Salta i links e vai al contenuto

Si può restare fermi a guardare morire la persona che si ama?

Lettere scritte dall'autore  

Salve a tutti,
sono Xenia ho da circa un’anno una relazione con una ragazza, stupenda, geniale, ma che la vita e il mondo si stanno risucchiando via. Da due mesi ho visto in lei dei cambiameti nel suo umore, fino a quando, l’altra sera dopo una furibonda litigata, lei ha tentato il suicidio.
Sentivo che covava una latente depressione ma non pensavo fino a questo punto. La perdita del lavoro, i problemi in famiglia, una relazione omosessuale mai vissuta prima e che non si aspettava di vivere con questa intensità, l’hanno forse portata a perdere la fiducia in se stessa, nel prossimo, e nella speranza di vivere una vita “normale”.
Io ora sono disorientata, sò che mi vuole bene ma non sò più se mi ama, ultimamente mi ha espresso il desiderio di vivere un’esperienza poligama a cui io ho reagito contrariata e delusa. Dice che non è all’altezza di una storia, che non riesce a capire che cosa io trovi in lei, e che non può prendersi delle responsabilità perchè in fondo lei è una stupida.
Ora non mi interessa tanto se vuole restare con me o no, vorrei semplicemete starle vicino e che un giorno torni ad essere la persona piena di luce che è; ma non sò come muovermi, ho sempre paura di sbagliare, di dire cose che la possono ferire o darle adito a pensieri atroci…sono terrorizzata!!!
Ho pensato che forse in questa situazione devo farmi da parte e restare nell’ombra, aspettare e sperare che questo incubo finisca. Ma il destino vuole che non appena io dica a me stessa così lei mi cerchi. Mi chiama, mi dice che oggi per lei è una bella giornata perchè si sente meglio (non c’è una ragione reale per cui sta meglio o peggio), e che mi vorrebbe accanto. Scherziamo, ridiamo come sempre e tutto sembra non sia mai accaduto…ma dura solo qualche ora…
Io mi sento un funambolo su una fune sempre più precaria…ed inizio a perdere l’equilibrio.
Ho provato a chiedere una consulenza psicologica tramite i consultori o l’azienda sanitaria locale, ma come tutti sappiamo senza denaro i tempi si dilatano enormemente, come se la vita fosse poi così lunga, il paradosso è che siamo liberi di spezzarla in un’attimo.
Perfavore pubblicate questa lettera, ho bisogno di una mano veramente.
Grazie Xenia.

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Gay - Salute

8 commenti

  1. 1
    ChiaraMente -

    La tua compagna-ragazza-amica-amante come la vuoi chiamare ha bisogno di una persona amica che non le metta pressioni di genere oltretutto problematico, ovvero non è il momento migliore per lei di fare un percorso di accettazione dell’omosessualità, posto che esista veramente l’omosessualità-una rondine non fa primavera.
    Forse ha bisogno della tua complicità ma non ancora di una storia. Forse se ti proponi come una semplice persona amica che non le chiede niente le cose sarebbero diverse e ti parlerebbe dei suoi problemi. Forse ti direbbe perchè “ha tentato il suicidio” o forse no, ma di sicuro ti ascolterebbe diversamente. Poi e solo poi, acquisita fiducia, assicuratami di una relativa tranquillità sua, potrei riprovare a dire che la amo, se lo accetta e lo tollera.

  2. 2
    ChiaraMente -

    Ah, un’altra cosa: il suo equilibrio con te dura solo qualche ora? E allora dopo qualche ora non aspettare di perdere l’equilibrio, esci di scena malgrado sia il momento più bello. Forse è meglio.

  3. 3
    Xenia -

    Scusa ma non credo di essere la rondine…..siamo state amiche, siamo state amanti e poi, solo poi, ci siamo amate come compagne, guardandoci negli occhi e vedendo come l’Amore quello vero non fa distinzione,spezza i pregiudizi e fa rinascere.
    Sicuramete hai ragione ha consigliarmi di uscire di scena prima che sia tardi, o comunque di presentarmi come amica….ma questo lei già lo sà…anzi la mia principale premura è proprio di non pressarla. La prima cosa che le ho detto è stata che la nostra storia ora era in secondo piano, per me è importante sapere che sta bene e che lotta!
    Io semplicemente non sò se sono in grado di essere all’altezza di questa situazione; penso che mi sta allontando per paura di ferirmi, o di farmi del male di essere un peso insomma; ma è proprio questo silenzio che mi distrugge. Ad ogni ora ogni minutio il terrore di perderla per sempre mi assale, e rimango paralizzata con le mie ombre.
    Grazie comunque per avermi risposto e avermi dato il tuo parere, per me è importante e lo apprezzo.
    Ciao Xenia

  4. 4
    ChiaraMente -

    Mm già, la cosa più difficile per te è farti da parte, lo capisco. Non sapere cosa le succede, cosa le passa per la mente è dura. Per questo ti ho consigliato di restarle discretametne amica senza strafare. La discrezione è d’obbligo in tutte le relazioni, a maggior ragione in quelle dove tu non sai cosa sta scegliendo lei. Ha relazioni poligame, tu non vuoi. Lei non vuole vincolarsi nella vostra relazione, questo è chiaro. Devi lasciarla libera di provare quello che desidera anche se “siete amiche”, perchè per lei ancora non è chiaro come per te. Devi accettarlo consapevole del fatto che forse, dico forse, rimarrete amiche veramente per sempre alla faccia del tuo amore. Questo già lo sai. e’ tutto qua.

  5. 5
    ChiaraMente -

    Ad ogni modo tifo per te.

  6. 6
    lucy -

    noon si deve rimanere fermi davanti ad una qualsiasi persona che si vuole distruggere o che per motivi di malattia vuole morire,si deve sempre fare qualche cosa sopratutto se e’ una persona che si ama non si deve rimanere inermi si deve provare a fare di tutto

  7. 7
    milli73 -

    ho vissuto una vita con una persona , cercando di fargli capire quanto importante può essere viverla…
    ma lui ha deciso di rifiutare… e questa vita l’ha presa a calci.
    nulla si può fare … quando la decisione di finirla è già stata presa.
    cosa rimane?
    sensi di colpa, un infinità… avrei dovuto fare così.. avrei dovuto fare colà,ma non ho fatto mai abbastanza.
    stalle vicino si, dalle il tuo amore si, lasciala libera si :-)dille io ci sono,ma non fare mai l’errore di perdere l’equilibrio .
    non va niente come vogliamo noi e amiamo nel bene e nel male, e questo nessuno ce lo può togliere.non sei tu che puoi cambiare il suo umore o il suo stato d’animo…
    è lei che deve trovare la forza dentro se stessa. puoi supportarla, spronarla solo questo.
    ma è lei che tira i fili della sua vita, con un aiuto potrebbe farcela solo se lo vuole veramente.
    stalle vicino, ma non prenderti carico dei suoi dolori… servirà solo a far star male anche te.
    sii forte… un abbraccio

  8. 8
    CioccioBenzina -

    Spero si rivolvi tutto

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili