Salta i links e vai al contenuto

Emergenza rifiuti in Campania finita

Lettere scritte dall'autore  Tony Fabrizio

La notizia è di oggi ed è di quelle che fanno scalpore: il Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi si recherà a Napoli per il Consiglio dei Ministri e, in serata, annuncerà che l’emergenza rifiuti in Campania è finita. Il pericolo “monnezza”è stato debellato. Non andrà a prendersi gli onori, ma a fare un semplice annuncio. Tanto sospirato, atteso e salutare, per la verità, per i napoletani. Sin dall’inizio ha raccolto solo oneri, soprattutto dall’attuale opposizione (che di opposizione non ha proprio niente in quanto dice e sostiene tesi opposte di quanto afferma il Premier), o meglio minoranza (il che è un dato di fatto). Era megalomane Berlusconi quando sosteneva che entro la fine di luglio Napoli sarebbe stata pulita dai cumuli di rifiuti che, insieme con don Antonio Bassolino, erano diventati perfetti e caratteristici sfondi per cartoline. Quanto affermava oggi è realtà! E non ha avuto la bacchetta magica, no, ma ha solo fatto capire che i rifiuti sono un mero attentato alla salute. E anche l’immagine (quindi gli affari) della città ne vengono compromessi. Certo, ha mandato parte dei rifiuti in Germania e al nord Italia, ma con consenso degli indigeni però. Poi ha aperto le discariche, e prossimamente andrà in funzione anche il termovalorizzatore, del posto perchè i rifiuti li produciamo noi ed è giusto pure che ce li teniamo noi d’ora in avanti. Una discarica per provincia. C’è voluto un pugno duro, ma alla fine ci si è capiti. E questa è un’altra colossale e storica sconfitta per l’ormai fantomatica sinistra. E in tutto ciò non c’è nemmeno lo zampino della camorra e affiliati bassoliniani. Anzi li si è combattuti aaddirittura. Sono state sequestrate inoltre delle discariche ai clan casalesi. Ma non è tempo per adagiarsi sugli allori. Il Cavaliere già pensa a come far girare queste immagini, le immagini della Napoli rinata, della Napoli pulita, sulle TV di tutto il mondo, come far ritornare i turisti nella città partenopea e limitare, meglio rissollevare, gli albergatori, i ristoratori e tutti quelli che col turismo ci campano. E le leggi ad personam di Berlusca? Perchè non le si tirano fuori adesso? Perchè non si dice che il Presidente del Consiglio fa punire con l’arresto chi, violentemente, ostacola l’attività nelle discariche, come non si vede in nessun Paese civile, democratico ed evoluto? Caro zi’ Silvio non sarai la panacea, ma una cosa voglio dirTi: NON MORIRE MAI!!!

L'autore ha scritto 3 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Condividi su Facebook: Emergenza rifiuti in Campania finita

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Politica

10 commenti

  1. 1
    Daniele81 -

    Mamma mia questo post puzza da morire, più della monnezza, di spam politico

  2. 2
    Monk -

    Prescinderò da qualsiasi considerazione politica, e non entrerò nel merito della questione della soluzione del problema rifiuti a Napoli.

    Ciò premesso, si può veramente andare orgogliosi del fatto che non ci siano più i rifiuti ben visibili nella città? Come hai detto tu, moltissimi sono stati trasferiti all’estero e molti altri in diverse Regioni italiane. Ora, tutto ciò risolve qualcosa? Apparentemente sì, ma ti pongo delle domande sulle quali – spero – vorrai riflettere.

    Quanto costa trasferire i rifiuti all’estero? Quanto costa trasferirli in altre Regioni italiane? I soldi del trasferimento a chi vengono dati e da chi vengono gestiti? Perché ci si oppone alla costruzione di termovalorizzatori e/o discariche in un territorio – come quello campano – dove tutti quelli che manifestano si tengono la discarica abusiva sotto casa, a capo chino e senza reagire? E’ veramente la società civile quella che manifesta? Chi ha interesse a che i rifiuti non vengano smaltiti all’interno della Regione e continuino invece ad essere trasferiti?

    La risposta a queste domande dovrebbe essere semplice, anzi semplicissima. Eppure non ho sentito ancora un politico pronunciare la parola giusta: una sola parola, un solo termine che dà la risposta a tutte le domande che ho posto sopra.

    Sei davvero sicuro che il problema rifiuti sia stato risolto? Sì, non sono più per strada, per carità. Ma è stato veramente risolto, o è la solita soluzione all’italiana, dove tutte le parti in gioco sono soddisfatte e contente?

    Chi lucra continua a lucrare; chi fa politica ostenta i risultati della sua azione; chi manifesta (anzi: chi VIENE MANDATO a manifestare) si tiene la discarica abusiva a 200 metri da casa ma ottiene di non vedere un legittimo e regolare termovalorizzatore a CHILOMETRI di distanza da quella stessa casa.

    Tutti contenti. Tutto all’italiana, come sempre. E quella parolina ancora nessuno la pronuncia.

  3. 3
    Tony Fabrizio -

    Io credo proprio che il problema sia risolto. Non credo che il Governo mandi qualcuno a manifestare contro se stess. Se non lo si è risolto tutto, lo si è risolto in parte perchè il posto per i rifiuti non è la strada. Sulle tue domande c’ho riflettuto, credimi, ma continuo a rimanere della mia opinione. Per fortuna! Ti ringrazio per avermi indotto alla riflessione.

  4. 4
    Monk -

    @Tony Fabrizio: “Non credo che il Governo mandi qualcuno a manifestare contro se stess”.

    E che caspio c’entra. Comunque non hai ancora tirato fuori la parolina magica alle domande. Mai sentito parlare di camorra? Secondo te chi è che ci guadagna dai trasferimenti dei rifiuti in Germania e nelle altre Regioni? Secondo te molta gente da chi viene mandata a manifestare per non avere termovalorizzatori, così che continuino i costosissimi trasferimenti?

  5. 5
    Tony Fabrizio -

    Ti informo, casomai tu non lo sapessi, che i lavori di adeguamento del termovalorizzatore sono già iniziati. E il termovalorizzatore già esiste. Ed è visibile!Per quanto riguarda la camorra ti cofermo che c’ha mangiato fin ora e con il consenso di Totonno (il Governatore della Regione se non sei del luogo). Ma ora no! Ora no! I siti sequestrati, e questa è cronca nazionale, non sono di mia proprietà. Con affetto.

  6. 6
    Ari -

    Eh caro Tony, come hai ragione!
    Perché quello che sa fare quell’antipatico Berlusconi non lo sa fare la simpatica sinistra?
    Il mondo va proprio a rotoli…

  7. 7
    Tony Fabrizio -

    Gentile Ari, si spieghi meglio. Berlusca (come lo chiamano i compagni) sarà pure antipatico, ma per me è migliore di tant’altra gente, ad esempio quel sonnecchiatore di Prodi, quell’incapace,bugiardo e incapace di Veltroni, quel mangia-bambini di Bertinotti…..vedi questo ti farà saltare i nervi, ma è un giudizio puramente soggettivo (anche se visto i numeri dell’appena trascorsa tornata elettorale….)come il tuo aggettivo nei confronti dell’attuale Primo Ministro, il Premier, il Capo del Governo, il Cavaliere….insomma hai capito di chi parlo. Con affetto

  8. 8
    Leilaluna -

    meglio un sonnecchiante (stanco) Prodi, che un primo ministro ….., un premier antipatico, un capo del governo maleducato e un cavaliere lecca….! 🙂 alias berlusconi.

  9. 9
    Tony Fabrizio -

    Meglio chi ti ha ridotto in mutande? Chi ha fatto rinunciare alla stragrande maggioranza degli Italiani a vivere in modo dignitoso? Ormai si sopravvive! Se colui che ha avuto l’intelligenza, in due soli anni di legilatura, di mettere 110 nuove tasse perchè non è stato di nuovo votato dagli Italiani? Perchè tutti i suoi “compagni” di avventura lo hanno scaricato? A proposito che fine ha fatto quel mortadella? Non sarà mica passato sulla mia tavola quel buona a nulla? No, perchè se è così, non me ne sono nemmeno accorto…alias Prodi…:)

  10. 10
    Leilaluna -

    penso che faccia il nonno a tempo pieno ed ha ragione, gli italiani non lo meritano.

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso dispositivo (da qualsiasi dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili