Salta i links e vai al contenuto

La gestione di una convivenza da geloso retroattivo

Per i gelosi retroattivi, soggetti che godono della rara e rinomata qualità di rigettare l’impudicizia della compagna, la vita di coppia potrebbe non essere un paradiso.

Escludendosi i casi di frode, in cui la donna mente sul numero di partner avuti nel passato, potrebbe essere utile tracciare qualche suggerimento per l’uomo che desidera comunque intraprendere un percorso di relazione/matrimonio con una donna impudica.

Se la donna si sposa vergine, o comunque non vergine ma lo ha fatto solo con lo sposo, allora questi, se geloso retroattivo, non avrà particolari difficoltà. Dato che questa donna corrisponde al 100% all’esigenza di base (cioè non aver avuto altri uomini) è chiaro che i problemi potrebbero nascere solo per differenze caratteriali.  Nel caso in cui al contrario la donna abbia avuto altri partner sessuali, l’uomo geloso retroattivo avrà serie difficoltà a vivere in coppia anche se la persona vicino a lui è perfetta come compagna/moglie.

Sia chiaro che la donna vedova è come se fosse vergine. In pratica essendo “morta” la mente umana del suo ex  che potrebbe ricordarsi i momenti con lei (la sua nudità e il sesso), la donna diviene “libera” dal suo passato.  Per questo motivo anche per la chiesa la donna vedova PUO’ contrarre nuovamente matrimonio.

Se la donna si è dovuta separare per gravi motivi, per esempio perché veniva sottoposta a sevizie, allora, pur non essendo deceduto l’ex compagno, comunque si potrà considerare la persona come “pulita” nel suo animo. L’errore comunque c’è …ovvero aver scelto la persona sbagliata, quindi non sarà mai come la donna vedova. Lo stesso dicasi per la donna che è stata lasciata dopo essersi concessa. Pur non avendo responsabilità diretta per il fatto di essere stata lasciata, comunque esiste sempre l’implicita responsabilità di aver scelto male il partner. Bisogna ricordare che la colpa degli errori di lei NON deve ricadere sul “nuovo” uomo, mai. 

Il geloso retroattivo è molto sensibile. La sua acuita sensibilità, unitamente alla profondità del rapporto che lo lega alla compagnia, determinerà nella sua psiche profondi disagi se viene a scoprire determinati fatti della vita della partner.

Non che la donna debba tacere i dettagli, anzi, al contrario, per non incorrere nel caso di frode e violenza premeditata contro l’uomo, la donna deve raccontare tutto di se stessa, lasciando all’uomo la possibilità anche di troncare la relazione sul nascere.

Continuare in una relazione forzata determinerebbe nel lungo periodo terribili conseguenze tra cui la rovina della famiglia e dei suoi componenti! Si può immaginare che tragedia ove ciò avvenisse in presenza di figli piccoli, che non capirebbero nulla ma leggerebbero l’odio verso la madre negli occhi del padre. Qualcosa di assolutamente da evitare.

La donna moderna si definisce emancipata, vuole essere libera da costrizioni e con gli stessi diritti dell’uomo. Quindi per coerenza dovrà anche accettare di confessare il suo passato al maschio con il quale intende intraprendere un percorso di coppia. Non c’è libertà vera senza verità, quindi la donna che mente non è libera, non è emancipata e anzi è una criminale, perché vuole accreditarsi  per ottenere con l’inganno ciò che l’uomo potrebbe decidere di non darle se sapesse la verità!

Se il maschio decide di continuare la relazione con una donna che ha fatto impudicizie, significa che intende “rischiare” la propria stabilità mentalità e la propria felicità per amore di questa donna.

In caso di fallimento il prezzo è altissimo per l’uomo, e sicuramente non piacevole anche per la donna.

E’ sempre importante avere grande cautela, e muoversi a piccoli passi, valutando tutto. Gestendo tutto, compresi i dettagli.

In una relazione geloso retroattivo- impudica è opportuno SEMPRE e COMUNQUE considerare la storia con un termine.

Ad esempio ci si pone come obiettivo il primo mese. Quando scade il tempo, si proroga la relazione per un altro mese ecc.

In pratica si deve cercare di mantenere libera la propria mente da un senso di condizionamento indotto dalla presenza della donna. Se si considera di essere sposati PER SEMPRE con una donna impudica, la reazione di intolleranza interna all’uomo potrebbe essere molto forte, fino a farlo esplodere (con termine immediato della coppia).

Secondo, è importante non portare segni che contraddistinguano per il loro richiamo, il senso della coppia: anelli, catenine o bracciali lui/lei, ecc.   Ogni momento della relazione è agitato dalla repulsione che il maschio prova per la donna, pur amandola. Un anello che ricordasse ad esempio un impegno matrimoniale sarebbe deletereo per la salute mentale di quest’uomo. Meglio non usare quindi oggetti personali dal FORTE potere evocativo.

Terzo, è importantissimo non sposarsi in chiesa. L’abito bianco è per la ragazza illibata: nel caso in cui venisse indossato dalla vostra ragazza impudica potreste realmente valutare come una pagliacciata ciò che state facendo. E in effetti bisogna chiarire immediatamente questo aspetto, dicendole: “Non ti sposo perché hai concesso ad altri prima di me ciò che era per me. Ora io nego a te ciò che era per te”.

Quarto, non fare figli. L’impudicizia è terribile. E’ la rovina della esclusività del dono della donna all’uomo nella sua integrità fisica. Se la donna è stata con altri, l’uomo geloso retroattivo non la sentirà come “sua”, e quindi i figli lo capirebbero. Inoltre molti uomini non riuscirebbero a guardare negli occhi i propri figli, pensando che lui li ha generati da una madre la cui integrità fisica è stata violata da altri.

Quinto, cercare di staccare la spina da casa per qualche ora, eventualmente frequentando amici o amiche, per non essere vittima di forti desideri contrastanti. Ad esempio può capitare di essere molto attratti dalla propria donna, e durante questo ciclo ascendente di empatia, potrebbe subentrare l’immagine vivida della propria compagna montata da altri, distruggendo il piacere fisico del contatto. Meno sesso, meno attrazione, meno gelosia retroattiva, questa è la regola. Cioè bisogna con grande saggezza limitarsi!

L'autore ha scritto 18 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Relazioni - Riflessioni

247 commenti

Pagine: 1 2 3 25

  1. 1
    Piccolastella78 -

    Qual’è il senso di tutto questo?

    Se non ti vanno bene, mollale e basta, tanto non è che se continui a lamentarti, tornano vergini (nel corpo).

    Gli altri uomini non credo che abbiano il tuo stesso problema, perciò riguarda solo te la questione, e allora: a che serve questo parlare?

    Non capisco quali sono i valori su cui ti basi. Attorno a chi ruota tutto questo? A te?! Allora sei uno come tanti, che pensa quello che vuole come tutti e non insistere come fosse legge quello che dici: è solo la tua opinione!

    E, in ultimo, ma a chi interessa tutto questo? È solo la tua opinione…. Itto! Te lo ripeto. Una opinione come tante altre.

  2. 2
    Rossella -

    Io non credo nella gelosia retroattiva al maschile perché personalmente la vivrei come il sintomo di una certa tiepidezza della coppia. Quindi lascerei perché l’uomo che s’innamora di me deve essere compatibile con me. Quest’uomo all’apparenza potrebbe essere bigotto, ma nei fatti non è capace di manifestare i suoi sentimenti al di fuori di quell’incantesimo che si viene a creare quando si manifesta la passione. Ma si tratta di un evento epocale. Non è un fatto sistematico. Altrimenti non ci sarebbe niente di magico. Per la stessa ragione a mia volta non avrei un vero motivo per essere gelosa. Anche perché io sono molto pigra… non vado in palestra e potrei lasciarmi parecchio andare dal punto di vista della forma fisica. Per vedermi bella mi dovrei sentire in un certo modo. Le altre storie potrebbe infastidirmi, ma sono preparata alle chiacchiere. Le opinioni della gente si devono accettare. I confronti mi potrebbero infastidire nella misura in cui non ho la sfera di cristallo… le nostre strade potrebbero dividersi. Conosco tanti uomini e tante donne che sono tornati con l’ex. Questa realtà, non lo nego, mi ha sempre frenato perché sono umana.

  3. 3
    Pace per tutti -

    Itto, siamo sempre lontanissimi nel modo di vedere le cose della vita.

    Ma stai facendo un percorso. L’inserimento della vedovanza e dell’altra categoria di donne è un percorso.

    La fertilità in una donna è legata all’età. Solo una sfortuna elevata ma possibile, rende vedove donne. Un numero basso rispetto al totale, resta vedova in età fertile. Quindi la condizione finale che poni è di poche. Poco o niente d’accordo con te, anzi con le tue posizioni in questo contesto, ma è un contributo alla discussione.

  4. 4
    Vic -

    Boh io non ho questa gelosia,
    Una persona che conosco dice sempre “Una lavata, una asciugata e…tutto torna come prima”,
    Il bello è che poi nella realtà dei fatti non è così,
    lui è geloso, eccome!

  5. 5
    Solnze -

    Ok, abbiamo sentito la Sua opinione sbarellata. Nessuno piange di non averla incontrata dal vivo qui.
    Avanti il prossimo.

  6. 6
    Yog -

    Umana. È una parola grossa. Scoltammè, scriviti in palestra o ‘n corso de doposciistica.

  7. 7
    Donna -

    Hai pure il.coraggio di definire acuta sensibilità?
    A me sembri solo.un povero sfigato, piccolo uomo di alcun.valore!!sono certa rimarrai solo a vita.
    Quale Donna sana di mente e veramente intelligente si metterebbe mai con un essere ignobile come te?

  8. 8
    Golem -

    Grottesco.

  9. 9
    Itto Ogami -

    Donna:

    “Gentile signora, lei a me sembra la solita stronza italiana arrogante. Sono certo che lei avrà senz’altro problemi nella vita.
    Quale uomo che abbia le palle e un pò di cervello si metterebbe con una donna finta come lei?”

    … avrei potuto scrivere una cosa del genere, ma perché? La sua isteria nel rispondere, senza dare un reale apporto, senza alcuna esperienza, senza nulla, ma solo con l’insulto, non permette nè permetterà mai a me di capire quali potrebbero essere gli errori che mi va contestando.

    Un muro non è una maestra. Lei fa muro, e io ci metto il mio muro contro il suo. Non abbiamo risolto niente. Il suo contributo è nullo. Scriva le sue ragioni, faccia notare a me quanto sto sbagliando sulla base di fatti reali. Dia un contributo all’umanità e ai lettori. Se lei dimostra con fatti reali che io ho torto, allora le darò ragione io stesso. Non basta sclerare per avere ragione. Non sia violenta nel modo di esprimersi con me, gradisca il mio piu’ cordiale benvenuto nella mia lettera.

    * * *

    Piccolastella78: per risponderti, la lettera descrive una serie di precauzioni adatte ai gelosi retroattivi (solo ad essi). E’ un manuale di troubleshooting. Non può essere e non ha alcuna validità per tutti, come indicato nella lettera. C’è scritto “geloso retroattivo” nel titolo. Quindi non ho difficoltà a dire che hai ragione, ma è volutamente così. Al contrario non è la mia opinione personale, sono suggerimenti nati dall’esperienza anche di altri gelosi retroattivi.

    * * *

    Rossella ciò che dici è sacrosanto, ti faccio solo notare che la gelosia retroattiva maschile “sembra” essere legata molto alla sfera fisica. Cioè il mero dato importante è se la donna è stata o meno con altri nel letto (o si è fatta toccare ecc). Per le donne sembra piu’ un problema generale di sensibilità di relazione.

  10. 10
    Itto Ogami -

    Pace per tutti

    Guarda che io ho sempre detto bene riguardo ad altre categorie di donne “non vergini” canoniche. Ci sono alcune cornacchie sul sito che hanno piu’ volte (e mi sembra dai tuoi ultimi commenti che lo hanno fatto anche con te) messo a me parole in bocca mai da me pronunciate.
    Ci sono vari livelli di impudicizia. Si parte dalla impudicizia zero (donna vergine totale-mai toccata e mai guardata da uomo), fino alla mega trokkola malata di testa che fa anche propaganda delle sue azioni. In mezzo ci sono categorie di persone che non possono essere trattate allo stesso modo. Una donna che ha lasciato il marito perché violento e si è risposata non ha nulla a che vedere con una che ha tradito il marito e poi se ne è andata con un altro. Il cervello dei gelosi retroattivi è come un indicatore numerico di impudicizia (come uno strumento di misura). Quindi rilevano tutto… e oltre certi livelli ciò che vedono diventa intollerabile. Ecco perché parlo di “acuita sensibilità” che è stata male interpretata da una utente. Invece io intendo sensibilità nel termine piu’ ampio di “capacità ricettiva”. Ad esempio un microfono è SENSIBILE al suono, una pellicola è piu’ o meno SENSIBILE alla luce ecc.

    * * *

    Vic buongiorno,

    potrebbe gentilmente dare qualche indicazione in piu’ rispetto a quest’uomo che dice che non conta l’impudicizia della donna e poi però è geloso ? Quale gelosia? retroattiva ? Potrebbe essere uno stalliere ? Ho bisogno di dati per completare il quadro della mia esposizione. Saluti

    * * *

    Stoltnze,

    ho avuto modo di capire che lei è una fake persona che espone fake commenti. Non sono interessato a risponderle.

    * * *

    Yog non ho capito esattamente. Colpa della narda ? Un goccetto di troppo e anche stasera dici stronzate ? Dai, hai una mente logica, domattina un buon caffè e poi scrivi cose sensate. Ciao

Pagine: 1 2 3 25

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili