Salta i links e vai al contenuto

Gelosia: la tomba dell’amore

Non sono mai stata una tipa gelosa, o meglio lo ero sempre nella maniera giusta senza sentirmi male.
Adesso invece è cambiato tutto: mi sono ammalata. Uso questo termine perché l’ ossessione che ho è una malattia che ti mangia dentro come un cancro. Sto con questo ragazzo da due anni: anni fatti di tradimenti, umiliazioni e bugie. Da parte mia solo per vendetta. Mi sono abbassata al suo livello per ferirlo, altrimenti stavo male. Ad oggi le cose sembrano un po’ cambiate, non mi da modo di preoccuparmi… ma il problema adesso è un altro: la rabbia che coltivo verso di lui da due anni non mi fa vivere serena. Se saluta una ragazza mi sento male, penso subito che gli piace, che ci si vede, che mi tradisce. Ho il desiderio di uccidere tutte le ragazze che lui conosce, divento cattiva e irriconoscibile. Vivo con la paura che mi frega a causa di tutto il male che in passato m’ ha fatto. Ieri sera mi è riaffiorato tutto e oggi mi sento come tutte quelle volte che scoprivo quello che combinava.
Come posso far diminuire tutta questa gelosia malata che mi sta piano piano logorando? Non posso guarire stando con lui vero?

L'autore ha scritto 17 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore - Me Stesso

7 commenti a

Gelosia: la tomba dell’amore

  1. 1
    Babi -

    Quella che descrivi non è una relazione d’amore ma uno stare insieme forzato e frustrante, scusa ma che senso ha stare con una persona che si vuole umiliare e tradire per ricambiare quanto lui ti ha fatto?
    Se un rapporto non dà gioia e serenità è molto meglio chiuderlo, ci si risparmia tempo e dolore che man mano che vai avanti diventerà sempre più insopportabile.

  2. 2
    Marco -

    Cara mia la gelosia ossessiva non va bene. “Guarisci” o il tuo ragazzo si stancherà e ti mollerà.
    Rifletti… Buona fortuna!

  3. 3
    rossana -

    Psiche,
    non credo si possa guarire stando insieme: ci si può soltanto, con il tempo, rassegnare e soffrire un po’ meno.

    lascialo, se puoi, e cerca qualcuno che possa darti maggior serenità. anche perchè, se questi sono gli inizi, cosa ti puoi aspettare dalla consuetudine?

  4. 4
    Romina -

    Ciao!Guarda io sto assime ad un ragazzo da un anno e 2 mesi,lui è molto lontano e ci vediamo quando possiamo!Io so benissimo che lui mi tradisce ma non posso farci nulla,anche io per ripicca l’ho tradito,sinceramente sono stata malissimo!Ora stiamo ancora insieme…lui là ed io qua;so benissimo che lui sta con altre ma io nn posso farci niente,è come una droga per me!Un consiglio:almeno tu se ci riesci lascialo:ti tradisce una volta e poi non finisce più!Sii più forte di me!!Pensa che ha me me lo dice in faccia che mi ha tradito…e poi conclude con:ti amo!Pensa un po’ come sto messa io?!?1

  5. 5
    magirama -

    Ciao. Perdonami ma per come la vedo io sembra che tu abbia descritto una guerra anziché una storia d’amore. A prescindere dal fatto che tradire sia una cosa bruttissima e che fare altrettanto solo per vendetta sia anche peggio, mi chiedo che senso possa avere continuare una relazione di questo tipo. Stare insieme in questo modo vivendo solo di veleni, ripicche, senza tralasciare la tua amarezza è il tuo stato interiore così pieno di acido, di voi si può dire tutto tranne che vi sia amore. Fossi in te mi farei un profondo esame di coscienza e mi chiederei che senso possa avere continuare a vivere una storia di questo tipo.
    Scusami ma è la vedo così. In bocca al lupo.

  6. 6
    misterx87 -

    ehi psiche, mi ricordo la tua penultima lettera sulla timidezza, in cui accennavi pure al tuo ragazzo…li’ ti suggerivo di parlare a lui della tua insicurezza e tu dicevi che non potevi…io mi son permesso di dirti che pero’ e’ strano, che non e’ 1 bel rapporto, e’ come monco sotto questo profilo…ora ti dico che hai 1 rapporto strano anche sotto altri punti di vista…e’ anche normale che tu sia gelosa, e sarebbe normale pure se lo fosse lui se gli fregasse qualcosa di te, visto che vi siete pluricornificati a vicenda…il fatto che tu l’abbia fatto per vendetta, sentimento comprensibile, non e’ cmq 1 attenuante…dimostra che se volevi ferirlo l’amore non era/e’ poi cosi’ grande…

    sono convinto che chi scrive qua voglia sentire le opinioni degli altri per cui sono stato schietto nel dirti cosa penso, ovviamente senza intenti offensivi…se fossi in te proseguirei in quello che hai iniziato a fare, come attesta questa lettera: rifletti bene su che razza di relazione hai e su cosa davvero vuoi…
    come avrai capito, la mia risposta alla domanda finale della tua lettera è NO.

  7. 7
    dancan -

    scusa, ma mollarlo e vivere meglio, non sarebbe una cosa da prendere in considerazione?

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili