Salta i links e vai al contenuto

Chat

Lettere scritte dall'autore  LAD
La lettera è pubblicata a Pagina 1

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

16.509 commenti

Pagine: 1 1.404 1.405 1.406 1.407 1.408 1.651

  1. 14051
    Nikola -

    Golem, hai ragione non so leggere dati ne so aprire link da ansa che raccontano uno studio che si basa su ipotesi fatto da un economista. Mi hai fregato, ti do piena ragione e chiudo qui i miei interventi.
    Vi lascio a discutere tra di voi.
    Ciao a tutti

  2. 14052
    Golem -

    Ma perchè Nik, chi aveva titolo per fare una ricerca del genere? Ci sono figure specializzate? Se qualcuno capisce che in un Paese con oltre un miliardo di abitanti, con un livello di igiene generale da quarto mondo, che ha il 95% di paria, poverissimi e con gli ospedali solo per chi può pagare i morti dichiarati sono una percentuale ridicola, non gli viene il dubbio che il governo dia “numeri” politici per non allarmare L’OMS? Io che sono nessuno, ma conosco le condizioni ambientali dell’India, non ci ho creduto da subito, figuriamoci chi è sul posto e ha i mezzi per condurre una ricerca. Ma non c’era neppure bisogno di farla, se, appunto, si ha un minimo di cognizioni di come si vive da quelle parti. Pensa che il governo indiano ha persino autorizzato i prossimi bagni rituali nel Gange, che notoriamente è una cloaca a cielo aperto. Vedi tu, altro che 460mila morti, saranno milioni ma chi va a controllare perché sono morti, tu?

  3. 14053
    Trader -

    “Meglio tenermi le cuffiette e ascoltarmi la mia misica, va.”
    Suzanne deve pur trovare il modo di passare tutto il tempo libero che ha. Lavorare tre ore al giorno con quattro mesi di ferie all’anno le consente di avere tempo per meditare a lungo sui testi delle canzoni e disprezzare chi non lo fa perché lavora.
    La sua reticenza alla mia domanda indica però che non conosce lo scrittore Luigi Straneo. Strano che non conosce Straneo (scusate il gioco di parole), sono praticamente vicini di casa.

    Nikola, cos’hai contro gli economisti?! 🙂

  4. 14054
    Claudio-Avi -

    Apprezzo il “carisma” di questo ostinato utente J.J Bad, perché nessuno reciterebbe la stupidità così verosimilmente, ha del talento naturale. 😀

  5. 14055
    Maurizio -

    Nikola comprendo benissimo la tua scelta. Dopo un po’ ci si sente esautorati a scontrarsi contro un muro di gomma i cui meccanismi sembrano non avere niente di umano, e da cui non scaturisce nulla se non lo stesso disco rotto all’ infinito. Le proiezioni che si fanno sull’ altro ( l’ accusa infondata di non fornire alcun riscontro, la continua e palese negazione di fronte all’ evidenza ) spero rafforzino ancora di più la voglia di informarsi in maniera indipendente, in chi legge e ancora non ha fatto una scelta netta. Qualunque decisione dev’essere dettata da consapevolezza e non indotta dalla coercizione.

  6. 14056
    Golem -

    “L’accusa infondata di non fornire alcun riscontro la continua e la palese negazione di fronte all’ evidenza ”
    Perchè il video del ciarlatano spagnolo che vede le nanotecnologie da milionesimo di millimetro è un riscontro, l’evidenza, tanto per citarne uno per tutti? Se lo è, lo è per dimostrare quanto sia facile convincere che quelle siano nanotecnologie in chi non ha la minima idea di cosa siano e a cosa servano quelle tecnologie, che peraltro sono principalmente di natura chimica, e non certo elettronica. Con certe capacità cognitive è facile poi immaginare tutto quello che si vuole per “confortare” le proprie fantasiose tesi.

  7. 14057
    Suzanne -

    Signori e signore, aderite tutti alla moda del momento, la teoria “Ad cazzum”. Sei uscito dalla scuola media a pedate nel sedere ma ricordi vagamente di aver sentito parlare delle colonne d’Ercole? Sei pronto per la tesi sul terrapiattismo!
    Non sai nemmeno dove sono collocati gli organi all’imterno del corpo umano ma da piccolo giocavi all’Allegro chirurgo (e perdevi sempre)? Sei il candidato ideale per curare i malati in ospedale con tante vitamine e l’aloe vera.
    Non hai mai aperto il cofano della tua auto e non sai la differenza tra un motore di un’auto e di uno scooter? Ottimo, puoi progettare una fantastica auto-volante futurista!
    Come dici? Se servono lauree? Ma non scherziamo, quella carta straccia si appende solo nello studio per fare i fighi. Leggere dei libri? Ma che bestemmia, al rogo tutta quella carta inutile! No, anche i documentari di Piero Angela non ti serviranno. Tu sei un essere superiore, ti basterà solamente surfare su Internet AD CAZZUM! Prova,…

  8. 14058
    Suzanne -

    Trader, se ti avessi di fronte sarei disposta ad ascoltare anche Gigi D’Alessio pur di non sentire la tua voce petulante. Quando i miei occhi incrociano il tuo nick diventano strabici pur di non leggerti. Mi sei piú indigesto della bagna cauda a colazione. Sció, starzazza con qualcun altro, grazie.

  9. 14059
    Max -

    Come sensibilizzare gli indiani alla prevenzione del COVID: Ragazzi, attenti a fare i bagni rituali, sennò il virus v’aggange!

    Trader, non voglio fare l’avvocato difensore di Suzie, ma questo affondo contro gli insegnanti da te proprio non me l’aspettavo: da altri, magari, sì, ma da te proprio no. E mi permetto rispondere in proposito perché i miei genitori sono stati entrambi insegnanti e ti assicuro che chi come loro ha preso sul serio questa professione ne è stato impegnato, e anche tanto. Anzitutto le ore di lezione, benché quantitativamente inferiori rispetto a quelle in un’azienda, sono 1000 volte più stressanti perché richiedono di essere sempre sul pezzo (bisogna spiegare in modo efficace, sorvegliare gli allievi affinché stiano attenti, interrogarli assumendosi la responsabilità di valutarli in modo corretto ecc.). Le ore trascorse a casa sono occupate dallo studio, dalla preparazione delle lezioni, dalla correzione dei compiti e da 1000 altre incombenze, che non si vedono ma cisono. Per non parlare di riunioni e riunioncine che, soprattutto da 20 anni in qua, si son fatte assai frequenti.

  10. 14060
    Max -

    E anche le ferie estive, apparentemente così lunghe, spesso non lo sono. Gli esami di maturità che proseguono fino alla metà di luglio, la programmazione delle attività dell’anno successivo che inizia già a partire dalla fine di agosto… Insomma: la vita degli insegnanti non sarà un inferno, ma non è nemmeno il paradiso che molti si immaginano. Certo, gli imboscati ci sono e sono anche molti e ci son pochi controlli, per cui spesso non vengono individuati, con gravissimo danno per i malcapitati allievi. Ma allora cerchiamo di identificare e sanzionare queste figure così negative, incentivando e valorizzando coloro che si danno da fare (e ce ne sono molti!) E che dire poi dei genitori per i quali l’insegnante ha sempre torto e il figlio ha sempre ragione? E dei Tribunali Amministrativi che spesso assecondano questa infausta tendenza? Io lavoro 8 ore al giorno, ma se mi fermo 5 minuti nessuno mi dice niente e dopo quelle 8 ore son libero. Per un insegnante coscienzioso, non è così.

Pagine: 1 1.404 1.405 1.406 1.407 1.408 1.651

Lascia un commento

Massimo 2 commenti per lettera alla volta

Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'informativa sulla privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso browser (da qualsiasi browser e dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili