Salta i links e vai al contenuto

È assurdo non poter dire al giudice che c’è un errore

Ha ragione Berlusconi, bisogna poter dare la possibilità a un cittadino di poter parlare almeno 5 minuti col giudice! Mi è successo di persona in una causa civile, a causa di una vendita “truffaldina” che mi hanno fatto, il giudice sbaglia al 100/% la sentenza a causa della sua degenza ospedaliera (pochi giorni prima era in ospedale e ha interpretato al contrario i fatti reali). Chiedo immediatamente al mio avvocato di spiegare al giudice il terribile errore che ha fatto… ma purtroppo, non è possibile… l’unico modo è fare ricorso….
Ma se una persona non ha più soldi… ma come fa a fare il ricorso??? Ma quando finirà la storia che i giudici anche se sbagliano non si devono assumere certe responsabilità???

L'autore ha scritto 3 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Controversie

52 commenti

Pagine: 1 2 3 6

  1. 1
    lipsia -

    Finirà quando finirà l’ Italia credo…purtroppo sembra non esserci possibilità di far valere i propri diritti in questo paese di m……

  2. 2
    ilmarmocchio -

    Completamente d’accordo con Lipsia : noi viviamo nel paese di acchiappacitrulli. La questione ” giustizia ” e’ una grave emergenza, ma il mondo politico non sembra voler affrontare la questione con l’energia e la radicalita’ che ci vorrebbero. Il cittadino onesto ha molto da temere da codici e magistrati

  3. 3
    passante -

    Il fatto che abbia sbagliato è un tuo punto di vista. In un processo esistono 3 gradi di giudizio. Se trovi che la sentenza sia stata ingiusta fai ricorso. E’ la legge. Ci mancherebbe altro che adesso uno va a discutere della causa davanti ad un caffè con il giudice. Ma stiamo scherzando?
    Se hai ragione e potrai dimostrarlo non c’è alcun motivo pe cui il ricorso non debba ribaltare la sentenza.

    Piuttosto cambierei avvocato se fossi in te.

  4. 4
    rino olivotti -

    al “passante” che ha scritto quì sopra, il quale ha sicuramente la sicumera dei praticanti ma è dotato di scarso buon senso auguro di incappare in un giudice giovane, inesperto e saccente come è capitato a me.
    Poi, naturalmente, ci sono i tre gradi di giudizio. E’ la legge.
    Non vorremmo per caso trascinare un giudice davanti ad un bar ? Vogliamo scherzare ? La casta non si tocca…. Magari i magistrati
    si sedessero a bere un caffè e sentire le lamentele dei cittadini !
    Sarebbe una forma di giustizia troppo volgare,bisogna ossequiarla
    questa gente e sperare in un equo giudizio. Sperare dico. Ed invece
    dovrebbe essere un diritto per chiunque.
    Ma allora le parcelle il nostro “passante” a chi le manderebbe ?

  5. 5
    esonoio -

    e pensa che invece “noi” siamo stati vittime nn di un errore di sentenza ma è lampante come sia stato aiutato il fratello di un giudice..mai esisTita una sentenza che avesse dato torto ad un caso come il ns…ora andremo in appello e se riusciranno ad arrivere anche lì..ANDREMO IN CASSAZIONE!..Non sto a raccontarVi altro ma ricordo ancora quando la persona che ci ha chiamati in causa ha detto “ti leverò il letto da sotto il c…” grazie alla sua posizione ci sta riuscendo alla grande..l’unico ns errore è stato quello di aver avuto fiducia nella giustizia e nelle istituzioni..

  6. 6
    francesco di lorenzo -

    E’ veramente assurdo. E’ capitato anche a me in una causa di importanza vitale roba da far saltare in aria mezzo mondo. una causa fatta durare 20 anni per esclusivo volere di avvocati filibustieri incoraggiati da giudici accondiscendenti e anche di parte per come sono andate le cose e per come si sono concluse, cioè con una sentenza
    inventata di sana pianta. Dopodichè tutti gli esposti ed i reclami fatti sulla sentenza non hanno avuto alcub esito. ci sono errori e sopraffazioni clamorose che resteranno seppellite per sempre sotto quella montagba di carte dei 20 anni maledetti di causa. mi sento soffocare se penso a quello che mi hanno fatto passare, Ora per questa dannata storia io e la mia famiglia, una famiglia all’epoca, felice con due ragazzi stupendi che ora sono senza avvenire avendo fatto anche molti errori. errori dovuti allo sbigottimento e stress iniziale della famiglia difronte al fatto che una causa voluta necessariamente da un avvocato partorito dall’inferno, dove adesso e ritornato, ha messo in difficoltà per molto tempo la sopravvivenza stessa di tutta la famiglia. io impiegato con moglie casalinga e 2 figli da mantenere, istruire e e fare in modo che avessero un avvenire. questo non è stato più possibile a causa di questa maledetta storia. l’avvocato che ha tradito si è preso anche un bel mucchio di soldi vendendo all’Asta la nostra casa che ho dovuto ricomprare indebitandomi fino al collo per poterla riscattare. Adesso
    la stessa cosa sta facendo il suo compagno di merende perchè io non ho la possibilità di pagare ciò che hanno barbaramente i giudici nell’esito finale. finale perchè io non avuto la possibilità di ricorrere in Cassazione perchè non ho trovato aiuto da parte di nessuno che mi prestasse dei soldi per affrontare le spese. inoltre il mio ultimo avvocato mi ha òettralmente abbandonato, per cui ora sono dannato e disperato perchè credo proprio che il mio sia stato un incontro col demonio.avrei voluto chiedere qualcosa a quei giudici!

  7. 7
    antonella -

    purtroppo il giudice sbaglia io per della merce resa del valore di 50,00 euro mat pubb con un’azienda che ho fatto arricchire come agente, mi hanno chiesto se non l avessi restituita 3500,00 spedisco con bolle, tengo prove ma loro la rifiutano e si perde il pacco. il tribunale non manda comunicazione al mio avvocato dell udienza e ci danno torto, fermo cautelare degli unici risparmi in banca di 12,500,00 ricorso di appello la cotroparte non si presenta e il giudice riconferma quello che ha deciso il collega della prima udienza. una svista ancora non ho avuto modo di difendermi ma gia’ si sono presi i miei soldi nel 20015 ci sara’ un’altra udienza che io vincero’ perche della questione nessuno ha letto bene il fascicolo. e i danni? chi me li paga?

  8. 8
    fedelemario -

    è giusto che avvenga tutto cio poiche l’italia è un paese totalmente sottosviluppato,ove regna l’arroganza e la presunta superiorita e furbizia di merda,ove i magistrati i giudici sono tutti di parte e si giocano le cause sulla pelle dei cittadini,è lo stato che va sciolto,i nostri padri dopo la guerra erano fiduciosi,ma hanno avuto delle sviste enormi.la giustizia non poteva rimanere ancorata ad un sistema monarchico- fascista con le loro regole di casta.ed è giusto poiche l’italia un paese di chiacchieroni di merda.ove si predilige il calcio,i gossip, le veline alla ralta oggettiva non puo avere che la sua fine,e speriamo presto,prima economica e poi come stato rappresentativo,puo cambiare solo se c’è il cporraggio d’intervenire in un tenpo passato come storia,quindi prendere i responsabili e farli
    pagare veramente,molti e ne devono andare da questi territori devono uscire dalla penisola e portarsi dietro al loro nucleo familiare di merda le sue meschinita i propri atti criminali,la magistratura i tribunali vanno immediatamente chiusi,poiche solo con sistemi nuovi
    vi possono essere possibilita poiche perseverare con i soliti personaggi delle istituzioni vuol dire non cambiare niente

  9. 9
    JOE -

    I giudici sono il tumore d’italia… chi li difende, o e’ un parassita o e’ un comunista… che poi, sono la stessa cosa…

  10. 10
    TIZIO -

    Causa : Ex Presidente della Proloco di Leuca Ugo Galati contro i coniugi Petese

    Sono stati condannati dal giudice onorario Gnomi a Tricase al primo grado di giudizio a 2500 euro di spese a testa e a 4 mesi di carcere per diffamazione a mezzo…”internet” !?!?

    Questo è il prezzo che bisogna pagare per il rinnovamento, quello tanto decantato a destra e a manca, ma quando si tratta di concretizzarlo anche attraverso la necessaria critica o dialettica, solo gli “eroi” pagheranno l’ingiusto alto prezzo e a beneficio dei posteri o coloro che seguiranno. Solo gli “eroi” diranno quello che altri temono.

    E’ opinione comune e legittima quel mancato e incisivo impegno per il territorio in rapporto anche alle altre realtà associative esistenti sullo stesso da parte della Proloco di Leuca. Sono tornato dopo 25 anni di assenza e mi sono trovato una situazione pressoché identica anzi peggiorata … Il maresciallo Fauzza carabinieri di Castrignano del Capo avrebbe dovuto aggiungere che non solo è notorio che io scrivo : generica affermazione assunta come prova dal avvocato Distante (il luminare del buio pesto che addirittura intravedrebbe il reato di stalking nei confronti della Regione poiché abbiamo avuto una intenso rapporto… epistolare a colpi di raccomandate per chiedere legittimi chiarimenti sulla Proloco di Leuca ), avvocato della controparte, ma che è anche notoria quella percezione della Proloco di Leuca da parte della cittadinanza come entità chiusa ed ermetica alla socializzazione e al confronto se non nella misura oramai consolidata di piccolo salottino per pseudo intellettuali che ancora credono che Leuca possa vivere di quella gloriosa e romantica sorte legata al passato che oramai non esiste più, tanto è quel degrado circostante che coinvolge territorio e coscienze.Mi sono impegnato come socio e non socio, che agisce a favore della propria comunità, per far emergere tali incongruenze e paradossi che si alimentano da una cattiva gestione di tale associazione fondata da privati ma che riceve fondi pubblici ed è investita di un mandato pubblico (Art. 1 Legge regionale 11 maggio 1990, n. 27: La Regione, in attuazione dell’art. 12 dello Statuto e dell’articolo 2 della LR 16 maggio 1985, n. 28, relativa al riordinamento dell’amministrazione turistica regionale, riconosce le associazioni turistiche pro-loco quali strumenti di base dell’attività turistica e di collaborazione in favore di altri Enti interessati al settore turistico.).
    Associazione che non si è mai posta in prima fila nella tutela del “turista rapinato”, concetto che non approfondisco poiché l’accezione che ne do e’ estesa e richiederebbe del tempo e deve la sua genesi ad una ricerca statistica condotta in passato ove si somministrarono, on the road, 400 questionari…

Pagine: 1 2 3 6

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili