Salta i links e vai al contenuto

Ero la prima a voler finire la nostra storia, ma ora sto a pezzi!

Ho sempre cercato un posto in cui potermi sfogare e sentire le risposte delle persone più diverse. Spero di averlo trovato. Vi racconto la mia storia cercando di essere il più breve possibile.

A Febbraio del 2006 ho conosciuto un ragazzo, Alessandro. Mi trovavo davvero bene a parlare con lui, era sempre gentile, disponibile… simpatico, dolce. Lo consideravo quasi il mio migliore amico. Dopo un mesetto mi ha detto che gli piacevo. Ma io per la testa avevo tutt’altro e sinceramente non riuscivo a vederlo come qualcosa di più di un amico. Lui ha continuato per altri 6-7 mesi a ripetermi quanto io gli piacessi e fossi importante per lui… ma nonostante tutto io sviavo e come risultato restavamo solo amici. Dopo di chè, a metà settembre, non lo so, è scattato qualcosa dentro di me e ho iniziato a sentire dei sentimenti più forti. Insomma, in conclusione il 1 ottobre ci siamo messi insieme. Fino a questo momento sono stati 3 mesi fantastici, non mi ero mai sentita così bene . Il giorno in cui lui mi aveva detto di amarmi, io lì per lì non gli avevo risposto… troppo insicura dei miei sentimenti. Circa 20 giorni dopo glielo avevo detto anche io, presa dall’entusiasmo (probabilmente però non era amore vero…). Nonostante questo però, è sempre stato tutto meraviglioso, ho provato delle cose che non avevo mai provato prima, ho passato dei momenti indimenticabili, nessuno mi aveva mai detto delle cose tanto belle, mi sono sentita per la prima volta in vita mia VERAMENTE amata. Solo il che il tempo che avevamo a disposizione per vederci era poco, due o tre volte a settimana massimo, poichè lui doveva allenarsi tutti i giorni. Io vivevo la mia settimana in funzione di quei due o tre giorni (un pò triste da dire eh). Non ci sentivamo mai telefonicamente, in quei giorni in cui non ci vedevamo ci mandavamo messaggi o ci sentivamo su msn. A un certo punto però lui ha iniziato ad andare molto male a scuola e i genitori lo hanno messo sotto con lo studio. Così ci vedevamo una volta a settimana (se andava bene). E piano piano inizavo a notare che la maggior parte delle volte che ci sentivamo per uscire, ero sempre io a chiamare. Così sotto natale mi sono detta “non lo chiamo per dirgli di vederci, vediamo cosa succede”. Non ci siamo nè visti nè sentiti per cinque giorni, niente, zero totale. Lui mi faceva dei miseri squilli a cui nn mi degnavo nemmeno di rispondere. Probabilmente sembrano stupidi lamenti, ma dopo quasi 3 mesi queste cose inizavano ad aver un certo peso. Il 28 e il 29 dicembre abbiamo fatto due litigate di due ore su msn. Così il 30 ci siamo visti per parlare… senza giungere a nulla però. Io non avevo la forza di lasciarlo. Nonostante non ci vedevamo spesso, nonostante non ci sentivamo mai, nonostante tutto, erano stati dei mesi semplicemente splendidi. Ma io non riuscivo a colmare questo mio bisogno di sentirmi amata… il semplice sapere che alla fine della giornata ci sarebbe stata quella telefonata durante la quale qualcuno mi avrebbe chiesto come stavo… cosa avevo fatto… Non voglio essere al centro del mondo, non l’ho mai voluto. Ho solo bisogno di un pochino di attenzioni, di sentire che sono importante per una persona, di sentire che lui mi vuole bene, di sentirmi parte di qualcosa. Mentre le cose andavano sempre peggio però, avevo conosciuto un ragazzo di scuola mia, più grande, che mi aveva fatto capire di avere un certo interesse nei miei confronti e io, sempre più distante da Alessandro, mi era fatta prendere sempre di più da lui (sia chiaro, tra me e lui non è successo nulla). Pensavo davvero tanto a lui. Comunque… alla fine mi sono riappacificata con Alessandro e il 31 lo abbiamo passato insieme. Il 1 gennaio 2007 abbiamo fatto 3 mesi. Poi io sn partita, sono tornata il 6 e mi sono ammalata. Oggi ci siamo rivisti per la prima volta… io ho inziato a dirgli che non mi sento presa come un tempo e che non ha senso continuare così, senza vederci. Alla fine ho detto che volevo una pausa e lui era d’accordo, nonostante ci fossimo detti che la cosa faceva male a entrambi. Dopo lui mi ha mandato un messaggio dicendomi che non dimenticherà i bei giorni passati con me…

Ho tralasciato un pò di cose per non annoiarvi troppo… forse così io sembro un’egocentrica pazzesca e lui un pò uno stupido a cui non importa tanto di me, ma non è così nessuna delle due cose. Il punto adesso è: anche se io era la prima a voler finire la nostra storia, se io ero la prima a dire di non essere presa, se io ero la prima a pensare un altro ragazzo, se ero la prima a dire che lasciandoci non sarebbe cambiato nulla tanto vederci, non ci vedevamo, sentirci tantomeno.. ora sto a pezzi. Cosa posso fare…

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

1 commento

  1. 1
    silvysilvy -

    E’ normale stare a pezzi: se passassi 3 mesi con un sasso e te lo togliessero, ti mancherebbe anche quello.
    Da quello che racconti la storia si è esaurita ancora prima di iniziare (so che è triste…) forse per lui era una grande sfida conquistarti ma adesso che eri sua, non aveva più interesse. 5 giorni senza sentirti… wow!
    Non mi sento di biasimarti troppo se ti sei fatta prendere da un altro, sei anche giovane: sicuramente vuoi più bene ad Alessandro ma questo nuovo ragazzo ti fa sentire di nuovo desiderata e al centro dell’attenzione, cosa che Alessandro non fa più.
    Non ti dico di buttarti tra le braccia di quello nuovo solamente perchè sarebbe probabilmente uno sbaglio (ne ho sentite tante di storie così!)
    Ma ti consiglio di lasciar perdere la tua vecchia storia, perchè è iniziata malino e si è svolta peggio.

    Buona fortuna su con la vita che sei giovane!

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili