Salta i links e vai al contenuto

Desidero il divorzio dei miei genitori

I miei genitori dormono insieme ogni notte, ma conducono due vite separate

Ciao a tutti
Non riuscirò a farvi comprendere del tutto una situazione che va avanti da anni e anni, ma a grandi linee: i miei hanno 4 figli, la più piccola ha tre anni e non è stata cercata, infatti tre anni fa l’amore fra loro era già svanito, io sono la più grande e ho 20 anni.
Loro non si amano più da molto tempo, ma da circa due anni conducono due vite separate, non si parlano e non hanno mai affrontato questa situazione, pur dormendo insieme ogni notte mi è stato confermato che non hanno mai affrontato l’argomento.
Nonostante ciò continuiamo ad andare in vacanza tutti insieme, a fare le feste di compleanno ad andare a trovare i parenti come se nulla fosse.
La situazione in casa è tesa anche se non c’è nessun litigio tra loro, dato che la comunicazione è ridotta al minimo.
So che hanno paura di cosa implicherebbe un divorzio, ma io non riesco più a consumare un pasto tutti insieme, i rapporti tra noi figli e loro, soprattutto con nostro padre, sono distaccati al massimo.
Ne ho parlato di recente con entrambi e li ho pregati di parlarsi, che un divorzio sarebbe meglio sia per la famiglia che per loro, per aver la possibilità di rifarsi una vita.
Loro scrivono a me quando si sentono depressi, ma non parlano con nessun altro, io non so più cosa dire e mi sento anche in colpa per star insistendo così tanto per il loro divorzio.
Inoltre mia mamma ha un altro uomo da diversi anni, mio padre penso che faccia solo finta di non saperlo, ma comunque non ne parlano, io non sopporto più questa situazione, e ho omesso tantissimi altri problemi di depressione che si sono verificati negli anni nella nostra famiglia
Veramente dei motivi per lo più economici possono portare due persone che non si amano a stare insieme per sempre?
Cosa posso fare? Ho già parlato con entrambi ma sento che non cambierà nulla..

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Famiglia - Me Stesso

7 commenti

  1. 1
    Yog -

    Sereeeena, tra moglie e marito mai mettere il dito. Per allevare 4 figli occorrono circa 600.000 €, vedi tu se hanno soldi da buttare per la pratica divorzile, io spero che siate ricchi. Pensa ai casi tuoi, che ormai hai l’età, e non intrigarti MAI in quelli di una coppia. Anche se pensi di sapere tutto, in realtà non sai niente.

  2. 2
    Rossella -

    Il divorzio è molto costoso e sono effettivamente poche le persone che sarebbero disposte, per motivi chiaramente ideologici, a dividere qualcosa con voi. La donna si vuole sentire femmina. Avere una vita sentimentale è bene altra cosa. Mi sembri molto giovane per poter capire certe cose. Il matrimonio è per sempre. Non è staccato dal fatto sociale. Sul fatto che si possa risolvere come un qualsiasi contratto continuo ad avere i miei dubbi. Accade e questo è giusto: siamo in democrazia.

  3. 3
    Gabriele -

    Serena, mi dispiace ma non sai quello che dici.
    Io ho 27 anni ed ho subito le conseguenze di tre divorzi. Da ogni divorzio, quindi matrimonio, ci sono tre figli, a cui voglio molto bene. La terza moglie di mio padre mi impedisce di vedere mia sorella (si tra noi fratelli siamo molto uniti, anche se non abbiamo lo stesso padre). Siamo andati in tribunale, sia per formalizzare il divorzio (casa familiare andata alla terza moglie, e via così, pur essendo consensuale) diritto di visita rosicato al massimo, per mia sorella, cioè dalle 16.00 e alle 20.00 rientro presso la casa della madre, senza possibilità di pernottamento. Abbiamo poi fatto una causa separata, noi fratelli, per avere la possibilità di vedere nostra sorella: la madre impedisce di frequentarla, ed ogni volta che vogliamo vederla, anche concordando, lei pur confermando, chiama i carabinieri, per creare stress ed allarme sociale. Così abbiamo fatto una denuncia per calunnia, sottrazione di minore, diffamazione e violenza privata. È stata condannata, ma essendo reati che di fatto non prevedono il carcere continua a fare ciò che ha sempre fatto. Perfino il giudice, mi ha detto che anche agli ergastolani era concesso vedere i parenti.

  4. 4
    Gabriele -

    Mi ha rincuorato sapere, che i litigi derivati da divorzi, possano essere redarguiti dal giudice, che si è innervosito per la condotta dell’ex moglie di mio padre.
    Ti racconto questa vicenda, perchè, si è sempre molto cordiali e civili, sia quando non si pensa a divorziare, sia quando si cerca una soluzione “civile”. Ma poi, i negoziati decadono, la guerra comincia, chi più chi meno, inizieranno i quiz, inizieranno i rebus, su dove andare a fare questo o quello per non dare torto a nessuno dei due genitori. Senza contare che si metteranno in mezzo terze persone che non faranno altro che metterci il carico.
    E tu vuoi fare l’adulta? La confidente di due persone adulte che già hanno scelto? I tuoi genitori hanno sbagliato a farti sentire il peso della loro vicenda, e anche 20 sono pochi per affrontare un divorzio. Dopo cambia tutto sai. Bisogna essere in grado di pensare ad ogni dettaglio, ogni parola può innescare un litigio mai più finito.
    Lo so cosa pensi: tanto noi non siamo così. Non siete così adesso.
    Rifletti, e rifletti bene. Se i tuoi genitori vogliono parlare, lo devono fare con una persona adulta che può capirli ed aiutarli a scongiurare la crisi.
    Io odio il divorzio, e poi se i tuoi genitori divorziano,

  5. 5
    Gabriele -

    …e poi se i tuoi genitori divorziano, dovrete scegliere con chi stare, con quale genitore convivere, poi verrete sentiti da psicologi (consulenti tecnici di ufficio, e di parte; uno per tuo padre è uno per tua madre).
    Quindi ti invito a non fare più la confidente a tuoi genitori, ti invito a non fare più queste considerazioni, “non è meglio per tutti”, il divorzio tira fuori il peggio delle persone, dei genitori. E nel tuo caso non puoi sapere come poi vada a finire.

  6. 6
    Solnze -

    All’età dei tuoi genitori si ama diversamente. È possibile amarsi e avere l’amante. L’amante è solo una distrazione, ma le fondamenta della vita sono state costruite con tuo padre. Inoltre pensa anche alla tua sorellina di 3 anni. In seguito ad un divorzio lei crescerebbe, per forza di cose, con una figura genitoriale (di solito il padre) pressoché assente. Tu alla fine hai avuto entrambi i genitori almeno fino ai 20’anni. Secondo me non dovresti insistere, sono adulti e sanno quello che fanno.

  7. 7
    Eliane -

    Io sono figlia di genitori separati e devo dire che per me e mia sorella è stato un bene, nonostante le fatiche economiche a cui mia mamma è andata incontro e che ha risolto da sola con il suo lavoro.

    Il clima in cui si cresce è ben più importante dei disagi economici se affrontati nel modo giusto e io sono felice di aver vissuto dai miei 6 anni in poi in un ambiente sereno.

    Non so, Serena, quanto tu possa influire nelle scelte dei tuoi genitori, ma puoi fare qualcosa di bello per te: parlare con loro di ciò di cui tu hai bisogno.

    E’ probabile che ai tuoi genitori, che hanno voi figli in comune, non interessi molto il rapporto di coppia, ma di sicuro vi vogliono bene e questo potrebbe aiutarli a instaurare un clima migliore in casa…

    Un saluto

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili