Salta i links e vai al contenuto

Dire tutta la verità all’altro

Salve a tutti
Vi spiego la mia situazione:
Sono un ragazzo sulla 30ina, sto insieme alla mia compagna da qualche anno, abbiamo avuto momenti di alti e momenti di bassi come è normale in qualsiasi coppia, ma in fin dei conti il nostro rapporto è stato bellissimo.
Negli ultimi 6 mesi però sono sorte problematiche che ci hanno fatto allontanare un po’ e per una ragione o l’altra ci siamo lasciati, malamente, per un paio di mesi.
In questo periodo “sfortunatamente” la mia ragazza è stata coperta di attenzioni da un’altra persona, sua superiore al lavoro, i due stanno a contatto tutto il giorno e lui ha colto subito l’occasione al volo approfittando della situazione della sua debolezza.
Tra loro 2 non c’è stato nulla, ma lei si è lasciata andare un po’ troppo facendolo illudere, pensando che la situazione tra noi 2 fosse irrecuperabile.
Lui adesso è completamente partito di testa e continua a pressarla.
Un paio di settimane fa abbiamo avuto la possibilità di riparlarci e lei pentita di ciò che è successo è tornata un po’ sui suoi passi, ammettendo le sue colpe e leggerezze, pregandomi di riprovare a ricostruire (e non recuperare) ciò che c’era tra noi perché in fondo io ero il suo unico amore. Da quel giorno abbiamo incominciato a frequentarci di nuovo, siamo scappati insieme un weekend, ci siamo amati come non mai e abbiamo fatto sesso come se non fosse mai successo nulla.
Il tutto però clandestinamente, perché entrambi non volevamo scatenare un putiferio, e tantomeno volevamo che la gente si mettesse a giudicare una persona malamente per il suo ritornare sui suoi passi con così tanta facilità.
Al ritorno lei è caduta in una paranoia data dai sensi di colpa per quello che aveva fatto nei confronti del suo superiore, per averlo illuso e teme veramente che tutto ciò, se venisse alla luce del sole potrebbe crearle problemi per la sua carriera.
Solo poche persone fidate sanno la situazione per quella che è..
La situazione però ci sta sfuggendo di mano: lei le ha fatto capire che “non è il caso di continuare ad insistere” e sta cercando di evitarlo quanto più possibile (settimana prossima lavorerà solamente la mattina per evitare di vederlo per quanto possibile) . Da parte mia dopo questo riavvicinamento sono diventato la persona più dolce e premurosa che ci possa essere, come non lo sono mai stato e andando contro i proponimenti di “ricostruire” il nostro rapporto passo dopo passo, le sto forse anche troppo vicino.
Snaturando in fin dei conti quello che ero in precedenza, una persona innamorata ma razionale, ma spesso forse un po’ troppo “fredda” per le dimostrazioni di affetto.
Lo faccio involontariamente, perché mi rendo conto che l’altro non sapendo nulla di noi continua imperterrito a provarci e io voglio che almeno lei senta la mia presenza, ma purtroppo questo repentino cambiamento del mio essere la fa essere dubbiosa sulle mie intenzioni (che sono pure e sincere, ma opposte a come ero tempo fa) , facendole pensare che sia solo una finzione data per recuperarla.
Ovviamente lei non ha il coraggio di dirgli tutto chiaramente sia per il giudizio pubblico, sia per i risvolti che potrebbe avere… Un paio di giorni fa mi ha detto “lasciami uscire a testa alta da questa situazione, sei te quello che voglio accanto”.
Io le credo ma questa situazione è pesante.
Oltretutto si sono create situazioni in cui io vengo sbeffeggiato pubblicamente da lui, con parole tipo “deluso, povero illuso, depresso” proprio per il suo non sapere tutta la verità dei fatti, è una cosa che non riesco più a sopportare, anche perché il suo comportamento ho paura possa crearle ancora più casini in testa di quanti non ne abbia già.
Vorrei prendere e dirgli come stanno le cose, da persone mature ovviamente, per orgoglio personale ma ho paura di passare da vigliacco, nei confronti della mia lei e soprattutto di metterla nei casini ma se la lasciassi fare dovrei vivere nella clandestinità ancora per un po’ e non voglio portare avanti una relazione cosi’, in cui tutte le volte che lavorano insieme io ho il terrore di quello che potrebbe fare lui e di quello che potrebbe dire di me per convincerla anche se sono certo che mi ama.

Come potrei fare per dare una direzione a questa cosa, quantomeno per far capire a lui che è lui l’illuso??

Grazie

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

4 commenti

  1. 1
    rhasya -

    ma che casino!e tutto perchè due persone adulte non hanno le palle di agire!cosa
    c’entrano il collega,il giudizio pubblico,le dicerie di questo e quello,le seghe mentali
    tue e sue di lei!?è un voler complicarsi la vita!avete già avuto una relazione,che poi
    finita per diversi motivi,non ti sembra normale che poi due persone ci vogliano
    riprovare o tornino sui loro passi in fatto anche di sentimenti e di nuove
    prospettive?assurdo che due persone debbano fare i clandestini per amarsi!dai,siete
    adulti e come tali dovreste fregarvene,sia del collega,che secondo me la tua amata è
    solo un trofeo,un gareggiare del solito subdolo co...one;sia del pubblico,ma che te
    frega?lascia che dicano,alle persone non importa niente dei fatti degli altri,è solo un
    modo per spettegolare,per dir male,per fare delle chiacchere inutili tra persone
    inutili e di ben poco spessore,cioè la maggior parte di chi si avvicina. piuttosto
    concentratevi sugli errori che vi siete commessi uno con l’altro,che avete fato per
    rabbia,per farla pagare,perchè vi sentivate magari trascurati,pensate a come siete e
    a come vorreste essere,per migliorare il vostro rapporto e la vostra persona.questo
    è importante. e se vi comportate da clandestini vol dire che c’è della vergogna di
    fondo ed è terribile questo,ci deve essere completezza e fierezza nei confronti di
    chi si ama!quindi,assumetevi le vostre responsabilità,pensate a cosa volete e
    decidete di rimanere a testa alta,davanti a tutti e ad ogni situazione,con rispetto e
    volontà. mostrati superiore,perchè se vuoi lo sei. buona fortuna e serentà

  2. 2
    Andrea -

    Purtroppo la tua ragazza ha commesso un errore molto comune nelle donne, quando sono in crisi si mettono a chiedere attenzioni alle persone che sanno essere perse per loro, poi quando si riprendono vorrebbero “spegnerle” come si fa con un giochino. Le cose non vanno esattamente così. Non si possono trattare le persone come pupazzetti,questo la tua ragazza dovrebbe capirlo. Cmq se volete ricominciare dovete dimostrare di essere maturati soprattutto a voi stessi e fino ad ora non sembra l’abbiate fatto: lei che vuole uscire a testa alta..ma a testa alta da cosa? E poi come? Con le menzogne? Cercando di coprire tutto e volendo sembrare santerella? Già questo dimostra che facendo così ne uscirà nel peggiore dei modi e che non è maturata per niente. Invece tu dovresti tirare fuori il tuo carattere e palesare quello che vuoi. Sembra che stia decidendo tutto lei..modalità e termini e che tu faccia “il buono” per compiacerla. Rifletti su quello che vuoi davvero e faglielo presente: se a te va bene ripartire da zero allora evita il comportamento di chi è già fidanzato da una vita,altrimenti se per te è una ripresa della storia che avevate dopo una parentesi di stop,dille di tagliar corto con i giochetti..prima finiscono e meglio è per tutti.
    Altro non saprei consigliarti..

  3. 3
    colam's -

    Guarda, e’ secondo me più facile (anzi meno difficile) trovare un lavoro che trovare la persona giusta.

    Percio’ secondo me dovreste farla semplice e tagliare la testa al toro: ci siamo rimessi insieme e punto. Tanto se il datore di lavoro ormai e’ partito di capoCcia lei o si mette con lui oppure si deve preparare alla sue reazioni forse meschine quando sapra’ la verita’.

  4. 4
    DeepBlue -

    infatti la situazione sta’ diventando surreale..
    l’unica scusante che posso accettare da parte sua e’ la paura di perdere il lavoro per questo errore..
    una specie di mobbing inverso e passivo.
    io mi sto’ spazientendo veramente e la situazione si sta’ facendo pesante, le ho dato una settimana di tempo,appena torna a lavoro voglio che trovi una soluzione e che tagli corto, altrimenti ci penso io a dire la verita’ su tutto e se poi tra noi per questo motivo finisce beh.. forse mi ero sbagliato io dandoci un altra possibilita’.

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili