Salta i links e vai al contenuto

Lui non vuole vuole saperne dei miei genitori

Lettere scritte dall'autore  lu394

Buongiorno o buonasera a chi leggerà questo sfogo che, più di questo, è una richiesta di consigli. Sono una ragazza di 25 anni che vive col suo ragazzo da un po’ e in questi giorni sto per raggiungere la crisi di nervi, spero di non dilungarmi troppo.

Senza stare troppo a spiegare i retroscena, ci sono poche cose da sapere. Uno, non ho un buon rapporto coi miei e, per quanto io provi a parlarci, non sanno chi sono e non sanno come comportarsi con me (viviamo lontani). Due, il mio ragazzo non sopporta questo loro modo di fare (e la cosa vale anche per me) e non riesce nemmeno a sentirli nominare.

Il problema che vi espongo oggi è questo: i miei vogliono venire a trovarci nella città in cui viviamo, vogliono prenotare un hotel e farsi un giro. Più che vogliono, lo hanno già fatto, hanno prenotato tutto senza chiedere se io o il mio ragazzo fossimo impegnati in quei giorni. Come se non bastasse, l’hotel è letteralmente di fronte a casa nostra, nel senso che se ci affacciamo li vediamo nella stanza. Ho discusso con loro, ho alzato la voce ma, come al solito, non sembrano recepire il messaggio, e cioè che ho una vita e che non sono a disposizione dei loro capricci. Per quanto io voglia vederli, e vorrei sul serio, non riesco a sopportare il fatto che non vengano considerati impegni quelli che ho io (studio all’università e lavoro).
Tutto questo è successo e sta succedendo all’insaputa del mio ragazzo che, parole sue, non vuole sapere niente di loro e vuole sapere solo all’ultimo i loro programmi.
So per certo che, non appena gli dirò che vengono e, soprattutto, dov’è l’hotel, si arrabbierà tantissimo dicendo che se si azzardano a suonare il campanello di casa ci discute lui così che ci sia un valido motivo per non parlarci.

Io sono molto confusa. Da una parte sono d’accordo con lui, vorrei essere rispettata e ascoltata, soprattutto su queste cose, e sono stanca della poca considerazione. Dall’altra penso che lui non si stia rendendo conto del fatto che, per quanto io non li sopporti, sono comunque i miei genitori e che certe volte esagera.

Qualunque cosa succederà, so per certa che ci saranno diverse discussioni, e non sono pronta ad affrontarle, soprattutto perché è una situazione in cui non ho le idee chiare. Ho provato a parlarne con lui ma non riesce a empatizzare con me da quanto non li sopporta, loro invece sono un caso perso. Mancano due settimane al loro arrivo e lui ancora non sa niente. Mi sento all’angolo e non so più da che parte guardare..

Spero di essermi spiegata bene, grazie a chi se la sente di aiutarmi.

P.s. Vorrei precisare che sto molto bene col mio ragazzo e che, per quanto sia una persona molto rancorosa e selettiva, non mi ha mai imposto niente su niente, anche se questa situazione lo fa stare male.

L'autore ha scritto 4 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Condividi su Facebook: Lui non vuole vuole saperne dei miei genitori

Lettere correlate a:

Lui non vuole vuole saperne dei miei genitori

Continua a leggere lettere della categoria: Amore - Famiglia

6 commenti

  1. 1
    white knight -

    Genitori scassacazzi? Ragazzo insensibile? Chi lo sa!… magari entrambe le cose… perché mi sembra che nessuna delle due parti si curi più di tanto del tuo sentire… e quindi ti consiglio di tirare una batosta ad entrambi: per il periodo che i tuoi sosteranno nell’hotel di fronte casa tua trasferisciti a tua volta in un hotel distante da lì, prendendo così le distanze dai tuoi e dal tuo ragazzo…

  2. 2
    Mister+T -

    Ma scusa se vanno in un hotel davanti a casa tua che ti importa? Va giá bene che non ti piombino in casa a dormire …e poi sarai anche impegnata ma un buco in tutto el week end per uscire un pò con i tuoi genitori lo troverai non mi sembra questo gran sacrificio. Non andate d’ accordo, può succedere, (anche se non è bella come situazione ) ma comunque abitate distanti quindi il rischio di intromissione nella vostra vita da parte loro non esiste. Per il breve periodo in cui stanno nella tua città puoi ben fare qualche sforzo per andargli incontro. Se il tuo ragazzo non se la sente non è obbligato. Lascialo tranquillo e vedili solo tu.

  3. 3
    Barbara Crusco -

    Sei incastrata tra il ruolo di figlia ed il ruolo di fidanzata. È il momento di fare appello alla DONNA che è in te al di là della paura di deludere le aspettative dei tuoi genitori e del tuo fidanzato. Deludere libera, te, e gli altri. Tira fuori le tue emozioni, il tuo pensiero, e la tua voce.

  4. 4
    Annalaura -

    Secondo me sbagli a chiudere la porta in faccia ai tuoi genitori. Per quanto possano avere un carattere incompatibile col tuo, sono le persone che si sono prese cura di te fino a quando non hai raggiunto la tua autonomia, le uniche persone che davvero ti ritroverai accanto nella vita, in qualunque circostanza. Che cosa hanno fatto per meritare questa scarsa considerazione da parte tua?
    Quanto al tuo ragazzo, problemi suoi se non è d’accordo col fatto che vedi i tuoi. Ripeto, non è un rapporto a cui puoi rinunciare a cuor leggero, dal mio punto di vista. E poi si tratterebbe di una frequentazione di qualche giorno, non mi pare un dramma.
    Dici che lui non ti ha mai condizionata, ma con questi atteggiamenti burrascosi ed aggressivi indirettamente lo fa, perché tu, per quieto vivere, lo assecondi e magari non dai retta a quello che provi/desideri tu.
    La vita è tutta una questione di equilibrio e so che barcamenarsi tra le relazioni non è semplice, ma se il tuo ragazzo ti ama e ti-

  5. 5
    Annalaura -

    -rispetta, stai pur certa che non ti farà pesare il tempo trascorso con i tuoi.
    Non stiamo parlando di una scelta fra loro e lui, anche perché mi sembra evidente che tu propenda più verso di lui che verso i tuoi, ma in ogni caso non è assolutamente una scelta, perché i due rapporti non sono alternativi. Puoi continuare a stare col tuo ragazzo ed ogni tanto frequentare i tuoi. Che sarà mai…

  6. 6
    Gabriele -

    Io sinceramente non capisco perché dovreste avere queste “distanze” coi tuoi genitori, visto che prima o poi dovrete frequentarli, visto che dici che convivete, quindi vista da fuori, sembra irragionevole non volerli frequentare o conoscere, tra l’altro con i suoi genitori vi comportate allo stesso modo? Hai pensato che i tuoi genitori si siano messi nell’albergo di fronte a casa, per lanciarti un messaggio del tipo: “veniamo nella città dove hai la tua vita e non pensate nemmeno di accoglierci in casa vostra?” Sarebbe una domanda più che legittima. Quindi direi che ci sono molti aspetti da chiarire prima di dire che i tuoi genitori sono in un modo, e tu in altro, oppure che il tuo ragazzo non vuole vederli (perché?), ci sarà un fattore scatenante che abbia determinato questo ostracismo da parte vostra…

Lascia un commento

Massimo 2 commenti per lettera alla volta

Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso browser (da qualsiasi browser e dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili