.
    Cmq mignotte e mignotti esistono!

  9. 19
    andy -

    Ema, ma parli con me?
    ma stai parlando con me?
    ma di che parli con me?
    il discorso è semplice:
    1)le donne qndo son CARINE, vengon continuamente corteggiate in ogni dove.
    2)le donne nn si fidano.
    3)le donne odian sentirsi “sporche”.
    soluzione: quando c’è un figo che le corteggia, notano compatibilità e sentono di potersi fidare quanto l’ex..
    CAMBIANO.
    hai scritto un papello di 1000 pagine co sta premessa:
    “All’inizio di una storia è sempre tutto bello no?”
    all’inizio?!!?!?!?!?
    dopo 3-4 anni di fidanzamento o 10 di matrimonio è l’inizio?
    quindi ogni storia “all’inizio” va, ma poi.. CHANGE crescono loro!
    ricominciano.. eppoi RI-CHANGE!
    ma parli con me?
    ma vuoi parlare con me?
    i fatti son semplici:
    come mai le donne bruttarelle e cicciottelle se trovan un fidanzato nn lo mollan nemmeno se ricevono corna su corna?
    perkè non le caga NESSUNO?
    e han il terrore “ZITELLA”?
    tutte ste scuse pseudo-intellettuali ke vi create per lasciare i vostri compagni andatele a raccontar a qualcun altro.
    perkè c’è sempre un “qualcun altro” qndo cominciate a far le buffone.
    è standard: nn lasciate la strada vecchia, fin qndo l’avvoltoio di turno nn è bello ke cotto, PERCHE’ NN AVETE LE PALLE!
    fino al prossimo avvoltoio ovviamente.
    altro ke cambiate.
    hauhau cambian loro.
    han i vuoti loro.
    ke carinee han i vuoti.
    come son dolci, noi qndo il rapporto si appiattisce nn le capiamo più! belline loro.
    ma ragà nn lo sapete ke noi uomini dobbiam comprare ogni giorno un tappeto rosso diverso..?
    altrimenti il rapporto diventa monotono.. poverine..!
    e poi nn le capiamo più!
    però guarda caso fino alla fine degli anni ’80, sto discorso del “lasciarsi” nn esisteva.
    eee ora siamo nel 2010!!
    i rapporti nel 2010 si appiattiscono!
    oooh ke ingenuo ke sono!
    però cavoli.. nel 2010.. han inventato i voli low-cost?!
    capperi!
    RUSSIAA-ROMANIAA-REPUBBLICA CECAA..
    andiam a riempire i vuoti ragazzi.
    okkio ragazzi okkio.
    ma le leggete?
    queste fingono di creder davvero ai discorsi senza senso ke fanno!

  10. 20
    ajas -

    Andy,
    quella che dici tu è una parte di verità.
    Io penso che donne e uomini ci sia un sacco di gente sueperficiale egocentrica e che non si è mai chiesta “dove vado, chi sono?” per tutta la vita. C’è gente, uomini e donne, che non sa perchè sta con qualcuno. e la verità è che questa gente, quando dice di amare, ti fa promesse, ti dice stupidaggini del tipo non ti lascero’ mai e blablabla
    non sa nemmeno quello ceh dice. Questa gente sta con te perchè ha bisogno. Questa gente spesso è narcisa. La bellezza (ceh tra l’altro Andy non è appannaggio esclusivamente femminile. Il mio ex era bellissimo, e si è comportato come le donne che descrivi tu. sparito dopo 3 anni da un giorno all’altro senza nessuna ragioneper un’affascinante “collega”. Per fortuna lei lo ha mollato dopo 8 mesi. Ma è troppo orgoglioso per potermi mai chiedere scusa) puo’ essere un incentivo a illudersi di essere speciali, trovare persone speciali come te e formare coppie che di speciale non hanno proprio neinte, se non lo squallore.
    Io capisco la tua visione ma dovresti cercare di essere meno rigido. Non per questo meno cinico.

    Io sono del parere che queste cose “l’amore finisce da un giorno all’altro, non provo piu’ le stesse cose etc” sono tutte enormi cavolate.
    A meno che uno non abbia 20 anni, intendiamoci. O non si tratti di un rapporto di 10 anni. In quel caso posso credere che si cambi. Quel ceh credo io è che in questi casi non siè MAI amato, veramente. Non si è MAI fatta una scelta seria.
    Purtroppo di gente non seria ce n’è in giro fin troppa.

Pagine: 1 2 3

Lascia un commento

Massimo 2 commenti per lettera alla volta

Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'informativa sulla privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso browser (da qualsiasi browser e dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili