Salta i links e vai al contenuto

Fine di una convivenza (2)

  

Vi prego di aiutarmi…. chiedo a voi uomini di rispondermi per poter avere un vostro consiglio. Una settimana fa la mia convivenza è finita. Dopo quasi tre anni passati insieme lui se ne è andato per sempre, sbattendo la porta dalla quale era entrato e lasciandomi così, da un giorno all’altro, affogando nel mio dolore. Ma cominciamo dall’inizio…
Ho conosciuto quest’uomo 12 anni fa, io avevo già alle spalle un matrimonio alle spalle, lui una convivenza finita male. Ci fù una breve storia tra noi all’epoca, ma nulla di impegnativo da parte sua, anche se a me già aveva spezzato il cuore…. per otto anni non ci siamo più sentiti, poi tre anni fa ci siamo incontrati ad un corso di aggiornamento e lì come per magia è scoppiato l’amore, quello vero, intenso. Lui nel frattempo aveva avuto un altra convivenza, io nessuna storia importante, forse inconsciamente ero sempre in attesa di lui. Beh, nel giro di sei mesi siamo andati a vivere insieme. Lui mi adorava, ha fatto di tutto per me, per dimostrarmi il suo amore, per rassicurarmi sul fatto che questa volta sarebbe stato per sempre, che si sarebbe preso cura di me e non mi avrebbe mai fatto del male. Abbiamo fatto progetti di figli, di matrimonio. Dimenticavo io ho 44 anni lui 37. Mi diceva che senza di me non poteva vivere, che era sicuro che saremo stati insieme per tutta la vita, mi adorava, mi amava come nessuno mi aveva mai amato. E io? Io ero la donna più felice del mondo. L’ho amato tantissimo, lo amo e continuerò ad amarlo. E ho fatto di tutto per lui. A volte litigavamo, ma così, come si litiga in tutte le coppie. Poi… da un mese circa le cose sono cambiate. Lui era cambiato, nervoso, stanco, ma non ho colto subito questi segnali. Quando me ne sono accorta ho provato a parlare con lui, ma mi rassicurava che tutto andava bene e che mi amava da morire. Questo però ha portato anche me ad assumere un atteggiamento sbagliato, di difesa, vedendo in lui qualcosa di diverso ho cominciato a chiudermi in me stessa, ad essere più nervosa e quindi in questo mese abbiamo litigato molto. Poi due settimane fa mi dice che forse abbiamo corso troppo e che per il momento non se la sente di decidere una data per il matrimonio. Ma come? Abbiamo iniziato a parlare di matrimonio perché lo volevamo entrambi, e adesso cambia idea? Lì ho veramente realizzato che qualcosa non andava, che forse non mi amava più. Sono state due settimane molto difficili, in cui litigavamo molto, ma lui continuava a dirmi che mi amava. Poi domenica ho trovato una lettera di una donna tra le sue cose. Una lettera di una donna innamorata in cui si fa chiaramente capire che lei ha la speranza che un giorno si possano mettere insieme. Mi è sembrato di morire. Abbiamo litigato di nuovo. Lui ovviamente ha negato tutto. Mi ha detto che forse aveva dato troppo spazio a questa donna, che non era successo nulla, ma che da lì aveva capito che c’era qualcosa che non andava in questa storia. Che era stanco dei nostri continui litigi e che l’amore in me era cambiato, mi voleva un bene dell’anima ma non voleva più stare con me. Io sono morta.
In cinque giorni ho perso già quattro kg. Non voglio vivere così. Come ha potuto farmi questo? Io mi dò un sacco di colpe, perché in questo mese ho sbagliato anch’io tanto, l’ho trascurato, ero nervosa e non gliene facevo passare una, ma ero triste perché come già ho detto vedevo un cambiamento nei mie confronti. Continuo a pensare che avrei potuto fare qualcosa prima che potesse essere tardi, ma iniziavo pure a pensare che forse ero io paranoica visto che lui continuava a dirmi che mi amava. Come si fa a dire a una donna “Ti amo, mi manchi, questo amore sarà per sempre”, e poi dopo dieci giorni lasciarmi per sempre?? Si, avete capito bene, queste parole me le ha dette solo dieci giorni fa.
A questo punto io non so se lui sia davvero in grado di amare. Con me sono già tre convivenze che ha avuto. Tutte e tre finite per causa sua, perché lui ha avuto la fortuna di essere stato sempre amato. Credo che lui all’inizio di una relazione faccia di tutto, e ami in maniera esplosiva, ma poi… pouf! Si consuma in poco tempo. Non so più che pensare. Lui era cambiato ma non perché litigavamo sempre, ma perché ha conosciuto un altra, ed è da lì che sono iniziati i problemi, perché prima non ce n’erano. Io credo che se fosse stato amore non mi vrebbe mai lasciata. Gli scontri e le crisi che una coppia attraversa obbligano al dialogo e dovrebbero essere presi come confronto, come crescita e non come una rottura.
Comunque ho provato a chiedergli di riprovare anche perché anch’io ho fatto degli errori che non rifarei mai più, ma non ne vuole sapere. Continua a cercarmi, a preoccuparsi per me, ma solo perché mi vuole un gran bene. Continua a negare su un altra donna ma non ci credo. Io sento che sto andando sempre più giù. Aveva promesso di proteggermi per la vita questa volta e invece mi ha uccisa. Vi prego datemi un consiglio.

L'autore ha scritto 3 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

3 commenti a

Fine di una convivenza (2)

  1. 1
    andreuccio83 -

    Ciao

    Ho letto la tua lettera, capisco il tuo stato d’animo, ci sono passato anche io, leggendo quelle poche righe che hai scritto, noto da parte sua un gran senso di codardia, le sue storie passate dovrebbero darti una piccola conferma, ma è naturale o meglio, ci fa anche comodo pensare che il rapporto che si sta vivendo sia speciale, e che tutto il resto non conti nulla, le storie passate che ha avuto avrebbero dovuto farti aprire un po di più gli occhi all’inizio, ma discutere di questo adesso è abbastanza facile…… Ogni caso è soggettivo, la tua storia per essere valutata è troppo povera di contenuti, adesso sicuramente ti trovi in uno stato di confusione che ti porta a massicci sensi di colpa che provi nei suoi confronti……
    Darti un consiglio è un’azzardo in questo momento, certo che lui ha alle spalle 3 convivenze su 3 andate a male, se ci aggiungiamo anche l’età non proprio giovane, mi sembra un uomo che non abbia mai pensato ad un reale progetto di famiglia, ma che ha pensato solo a se stesso, buttando solo fumo negli occhi verso i partner che ha avuto…… Prova a pensare a lui non come all’uomo che ami, ma alla persona che realmente è, prova a scorgere i suoi lati negativi, pensa a quella lettera che hai scoperto; un uomo che vive di situazioni, forse sempre alla ricerca di qualcosa di diverso, che si stufa dopo poco tempo, che non da peso alle parole che dice, forse non sa neanche quello che vuole dalla vita….. Io la trovo una persona molto instabile, oltre che superficiale …. Io credo che te ne accorgerai solo quando la tua mente si sarà schiarita, perchè adesso sei ancora troppo confusa, innamorata e piena di sensi di colpa per poter mettere bene a fuoco il soggetto…. Il tempo ti darà una grossa mano, le persone non sono tutte uguali, tutti sbagliamo è umano, ma perseverare come nel suo caso è maligno….Se posso permettermi, cerca di liberarti di lui il più presto possibile, comincia da subito, la strada è lunga,e dovrai percorrerla in un primo momento da sola, poi forse chissà con qualcuno che ti agevoli il cammino…..vabbe s’è fatto tardi, stringi i denti che è dura, bene o male tutti quelli che hanno avuto una bella trambata in amore sono sopravvissuti….ti mando un grosso saluto, ciao

  2. 2
    Rachele -

    Grazie per le tue parole Andreuccio, che mi fanno vedere le cose sotto un altra ottica….A questo punto inizio a pensare che non sia un uomo felice, cerca solo di trovarla usando l’emozione iniziale di un rapporto di coppia, donando e prendendo il massimo per sentirsi bene. Poi quando l’amore dovrebbe trasformarsi ed evolversi in qualcosa di più concreto si volta in altre direzioni, dando colpe agli altri per scaricarsi la coscienza.
    Lui sarà sicuramente un uomo che non soffrirà, e che non si metterà mai in ridicolo, ma nonostante tutto sono felice di essere come sono perchè sò cosa significa la parola “amare”. Grazie ancora

  3. 3
    Gimmy -

    Ciao,
    Ho letto la tua lettera ed è difficile dare dei consigli in questi casi, ma se parlando con il tuo ex non si risolve nulla è giunta l’ora di non sentirlo più, perché sentirlo ancora significa soffrire.
    Anche io ci sono passato, e penso tantissime altre persone, all’inizio è terribile, ma con il tempo le cose andranno meglio, se lui ha deciso di interrompere un rapporto così duraturo non tornerà indietro, lo so che ora hai speranze e le avrai per un po’ di tempo, ma sono solo speranze, Se vedi che non vuole più andare avanti, staccati da lui fai la tua vita, pensa a te stessa, te sei la cosa più importante dedicati a te stessa, fai cose che non facevi da tempo distraiti e stai meno sola possibile…..le cose andranno meglio questo è certo….è una cosa matematica.
    Capisco che ora hai un gran senso di vuoto e di confusione, stai pensando “dopo tutte quelle cose fatte insieme come ha potuto” ma le cose cambiano, le persone cambiano, volere o volare devi cambiare anche tu.
    Auguroni un abbraccio.
    Gimmy

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili