Salta i links e vai al contenuto

Due di picche, rifiuto devastante. Come fare?

Chi nella propria vita non ha mai ricevuto un due di picche o semplicemente un rifiuto?
Io ne ho ricevuto proprio uno oggi da una ragazza che mi ha fatto perdere la testa. Era il mio ultimo pensiero quando andavo a dormire, il mio primo pensiero al risveglio. Le giornate avevano un gusto diverso. Le farfalle che sentivi nello stomaco, l’adrenalina che scorreva nel corso, quei brividi che provavi quando ero vicino a lei. Quei castelli mentali che mi sono fatto ad ogni suo minimo segnale positivo. Qualsiasi cosa andava male eri felice pensando a lei. Lei che ti ha dato false speranze per poi dirti “non mi interessi per niente”. Una frase che ancora mi rimbomba dentro. Ricevere un rifiuto è un po’ come ricevere una dichiarazione al contrario. Come se ti dicesse “non vali nulla, sei sbagliato”. Se non sei convinto delle tue qualità e se non hai un livello abbastanza alto di autostima questa frase, questo attacco ti distrugge. Sono io che sono sbagliato? Perché non me ne va una giusta? Cosa ho fatto che non andava? Cosa potevo fare per… e iniziano a venirti in testa i se e i ma. La convinzione che era e poteva essere la ragazza giusta per me. Non è il primo che prendo, ma non sono capace di riderci sopra. In più mi è stato detto in un modo brusco, apprezzando comunque la sincerità della persona con quel “Non mi interessi affatto”. Sono sicuro che passerà col tempo ma ora sto male. La prossima volta non mi farò più avanti, se devo ricevere questi calci allora preferisco vivere nel rimorso. Come si reagisce a un fallimento di questo genere? Ciao.

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore - Me Stesso

35 commenti a

Due di picche, rifiuto devastante. Come fare?

Pagine: 1 2 3 4

  1. 1
    Criss -

    siamo sempre superiori noi maschi

  2. 2
    diana -

    Lo devi digerire, punto e basta! Non ci puoi fare niente, ma non buttarti giù mica dipende da te, evidentemente non ancora incontri la persona giusta.Dai passerà! E prima o poi incontrerai una persona che ti farà impazzire d’amore e ti amerà per come sei

  3. 3
    psYco -

    Semplicemente deve servirti di lezione per capire che i castelli in aria non esistono. E la prossima volta non fare voli “alti” ma vola basso… Certo probabilmente lei non è che non ti abbia mandato segnali positivi, ma tu hai equivocato. Solo che a volte non è facile non prendere delle cantonate. Quello che voglio dirti è che probabilmente (correggimi se sbaglio) tu eri disponibile, gentile e cortese, e lei magari aveva bisogno di qualcosa e tu hai prontamente risposto alle sue “necessità” senza bisogno che lei ti chiedesse nulla, se non la tua compagnia. Intanto però ti davi da fare, sperando in un futuro migliore, ma poi quando tu hai cercato di andare al sodo… sei rimasto con un pugno di mosche in mano. Ho sbagliato qualcosa? Tranquillo, benvenuto nel mondo reale del “brutto paese”, quello delle furbacchione e dei polli da spennare.
    Ho sbagliato qualcosa? Pensa bene prima di rispondere, vogliamo solo la sincera verità. E tranquillo che di devastato c’è solo il tuo orgoglio, e sta tutto nel tuo cervello. Per cui cerca solo di imparare dai tuoi errori: almeno non farai il pollo la prossima volta.
    By psYco

  4. 4
    Maro -

    Quanto ti capisco!!!
    Mi è successo anche a me la scorsa settimana… prima una marea di segnali positivi e poi quando la inviti ad uscire il rifiuto…
    Quello che ti posso dire è che hai fatto bene ad esporti…
    Avresti preferito rimanere nel dubbio? anzi è da ammirare il tuo comportamento.. hai avuto le “palle” di metterti in gioco..
    Però pensa anche ad un’altra cosa: che emozioni ti avrebbe dato nel sapere che lei era già cotta di te? insomma che era già tutto bello pronto? Il bello è anche buttarsi… il momento in cui ci si espone, i crampi allo stomaco…
    La cosa secondo me che ti ha devastato, ed è comprensibile, è stata la sua pessima risposta. Fossi stato in te l’avrei mandata a quel paese…
    La mia lei invece è stata tranquilla.. ha avuto tatto…
    certo la botta la prendi ugualmente.. però ti passa rapidamente..

    Ora ne vuoi uscire? nulla di più facile!! Esci con qualche amico (1-2 al massimo!!) e vattene in qualche bel locale… un bel drink, due chiacchiere e ricominci a guardarti intorno.. affronta il tutto con il sorriso.. e pensa che quella che ci ha perso è lei!!

    Forza e coraggio!!

    Marco

  5. 5
    Sergio -

    Le farfalle allo stomaco… O MIO DIO!!!!!!

    Forse ti ha rifiutato per questo…

  6. 6
    mattias -

    Premetto che a tutti nella vita è capitato di prendere una cantonata come la tua, vedrai che fra qualche giorno starai decisamente meglio.
    Però, anche se non mi piace fare prediche a nessuno, devi imparare da questa esperienza, è colpa tua perchè hai sbagliato tutto!
    Guarda io ti dico questo: sono sicuro che lei i segnali positivi te li abbia mandati e tu non hai frainteso nulla, sai però che cosa le ha fatto cambiare idea? ti sei dimostrato sin da subito troppo disponibile e troppo presente, ti sei dimostrato già cotto di lei, e questo è stato il tuo grande errore.
    Inconsciamente in questo modo hai azzerato completamente il tuo valore, ai suoi occhi sei diventato come uno che ha poco valore, eri lì, già pronto..tutto per lei, e questo è il tipo di corteggiamento peggiore.
    Devi imparare ad essere un po’ come un diamante, perchè il diamante è così prezioso? perchè è difficile da trovare, e tu ai suoi occhi (per valere come un diamante) dovevi renderti un po’ più difficile da trovare.
    Io ho preso tante di quelle cantonate perchè mi comportavo come te, sentivo anch’io le farfalline nello stomaco e sin da subito, ancora prima di mettermi insieme con la ragazza che mi piaceva, mi dimostravo già troppo cotto di lei. Le cose sono cambiate quando ho cambiato il mio atteggiamento, ho capito che dovevo mantenere alto il mio valore senza svendermi sin da subito, in questo modo agli occhi della ragazza che corteggiavo ero un po’ come “diamante da conquistare”.
    La prossimma volta fai come ti dico e vedrai che andrà meglio..

  7. 7
    psYco -

    Per Diana!
    Il tuo “lo devi digerire, punto e basta!” è un pugno in faccia. E’ un pugno perché torredicontrollo non deve digerire proprio nulla, solo ragionare sul perché si è fatto i castelli in aria. E lo so bene perché di storie così ne sento tante: “sembrava che…”, “eravamo sempre insieme…”, “andavamo così d’accordo…”, solo che alla fine “non vuole che roviniamo l’amicizia(!)”. Sono le scuse più banali e meschine che sento da donne che non si fanno scrupoli a chiedere (favori, spalle per piangere, disponibilità) e a non dare nulla, come se tutto fosse dovuto. Sono proprio quelle come voi che poi fanno nascere discussioni feroci tipo quella che si trascina da anni qui

    http://www.letterealdirettore.it/gli-italiani-preferiscono-le-russe/

    E ho detto tutto.
    by psYco

  8. 8
    glosstar -

    E’ palese che se vi fossero stati dei segnali positivi reali, oggi tu non staresti a scrivere in questo forum ma saresti in ben altri affari affaccendato.

    Quel che emerge chiaremente dalle tue righe non è l’interesse per quella donna, bensì il tuo sentirti eccitato all’idea di poterla avere al punto che l’adrenalina che la sensazione di innamoramento procura, non solo ti ha annebbiato i recettori della critica ma ti ha fatto vedere i trailer di un film che si proiettava soltanto nelle sale della tua mente.

    Forse è l’età, forse l’inesperienza ma i segnali ci sono SEMPRE basta volerli leggere. A volte però si resta imbrigliati nell’irrealtà del sentirti innamorati dell’amore e si perde completamente il senso critico.

    Detto questo, credo che tentare sia legittimo, come legittimo sia rifiutare un’attenzione che non si desidera ricambiare. Non per questo però si deve rimettere in discussione la stima di se e i cardini fondanti della propria esistenza.

    I due di picche non piacciono a nessuno ma servono a imparare e conseguentemente a crescere. E ti garantisco che è meglio vivere col rimorso di essersela giocata sbagliando, che col rimpianto di essere rimasti seduti…a guardare.

  9. 9
    magirama -

    Ciao. Effettivamente sentirsi rifiutati a quel modo è brutto, tutti più o meno ci siamo passati e non fa per niente bene alla propria autostima. Tuttavia in accordo con diverse altre risposte anch’io sostengo il fatto che non devi riflettere su cosa hai fatto di sbagliato, ma piuttosto su cosa hai pensato e cosa hai interpretato. Io poi sono del parere che le farfalle nello stomaco vengono solo quando si mangia qualcosa di avariato… E con questo ho detto tutto, scusate il fracesismo. 😉
    Questa ragazza ti piaceva un casino, ci hai provato, è andata male, pace. Morto un papa se ne fa un altro. Magari non la conoscevi abbastanza, magari ti ha dato dei segnali che tu hai ingigantito, poi se ti trovi spesso in situazioni analoghe prova ad analizzare il tuo approccio con le ragazze e le idee che ti fai appena ti senti un pelo sicuro. Soprattutto, osserva bene la ragazza in sè e come si comporta con te. Vedere e conoscere una ragazza che ci piace, parlarci insieme, invitarla fuori, non c’è nulla di male, si può ricevere una risposta affermativa o negativa, non bisogna farsi castelli in aria o ammazzarsi di dolore, tuttavia per avere la certezza di piacersi e di andare nella direzione giusta ci vogliono dei segnali forti, una sensazione di benessere reciproca che viene da sola e che si avverte. Provarci con tutte o provarci in modalità “random” non serve a un tubo.
    Se piaci a una ragazza (preferibilmente quella giusta) stai tranquillo che te ne accorgi e non hai bisogno di pensare, le cose vengono da sè, devi solo metterti alle spalle questa parentesi e avere pazienza, vedrai che prima o poi il 2 di picche lo ricorderai solo quando giocherai a carte la sera di Natale.
    In bocca al lupo.

  10. 10
    Torredicontrollo -

    (1 parte) Mi spiace che siano state fatte alcune delucidazioni su di me sbagliate. Non sono uno che ci prova a random, potrei avere tutti i difetti del mondo ma non questo. Non ci provo mai solo per il piacere di rimorchiare. E questo è un lato che adoro di me.
    Non le avrei mai detto nulla, o per lo meno non così subito, se non mi avesse chiesto direttamente lei con un messaggio le mie intenzioni. Che intenzioni hai? E io ho semplicemente risposto. Non ho scritto che volevo sposarla, che volevo stare con lei, che ero innamorato cotto. Le ho scritto semplicemente che mi sarebbe piaciuto conoscerla meglio. Conoscere meglio una persona non significa fare una promessa per un futuro. Per me significa anche andare piu a fondo, conoscerla di più senza alcuno scopo. Non le avrei mai detto nulla o fatto nulla se non avessi avuto dei segnali positivi. E c’erano. Probabilmente magari se mi avesse dato l’ooportunità di conoscerla meglio anzichè di sbattermi la porta in faccia in quel modo, magari col tempo mi sarei reso conto che non era la ragazza giusta per me. O magari sì. Non sono uno che si fa castelli mentali per poco. Ho ricevuto tante fregature e tanti rifiuti, qualcosa ho imparato. Non so poi cosa sia successo. La risposta al mio “mi piacerebbe conoscerti” è stata: non mi interessi affatto. Mi sarei magari aspettato di ricevere un primo rifiuto, ma non una risposta secca come quella. Come se volesse chiudere cosi tutto ad un tratto la porta. I sentimenti sinceri sono una merce rarissima e chi li spreca e non li accetta non merita di averli. Anche se comunque parlare di sentimenti è dir troppo, il concetto non cambia. Se dovesse capitare una ragazza interessata a me e a prima botta non a me, cerco di conoscerla meglio. Può darsi che mi sbagli, può darsi che scopro lati positivi, un qualcosa che mi faccia innamorare di lei. La conosco a fondo. Se poi non dovesse piacermi se ne parlerà. Le persone credo debbano essere conosciute a fondo.

Pagine: 1 2 3 4

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili