Salta i links e vai al contenuto

Chiarimenti Adolescenziali

  

Salve a tutti, ringrazio in anticipo coloro che risponderanno.
Sto scrivendo questa lettera appunto perché ho bisogno di una mano.

Sono un ragazzo di 17 anni gay, non dichiarato e sto uscendo da un periodo abbastanza duro e triste della mia vita: mi sono lasciato da qualche mese col mio ex-ragazzo e ho litigato con molti dei miei amici.

Quest’anno, deciso a voltare pagina, mi sono iscritto al corso di teatro tenuto dalla scuola perché è stato sempre un mio sogno nel cassetto e secondariamente, già che c’ero, per cambiare aria e magari fare nuove amicizie. Fatto sta che, entrato nella stanza dove si tengono le lezioni di recitazione, ho incrociato lo sguardo di un ragazzo, fisicamente abbastanza attraente. Come sempre però, ci deve essere un problema:
quando una nostra amica ha proposto di rappresentare una scena riguardante l’amore omosessuale, anche se con un pizzico d’insicurezza, ha istantaneamente declinato.

Va inoltre aggiunto che qualche giorno fa, ci siamo ritrovati per puro caso a studiare nella stessa stanza, insieme. Penso che sia stata l’ora e mezza più imbarazzante della mia vita. Lui ha alzato lo sguardo, rivolgendolo verso di me e quando ha capito che me n’ero accorto mi ha iniziato a riempire di domande sulla scuola. Ogni tanto mi scappavano dei sorrisi ebeti seguiti da arrossimenti che venivano però ricambiati. Quando mi ero alzato dalla sedia per andare a prendere qualcosa da mangiare, era persino arrivato a chiedermi di restare li per aiutarlo con i compiti di matematica. Infine l’ho accompagnato a casa e mi ha salutato chiamandomi per la prima volta per nome.

Da quel momento però non ci siamo più fermati a parlare, perché a teatro è un periodo in cui non ti puoi perdere nelle chiacchiere, e nei corridoi a malapena mi saluta accennandomi un sorriso.

Io non ho ben capito se ci sia o meno il feeling tra di noi, per questo vorrei chiedere il vostro parere… cosa dovrei fare secondo voi?! Secondo voi è giusto che continui a sperarci? O dovrei rinunciare in partenza?

P.s mi sono ricordato solo ora di dirvi che anche con gli altri compagni di teatro non lo vedo mai parlare di ragazze ed è sempre circondato dalle sue amiche, so che è un dato a dir poco superfluo, però ci tenevo a raccontarvi la cosa nei minimi dettagli. Spero mi sappiate almeno voi, dire come stanno in realtà i fatti, perché inizio a pensare che ormai la mia vita dipenda solo da queste fantasie irrealizzabili.

Attendo con ansia le risposte.

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria:   - Gay - Me Stesso

2 commenti a

Chiarimenti Adolescenziali

  1. 1
    Samurai83 -

    hehe Posso immaginare le tue difficoltà bè io credo che debba essere sincero, insomma puoi continuare cosi, poi alla fine dovrai dirgli qualcosa no? Non devi sperare devi agire, che ti frega è un pò come quando noi etero corteggiamo una bella ragazza, magari ci sta magari no!!! Non lo vedo un problema lo vedo una cosa semplice, vai e fai! Chi non risica non rosica! ha!!! una cosa, sempre protetti ragazzo intesi? 😉 in bocca al lupo

  2. 2
    nedo96 -

    Il problema è che non essendo dichiarato, se agissi e andasse male, potrei iniziare a correre moltissimi rischi, tra cui diventare probabilmente oggetto di bullismo e sinceramente non mi va molto… anche se devo ammettere che forse iniziare ad agire in maniera non troppo evidente potrebbe essere un buon inizio, grazie per il consiglio comunque e crepi!

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili