Salta i links e vai al contenuto

Chiudo gli occhi e penso a te

  

Ci siamo conosciuti attraverso questo sito e scrivo qui sperando di comunicare con te, anche se sono quasi sicuro che tu non lo leggi da parecchio.
Spesso quando chiudo gli occhi per addormentarmi penso a te e se sempre un bel pensiero, purtroppo però ormai sei solo quello, ma i sensi di colpa per essere stato complice della nostra rottura sono reali. A volte penso di poterli toccare.
Spero un giorno di sentire ancora la tua voce, ma sopratutto spero di aver imparato la lezione.

L'autore ha scritto 8 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere con argomenti simili:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore
Una lettera scelta dal caso proprio per te...

9 commenti a

Chiudo gli occhi e penso a te

  1. 1
    Suzanne -

    Caco, ma davvero ti sei innamorato su questo sito? Mi sembra incredibile!

  2. 2
    Golem -

    Si, ma Caco sin dalle sue apparizioni si mostrava come un portatore sano di innamoramento. Io comunque immagino di sapere chi è questo ammore non più frequentante il sito. Diciamo che mi piace immaginarlo.

  3. 3
    Rdf -

    Saran mica il buon andrea che si fidanzava con lap dancer di nightclub.. e che una volta scornato trovo’ consolazione in Sarah …classica utente comune esempio di femminismo intransigente aggressivo da cui fuggire a gambe levate? L ha scornato anche quella? Vecchio mio se sei tu ti avevo avvisato a suo tempo

  4. 4
    Andrea -

    Butta sto pc dalla finestra esci di casa e vai a conoscere una vera donna e magari ti fai una vera sc…a.

  5. 5
    Rossella -

    Purtroppo le testimonianze dirette non sono sufficienti a giustificare l’occupazione di spazi “geograficamente” molto vasti. La rottura dipende dalla paura, reale, di rendersi complici di una forma di sfruttamento dell’uomo sull’uomo. Ci sono legami di vitale importanza per lo sviluppo armonico della persona umana e io non mi sognerei mai di scavalcare una figlia. Il pericolo che una persona perda il potere su se stessa è reale, come dicevo. Non la definirei una rottura perché si può possedere con il pensiero in maniera casta, senza bramosia. Il vero amore è unito dal Cielo, come ricorda la canzone… dopo: è chiaro che si possono manifestare delle alchimie che portano a sentirsi “padroni” del suolo, ma la formazione di dialetti ci fa capire che fin dall’antichità l’uomo ha capito che diventando un oggetto sarebbe stato venduto ad un altro padrone.

  6. 6
    Rossella -

    […]Questa è la storia del mio fidanzato che purtroppo ha capito tardi la lezione e , pensa, mi ha portato come prima cosa il motivo soprannaturale. Altre situazioni nate da un frainteso mi possono rattristare, ma non hanno il potere di mettermi in crisi perché credo nella libertà personale e so che l’unica a rimetterci sarei io. La storia lo dimostra. Diventerei proprietà del creditore e la vita soprannaturale diminuirebbe perché possiedo l’amore come un fatto naturale. Svendendomi metteri altri nella condizione di fare un affare. La calunnia e altre forme di diffamazione servono agli altri per riabilitarsi. Io voglio restare in Cristo. Le calunnie non m’interessanto. Ciò che conta è la libertà.

  7. 7
    Golem -

    “La formazione di dialetti ci fa capire che fin dall’antichità l’uomo ha capito che diventando un oggetto sarebbe stato venduto ad un altro padrone”. Rossye, stai tornando quella dei bei tempi. Meno male.

  8. 8
    shinder -

    Esci e torna alla vita reale,
    partecipa a corsi di qualcosa,
    non dimenticare che di donne “a piedi” ce ne sono,
    non ci sei solo tu…

  9. 9
    Yog -

    Ma Caco, guarda che shinder ci ha ragione, donne a piedi ce ne sono tante, il guaio magari è che chiedono 50 euro ma mica sempre, sta un po’ anche a te trovare la quadra.

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili