Salta i links e vai al contenuto

Lettera al mio amor perduto

Lettere scritte dall'autore  

Ciao amore mio,

ti scrivo quello che vorrei dirti, ma che non ho piu`la facolta`di inviarti perche`non abbiamo piu`alcun rapporto.

Tra pochi giorni torno in Italia dopo piu`di due mesi passati lontana. L`ultima immagine che ho di te e`il tuo sorriso quando mi hai accompagnato in Malpensa dicendomi: “Buon viaggio amore mio. Non ti preoccupare, il tempo passa in fretta e io saro`qui ad aspettarti.”

Non ci sarai tu ad accogliermi, non ci saranno le tue braccia a stringermi, non potro`baciare le tue labbra, annusarti per rievocare il tuo odore, guardarti per cercare i piccoli particolari che mi piacciono tanto, l`espressione del tuo viso, le piccole rughe, il modo in cui muovi le mani..
Non guardero`i tuoi occhi blu per trovare l`amore puro che hai urlato mille volte fosse vero e sacrosanto, non mi sentiro`a casa, stretta forte forte a te. Nessun battito di cuore da condividere. Non potro`raccontarti cosa ho vissuto qui, quello che mi ha arricchito, quello che mi ha cambiato.

Avevamo la nostra vita insieme da vivere, la nostra famiglia da costruire, la nostra casa da curare con amore. Io avevo l`uomo che pensavo fosse stato creato per me, che mi completasse.
Scusa amore, se ti ho deluso, se ti ho fatto allontanare con i miei comportamenti, se non ho capito i tuoi silenzi. Se non sono la persona che tu vorresti accanto. Tutti i nostri respiri, la nostra passione, la nostra disperazione, che fine hanno fatto? Davvero non provi piu`nulla, davvero mi lasci cosi`..mi resta solo l`ultimo fotogramma ormai sbiadito di te che ti giri, per mandarmi l`ultimo bacio, mentre il mio cuore sente un fremito per l`uomo che ha sempre amato..

Addio piccolo. La firma tu la sai..

L'autore ha scritto 6 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

20 commenti

Pagine: 1 2

  1. 1
    ANNA -

    Mandagliela.
    Ma fallo solo se vuoi fargli un regalo e, cioe’, sapere cosa di lui porterai sempre con te.
    Io spero abbia meritato parole tanto belle.

  2. 2
    daniele -

    si vabbè, in realtà sei stata te a spingerlo via da te… lui chiaramente non voleva una persona che facesse così, che usasse questo metodo, lo chiami amore perduto… perchè infondo, non è lui che non ti ama , ma sei te che non lo ami.

  3. 3
    kekkoufo5 -

    Mi dispiace tanto elecina per te e per tutti quelli che patiscono pene d’amore me incluso.

    Tonino carotone cantava: “è un mondo difficile”

    Dai forza andiamo avanti strisciando pure ma sempre avanti. Io ho bisogno di voi voi di me e noi tutti di tutti noi. Insieme ce la possiamo fare.

    Kekko

  4. 4
    Math -

    Sapete anche io ho intenzione di mandargli una lettera di addio. È stato un amore finito per errori di entrambe le parti, se errori vogliamo chiamarli, dato che erano difetti o caratteristiche di un carattere che purtoppo si scontravano spesso. L’ho già preparata, ma non so che fare, dopo tutto è lei che mi sta facendo del male, adesso si merita la mia indifferenza e non so fino a che punto potrebbe meritarsi questa mia lettera.

  5. 5
    maxim_max -

    Ciao Elecina,

    belle parole, però alla fine della favola la vita continua sempre…per noi, non dobbiamo farci più condizionare da nessuno, specialmente dal pensiero di persone che non devono più esistere dentro di noi, quindi essere valutati come benemeriti sconosciuti.

    Spesso sembra, a noi stessi, specialmente nei più piccoli centri, dove “il verbo vola più dei gabbiani sul mare”, di ritrovarsi come indifesi, spauriti, vittime di chissà quali considerazioni da parte di terze persone, che sostengono le varie tesi di chi ci ha bruciato definitivamente i nostri sentimenti, ma queste sono solamente “pippe mentali”, che proprio non ce le dobbiamo neanche porre minimamente, ma continuare per la nostra strada, corretta e dignitosa come sempre è stata.

    Maxim.

  6. 6
    guerriero -

    elecina, ma che addio, gi dovevi scrivere “ma vai fare in c.. “”ahahh

  7. 7
    roberto44 -

    Che bella lettera, ma che starna storia.
    Lui ti accompagna all’aeroporto, ti ribadisce il suo amore e poi che succede, perché ti lascia?
    E , scusa, perché scrivi: Scusa amore, se ti ho deluso, se ti ho fatto allontanare con i miei comportamenti, se non ho capito i tuoi silenzi.
    Forse nel tuo racconto manca qualche particolare: da cosa è scaturita la sua decisione di lasciarti?
    Comunque la lettera è davvero molto bella e non credo che questa storia sia finita, perché lui ti ama!
    Se mi permetti, solo un piccolo appunto: hai dimenticato di scrivergli che tanto soffrivi, per la sua assenza, che ti sei portata a casa un bel ragazzo inglese!

  8. 8
    micione72 -

    GRANDE ROBERTO44!
    Ho avuto la tua stessa impressione, quando Elecina ha parlato di delusione e di comportamenti che hanno allontanato il ragazzo!
    Elecina, la lettere è sicuramente bella, poetica, dolce, piena di sofferenza, bla, bla, bla…..
    …pero’ manca quella parte che ci potrebbe far capire il motivo che ha spinto questa persona ad allontanarsi da te!!!

  9. 9
    Smoke -

    E forse forse te lo sei meritata…la mia ragazza è partita e io ora ho intenzione di farla finita, per quello che mi ha fatto prima e quello che mi sta facendo ora. Quando è partita ci siamo abbracciati e baciati, abbiamo pianto…ma ora che è lontana, senza guardare nei suoi occhi per me è più semplice capire i suoi sbagli e non farmi intenerire dal suo viso pieno di lacrime. Mi spiace ma leggendo la tua lettera non posso fare a meno di credere che hai colpa. Ma nn so com’è andata veramenete perciò non vorrei arrivare a conclusioni affrettate.

    Peace

  10. 10
    elecina -

    Cara Anna, meriterebbe molto di piu`..

    Cari tutti, in questi quattro anni io l`ho sempre amato esternando sempre mille dubbi e lamentandomi di alcuni suoi comportamenti che non mi rendevano felice, poiche` siamo due persone estremamente diverse (io estroversa, lui introversa, io isterica, lui implosivo, io avventurosa, lui abitudinario..). Lui mi ha sempre dato tantissime dimostrazioni d`amore e la nostra storia e`andata avanti, tra alti e bassi. Abbiamo affrontato mille difficolta`(malattia di mio padre, trapianto di fegato di suo padre, io ho cambiato 3 lavori in quattro anni..)e siamo arrivati alla fatidica convivenza. Lui ha sempre detto di amarmi e di volere una famiglia (io gli dicevo mai e poi mai..).
    I problemi sicuramente sono nati quando lui ha ricomuniciato ingegneria per la laurea di secondo livello e a lavorare come manager in una multinazionale. Non aveva tempo libero, sabato e domenica chiuso in casa a studiare, sempre piu`stanco, piu`apatico, piu`silenzioso. In vacanza lo scorso anno in Sardegna ha dormito una settimana.. Da quando siamo andati a convivere le cose sono precipitate, lui venerdi` e sabato sera a casa, domenica sui libri, taciturno, stressato e io insoddisfatta. Ho iniziato ad uscire tutti i week-end senza di lui, tornavo a casa molto tardi. Lui a volte si e`lamentato, ma non si e`mai imposto e non mi ha mai dato alternative. Io scappavo letteralmente di casa e uscivo, mi divertivo, mi sentivo appagata, avevo dei ragazzi che mi corteggiavano e mi sentivo viva. Ovviamente lo trascuravo e lui era sempre piu`assente. La nostra vita sessuale era latitante. Cercavo di chiedergli spiegazioni e mi ha sempre risposto che faceva il massimo per noi e non sapeva cosa fare di piu`. Purtroppo la situazione era diventata insostenibile, io non riuscivo ad andare a dormire ogni sabato alle 11 dopo aver guardato Super quark, non era la vita che volevo. Per non perderlo, ho cercato di crearmi una mia vita indipendente. Lui si sara`sentito solo, ferito e abbandonato. I miei tentativi di dialogo pero`cadevano nel vuoto. Io piangevo, cercavo una sua reazione, una sua presa di posizione. Niente, non e`arrivato niente.
    Gli chiedevo di prendere delle ferie, di fare qualcosa per noi. Ho insistito per fare un viaggio all`Elba e ho organizzato la festa a sorpresa per il suo compleanno. Le cose alla fine sembravano meglio, sono partita tranquilla. Lui mi amava, nonostante i nostri problemi, e io lo amavo, nonostante molte volte avessi preferito la mia indipendenza rispetto alla mia vita di coppia. Tutto sopito, fino alla mia partenza. Fino alla sua illuminazione finale. Secondo lui non abbiamo saputo affrontare i problemi, vivevamo gomito a gomito ma non abbiamo saputo superare la cosa. Mi ha detto che gli errori sono stati di entrambi e che ormai non possiamo far tornare indietro il tempo. Gli ho chiesto cosa avrei dovuto fare io, se ogni mio tentativo era vano; la sua risposta e`stata: forse lasciarmi. Non vede piu`un futuro con me.

Pagine: 1 2

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili