Salta i links e vai al contenuto

Denuncio il mio avvocato e la denuncia viene archiviata

Salve,
mi chiamo Viktorija e sono una cittadina straniera che vive e lavora a Napoli da quasi 10 anni con regolare permesso di soggiorno.

Vi scrivo questa mia lettera per chiedervi come si fa ad avere giustizia a Napoli.

Nel 2007 sono stata investita da una macchina e per avere il risarcimento dei danni è stata necessaria una causa che si è conclusa nel luglio 2009 a mio completo favore, con la condanna dell’Assicurazione a pagare l’importo stabilito dal Giudice. Il giudice stabiliva una cifra a mio favore e una per il pagamento delle spese dell’Avvocato.

L’assicurazione inviava i due assegni al mio Avvocato che ritirava il suo assegno ma, ritenendo la propria cifra insufficiente, pretendeva da me altri soldi (circa il 40% dell’importo del mio assegno in quanto a suo avviso a Napoli tutti gli avvocati chiedono il 30-40% di quanto stabilito dalla sentenza, oltre alla loro spettanza). Essendomi rifiutata di pagare ritenendolo un sopruso, l’Avvocato non mi consegnava l’assegno.

A questo punto comunicavo all’Assicurazione la REVOCA di domicilio presso l’avvocato chiedendo che alla scadenza dell’assegno (settembre 2009) venisse riemesso direttamente a mio nome e inviato al mio domicilio. L’assicurazione se ne fregava completamente e inviava il nuovo assegno all’avvocato, emettendolo con una scadenza di tre anni quando normalmente è di tre mesi. La cosa mi sembra molto strana.

Essendosi nuovamente rifiutato, più volte, l’Avvocato di consegnarmi l’assegno, sono stata costretta a sporgere denuncia presso i Carabinieri di Napoli (dicembre 2009) per la mancata consegna di quanto di mia proprietà. Da allora non sono mai stata contattata da nessuno per sapere dalla mia voce cosa era successo e cosa io chiedevo.

Ieri primo dicembre, sono stata contattata dai Carabinieri per comunicarmi che la mia denuncia era stata archiviata. Questa archiviazione fa pensare che gli avvocati possano fare quello che vogliono e possano appropriarsi dei beni dei propri assistiti con l’autorizzazione del Giudice.

Io penso che tutto questo succeda solo perché sono una donna sola e straniera a NAPOLI. Se al mio posto ci fosse stato un cittadino Italiano sono convinta che non sarebbe successo.

Vi chiedo quindi un aiuto per potere avere giustizia e per far comprendere agli avvocati che la legge esiste anche per loro e che anche loro la devono rispettare.

Cosa posso fare ancora?? Mi potete aiutare??

Vi ringrazio per avermi ascoltato e spero che possiate e vogliate aiutarmi ad entrare in possesso di quanto mi è dovuto. Non è una cifra enorme ma, per una persona che guadagna 600,00 € al mese e che a causa dell’infortunio non ha potuto lavorare per sei mesi, anche poche migliaia di euro sono molto importanti per tirare avanti.

Cordiali saluti

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Controversie

4 commenti

  1. 1
    Mau -

    Fai una denuncia penale direttamente presso la Procura della Repubblica di Napoli portanto tutti gli incartamenti.
    Denuncia l’Avvocato presso l’Ordine degli Avvocati e fai una pubblica denuncia presso il più letto quotidiano locale ( Il Mattino ), facendo in maniera, se possibile, che un giornalista segua la vicenda.
    In bocca al lupo!

  2. 2
    patri -

    mi spiace della vicenda in cui sei capitata, ma non ti preoccupare che gli avvocati lo fanno anche con le italiane………e fanno anche di peggio……..perciò bisogna punire i disonesti ma non so come si possa fare è una casta protetta………..

  3. 3
    frenk -

    sono stato fottuto da ben due avvocati in due cause diverse , una sono riuscito a recuperare il salvabile facendo appello , ora appena posso chiedero’ risarcimento danni per avermi venduto, so che la cosa andra’ per le lunghe, grazie alla giustizia
    la seconda causa molto più complessa dura ormai da 11 anni da che ho ragione al 100% l’avvocato della controparte dichiarando cose non veritieri anzi false al fine di indurre il giudice in una errata valutazione ( oppure sono d’accordo ) emettendo una sentenza conto ,e il mio avvocato ( grazie a lui che mi ha venduto) ora con la sentenza e la provvisoria esecuzione mi hanno pignorato l’appartamento e tra non molto avro dei problemi seri, sono andato dai carabinieri e dalla polizia , mi dicono loro non possono fare niente e che io non posso farmi giustizia da solo , gli avvocati traviano le cose i giudici emettono sentenze sbagliate io non posso farmi giustizia e tra non molto mi porteranno via l’appartamento ,sono stanco sono stufo , grazie alla giustizia …… ma se anche vorremmo formare un gruppo contro gli avvocati , non saprei come cominciare e se poi mi seguono sono stufo sono stanco non ho più fiducia nelle istituzioni , forse l’unica cosa andarmene su di una sperduta montagna…… tiratela avanti voi l’italia , io ho tirato il carretto per molti anni

  4. 4
    maury -

    Caro frenk,
    Ti capisco perfettamente a me e’ successa una cosa similare …il ” mio” avvocato non si e’ presentato a fase istruttoria il giudice ha concesso a controparte l escussione di testimoni senza contraddittorio
    puoi provare a denunciare all ordine degli avvocati,o citare in giudizio

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili