Salta i links e vai al contenuto

Domani ho il primo colloquio dallo psicologo e ho paura

  

Ciao a tutti.
Scrivo perchè ho paura. Mi vergogno a dire quello che provo, ho vergogna di quello che sono e di com’è la mia vita. Ho paura che la dottoressa pensi cose brutte su di me, che provi divertimento per la mia “condizione”. Penserete anche voi che sia una stupida, che i dottori aiutano, ma io ho il terrore che un’altra persona conosca i miei segreti, e la mia paura più grande è che mi consideri una brutta persona anche se non ho fatto niente di male. Dovrei parlare della mia fobia della gente, soprattutto della mia incapacità a relazionarmi con il sesso maschile, del mio senso di inferiorità perenne, della mia ansia cronica che mi fa tremare e sudare le mani. Vedete, riesco a parlarne quì perchè nessuno mi guarda negli occhi. Lo sguardo della gente…fa tanta paura. A volte non posso nemmeno abbracciare mio cugino perchè altrimenti sarebbe troppo vicino, e vedrebbe tutti i miei difetti. So solo evitare gli sguardi. Come farò a parlarne a faccia a faccia con la dottoressa? Come farò a dire queste cose di cui provo una grande vergogna?

L'autore ha scritto 2 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Me Stesso

11 commenti a

Domani ho il primo colloquio dallo psicologo e ho paura

Pagine: 1 2

  1. 1
    andre -

    Vai tranquilla, e’ come quando sei a lezione in classe e hai un dubbio, vorresti alzare la mano e fare una domanda ma eviti per paura che sia troppo stupida. Nella stragrande maggioranza dei casi almeno meta’ classe ha lo stesso dubbio o non saprebbe rispondere alla domanda.

  2. 2
    Jack_91 -

    Ciao lonely9, se posso darti un consiglio e vorrei farlo..cerca di stare più calma possibile. So quanto sia difficile tenere a bada l’ansia; alle volte assale anche senza un motivo preciso o reale. Nel senso, domani hai sì questo colloquio, ma prova a non ingigantire la cosa. Ascolta, si tratta di un colloquio, una conversazione, non penso lunghissima. In cui non verrai giudicata o etichettata come “brutta persona” (perchè poi?). Gli psicologi sono persone che non giudicano,ci aiutano soltanto a vedere la nostra vita con più distacco cosi che riusciamo a vivere meglio..o quantomeno ci provano. Pensa a un quadro: se lo osservi da vicino vicinissimo è un gran caos, non distingui nulla poi se ti allontani tutto inizia ad avere un senso e ti compare la figura, l’opera nella sua interezza. Questo fanno gli psicologi, ci aiutano a trovare la giusta distanza.
    Secondo me dovresti provare. Poi, oh, immagino tu sia maggiorenne quindi se non te la senti o se capisci che non è una cosa che vuoi fare, la scelta è tua, puoi decidere tu.
    Non sei neanche obbligata a guardare la dottoressa negli occhi.Puoi gestire tu la situazione! Prova,vedi come va, poi decidi..che dici?
    Sono sicuro che puoi farcela.Se ti va, poi facci sapere come è andata.
    Coraggio! 🙂

  3. 3
    Angelo9 -

    Mia cara, sarete sole tu e la psicologa e quanto dirai non uscira’ da quelle mura. La dottoressa e’ li’ per ascoltarti: questo e’ il suo mestiere, come quello del confessore. Chissa’ quante ne ha sentite, non ti giudichera’ certo per quello che le dirai, anzi cerchera’ di aiutarti. Piuttosto, non voglio smontarti ma cercare di darti un aiuto. Non attenderti troppo, soprattutto dai primi incontri, ma se sei convinta procedi per questa strada con pazienza. La mia esperienza con gli psicologi e’ terminata da tempo: non facevano altro che dirmi cio’ che gia’ sapevo e dicevo a me stesso, ma conosco persone che ne hanno tratto beneficio. Sono comunque la tua volonta’ e la tua capacita’ che devi tirare fuori, in definitiva tutto dipende sempre da te, gli specialisti ti possono aiutare in questo. Dunque, via l’ansia. Non ha senso portarsela dietro nello studio della psicologa. In bocca al lupo.

  4. 4
    Angwhy -

    Che cosa ridicola,non è mica come parlarne a un avventore del bar.di cosa ti dovresti vergognare?è pagata per questo.

  5. 5
    Lonely9 -

    Lo so che è ridicolo Angwhy, ma non ci posso fare niente se mi sento così. Non è che mi piaccia stare in ansia per questa cosa, anzi lo so che sembro stupida agli occhi di molti ma per me è davvero un problema. Comunque grazie a te e a tutti gli altri per le vostre risposte!Vedremo come va…è vero che alla fine dipende di più da me, quindi spero di darmi una scossa perchè ora come ora non ho la forza di reagire. Già prendere un appuntamento mi è costato mesi di tempo.

  6. 6
    Aton -

    Tranquilla, allo psicologo non gliene frega niente di quello che dici. L’importante, anche per lui, è portare a casa la cena.

  7. 7
    Lonely9 -

    ahahha Aton mi hai fatto ridere 😀 comunque credo che tu abbia ragione in fondo. Sono poche ormai le persone che davvero vogliono aiutare, tutto si riduce ai soldi e giustamente alla propria sopravvivenza. Comunque è andata “bene”, ma è normale il fatto che io abbia parlato continuamente mentre lei mi fissava senza dire una parola?? Non volevo risolvere la situazione oggi, ma mi sembrava di parlare con il muro…non so che pensare. Non è che lei dovesse darmi le soluzioni su un piatto d’argento, ma volevo qualche riscontro…una sua opinione…chiedo troppo?

  8. 8
    Angelo9 -

    Lonely9, e’ proprio quello che cercavo di dirti nel post 3. Ho frequentato in passato qualche psicologo e sembrava anche a me di parlare col muro. Parlavo solo io. Una psicologa, in particolare, mi osservava tra l’allibita e l’innervosita. L’ultima da cui sono stato, a parte offrirmi il caffe’, mi guardava spazientita. Di fronte alle mie rimostranze mi ha spiegato che sono troppo presuntuoso, che faccio ragionamenti complessi che non mi competono, perche’ competono a lei – la quale d’altra parte non proferiva parola- e che non poteva iniziare la terapia finche’ io non ne fossi convinto. Ho chiuso il discorso per sempre, dandomi dell’imbecille per il tempo e i soldi buttati. Ma, come ti dicevo gia’, non voglio smontarti. Bisogna avere pazienza. Inizialmente la psicologa ti ascolta per formarsi una idea fondata, vedrai che poi ti dara’ indicazioni concrete. Non far caso alla mia esperienza: ciascuno e’ fatto in un modo. Io mi faccio gia’ da me monologhi interiori interminabili e col mio lavoro sono a contatto con fin troppe persone con cui si parla, si discute, si riflette, ci si consuma il cervello, ogni giorno mi trovo ad affrontare il malessere della vita in altri e in me stesso. Per te sara’ sicuramente di aiuto una persona in grado di ascoltarti. E cosa importa se lo fa per soldi? ma se ama davvero il suo lavoro, e’ determinata anche da un interesse umano, altrimenti ne farebbe un altro. Ricapitolando: Pazienza, Non pretendere risultati immediati, Fiducia. In bocca al lupo.

  9. 9
    Angwhy -

    Certo che la tirano alle lunghe.se per capire meglio o per guadagnare di piu non è dato sapere.ad ogni modo non voglio dissuaderti dal proseguire,soltanto non vorrei che,come spesso accade,chi avrebbe davvero bisogno di uno psicologo o meglio di uno psichiatra in realtà non ci va

  10. 10
    rob -

    Tranquilla…oggigiorno non c’è qualcosa di cui valga la pena vergognarsi!

Pagine: 1 2

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili