Salta i links e vai al contenuto

Non ho più nulla, solo debiti e lacrime

Buona sera,
ho 32 anni e da ieri mi sento finita.
Avevo una società con un cugino acquisito, una snc, dopo pochi mesi lui se ne è voluto andare, mi ha costretta a chiudere. Lui deteneva il 90%, io solamente il 10%, avevamo chiesto un mutuo per portare avanti l’attività, che giorno dopo giorno dava notevoli soddisfazioni a livello lavorativo. Io ho saldato la mia parte di debito, lui mi ha garantito che avrebbe fatto altrettanto. Invece mi reco nella banca dove ho un nuovo conto ed ottimi rapporti per chiedere un piccolo finanziamento per l’acquisto di un’auto usata… e qui viene fuori che il prestito non viene accettato a causa di un’insolvenza. La mente mi va subito alla mia vecchia società.. chiamo la banca e mi dicono che hanno cercato di rintracciarmi più volte (nel frattempo ho cambiato residenza) in quanto 10 rate del mutuo non sono state pagate, che c’è un buco di circa 30, 000€ e che stanno cercando il socio (io non l’ho più sentito né visto) , ma che non riescono a mettersi in contatto con lui. Mi hanno detto che avendo avuto la società insieme anche io risulto insolvente. Ho appuntamento domani mattina in banca e sono terrorizzata. Mi si sta sgretolando il mondo sotto i piedi e mi sento sprofondare in un buco sempre più nero. Non so cosa e come fare. Ho un lavoro per fortuna ma aiuto in casa in quanto mio papà non lavora e siamo in affitto. Devo rinunciare a tutto, avrei voluto acquistare una casa, avevo dei progetti ma ora ho solo lacrime. Mio papà da ieri non parla, mia mamma non sa nulla, mio papà si sente in colpa, perché la società l’avevo fondata per lui, per aiutarlo ed ora sta male. Per favore, ditemi qualcosa.

L'autore ha scritto 7 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Consumatori - Me Stesso

21 commenti

Pagine: 1 2 3

  1. 1
    rossana -

    Lady Cray,
    purtroppo, tecnicamente, non saprei come aiutarti.

    posso soltanto dirti che capita di sbagliare e/o di imbattersi in persone disoneste. tuttavia, non mi sembra così grave. ci sono passata ach’io, da adolescente, in questo tipo di problemi familiari.

    tranquilla: se ne esce, con il tempo e con tanto sacrificio. sii fiduciosa e accetta il prezzo del tuo errore nel ritenere valida una persona che non si è dimostrata tale…

    un abbraccio

  2. 2
    anna65 -

    ok. Per prima cosa smettila di piangere. Ormai è successo e piangendo non risolvi niente. Poi… premettendo che sono un avvocato, hai dato troppo poche informazioni per cui si possa aiutarti: il debito con la banca lo avete contratto come snc? La soocietà come si è chiusa? avete liquidato le quote? avevate beni? (locali, computer o altro?). Comunque in linea di massima se il debito lo avete come società, allora la banca deve prima rivolgersi alla società e rifarsi, eventualmente, sui beni della società. E solo in un secondo momento rivolgersi (tecnicamente: escutere) i soci. Se la società non ha più nulla puoi comunque concordare con la banca un piano di rientro a lungo termine: a loro non interessa impelagarsi in cause legali e tra l’altro, mi pare di capire, che tu non possieda al moment beni immobili per cui cosa ti possono portare via? La soluzione migliore è concordare il piano di rientro a lungo termine e nel frattempo rintracciare tuo cugino peer costringerlo a pagare la sua parte (tuo cugino possiede immobili di sua proprieà? in questo caso sta sicura che la banca peferirà rivalersi su di lui). In conclusione: stai tranquilla, non muore nessuno; una soluzione si trova sempre. Sperando di esserti stata utile. Anna

  3. 3
    shadow -

    che cosa vuol dire quando scrivi “Io ho saldato la mia parte di debito” ?
    in una società snc i soci rispondono con i propri beni e quindi non ho capito in che modo hai saldato la tua parte.. a chi l’hai saldata? in che modo?
    Avete chiuso la ditta a norma di legge o ve lo siete detto a parole e avete chiuso solo la saracinesca?
    La banca vi ha fatto un mutuo in relazione alle vostre proprietà altrimenti non vi avrebbe dato neanche un centesimo.
    La tua quota mututo è il 10% del capitale, ma lo è anche di tutte le rate, come hai potuto chiudere una ditta con un mutuo sulle spalle?
    Mi dispiace ma ti sei fatta fregare alla grande, non c’è rimedio, dovrai ripagare la banca
    e poi scusa cosa sarebbe un “cugino acquisito” da parte di tuo marito? e tuo marito o i suoi zii non sanno dove si trova il proprio figlio?
    Fatti furba la prossima volta apri una srl e vedrai che questi problemi non ce li avrai più.
    e magari prima rivolgiti a qualcuno che posso spiegarti le cose al posto di aprire una società con uno sconosciuto e senza neanche sapere quello che fai.

  4. 4
    Lady Gray -

    Prima cosa grazie per tutte le risposte.
    Ora cerco di spiegarmi meglio in quanto ieri ero estrememente scossa: La società era una snc (un ristorante) per la quale è stato chiesto un prestito (il mutuo lo ha chiesto lui per comprarsi la casa che poi ha perso) ed è stata chiusa ma lasciando il conto aperto in quanto c’era da finire di saldare il prestito. La società era così divisa: 10% io, 90% lui. Io ho pagato le spese che sarebbero spettate a me ed inizialmente lui le sue. Poi lui ha deciso che di chiudere tutto (dopo una lunga infinita litigata)anche se gli affari andavano bene. Inizialmente ha continuato a pagare le rate, poi ha smesso e si è trasferito. E’ un cugino acquisito nel senso che non è un cugino diretto, lo conoscevo da una vita in quanto è sposato con mia cugina da 20 anni. Ora abita distante da me, ma non appena mi è possibile andrò a cercare di parlargli. Vi porgo un quesito: mi piacerebbe aprire logicamente senza chiedere aiuto alle banche una mia piccola attività con mio papà, possono rifarsi in qualche modo su questa nuova attività? e sulla mia macchina(unica cosa intestata a me)? Oggi in banca mi hanno detto che o richiedo di dilazionare il debito in tante rate o se lo faccio andare in sofferenza che posso poi saldare portando la somma in contanti anche fra qualche tempo, e che così potrei fare un’offerta alla banca per chiudere il debito, che voi sappiate è vero? La banca può procedere attraverso pignoramento? Se io riuscissi a saldare tutto il debito ne uscirebbe pulito anche lui giusto? Scusate per quest’oltima domanda che può sembrarvi un pò fuori luogo ma sto pensando un pò a tutto
    Vi ringrazio di nuovo
    Comunque non mi voglio lasciare abbattere, sono ancora giovane e voglio risolvere anche questa. Non posso permettergli di rovinarmi il futuro.

  5. 5
    Antonio -

    shadow… ma tu lavori in banca??

    Scusa… ma mi sembra che tu ti comporti come loro!!!!!! Le banche invece di aiutarti a superare le difficoltà ti finiscono di affondare. Complimenti!!!!!

    Lady Gray ha fatto sicuramente degli errori (recuperabili tranquillamente) ma non mi sembrano tali da giustificare un tuo attacco così pesante.

    Lady Gray ascolta le parole di anna65… le banche hanno tutto l’interesse a chiudere la pratica in maniera tranquilla senza finire in mano ad avvocati, non precoccuparti.

  6. 6
    rossana -

    Lady Gray,
    mi ha fatto piacere leggere la tua mail: brava! continua così, e parla magari con tua cugina, prima di parlare con suo marito. chissà che non ti riesca di cavarne qualcosa…

    sono contenta che alcuni utenti esperti ti stiano aiutando con un supporto pratico.

    un abbraccio.

  7. 7
    shadow -

    Antonio no non lavoro in banca, ho un’azienda e sono come funzionano certe cose.

    Le banche in generale non ti aiutano, anzi sono ben contente di indebitarti, il tuo debito frutta interessi e questi sono il guadagno di ogni banca.

    Le banche, ad esempio, se uno non può pagare un mutuo per la casa non mettono l’immobile in vendita a prezzo di mercato per guadagnare, semplicemente lo mettono all’asta, perchè per loro, in questo caso, l’unica cosa che conta è rientrare del loro capitale.

    Lady purtroppo se sei insolvente non puoi intestarti nulla, ti verrebbe pignorato e cosa peggiore potresti essere messa nella “black list” dei pagatori insolventi e questa è una macchia che ti blocca qualsiasi tipo di altra attività che protresti o vorresti aprire, perchè nei confronti dei terzi risulti una “cattiva pagatrice”

    Non volevo essere offensivo, però la sua prima lettere era confusa e in ogni caso spero che tu possa risolvere il tuo problema.

    Buona fortuna 😉

  8. 8
    Lady Gray -

    Grazie Rossana, Antonio..grazie a tutti
    Non posso piangere su me stessa..cosa risolvo così? nulla, a parte che spreco energie inutili. Certo, la sera mi prende un pò di sconforto, ma sono sempre stata una persona forte…e voglio reagire, devo reagire anche questa volta! Spero di non aver problemi legati a questo nell’aprire una piccola attività. E mi sto ingegnando in altre cosine che potrebbero fruttare qualcosina..Mi tirerò su e sarò più forte di prima. Quando mi guardo allo specchio non ho vergogna di me…mentre spero che lui provi schifo! Ho provato a chiamare mia cugina ma non risponde, questa sera chiamerò i suoi genitori e suo fratello che penso non sappiano ancora nulla(settimana prossima verranno atrovarci per un paio di giorni).
    Un abbraccio e grazie ancora sia ad Anna per i consigli legali che e Rossana e a tutti voi le parole di conforte. Non immaginate quanto mi siano state di aiuto.

  9. 9
    Lady Gray -

    Purtroppo il mio commercialista è in ferie, quindi ancora per una settimana non avrò modo di potergli parlare. In che modo possono attaccarsi ad una mia nuova attività? sarebbe un locale in affitto, non un acquisto, e ripeto a parte una macchina del 2005 non ho altro intestato. Grazie

  10. 10
    elvissemau -

    cerca di avere piu ottimismo rivolgiti a una federconsumatori fatti consigliare un piano di rientro ciao da maurizio di prato

Pagine: 1 2 3

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili