Salta i links e vai al contenuto

Dopo 4 anni è possibile dimenticare?

Lettere scritte dall'autore  

Allora, io lo conobbi quando facevo il primo anno di liceo (ora sono in 4).. Lui, bello come il sole… Salvatore. Iniziò a corteggiarmi per scherzo, e all’epoca c’era un amico che tentava di mettere la buona parola tra noi.
Uscimmo, io ero alle prime armi, non sapevo cosa dire.
Lui uguale, introverso e freddo.
Vissi, ingenuamente, la mia prima volta con lui. Il giorno dopo venni a sapere che si vedeva con un’altra. Non mi cercò più. In seguito mi fidanzai con un altro per 5 mesi, al secondo anno.
Questo ragazzo ci teneva davvero a me, ma io dopo un po’ tornai a pensare a lui e lo lasciai.
Nel frattempo, mi dissero che lui, Salvatore, aveva iniziato a parlare di me e che si era pentito del suo comportamento. Tornammo insieme, lo amavo troppo. Lui parlava di storie serie, disse che non gli importava portarmi a letto. Ed era vero. La cosa che rovinò tutto, stavolta, fui io: non riuscivo a parlargli, mi ero chiusa in me. Lui ci provava a spronarmi, ma io niente. Non riuscivo a spiccicare parola, a essere me stessa. E così, giorno dopo giorno, un silenzio più grande fino a perderci. Ho saputo che in questi anni gli piaceva una ragazza, che aveva trattato sempre male, poi quando quest’ultima lo rifiutò lui se ne innamorò follemente. Ebbene sì, perché lui è questo che vuole. Una ragazza che sappia tenergli testa, forte, che gli dica dove sbaglia e lo rimproveri pure. Sì: tutto quello che non sapevo essere io. Allora iniziai a ricercarlo, provando con un sms in cui esprimevo i miei sentimenti. Lui disse che rimase stupito e volle rivedermi. Io, ancora una volta, mi comportai da ragazzina. Non riuscivo a parlargli. Allora, pensò che le mie erano solo parole. E mi lasciò nuovamente stare. Non ci sentimmo più. Lo ricercai, e non mi rispondeva. Passa un anno. A dicembre si laurea la sorella. Gli mando gli auguri, e mi risponde. Forse colpito dal gesto, o non so cosa, inizia a farmi degli squilli e a scrivermi ogni tanto. Io gli rispondo, e quando mi richiese di uscire non seppi dirgli di no. Fu come vederlo in amicizia, perché parlammo del più e del meno, io ancora non riuscii a dirgli cosa provavo e non ci vedemmo più. Vengo a sapere, mesi dopo, che una ragazza aveva lasciato il suo attuale fidanzato per lui, e che ora stavano insieme. Io, sconvolta, gli chiedo conferma. Lui me la da, aggiungendo acidamente “stammi bene”…
Un paio di settimane dopo, mi cerca, dicendo che la loro storia è finita.
Io, ormai conoscendolo e immaginando dove volesse andare a parare, gli dico che anche se provo dei sentimenti nei suoi confronti gli consiglio di chiarire con lei e lasciare stare me, perché è ora che inizi a prendersi le sue responsabilità. Lui, risponde che questa risposta ci voleva, che se ne compiace e pensa io abbia ragione. Non gli rispondo più. È stata veramente dura, ragazzi, credetemi. So di essere una sciocca, perché lui in questi anni mi ha sempre trattata male, si è comportato male con me, come avete potuto notare anche voi. Eppure io non riesco a non pensarlo, non riesco a non sognarlo la notte, nonostante questo orgoglio avrei dovuto averlo molto prima. Lui non sa neppure cosa vuole, secondo me, ma so per certo che non sono io.
Cosa posso fare? Io non riesco più ad innamorarmi di nessuno.
Vi prego, aiutatemi…
Devo continuare ad avere la speranza di riaverlo?
E magari in modo serio?
Non riesco a dimenticare…

Perdonatemi la lunghezza, ma sono sola, e ho tanto bisogno d’aiuto…

L'autore ha scritto 6 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

1 commento

  1. 1
    Chiara -

    Ciao, ti capisco molto perchè la mia esperienza è molto simile alla tua, anche se più breve. Ho conosciuto il mio ex in prima superiore e siamo stati un anno e mezzo insieme. Il problema è che siamo ancora nella stessa classe. Ci siamo lasciati con qualche tira e molla proprio per le stesse ragioni vostre. C’era un silenzio disarmante tra di noi che purtroppo ancora non s’è riparato e purtroppo non ho la minima idea di come fare per creare un dialogo. Ieri l’altro mi ha chiesto di rimanere migliori amici e io ci stavo, ma poi mi sono chiusa a riccio ancora di più e gli ho mandato un mess con scritto che avevo cambiato idea. è la cosa che desidero di più al mondo parlare con lui ma non capisco perchè ho questo blocco!! Anch’io non sono riuscita a tenergli testa quando stavamo insieme e neanche adesso come amica, anche perchè lui spesso non si comportava bene, è stata molto dura, soprattutto in classe insieme. Provai anche a manifestargli i miei sentimenti in una lettera e funzionò, ma poi col tempo le cose cambiarono, io di fronte a lui non ero me stessa…bloccata, quasi finta. Adesso non faccio altro che pensare a lui e in classe è straziante vederlo e non riuscire nemmeno a salutarlo, ci soffro tantissimo. Adesso lui sta con un’altra ragazza, una sua vecchia fiamma che dice le è sempre rimasta nel cuore. Tutte le volte che eravamo in crisi ritornava infatti a pensare a lei. Questa cosa in effetti mi ha un po’ scombussolata, non capisco cos’abbia lei in più di me, come fa a gestirlo, mi domando se stanno bene o no…
    Passerò altri 3 anni in classe con lui. Per adesso non ci parliamo. penso impazzirò XD
    mi dispiace scusa ma avevo bisogno di sfogarmi e confrontarmi 🙂

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili