Salta i links e vai al contenuto

Ho 20 anni e ho buttato la mia vita

Lettere scritte dall'autore  

Ho sempre avuto un carattere indeciso, ho sempre fuggito la competizione, ed ho sempre avuto troppa paura di perdere.
Ho sempre avuto anche un grande amore per il tennis, da piccola ci ho giocato per due anni ed ero anche molto brava. Appena iniziai a fare i primi tornei, inutile dirlo, sono fuggita. Avevo paura, paura di tutto quello che poteva NON accadere.
Mi ritirai dalla vita tennistica, con annessa delusione del mio maestro.
Ora ho vent’anni e mi rendo conto d aver buttato la mia vita. Vedo il mio Eroe vincere, entrare nella storia, è il mio modello di grinta competitiva e determinazione, tutto ciò che io non sono. La mia più grande passione non sarà mai la mia vita, e io mi sento talmente una fallita che da quando l’ho realizzato non faccio che piangere. Sono stata vittima delle mie paure, e adesso mi vedo bruciare davanti il mio sogno più grande. Fallita a 20 anni non compiuti.

L'autore ha scritto 3 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Me Stesso

4 commenti

  1. 1
    Andrea -

    Non me ne intendo alla perfezione, però penso che tu possa ancora fare in tempo per ottenere discreti risultati. Sei molto giovane e se in effetti ti reputi in vero talento, anche se è un pò che non giochi puoi rifarti del tempo perduto.
    Anche un tennista come Björn Borg si ritirò e poi dopo alcuni anni tentò il ritorno in campo.

    Calcola che il tennis italiano soffre molto, gli uomini arrancano parecchio, per le donne le cose vanno un pò meglio ma non sono comunque ai livelli delle migliori. Per cui se tu eri molto brava, ma avevi paura di perdere, significa che non eri così forte da stradominare le avversarsie, altrimenti se le avessi vinte tutte facilmente, non avresti nemmeno avuto il timore di essere sconfitta.
    In tutto questo cercherei di guardare anche l’altra faccia della medaglia, pensa magari chi spende anni e anni in un’attività per poi capire di non essere a livelli altissimi. Che fare poi in quei casi?

  2. 2
    Phil95 -

    Fallita a 20 anni?!?!?!?!
    Ma cosa diavolo stai dicendo????
    Hai avuto paura, e allora?
    Tutti ne abbiamo!
    Tu ti stai colpevolizzando troppo, ecco il punto!
    Ci sono una marea di altre cose che puoi fare: tipo finire l’università e trovarti un lavoro stabile!
    E se vuoi continuare con la tua passione, a 20 anni non è ancora tardi: fuori la tigre che c’è in te, mettici tanto impegno e passione e vedrai che sarai in grado di fare tutto!
    Non abbatterti per nulla, su!

  3. 3
    Yog -

    Vabbè, adesso che di anni ne hai 25 ci dici come è finita? C’è sempre il ping pong in parrocchia che tira molto.

  4. 4
    christian -

    Fai MMA

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili