Salta i links e vai al contenuto

Che bel paese che è l’Italia

Abito a pochi centinaia di metri dal centro del mio paese, in provincia di Napoli in un fabbricato indipendente di due piani più sottotetto. A confine c’è un edificio strutturalmente simile.
Vivo da giorni una realtà raccapricciante.
Il mio vicino ha deciso di ristrutturare mansarda (ovvero sottotetto) per infiltrazioni d’acqua(così mi ha detto). Da premettere che il suo fabbricato è completamente abusivo, ma da queste parti, purtroppo, questo è un particolare irrilevante.
La cosa terribile è che in pochi giorni da quel sottotetto è nato un mostruoso appartamento mansardato con tanto di balconi e finestre anche sul mio confine precario. A tal punto chiamo il confinante, per altro parente, e cerco di redarguirlo. Ma nulla di fatto…
Poi il miracolo.
Due pattuglie di Polizia di Stato (Scientifica ed Antiabusivismo), bloccano i lavori e sottopongono il cantiere a saquestro.
“Giustizia è fatta e giusta lezione, impara a mettersi in regola una volta e per tutte, come tutte le persone oneste e civili, ahimè poche..” pensai soddisfatto..
Ma… verso le sei del mattino dopo, fui svegliato da rumori insoliti.
Affacciandomi sul confine, notai che all’incirca venti operai stavano ultimando il mostro tetto. E’ passata una settimana ed i lavori continuano.
Sono stato personalmente, insospettito ed irritato, dai vigili urbani ad alla polizia a denunciare tutto l’accadudo e a domandare come mai non c’era stato un controllo successivo ai sigilli?Nessuna risposta.
Il giorno dopo sono ritornate le forze dell’ordine sul cantiere quando stranamente gli operai erano già e repentinamente andati via…
Purtroppo la realtà è scandalosamente chiara. La corruzione regna da queste parti. Qui è vero che se paghi a chi devi puoi fare quello che vuoi e a nulla servono le denunce a nulla serve nulla..

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Controversie

8 commenti

  1. 1
    Bruno -

    Hai denunciato un tuo parente?
    Scommetto che se fosse stato un estraneo nemmeno ci pensavi a denunciare, vero?
    Trattasi di invidia.

    E poi, questi abusi non accadono sono a Napoli e provincia ma in tutta la penisola.
    Impariamo ad amare la nostra terra, non diciamo sempre che da queste parti si vive nell’incuria e nel deliquere se non noi stessi siamo incivili.

    Hai mai denunciato un ladro? No perché hai paura.
    Hai mai denunciato un cammorrista? No perché hai paura.

    Hai preferito denunciare quello che ti rode di più, le altre cose non ti competono o meglio, non ti convengono.

    In Ultimo, le denucie vanno fatte alla procura della repubblica.

  2. 2
    Raffaele -

    Caro Raffaele, mi dispiace molto che persone oneste come te, debbano subire questi soprusi da parte della maggioranza, io sono di Treviso, certamente da noi è meno probabile che ciò accada, in un attimo se facessimo quello che ha fatto quel personaggio finiremmo in galera, purtroppo da noi lo stato sono polizia, finanze, avvocati, notai ecc., da voi la camorra.

  3. 3
    Bruno -

    La risposta di Raffaele conferma, nel caso ci fossero dubbi, che buttare melma sulla propria terra non fa che aggravare la situazione.

    A Treviso c’è lo stato? Forse è vero!
    Al sud c’è la camorra? E’ cosi, senza dubbio!

    Da quello che si legge e dalle notizie di molti amici che ho al nord, la vostra tranquillità, la vostra civiltà tanto avanzata, non riesce ad arginare l’invasione e la deliquenza che vi sta arrivando tra capo e collo dagli immigrati, in particolare Rumeni e Albanesi…

    Come mai? Cosa succede? Non avete più tanto coraggio di denunciare chi sotto casa spaccia droga, chi vi stupra la moglie in casa? Oppure la solita rapina al bar con stupro finale?

    Embè a noi la camorra a voi tutto il resto.

  4. 4
    Raffaele -

    Purtroppo da noi con la scusa di cercare posti di lavoro, entra di tutto, falsi permessi ecc.; comunque non è la prima volta che un gioielliere o chi per esso spara al ladro e lo uccide per difendersi, giustissimo, lo stato però vorrebbe processare chi uccide in casi del genere, non capisco perchè non sia giusto uccidere chi tenta una rapina ? Insomma ci difendiamo, ma non possiamo girare tutti armati, è alla fonte che dovrebbe essere controllata l’immigrazione, cosa che comunque succede in tutta Italia, non solo al nord, quanti casi di stranieri sfruttati, vengono fatti lavorare al nero e come schiavi, è anche logico che alla fine qualcuno di loro decide di fare il delinquente, questo stato è così stupido, che non permette a molte aziende di mettere in regola gli stranieri, ci sono troppe tasse e via discorrendo, cosa possiamo pretendere dai nostri parlamentari che entrano in parlamento gia drogati ?

  5. 5
    Raffaele -

    Caro Bruno,mi dispiace ma non volevo colpirti.
    Però sinceramente non capisco..
    Ma che dici?
    Credevo di contare su consigli di persone serie..
    Nessuno mette in discussione l’amore per la mia terra.
    Bisogna essere coerenti,Bruno,quello che si vede da noi non succede da nessuna parte. Svegliati?
    Se tu sborsassi fior di milioni per metterti in regola con lo Stato,non ti brucierebbe se dalla sera alla mattina ti costruissero un mostro davanti agli occhi al di fuori di ogni regola?
    Che tipo che sei…

  6. 6
    Raffaele -

    Per Raffaele del 5° commento, voglio precisare che io sono Raffaele che ha scritto il 4° commento, speriamo ci siamo capiti.

  7. 7
    Bruno -

    Caro Raffele, non è me che hai colpito, ma te stesso.

    Quello che succede a Napoli non succede da nessuna parte? Ne sei convinto?
    E’ proprio questa tua convinzione che porta a rispondere persone come Raffaele di Treviso il quale con molta allegria scrive: da voi esiste solo la camorra, mentre in Italia del nord ci sono avvocati e notai.. e di certo non è colpa sua rispondere in questo modo.. ma tua e soltanto tua.

    Fatti un giro su larga scala, informati su quello che capita in altre città e poi giudica da solo. La cacca è ovunque e solo che riescono a mascherarla bene! Insomma i panni sporchi vengono lavati in famiglia, intesi?

    Ricordati, le persone fanno la città e non viceversa, chiaro?
    Ti avevo chiesto se avessi mai provato a denunciare uno scippo, un camorrista, un ladro e non solo il tuo vicino di casa.
    Ma la risposta non è arrivata e non capisco perché, dimmelo se vuoi.

    Io sono un tipo che ama la propria terra ed è stufo marcio di leggere le solite risposte spazzatura. Io sono un napoletano onesto e ne vado fiero.

    saluti

  8. 8
    Raffaele -

    Bruno, mi dispiace per te come per Raffaele77, ne sono sicuro anch’io che a Napoli c’è tanta brava gente, ma per colpa anche della televisione, parlano soprattutto di cose negative, il mio lavoro mi porta ad avere contatti con tutta Italia, ti devo dire che mi ha pagato prima (anzi subito) un cliente di Napoli che uno di Trento (sto aspettando da un anno), quindi non sono per niente il tipo che generalizza da classico padano, ciao.

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili