Salta i links e vai al contenuto

Forse non merito l’amore… o è l’amore che non merita me…

Caro direttore,

scrivo qui, perché mi trovo in un momento della mia vita così difficile, perché mi sento sola, perché quello che è successo è talmente grande… da non riuscire a dirlo a qualcuno che mi sta vicino, alle mie amiche… è forse qualcosa più grande di me…
Ho una famiglia che mi vuole bene, malgrado tutto, ho 30 anni, ho fallito da poco gli esami più importanti della mia vita, quelli che avrebbero dovuto determinare il mio futuro, e si, ho una possibilità, quella di rifarli, ma, mi chiedo, come posso riuscire in questa impresa se io non sono felice? Perché forse il mio problema è la mia storia, forse sono solo io… ho sempre pensato di essere di troppo, in questa famiglia, mi sono sempre sentita inadeguata, la pecora nera, quella che sbaglia, che non ne combina una giusta, che è la causa delle sofferenze altrui… ho passato il mio tempo, a credere che forse loro, i miei genitori, con mia sorella avrebbero potuto essere felici, se solo non ci fossi stata io, se io non fossi esistita… ho desiderato, più di una volta, di sparire, di smetterla di soffrire e di smetterla di essere la causa della sofferenza altrui… non ho combinato nulla di buono nella mia vita, non ho costruito niente, solo casini e disastri… sono sola… forse non merito l’amore, o è l’amore che non merita me…
E adesso che credevo di avere trovato una persona, quella che sarebbe stata capace di capirmi, che mi sarebbe stata accanto… adesso che mi ero completamente innamorata, che ci avevo creduto, che mi sono buttata in questa cosa che credevo essere amore… dopo un anno che la frequento, ecco, che lo scopro, scopro che questa persona è sposata… è sposata e non me l’aveva detto…. avrebbe voluto, certo, mille volte a sentire lui, ora sta meglio, si sente più libero, perché io lo so, e non c’è più niente, ora, che io non so di lui… avevo sempre detto che non sarei mai andata con uno sposato… aveva paura di perdermi…
Parla di esclusiva, dice che, da quando sta con me, non ha più baciato nessuna, non ha più fatto l’amore se non con me… ma non me l’aveva detto, una cosa così importante… un matrimonio che lui considera un non matrimonio a tutti gli effetti perché lei è straniera, e non aveva lavoro e lui l’ha sposata solo, a quanto dice, per permetterle di rimanere qui… per farle avere il permesso di soggiorno… perché nemmeno i suoi famigliari lo sanno, perché questo era il patto… che non avrebbero festeggiato, perché non l’avrebbe mai sposata, se non fosse stato per quello… parla di un futuro insieme, dice di aver ritrovato una parte di lui stando con me, o forse di non averla mai conosciuta, dice di non volermi perdere… sapevo che aveva una ex… sapevo che si erano lasciati, che l’aveva voluto lui… mi ha sempre detto che le cose erano complicate… che lei era rimasta nell’appartamento che avevano insieme, mentre lui era ritornato provvisoriamente da suoi, che l’avrebbe aiutata a trovare un lavoro, per permetterle di stare qui… ci ha messo tanto tempo, faticavo a capire il perché… mi ha sempre chiesto pazienza per questo… mi ha sempre detto che c’erano cose che non sapevo… ma un matrimonio… ora pero capisco… è la storia più vecchia del mondo… mi ha tolto la possibilità, il diritto di decidere, perché io l’amante non l’avrei mai fatta se solo avessi saputo… e adesso? Che cosa faccio adesso?? Perché nessuno mi sostiene in questa cosa… perché lui mi dice che tutto andrà a posto, che si sistemerà… perché io non ho scelto di essere un amante, ma è quello che sono… perché non posso pensare di vivere la mia vita senza di lui… perché tornerei ad essere vuota… perché, forse per la prima volta, ho trovato chi mi capisce, chi sembra fatto per stare con me… perché sta prendendo troppo tempo, perché si sente obbligato verso di lei, a trovarle un lavoro, perché parla di divorzio… ma se divorzierà e lei non ha un lavoro non potrà restare qui….. perché la legge è una, e io, che dovrei tentare per la seconda volta gli esami di avvocatura, la conosco, e sono a casa in questo momento perché ho finito la pratica legale, e dovrei solo studiare… mi guardo intorno e vedo una vita vuota, la mia… vedo che sono sola, sento che non sono felice e che non so come fare, perché appunto al momento non lavoro, non ho stimoli.. e si che il capo se passo mi terrebbe… ma io non sento di essere forte… so che se io quella forza non la trovo, se boccerò di nuovo e non sarò mai un avvocato, e la mia vita allora si che sarà… da buttare via… perché c’è lui che promette, dice, non dice, complica le cose… si comporta così…. e io che so solo che sono sola, da sola, che amo una persona che forse non posso avere… che devo passare i prossimi mesi a studiare ma non so come fare, da che parte iniziare.. e so che, se boccio di nuovo allora si che la mia vita non sarà servita a niente… ma non so come reagire, cosa decidere, un giorno penso che di lui dovrei fare a meno, ma non ci riesco…. so che è importante, che è la mia occasione, che non devo buttarla via, ma non sono forte abbastanza e ho paura di farlo… è più forte di me… sono in un baratro di disperazione e, invece di risalire, affondo sempre di più…
Ho bisogno che qualcuno mi aiuti, che mi dica cosa fare, ma non sono capita, nemmeno dalle persone della mia famiglia… sono sola… le mie amiche sono stufe, dicono che dovrei lasciarlo… io non so come fare… con lui, con la mia vita, come reagire… tra me e lui.. c’è qualcosa che io non ho avuto mai, ma il problema è che oggettivamente non sembra così, e me ne rendo conto… nessuno lo sa… ma quando siamo insieme io sento che se lo perdo, questo non lo avro mai più…

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore - Me Stesso

4 commenti

  1. 1
    cyber81 -

    Sei sicura al 100% che lui da un anno non abbia mai sfiorato la sua “compagna” ? E poi sinceramente, la storia relativa al matrimonio per opportunità non regge.
    Se l’ha sposata un motivo ci sarà.
    Ogni persona sana di mente non sposerebbe mai una persona solo per il gusto di farle avere il permesso di soggiorno.
    A me pare una scusa belle e buona e quest’uomo si meriterebbe di essere mandato a quel paese.
    Certo che sti uomini che si comportano così non solo sono sgradevoli, ma sono pure fortunati. La moglie, l’amante e chissà quanto altro.
    Ma vedi te

  2. 2
    SAM -

    No va beh ce ne sono di persone che fanno matrimoni finti, per fare documenti a extracomunitari in cambio di soldi.
    Poi però non ci vivono insieme….e te che stai per diventare avvocato penso che sai che la donna viene super tutelata in Italia, non credo che la manderebbero via, con tutti gli alimenti che ciuccerebbe da lui….e se pure fosse che dovesse trovarle un lavoro farlocco, lo troverebbe senza difficoltà per prolungare i documenti.

    No amica, lui mente spudoratamente, e non credo tu non possa vivere senza di lui, troppi ce ne sono di uomini veri, io qualche tempo fa raschiavo il fondo…con una ragazza bellissima ma che non era compatibile con me, sicchè un giorno mi telefona e mi sfancula.
    Credimi se ti dico che le ho provate tutte, perdendo pure la ragione, arrivando a pensare che avrei fatto tutto per riaverla, pure umiliarmi, pure dividerla con qualcuno.
    Ma poi…diavolo perché? Valevo forse meno di lei io? Perché? Perché ero e sono povero? Perché ho solo la terza media? Perchè certi miei comportamenti erano agli occhi suoi sbagliati? No! Ho Reiniziato ad uscire con gli amici, a provarci con tutte per liberare la mente…talvolta portando a casa pure il risultato.
    Poi ho iniziato a cantare in un gruppo e su facebook video e foto iniziarono a girare, quindi fu lei a ri cercarmi perché mi vedeva splendido splendente, e io non avevo bisogno di lei, era attorno a me che girava il mondo ora, non più a lei.

    Forza, tutto passerà, se ti capitano imprese ardue è perché puoi superarle

  3. 3
    luna -

    Ciao… L’uomo sposato e’ un aspetto ovviamente rilevante in questo momento ma c’e’ anche un “accumulo e un mix di files”. Non sempre e’ facile, lo so, considerarne uno per volta, anche perche’ sono interconnessi. Pero’ se posso darti un consiglio (se non lo hai ancora fatto).ti direi di affrontare innanzitutto in sede adeguata (con uno psicologo) la questione del ruolo che hai finito con l:assumere o senti e credi di assumere nella tua famiglia. Cosa,

  4. 4
    luna -

    Che mi pare senti molto condizionante. In secondo luogo ti direi di sentire un tuo progetto personale (gli esami) e se e’ un tuo progetto di dargli il positivo valore che ha per te, un suo significato per te al di fuori di uno schema “se mi bocciano sono una fallita/se passo magari mi.riscatto” – punto due che si ricollega alle suggestioni del punto uno. Fare un percorso nostro ler liberarci da una dialettica tra pecora nera senso di colpa/rimedio.redenzione assoluzione dai sensi di colpa e altrui incomprensione/altrui.comprensione accettazione.da parte.dell’altro come prova per poter accettare se’ (se tu mi amerai mi dimostrerai che non sono sbagliata e che quindi io posso amarmi) .credo sia un percorso costruttivamente molto liberatorio… E che permette di.vedersi e vedere la propria vita non solo attraverso gli occhiali sfocati (e parziali) della dipendenza. Dipendenza dal concetto di successo e insuccesso quali prove di redenzione e diritto a non sputarsi in un occhio ogni mattina o prova di totale fallimento. E’ chiaro che un problema di.cuore e i problemi personali tolgono energia e concentrazione, ma se per te e un tuo percorso consideri importante cmq tentare di fare del tuo meglio per qsto esame sei tu che devi proteggere le tue priorita’. A meno che a te.di questo.esame non importi e stia cercando un alibi..se invece e’ comprensibile ansia da.prestazione convertirla in tensione positiva puo’ farti dare di piu e non di meno nello studio. L’esame e’ una cosa tua indipendentemente che lui sia il principe szzurro, un fetentone, un uomo che tra un mese o un anno.ci sara” o no.e come. E’ una cosa che riguarda te. Hai.bisogno di qualcuno che ti.aiuti e ti indichi la strada dici e nella vita capita di sentirsi cosi. Ma la cosa di cui potresti avere piu bisogno.forse sarebbe di vedere che se e’ a te stessa che chiedi aiuto e sostegno e “cosa e’ meglio per me” dentro di TE tutto questo.c’e’

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili