Salta i links e vai al contenuto

Dura la vita!

Lettere scritte dall'autore  la ale

Ciao a tutti, mi sono ritrovata su questo sito e un pò per far uscire il dolore che ho dentro un pò per capire dove ho sbagliato nella mia vita ho deciso di scrivere….
Ho acceso il pc e ricercavo le parole “annientata moralmente”..perchè è così che mi sento..
Sono appena tornata a casa dopo un atto notarile che mi liquidava la mia parte di appartamento..
Ma forse è meglio iniziare da dove è cominciato tutto..
Sono separata legalmente da circa un mese, dopo un anno di trattative dei rispettivi avvocati (mio e di mio.. ora ex?.. marito), è perciò più di un’ anno che vivo da sola nella nostra casa, quella che doveva essere la casa per tutta la vita.
Ci siamo incontrati, innamorati (per me colpo di fulmine, per lui no), siamo andati a convivere, e poi dopo circa due anni sposati..
Tutto meraviglioso, da favola.. mai discussioni, passione alle stelle sempre.. tutto per cinque o sei anni.. mai un momento di crisi o problemi..
I problemi sono arrivati con la ricerca di un figlio.
La cosa che è la più naturale del mondo, la più facile per la maggior parte delle coppie per noi non è stata così!!!
Ho iniziato una serie di esami, visite, cure invasive, andando avanti nella mia ricerca/speranza di ingrandire la famiglia.
Tanti tentativi, tutti finiti sempre male.. fino a che un giorno, la meravigliosa scoperta!!
Io ero al settimo cielo.. forse anche lui.. ora non lo so più..
Purtroppo al settimo mese di gravidanza capita quello che nessuna donna si augura mai che possa accadere: inizia tutto con qualche piccolo problema.. poi la tragedia.
La bimba muore nel mio grembo
La mia vita corre un grave rischio.. non posso partorire e mi devono operare;
mi risveglio in una camera di terapia intensiva con un bel taglio sulla pancia, moralmente e psicologicamente distrutta.
Per circa un anno lotto per riacquistare il mio equilibrio, senza pensare a quello di coppia.. le apparenze non davano segni preoccupanti..
Le apparenze!!!
Cambio lavoro e mi butto totalmente nella mia nuova realtà, convinta che la persona che mi è accanto mi sia accanto veramente.. non solo apparentemente..
Torno a rivivere, a ridere, a sperare e fare progetti.. si parla di un’adozione.. cominciamo ad interessarci, seguire riunioni..
Poi ad un certo punto, così, inaspettatamente lui cambia.. comincia ad avere un’eccessiva cura della propria immagine, spesso via per lavoro, diventa nervoso e intrattabile, offensivo anche nei miei confronti… il cellulare ovviamente a casa sempre spento!!
Trovavo scusanti al suo comportamento che solo una donna innamorata può trovare..
poi una sera ho fatto una cosa che non avrei dovuto fare.. lui dimentica il cellulare acceso.. io lo guardo!!!!
Solo due sms.. ma il mio mondo, la mia vita ha cominciato a crollare.
“ti amo tantissimo, adoro passare il mio tempo con te”
“vorrei stringerti e alleviare le tue sofferenze”
Ovviamente non ero io la destinataria ma la sua segretaria/collaboratrice o chiamatela come vi pare.. io in genere uso un termine molto meno carino..
Gli chiedo spiegazioni, mi dice che non è niente… una cosa così, che ama me..
gli credo..ahimè
Iniziano mesi di confronti.. parole, parole, parole…
poi mi dice che è confuso.. si è trovato un’appartamento..per stare un pò da solo e riflettere..
gli credo ancora..
Ci vediamo nei week-end, facciamo i fidanzatini.. gli chiedo di tornare a casa.. mi dice che il matrimonio è finito!! Parte per le ferie con la cr….a, ma mi messaggia che ha capito tante cose ed io sono il faro più luminoso della sua esistenza.. sono e sarò sempre sua moglie..
Gli credo per l’ennesima volta.. è rimasto in casa un altro mese e mezzo di confronti e passione in tutti i sensi.. poi è di nuovo confuso, gli consigli una terapia di coppia, da solo.. che ne so… che ne so di quello che succede..lo trovo una mattina in un negozio che compra un regalo..ovviamente non per me!!!
Se ne va di casa.. io non capisco più niente, voglio spiegazioni ai miei perchè…
telefono a lei.. il confronto è più che civile, mi dice che sono più di due anni che piange per lui.. che non capiva i suoi comportamenti, le cose che le diceva… mi dice che sognavano un figlio…. poverina…
Chiedo spiegazioni con mail, sms… impazzisco… l’unica risposta che ho avuto è che “le difficoltà sui nostri progetti ci hanno allontanato”…
Mi aspettano mesi bui, squilibrio totale.. e continuano le mie mail e i miei sms.
Mai nessuna risposta.. finchè un bel giorno mi risponde di smetterla, che sono un’intrusa nella sua vita e in quella della sua nuova compagna..
Nonostante tutto il male che mi ha fatto mi sveglio ancora piangendo, mi sveglio ancora perchè mi manca l’aria, mi manca la vita..

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Condividi su Facebook: Dura la vita!

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore - Famiglia - Me Stesso

27 commenti

Pagine: 1 2 3

  1. 1
    xaver -

    ti vorrei dire tante cose amica mia, capisco perche’ piangi non certo per quel povero mentecatto che ti tenevi accanto, anzi, piangi perche’ dici cavolo ci ero riuscita e poi, cmq bisogna essere fatalista, le cose succedono, capitano, non pensare piu a questa storia e archiviala…..

  2. 2
    micione72 -

    Senti, hai avuto la sfortuna PASSATA, la disgrazia di conoscere e di avere per marito (ora ex!) un pezzo di merda!

    E ancora stai a pensarlo?
    Ora hai la fortuna di non avere piu’ un vigliacco, farabutto come lui, tra i piedi e speri nel suo ritorno!??

    Ma scherzi?
    Fatti una nuova vita!!!
    Lui è il tuo passato, un passato in cui tu non c’eri più! Un passato in cui ti eri annullata per lui!

    E’ ARRIVATO IL MOMENTO DI PENSARE A TE! AL TUO BENE!!!

    Ti saluto con affetto!

  3. 3
    passante -

    Ormai hai toccato il fondo… puoi solo risalire. Coraggio amica mia!

  4. 4
    la ale -

    si archiviare…e come si fa ad archiviare la propria vita?
    come si fa ad archiviare i propri sogni?
    il trucco è non avere aspettative..ma come si fa a vivere senza aspettative?
    non sono più una ragazzina,mi sono rimboccata le maniche,ho cercato un’appartamento,l’ho comprato e sto lavorando per renderlo vivibile..ma non è casa mia,non è casa..cresciuta in una famiglia tradizionale,ammetto anche di essere un pò bacchettona,sono uscita di casa relativamente tardi,dicendo a mio padre che l’uomo che avrei sposato sarebbe stato il mio compagno di vita, che ero certa della mia scelta.
    Poi la vita ha in serbo “sorprese”..”prove”..il fattore x che devi saper affrontare e gestire.
    A chi devo dimostare di essere forte..ma poi prchè devo essere forte?

  5. 5
    Spectre -

    Il trauma che hai subito in prima persona, e che in seconda battuta riguarda entrambi è una cosa un po’ oltre la mia comprensione. Non riesco nemmeno a immedesimarmi in tutto questo. Però, diciamo così… dipende da come ti sei buttata nella tua nuova vita purtroppo. Malgrado tutto, malgrado la gravità del fatto, se hai pensato a te stessa chiudendo la porta di voi due, la scarsa caratura di chi avevi a fianco ha fatto il resto. Cmq per me lui non ha scusanti. Se la vs. unione fosse sempre stata sbagliata, malnata, malvissuta, e fosse durata 20 o 30 anni, potrei capire il suo agire. Così no.

    Che cazzo… se ci penso… io non ho mai dovuto fronteggiare una cosa così grave, ma ne ho fronteggiate altre che potrebbero assomigliare al vs. caso. Più o meno riguardano una sfera similare, la sensazione di destino avverso vita natural durante era fortissimo, ma porca puttana, morissi qui, io non l’avrei MAI abbandonata per tutelarmi, malgrado questo mi stesse logorando già da qualche anno. Malgrado LEI fosse il problema di tutto. infatti sono rimasto da solo sul quel campo di battaglia non mio di cui scrissi… macilento, sporco e stanco, ma ancora lì, in piedi, con un coltellino spuntato per tenere botta a non so nemmeno io cosa di preciso… tanto ormai era una guerra con tutto. perchè, qui ci starebbe una bella bestemmia, io sarò fatto male ma se ho qualcuno dentro, SCACCIO il pensiero di altre. e per dentro intendo IMPORTANTE. infatti ho perso quelle che si chiamano “occasioni”. lui, fosse stato più uomo avrebbe dovuto fare lo stesso. so che sparo a zero su qualcuno che non conosco, e gratuitamente, ma la penso così. ha avuto paura? pure tu! si è sentito stretto in una morsa? pure tu! la sua vita gli pareva segnata in negativo? pure tu! la tua paura doveva essere la sua, la tua morsa, la sua, la vita segnata lo stesso… sennò che cazzo è il matrimonio? il legame?

    E cmq spero che quella con cui è andato lui possa un giorno ricevere il resto con gli interessi. Uomo sposato, con problemi a casa gravi… ma che persona sei che ti ci infili?

    Diciamo che quei due si sono trovati.

  6. 6
    Spectre -

    @ la ale
    Quel che dici è come l’avessi detto io.

    […] il trucco è non avere aspettative..ma come si fa a vivere senza aspettative? […]
    Ma ci rendiamo conto quanto è drammaticamente reale, e disarmante questa frase? e poi? e poi c’è chi ti finirebbe cmq per rinfacciare che non hai mordente nel rapporto. O no? Roba da rompere un muro a craniate se ci si immedesima troppo in questo controsenso.

    […] non sono più una ragazzina,mi sono rimboccata le maniche,ho cercato un’appartamento,l’ho comprato e sto lavorando per renderlo vivibile..ma non è casa mia,non è casa.. […]
    Lo diventerà, anche se capisco il senso di vuoto perché legherai il concetto di casa, al concetto di famiglia che stavi creando.

    […] cresciuta in una famiglia tradizionale,ammetto anche di essere un pò bacchettona,sono uscita di casa relativamente tardi,dicendo a mio padre che l’uomo che avrei sposato sarebbe stato il mio compagno di vita, che ero certa della mia scelta. […]
    Ok, bacchettona è volere, cercare, lavorare per un obbiettivo così? Allora sono bacchettone pure io. Orgogliosamente non moderno, se vogliamo.

    […] A chi devo dimostrare di essere forte..ma poi prrchè devo essere forte? […]
    Sembra che l’abbia scritta io questa frase. hai tutto il mio rispetto perché è una frase talmente vicina a me che la sento sulla pelle. La risposta è banale… per te. Il più crudo, vuoto, egoistico, ma per questo moderno dei motivi. TU. Io trovo sia una sconfitta per l’essere umano, però è così. Una massa di individualisti di merda, che anche quando non lo sono, vengono portati ad esserlo dalla massa informe e vuota che li circonda, ad essere tali per difesa.

  7. 7
    simonetta -

    Quanti sogni infranti.. e che delusione..
    quanto poco coraggio/rispetto/correttezza ha mostrato il tuo ex compagno
    scusa..so che questo “ex” ti fa male, ma devi guardare le cose in faccia.
    fatti aiutare da uno psicologo, prendi un antidepressivo per un pò, se serve, e circondati dei tuoi affetti, amicizie, famiglia..le persone che senti più vicine.
    Io penso cmq che le cose non capitano senza un perchè
    e in futuro riuscirai a capire perchè tutto ciò doveva accadere.
    Se ti dai modo e scommetti sulla vita nonostante tutto, la vita ti ripagherà..
    Sono un pò streghetta (in senso buono).. da fiducia alla vita, credici.
    e’ epr te che devi essere forte, per i tuoi a cui sembri legata. Perchè ci diamo degli obiettivi sempre nella vita, ma poi conta anche tanto se riusciamo a virare quando serve.Sei inciampata. fa male. Ma ti rialzerai.
    vedrai che sei destinata ad altre cose. e arriveranno quando sarai pronta a riceverle.
    Un bacio

  8. 8
    neve -

    perché devi essere forte? devi esserlo per te stessa. anche se ti sembra che non vi sia più un senso. devi esserlo per te.
    nella vita, l’hai detto tu stessa, non si sa mai.
    non ti saresti mai aspettata tutto il male che ti è arrivato, la sfortuna, il dolore, l’abbandono, i sogni in frantumi.
    lui è stato un grande bastardo. si è guardato i fatti suoi. invece di starti vicina nel dolore ha pensato a cercarsi degli svaghi, delle vie d’uscita facili ai vostri problemi difficili. se non fossero stati questi i problemi per cui scappare probabilmente sarebbero stati altri. non fartene una colpa perché di colpe non ne hai. di colpe qui ne ha solo lui.
    quando sposi una persona la sposi nel bene e nel male che può capitare, per cui non c’è giustificazione che lo salvi, tantomeno il fatto di non aver potuto dargli un figlio.
    ma se dal cielo ti è piovuto tanto male inaspettato, chi lo sa… non puoi sapere che prima o poi arrivi un uomo che ti amerà tantissimo e con cui poi potrete adottare dei bambini. io sono stata adottata quando avevo solo 2 mesi e amo i miei genitori esattamente come tutti i figli amano i propri, forse a volte anche di più perché penso che non gli sono capitata, ma che mi hanno scelta. hanno puntato il dito verso la culla dove stavo ed hanno voluto me.
    gli altri figli capitano, anche quando sono voluti e cercati. io sono stata scelta… e loro mi hanno sempre fatto sentire la cosa più importante della loro vita.
    credo che abbiano avuto dei momenti molto duri… ma ora sono superati.
    io sono felice che la mia vita sia andata così. non potevo avere famiglia migliore e non potevo essere più amata. e anche loro sono felici di avere me, esattamente come ogni genitore è felice di avere dei figli.
    sono sicura che troverai un uomo che ti amerà per come sei e che da qualche parte c’è un bambino che non vede l’ora di chiamarti mamma…
    questa storia, questo lato di me, scelgo di raccontarlo a te perché so che saprai trarne il senso migliore.
    la vita continua e se a volte fa male proprio perché dà delle batoste inaspettate, è pur vero che spesso porta gioie immense proprio sulle ceneri di quei dolori immani…

  9. 9
    ANNA -

    Cara, Ale, benvenuta fra noi che siamo tutti qui a parlare di un sogno infranto…proprio come il tuo.
    Hai passato prove durissime…perdere tua figlia, risperare cmq in un futuro, ricominciare senza lui.
    Come si archivia il proprio passato? bella domanda…
    io mi rispondo tutti i giorni, ripetendomi che, semplicemente, si accetta.
    Nn ho cio’ che avrei voluto o quello che, perlomeno, credevo di volere. Mi e’ anche sembrato di nn avere piu’ nulla.
    Ma nn era vero. Avevo me, cui, pero’, attribuivo valore ZERO.
    Ridarsi un valore come persona e’ il punto di inizio di tutto.
    Cosa vuoi ancora avere da una persona che ti ha lasciato ?
    Ti puo’ dare solo dolore, ricordi pesanti, briciole.
    Scappa via lontano.
    Nn devi dimostare a nessuno di “essere forte”. Esserlo, nn e’ un dovere. Nn esserlo, nn e’ una colpa.
    Il tuo compito e’ solo proteggerti piu’ che puoi.
    Niente mail, sms, contatti.
    VIA DA TE, senno’ nn ricomincerai mai.
    Nn dire che quella che ora hai, nn e’ casa…
    E’ CASA. E’ la tua. E’ la casa dell’ Ale 🙂
    Nn avere paura del mondo che c’e’ la fuori. In queste tragedie, hai sicuramente trovato, tra tutte le cose brutte, anche un dono caro : la consapevolezza di essere ancora viva.
    Con le lacrime, con il cuore spaccato, senza un’ aspettativa ma ancora con una vita da vivere.
    Tutto passa. Bello e terribile allo stesso tempo.
    Nn negarti il piacere di andare a vedere cosa il destino abbia in serbo per te.
    Hai una carta in piu’ : sei in credito di felicita’.
    VATTELA A CERCARE !
    Un grande grande in bocca al lupo….

  10. 10
    agata R -

    @ LA ALE.. cara… al peggio non c’è mai fine..la tua storia è devastante e, a tratti, o meglio nella parte centrale, è simile alla mia (quando continuava a venire a letto con te) Mi rispecchio soprattutto nella frase “…Trovavo scusanti al suo comportamento che solo una donna innamorata può trovare…” Mamma mia come è vero!!!!
    Gli amici del forum ti hanno già detto tutto ciò che dovevi sentirti dire, ma una cosa sento di dirti, cioè che tu hai avuto la grande sfortuna di perdere tua figlia dopo aver fatto di tutto per averla, e qs problema lo ha allontanato, io invece ho avuto la fortuna di avere dei figli (anche io ho dovuto faticare)e cmq LUI SE NE E’ ANDATO UGUALMENTE!!! Grande B*****O, si è innamorato anche lui di un’altra dopo 23 anni di relazione, con figli… Quindi, poteva essere anche il contrario, oppure… chi lo sa… poteva essere anche un altro problema a farlo innamorare della sua segreteria….. secondo me certe persone nascono con l’indole dell’infedeltà, con quel qualcosa dentro di vigliaccheria, di scappare al primo grande problema… Vigliacchi! Tirati su, tirati su con me, con tutti noi che non riusciamo ad uscire dal dolore, facciamoci forza a vicenda. Ti abbraccio forte!

Pagine: 1 2 3

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso dispositivo (da qualsiasi dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili