Salta i links e vai al contenuto

Del perduto amor il cuore palpita

È innegabile che un amore finito lascia segni indelebili. Per natura umana siamo propensi alla disperazione, e peste colga chi ne è immune. Dovremmo essere protesi al futuro, costruire, amare… e mai disperare. Ma se l’amore che per un giorno o 30 anni abbiamo coltivato, vezzeggiato e rispettato svanisce per sempre, cosa possiamo fare? È questo che mi chiedo. Se fossi giovane saprei ancora sperare, ma non lo sono e non mi va di aspettare. Tormento dei giorni passati, ricordi come lame affilate, avrei volentieri preso il tuo posto, perché dopo te mi è difficile pensare, che possa provare per un solo istante, di nuovo l’amore che solo tu potevi donarmi. Sono solo, e solo voglio restare, nemmeno gli amici potranno capirmi, forse tu… ma non puoi più sentirmi, aspetto l’ultimo respiro, la quiete, la pace.
Ormai in questo mondo non ho più niente da fare, spero solo di poterti veramente ritrovare. mario.

L'autore ha scritto 14 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

1 commento

  1. 1
    AmanteLontano -

    Ti rispondo, come ho fatto con altri..così http://delperdutoamor.splinder.com/

    E’ il mio..

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili