Salta i links e vai al contenuto

Credevo lui fosse un dono dopo tanto dolore e solitudine…

Ciao a tutti coloro che mi leggeranno non so nemmeno perche’ lo faccio ma’ sono triste sconsolata amareggiata e incavolata con me stessa.
Sono una giovane cosi’ mi ritengo donna di 44 anni separata da sei e vivo felicemente con mia figlia. Due anni fa mi sono ammalata di un tumore maligno e per due anni ho vissuto nel dolore mio e nel dolore di vedere tanta gente soffrire. Ho fatto sei mesi di chemioterapia che mi ha devastata nell’aspetto e nel fisico. Ora sono piu’ bella e in forma di prima perche’ ho affrontato questa malattia con una grinta e una forza che nemmeno io so dove possa averla presa.
Alla fine della mia malattia ho conosciuto questo uomo che gia’ stando nella stessa citta’ avevo visto o meglio intravisto, sapete come ho interpretato la sua voglia di stare con me? Come un dono che qualcuno mi aveva mandato dopo tanto dolore e solitudine. Ma non e’ stato cosi’ lui aveva tanti problemi suoi che mi ha tirato dentro in una storia in cui io per molti aspetti mi sentivo invisibile. Ora e’ finita da qualche settimana e io sto male …non so cosa fare non so chi sono, il dolore e’ forte anche se cerco di sopprimerlo ma sto male e sono arrabbiata con me stessa perche’ mi dico sempre “peggio del male non c’e’ nulla”, ma quando qualcuno ti entra nella pelle e arriva al cuore e’ come un tumore che non vuole guarire.
Scusatemi chi mi leggera’ spero tra qualche tempo di poter scrivere che il tempo guarisce tutto e che chiusa una porta si aprira’ sicuramente un portone pieno d’amore.

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore - Me Stesso

6 commenti

  1. 1
    Leilaluna -

    e sarà così vedrai.. te lo auguro davvero mia cara..

  2. 2
    unaltravia -

    Cara Daniela, ho venticinque anni ed un tumore maligno, il mio ragazzo mi ha lasciata da quando ha saputo la diagnosi ma io combatto con tutte le mie forze e penso solo a vivere e sinceramente vivo molto meglio ora che prima che pensavo di avere il mondo in pugno. Tu hai vinto una dura battaglia (sto facendo la chemio so cosa voglia dire il tutto) e devi essere fiera di te e pensare solo a quanto sia bello vivere e che ora se solo volessi puoi essere felice fino in fondo e far prendere alla tua vita la piega che tu vuoi….non buttarti per un uomo è come se avessi combattuto invano. VIVI VIVI VIVI per te, e poi vedrai che se starai bene con te stessa presto tutto si sistemerà da sè ma non forzare un rapporto che potrebbe solo farti soffrire cerca la gioia, la vita non la sofferenza ne hai avuta sicuramente già abbastanza perciò ora evitala.
    Ti auguro tante bellissime emozioni.
    ciao

  3. 3
    maurizio -

    Ciao DANIELA ,se riuscita ad uscirne fuori dal tumore dalle chemio ,sei carina ……e adesso non riesci ad uscirne da questa situazione? Daniela FORZA FORZA è dura è dura ma sono certo che cè la farai

  4. 4
    Ari -

    Carissime Daniela e Unaltravia: W LE DONNE!

  5. 5
    lucciola -

    Ciao a Daniela e anche alla ragazza di 25 anni di cui non sono riuscita trovare il nome ( scusate, mi sono iscritta da poco ). Complimenti a tutte e due per come affrontate il “male del secolo”.
    Daniela, meno male che hai perso questa persona, non doveva nemmeno avvicinarti se non sapeva starti vicino, figuriamoci poi se doveva farti portare anche il suo fardello. Guarda davanti a te, vedrai che la vita ti saprà porre ancora vicino una persona che ti meriti.
    Con affetto.

  6. 6
    ChiaraMente -

    “lui aveva tanti problemi suoi che mi ha tirato dentro in una storia in cui io per molti aspetti mi sentivo invisibile. Ora e’ finita da qualche settimana e io sto male …”Credo che con il tempo noterai la contraddizione e starai meglio. Anche perchè secondo me non è vero che peggio del “male”non c’è nulla: c’è il peggio. E pare che tu l’abbia trovato sotto forma di cavallo di t...a, che sembrava un regalo ed era l’imbroglio. La vita è crudele, non c’è che dire. Sembra che non abbia rispetto alcuno per le sue creature. L’unica cosa da fare è farsi furbi e non permettere a noi stessi di lasciare la responsabilità del nostro benessere al primo che passa e ci dice “ti amo”. Io credo addirittura che in certi casi certi uomini ce li scegliamo col lanternino. Perchè crediamo che il fatto che lui abbia problemi lo renda più sensibile, o più capace di comprendere, o perchè in un certo senso pareggia i conti con i nostri ( non sia mai che ci mettiamo con uno senza particolari problematiche quando noi ne siamo portatrici!). Forse non è il tuo caso, forse sei stata con lui senza farti condizionare da niente di tutto ciò, ma in questo caso..meglio. Certo sarebbe bello potersi abbandonare per una volta in tutta la fragilità che portiamo dentro fra le braccia di un uomo che anche solo per un attimo si faccia carico di tutte le nostre sofferenze e ci ripaghi di una vita dolorosa, e forse è il momentaneo crollo di questo sogno che fa male più che la perdita di un uomo che ha “tanti di quei problemi suoi” da farci sentire invisibili. Riprova, a me sembra che tu stia soffrendo per un uomo che in realtà non hai ancora incontrato. Correggimi, ti prego, e dimmi se sbaglio.

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili