Salta i links e vai al contenuto

È difficile amare…

Lettere scritte dall'autore  memi

È la prima volta che mi ritrovo a scrivere su un pc, ma ho davvero molto bisogno di uno sfogo, di parlare. È difficile e non saprei da dove iniziare. Così la faccio semplice e comincio dall’ inizio…
Salve a tutti,
Sono una ragazza di 27 anni ancora impegnata nello studio universitario e da due anni vivo una storia fantastica con un ragazzo di 5 anni più grande.
Grande grandissimo amore ( come penso ognuno consideri il proprio, no? ) il nostro, nato dal niente! Serata autunnale con degli amici di fronte un bel bicchiere di vino bianco, si rideva e scherzava, al tavolo vicino c’era lui. A detta sua è stato un bel colpo di fulmine.. si è fatto avanti letteralmente braccandomi per paura di non vedermi più. Mi ha fatto subito ridere!! Ci siamo innamorati nel giro.. penso di giorni, poi nel giro di mesi abbiamo deciso di andare a convivere. Fin qui tutto bene, purtroppo per cause maggiori abbiamo dovuto lasciare il nostro bellissimo appartamentino e siamo tornati a vivere dai nostri genitori!
Avevo una paura matta che tutto finisse, che si era come spezzato qualcosa, ed invece lui mi confortava, mi rassicurava, dolcissimo! Come era prevedibile però la distanza, ci troviamo in due città diverse e siamo costretti a vederci una sola volta la settimana, ha causato non pochi problemi: subito la mia gelosia si è fatta sentire, come il suo odiare letteralmente il telefono. Si è litigato per gli amici, per incomprensioni futili, per cose che neanche ricordo sinceramente ora, ma alla fine di tutto ce la siamo cavata e siamo andati avanti.
Di qui a poco forse io tornerò a vivere nella sua città ( e quindi il problema distanza è risolto) anche se non insieme.
Mi ero illusa che tutto si stava aggiustando, tutti i pezzi di un puzzle che si era rotto stavano tornando al loro posto, invece all’ improvviso se ne esce circa tre settimane fa che così non va, che sono opprimente, che non vuole tornare a vivere con me, che vuole avere la sua libertà, i suoi spazi!
Inutile dire che me la sono presa da morire. Ero incavolatissima perché era come mi aveva nascosto per un anno un disagio o qualcosa di simile che provava. E come tutte le cose non chiarite prima o poi escono fuori. Lui non voleva parlarne. Mi sono imposta ( non sopporto chi gira le spalle ai problemi) e ho preteso attenzione. Gli ripetevo che avevo capito il suo problema e che si poteva migliorare il tutto ora che era uscito tutto fuori.
Tre settimane infernali: mi ha evitato, trattato malissimo anche se chiedevo solo di stargli vicino in quello che sembrava essere solo un momento di smarrimento, strillato in faccia, mi ha letteralmente abbandonata in mezzo ad una strada in preda ad un pianto improvviso!
Tutti voi direte che dovevo solo aprire gli occhi e capire che non mi voleva più!! Eh già, ma nelle telefonate che ci facciamo ( a tutt’ oggi) dice di volermi un mondo di bene e che è solo una crisi passeggera! Mi sta letteralmente logorando dentro stare nell’ incertezza, non avete idea!
Poi la settimana scorsa mi decido a dire basta io, non volevo neanche che mi sfiorasse con un dito, l’ ho allontanato in tutti i modi! Che rabbia.. si era permesso di dirmi che non sapeva cosa provava per me, che la decisione di non tornare a vivere insieme era categorica, e che se a me non stava bene vivere alla giornata potevo anche lasciarlo.. detto fatto! Mi ha fermata in tutti i modi, mi ha voluto per forza abbracciare, baciare, ha voluto sottolineare che era tutto risolto, che anche se sta in crisi, noi comunque stiamo insieme, che finalmente avevamo chiarito!
Mi aspettavo tutto ma non questo!
Ci ho messo qualche giorno per capire che diceva sul serio. Arriva lo scorso fine settimana, mi telefona per vederci, ci vediamo, stiamo insieme, tutto normale insomma!!
Inizia un’ altra settimana, ma sta volta sono io logorata da mille dubbi: ho fatto bene a stare con lui, mi vuole davvero bene, ce lo vede quindi un futuro con me…
Ieri sera caccio il discorso per telefono ( lo so non si fa, ma non ce la facevo proprio più) e rinizia tutto, mi dice che sono assurda, che non c’ è futuro così, che era meglio una pausa…
Sto male da morire. Mi fa male proprio in mezzo al petto, ho un nodo in gola da circa un mese ormai, e non ne esco! Lo amo da impazzire, è questo il mio grande problema! E parlo di problema perché è davvero difficile amare!
Già.. ho sempre pensato che in una coppia si ci sostenesse a vicenda nei momenti del bisogno, infatti ho cercato disperatamente di capire cosa si doveva migliorare per farlo stare bene, ho cercato solo di esserci! Ho sempre creduto che in una coppia si costruisce qualcosa, e no che si torna indietro dopo due anni e per giunta rinnegando tutto il bene che c’ è stato. Ho chiesto scusa. Ho chiesto di credere in una storia per cui secondo me ne vale la pena!!
Farei di tutto per lui, per farlo stare bene, ma non ce la faccio a pensarlo lontano da me! E in fondo lui non sa cosa chiedermi!
Come si può amare e lasciar andare? Come si fa a voltare le spalle con tanta facilità all’ amore?
Mi scuso per l’ excursus, ma ne avevo davvero bisogno.
Ciao a tutti.

L'autore ha scritto 2 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Condividi su Facebook: È difficile amare…

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

28 commenti

Pagine: 1 2 3

  1. 1
    Ares -

    Il mio consiglio è: leggiti il libro di John Gray “Gli uomini vengono da
    marte e le donne da venere” ed avrai le risposte a tutti i tuoi
    problemi. Ti sembrerà strano vero? Ma fidati che è così. Leggitelo e
    sono sicura che capirai molte cose. Io le ho capite, oramai troppo tardi
    ma non è mai troppo tardi per te di recuperare. Quando leggerai capirai
    che è assolutamente normale che il tuo uomo si sia comportato così…
    Gray la definisce la teoria dell’elastico… leggi e ne sarai
    entusiasta!

  2. 2
    Clara -

    Perdonami, non vorrei che la mia suonasse come una critica, ma c’è una cosa che, secondo me, traspare dal tuo messaggio: MANCANZA DI COMUNICAZIONE! E non solo perché eravate lontani o lui odiasse il telefono. Vi siete mai fermati a parlare di voi, di quello che sentivate? Perché, mi spiace, ma non credo che lui “se ne sia uscito” con il “voglio stare solo”, qualche avvisaglia te l’avrà ben data… Lui credeva nella vostra storia, l’hai detto tu stessa che ti rassicurava riguardo la distanza. E tu la sua fiducia come l’hai ripagata? Criticando gli amici, mostrandoti gelosa nei suoi confronti (hai prove che ti tradisse? lo ha mai fatto quando eravate insieme??)… Se fossi in lui anche io apprezzerei la libertà riconquistata. Non so dirti se ha sempre avuto dubbi su di voi, ma qui mi sembra che quella che non crede nella vostra coppia sei tu. Sei tu che continui il discorso, lui sembra voler dimenticare, passarci sopra, guardare avanti e tu insisti… Cosa vuoi che ti chieda? In fondo ha ragione lui, prendetevi una pausa, altrimenti non credo che ci sia molto futuro. E non offenderti, ma nella tua lettera ho letto tanti “io” (io ero gelosa, io non lo facevo avvicinare, io volevo attenzione, io credo…). Sembra che ognuno vada dritto per la sua strada: lui con il fatto di credere nel vostro rapporto e tu con la convinzione che quello che tu pensi è la cosa giusta. Ma ti sei mai chiesta che ne pensa lui? Non sono esperta, ma credo che una coppia, almeno ogni tanto, debba guardare insieme all’orizzonte e viaggiare sullo stesso binario.

    Ciao

    Clara

  3. 3
    memi -

    ciao clara hai pienamente ragione. in passato non sono stata un granchè comprensiva dico verso noi, e sembra abbia fatto di tutto per rovinarci. ma non credere che i suoi amici io li ho sempre adorati. e mi dispiace che hai letto solo le righe e non tra le righe, ma l’ unica vera cosa che mi rimprovero è la gelosia, forse non fondata, ma venivo da una storia in cui sono stata ripetutamente tradita e direi anche di fronte gli occhi: è difficile tornare a credere se ti sei scottata! dopo il primo ragazzo sono stata 4 anni senza nessuno, alla fine mi sono detta di voler credere che nonstante la mia diffidenza potessi ancora amare! così è stato, credimi! ho sempre cercato di ascoltarlo, di stargli vicino ( perchè è lui che ha subìto un grande trauma da cui ne deve ancora uscire…causa lavoro ad esempio è costretto da più di un anno a fare una vita che odia, sempre con la speranza di cambiare, ma mai un cambiamento!), abbiamo sempre parlato di noi e di quanto ci pesava tutta la situazione. ma ti giuro non c’ era altra soluzione, si doveva aspettare! poi storia telefono: odia fare telefonate lunghissime, così siamo arrivati a sentirci più volte ma in tempi strettissimi! io adoro sentirlo parlare di sogni futuri, di voler costruire una casa, di tutti i suoi problemi! e quando mi ha detto che non mi sforzavo di capire la situazione, mi sono fatta un grandissimo esame di coscienza per capire cosa stava passando, quale era il suo problema! è normale che dico io io io…posso parlare solo per me in questa situazione. il fatto è che vorrei tanto aiutarlo, ma non credo che ‘una pausa’ sia l’ aiuto giusto, e poi non credo molto nelle pause, o si ci lascia o meno, boh!! parlandone e riparlandone, sono arrivata a capire che lui odia la vita che fà, vuole dei cambiamenti, vorrebbe poter decidere di uscire con gli amici quando vuole e non può farlo, mi continua a dire che non vede l’ ora di rimpossessarsi della sua vita privata! il discorso non è molto semplice come vedi, ma…mi vuole bene, continua a starmi vicino e a dirmi che devo anche io ricostruire una mia serenità e poi un domani si potrà riparlare di una vita insieme…sono parole sue queste! anche tu mi dici di lasciarlo e per giunta che sono fatta male io, come a volte mi rimprovera lui…probabilmente avete ragione tutti: il mio volergli stare vicino e crescere come coppia, superando i problemi insieme, non significa amarlo, forse non sono poi così brava a dare amore!Cmq grazie del tuo tempo e della franchezza.

  4. 4
    memi -

    ares grazie mille, forse ieri sera avevo solo bisogno di un pò di comprensione, di sentirmi un pò meno sola…grazie del consiglio…lo leggerò!!
    ciao ciao.

  5. 5
    Nadia -

    Scusa ma io non lo accetterei. Non accetterei che lui non sopporti un tuo pianto,che ti critichi e basta, e sopratutto non accetterei che non voglia piu’ vivere con me. Certo e’ facile stare insieme a una persona sempre allegra e contenta, son capaci tutti…Immagino che non lavoriate, e quindi se c’e’ un problema economico va bene, ma avete quasi trent’anni, mica 18, se lui vuole la sua liberta’ dagliela, ma davvero, in tutto…Altrimenti non dovrebbe essere un sacrificio stare insieme. Cosa vuole aspettare? Boh.
    Rivuole la SUA vita privata? Ma sei la sua compagna o una conoscente? La sua vita privata dovresti essere tu, e dopo gli altri…Scusa ma questa storia mi puzza… Questo e’ quello che vedo in lui, senza conoscervi, quindi magari sbaglio.

  6. 6
    Clara -

    Infatti non volevo ferirti, mi dispiace se hai pensato che volessi solo accusarti. Sono anche io una persona risoluta, non amo le mezze misure (in questo caso le pause), vedo tutto bianco o tutto nero.
    Però (e correggimi se sbaglio) da quello che leggevo, mi sembra che sia tu stessa a dire che lui crede in voi e che quella che ha i dubbi sei tu. Mi spiace che ti abbia tradito, non lo meriti sicuramente! Però qui devi essere decisa tu: o dentro o fuori! Ti faccio una domanda: questo “volerti bene”, da parte sua,in questo momento, è una cosa che ti fa stare bene oppure no? Non ho detto che non dovete superare i problemi insieme, dico solo che mi sembra che non state guardando dalla stessa parte, lui vuole stare insieme a te, tu hai mille dubbi. Non mi sembra ci siano punti in comune. Poi sei tu che conosci la tua storia…

    Ciao

    Clara

  7. 7
    memi -

    nessuno merita di essere tradito, nè amico, nè compagno, si fà troppo male e a troppe persone! eppure in merito potrei scriverci dei romanzi…comunque lasciamo stare!!vorrei tanto riuscire a stare meglio e non ci riesco, non trovo il modo..è per questo che apprezzo pareri altrui, mi potrebbero aiutare, quindi graziea tutti! sai fino a tre settimane fà di dubbi in me zero(anche perchè ero certa del suo amore verso me..cosa che non riesco più tanto a vedere anche perchè mi ha tagliata fuori dalla sua vita), poi è iniziato tutto: tutti mi dicono che devo guardare avanti e che se mi tratta così non merita tutte le attenzioni che gli do!! poi ognuno ha i suoi difetti, ma io li amo i suoi difetti,anche quando mi dice per sms di non rompere il c…sarò pazza, ma è l’ unico che prendendomi così con violenza riesce a farmi riflettere e capire dove sbaglio. sono maturata caratterialmente da quando sto con lui e lo stesso si può dire di lui. hai ragione dovrei dirgli o dentro o fuori, ma per quanto sono forte di carattere non ci riesco..e che rabbia che mi faccio..mi sto accontentando del piccolo cantuccio che mi riserva, non sono mai stata così!! gli darei tutto, farei tutto per lui. lo vedo sempre più triste per la vita che fà, cerco di spronarlo a migliorarla, lavorativamente e socialmente, ma non c’ è verso! non riesco a stare a guardare mentre sembra che sta combattendo contro cose più grandi..che poi sto malessere se l’ è creato da solo! certo che mi ha legato le mani in questo senso, continua a dire che sono la sua ragazza, mi vuole, ma sembra che deve decidere lui quando vederci o sentirci..non ce la faccio a fare la fidanzata a metà! tipo sta sera ci siamo visti per circa un’ ora a cena, poi era stanco e andava a letto, tutto bene fino a che non chiedo se domani ci vediamo…risponde ‘non so,vediamo domani’!e sai perchè non mi fà stare bene il suo volermi bene ora? perchè è come un bene a metà, non so se è chiaro dove si può trovare la forza di dire dentro o fuori? e se dice fuori poi? ne morirei, sono troppo debole nei suoi confronti, non riesco ad essere così risoluta!
    è tosta trattare con una persona che ti ama, ma che sarebbe capace di lasciarti solo per cambiare vita,non sai quanto!soprattutto perchè sto facendo del tutto per tornare ad una serenità di coppia! in fondo neanche lui dice basta definitivamente, e questo mi fà sperare che giorno dopo giorno la crisi passi, non sò,boh!
    ciao e grazie!!

  8. 8
    Clara -

    Anche io ho un amico per cui farei di tutto. Recentemente ho litigato con due sue amiche, le ho cancellate da FB, non ce l’ho fatta. Ieri mi ha chiesto perchè avessimo litigato, non gliel’ho detto, ma gli ho detto che vorrei vedere solo lui e non più loro. Gli ho detto anche che sapevo di creargli dispiacere non andando d’accordo con loro e sai cosa mi ha risposto: non me ne frega niente se voi non andate d’accordo, ma mi spiace vedere con quanta facilità si litiga… Peccato che la lite non l’ho provocata io. Cmq tornando a te… non dovrebbe essere lui a dire dentro o fuori, ma tu. Credo che a lungo andare, il fatto di sentirsi fidanzata a metà ti pesi più di quanto ti peserebbe lasciarlo perdere.

    Spero si risolva tutto per il meglio.

    Ciao ciao

    Clara

  9. 9
    memi -

    cara clara mi dispiace della tua situazione, non credo sia piacevole! certo che così il tuo amico dovrà dividersi, però non ti preoccupare che se è un vero amico non avrà nessun problema a dividersi tra voi e a capirti…in fondo sei stata sincera da subito…cosa chiedere di meglio da un’ amicizia?!?
    forse hai ragione sulla decisione che dovrei prendere, ma non mi sento pronta a buttare un rapporto che credevo durasse per sempre…brutta situazione!! comunque mi ha fatto bene “parlare” con te…grazie!!
    spero si risolva tutto tra te ed il tuo amico.
    ciao ciao

  10. 10
    Clara -

    Il dramma è che questo amico mi piace… ma non ricambia (ultimamente è stato anche piuttosto freddo nei miei confronti). Solo che gli voglio un bene dell’anima. Mi cerca, qualche volta (l’ultima è stata in occasione dell’acquisto della sua casa ed essendo disabile, come me, è strafelice di iniziare l’esperienza di vita da solo) e mi riempie di gioia sapere che mi coinvolge nella sua vita. Ma è molto riservato, non riesco a capire se davvero non gliene importa nulla del fatto che noi litighiamo, mi sento in colpa perché mi sembra che non sopportando le sue amiche (per gelosia, lo ammetto, con loro rideva e scherzava e a me, invece, guardava bieco quando eravamo tutti in compagnia) non ho rispetto per le sue scelte in fatto di amicizia e ho paura che questo lo allontani da me. Spesso mi dice che mi faccio le “pippe mentali” ma non riesco a non farmele, quando vedi che, se è da solo con te ride ed è felice e quando si è in gruppo per lui non esisti.
    Tu devi lottare per il tuo amore, ma senza forzare. Se al momento ti dice che non se la sente, devi per forza lasciarlo libero. Tenerlo stretto a te, se non vuole, farà sì che voglia scappare ancora di più, ma questa è solo una mia opinione 🙂 .

    Ciao

    Clara

Pagine: 1 2 3

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso dispositivo (da qualsiasi dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili