Salta i links e vai al contenuto

Come voltare pagina

È strano per me trovarmi a scrivere… ma leggere le lettere di tante persone che hanno vissuto o stanno vivendo situazioni simili alle mie mi ha dato coraggio.
Sto soffrendo per amore, ancora una volta ma molto di più.
Una storia meravigliosa e terribile allo stesso tempo, arrivata quando non credevo più di poter essere felice (avevo perso da pochi mesi il mio adorato babbo).
Io 28 anni lui 34, papà di un bambino di 2 nato per caso da una storia senza amore. Dopo appena 10 giorni che stavamo insieme lascia la compagna, con la quale facevano vite separate, e ritorna dai suoi.
Per noi inizia un periodo meraviglioso, condividendo passioni, sogni, ideali, ci capivamo da uno sguardo, mi ha fatto subito conoscere il suo bimbo che ho iniziato ad amare quasi fosse il mio.
Un’unione perfetta di corpo, mente, cuore e anima.
Ma in tutto questo idillio c’era un problema, la nostra storia doveva rimanere segreta per la sua famiglia, i suoi amici e sopratutto la sua ex. Ho accettato per amore questa situazione anche perché mi dimostrava in mille altri modi il suo grande amore per me.
Dopo sei mesi decidiamo di andare a vivere insieme, i primi tempi sono bellissimi, ogni situazione vissuta insieme è nuova e per questo speciale, poi pian piano le nostre differenze caratteriali iniziano ad emergere e le nostre discussioni spesso sfociano in violenza verbale e fisica da parte sua.
Io, fino a quel momento persona emancipata, autonoma ed indipendente inizio a subire e a richiudermi in questa storia quasi fosse l’unica cosa bella della mia vita.
Famiglia, lavoro, vita sociale, tutto passa in secondo piano esistiamo solo io e lui, faccio di tutto per assecondarlo, per sostenerlo nei suoi momenti difficili.
Lui dice di amarmi come non credeva possibile amare, e che solo io sono riuscita ad entrargli veramente nel profondo dell’anima ma nonostante questo continua a mantenere segreta la nostra storia e a non sostenermi nella mia vita, qualsiasi mio successo lo lascia indifferente anzi quasi lo infastidisce.
Inizia a sentirsi inadeguato e a non comunicare più con me.
Io sento che qualcosa non va, cerco di parlarne ma questo lo innervosisce sempre di più e lo fa diventare ancora più aggressivo.
Ed io continuo a subire passivamente ogni suo attacco, dicendo a me stessa che non devo creargli altro stress ma anzi aiutarlo.
Poi un giorno, dopo l’ennesima lite, scrivo una lista dei motivi per cui l’avrei lasciato e faccio in modo che lui la trovi. Rottura immediata, mi dice ce devo sparire dalla sua vita.
Io rimango basita e decido definitivamente di andarmene.
Da qui iniziano le sue deliranti reazioni.
In principio, per allontanarmi, dice di non amarmi più.
Poi scrive struggenti e-mail in cui dice che sono il suo angelo, il grande amore della sua vita ma che non riesce a vivermi.
Nel frattempo, dopo appena tre settimane dalla nostra rottura, inizia ad uscire con un’altra donna, un po’ più grande di lui e con un bambino.
Mi dice che con lei ha un ruolo che con me non riusciva ad avere e che lei ha bisogno di lui mentre io no. Inoltre dice di aver imparato dai suoi errori con me e quindi la presenta in pubblico.
Distrutta ed umiliata cerco allora di allontanarmi definitivamente ma lui in modo subdolo, e facendo leva sul mio spirito da crocerossina, riesce varie volte a farmi tornare per dei momenti fugarci che non si risolvono mai con il suo mettersi in discussione, ma anzi si concludono sempre con la frase “ti amo ma non ce la faccio”, “vivrò sempre schiacciato dal rimpianto dei miei errori”, “so di aver sbagliato e di aver gettato via la cosa più bella della mia vita”.
Decido allora di troncare definitivamente e sparisco per un po’. Commetto l’errore, dopo un mese, in un momento di debolezza di inviargli un sms, inizia un intenso scambio di messaggi che si conclude con un incontro infuocato che lascia entrambi con l’amaro in bocca.
Lui non torna indietro, ha scelto la sua strada con quest’altra donna.
Mi allontano, stavolta in maniera più convinta, ma come da solito copione me lo fa pesare e mi dice che mi ama tanto e per sempre.
Dopo due giorni mi dice che la nuova compagna, con cui sta da appena due mesi, aspetta un bambino.
Ecco io mi domando come dopo le umiliazioni fisiche e psicologiche che mi ha inferto, le menzogne, le delusioni posso ancora stare male per lui e vivere nel terrore di incontrarli.
Devo voltare pagina!

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

5 commenti a

Come voltare pagina

  1. 1
    simo90 -

    Cara europa79, sono più giovane di te e non ho mai vissuto una storia così distruttiva. Però penso che non serva molto convincersi di non inseguire più una persona e voltare pagina, per riuscire a farlo davvero. Soprattutto per noi donne. Devi solo aspettare che passi tempo, e poi inizierai a vedere le umiliazioni che quest uomo ti ha fatto subire, con occhi diversi. Non più come un’unnamorata ferita, ma con tanta rabbia nel cuore che ti spingerà a provare anche disprezzo nei confront di una persona così viscida, scusa il termine. Ma penso che davvero un uomo che si comporta in questo modo, sia ignobile. E sicuramente, da ciò che è emerso dalla tua lettera, tu sei una persona che merita molto di più. Sembra una frase”fatta”, detta a tutti coloro che soffrono per amore, ma è davvero così. Ci sono modi e modi di lasciare una persona, di chiudere una storia e di comportarsi in seguito, ma bisgna sempre rispettare l’altro. Il tuo ex non lo ha fatto.
    Dai a te stessa del tempo, in bocca al lupo. Un bacio

  2. 2
    Criss -

    ti posso dire che data l’età di questo personaggio, si sta scavando la fossa da solo… tu non immagini i guai grossi in cui si troverà fra poco. Non voglio dire niente, aspetta e vedrai.

  3. 3
    Rasputin -

    Ma che bell’omino, il tuo ex!!! Veramente una personcina a “modo”. Le persone come lui non rischieranno mai di rimanere sole, a differenza di quelle serie e oneste. Più si è str…i e più si ottiene amore, è questa la cruda realtà. Per di più, non contento abbastanza, riesce anche a procreare….così, come se fosse un gioco. Ritieniti fortunata per non essere stata una di quelle. Per il resto che dire: sei una persona che merita di più, almeno da quello che scrivi si capisce…spero che trovi presto una persona per bene e che ti faccia dimenticare questo individuo

  4. 4
    v81 -

    Sì, devi voltare pagina.
    Non sarà facile, però. Tu lo amavi, e l’amore non si dimentica tanto in fretta.
    Forse mi sbaglio, ma da questo tuo post mi sembra di capire che sei una ragazza romantica. Hai fatto di tutto “per sostenerlo nei momenti difficili”, in nome di un amore che tu provavi, ma che a lui forse faceva solo comodo. E ora che questo amore è finito, ti sembra di non avere nulla.
    Sai bene che non è così.
    Ti rialzerai, e tornerai felice. Io almeno, te lo auguro con tutto il cuore, anche se non ti conosco. Il tempo aiuterà, ma ti devi aiutare da sola. Cerca di non languire, di non chiuderti in te stessa. Frequenta le persone, guardati un film comico, concentrati sul lavoro. Prenditi cura di te, come tu ti prendevi cura di lui.

  5. 5
    lostraniero -

    Non ho avuto una situazione simile…ma sadica e allo stesso tempo devastante.
    E inutile dire chi ama troinfa sempre…in questo mondo l’amore ha perso la battaglia ed è fuggito.
    Sto troppo male.se qualcuno mi aiuta ..anzi no…non ha senso piu nulla…ho amato immensamente e ora mi trovo da solo..che tristezza

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili